Xbox Elite Wireless Controller: la recensione di HDblog

14 Dicembre 2015 35

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Con Xbox Elite Wireless Controller Microsoft propone la sua miglior soluzione per il videogiocatore esigente, una soluzione che parte dal già ottimo pad di Xbox One, riconosciuto come uno dei più ergonomici e pratici dell'attuale generazione di console, e innalza la qualità delle finiture, le possibilità di personalizzazione e quelle di configurazione.


La confezione ci propone infatti di serie il controller, la custodia rigida, cavo microUSB per il collegamento (necessario per l'aggiornamento) e i vari accessori per personalizzarlo. Ci sono infatti ben tre paia di stick diversi (due concavi e uno convesso), le quattro levette posteriori e due croci direzionali.

In questo modo si possono usare gli stick lunghi, uno stick lungo e uno corto, uno concavo e uno convesso, due levette posteriori, tre, quattro...insomma la personalizzazione del pad è totale. Inoltre i materiali sono quasi di lusso: il controller è rivestito di plastica morbida molto piacevole al tatto e sul posteriore il grip è assicurato da una gomma texturizzata che favorisce la presa anche in caso di sudorazione eccessiva.

Inoltre cresce la qualità dei grilletti posteriori, la cui corsa è più morbida e precisa, e arriva la possibilità di selezionare due configurazioni per ogni trigger. Il primo abilità la corsa lunga a cui tutti siamo abituati con il pad tradizionale mentre il secondo dimezza la corsa così da permettere un'esecuzione più veloce dei colpi rapidi con le armi non automatiche ad esempio.

Passando al software, l'app disponibile per Xbox One e per PC Windows è in grado di personalizzare qualsiasi aspetto del pad. Non solo è possibile rimappare completamente tasti e trigger in modo da avere un pad "su misura" ma è anche possibile gestire la risposta di grilletti e stick.

Per gli stick si può infatti impostare, ognuno in modo diverso o entrambi allo stesso modo, la curva di sensibilità così da avere anche in questo caso la risposta ideale e personalizzata alle proprie esigenze. Il sistema propone cinque preset (base, ritardato, aggressivo, immediato e controllato), ognuno con una curva diversa e per ognuno è possibile osservare, muovendo lo stick, la differenza nella risposta tra la modalità predefinita e quella che selezionata.

Inoltre anche per i grilletti è possibile è possibile scegliere la sensibilità, in questo caso impostando la percentuale della corsa che dovrà essere resa inattiva. A tutto questo si aggiungono altre due possibilità: la prima permette di scegliere quali grilletti devono vibrare e con che entità. La seconda invece permette di controllare il livello di retroilluminazione del pulsante centrale.

Tutto questo va ad essere registrato su uno dei due profili selezionabili tramite switch centrale: questo significa che ovunque andrete, basterà portarvi dietro il pad per avere i settaggi preferiti già pronti all'uso, senza doverli riconfigurare ogni volta. Inoltre è anche possibile registrare sull'hardware le modifiche software come l'inversione di levette o grilletti e l'inversione della visuale: siete - come chi vi scrive - gli "unici" che giocano con l'asse verticale invertito? Bene, con il Wireless Elite Controller non vi farete più odiare dagli amici e basterà lasciare l'Xbox con la visuale normale e utilizzare il vostro pad per averla automaticamente invertita!

Manca solamente la possibilità di impostare combo o macro. In questo caso non si tratta di un'assenza di possibilità, dato che sarebbe facile introdurre questa funzione via software. Il problema è che tale caratteristica creerebbe uno squilibrio tra chi la può sfruttare e chi no. Andrebbe quindi creato un sistema per "pareggiare i conti", magari prevedendo l'esclusione della possibilità di utilizzarla online ma lasciandola per il gioco offline. Qui, però, si creerebbe il problema dei tornei dal vivo, dove l'eventuale giudice avrebbe il noioso compito di controllare i pad uno ad uno per verificare l'assenza di macro e combo configurate!

In conclusione Elite Wireless Controller di Microsoft è un gioiello tecnologico che va incontro ai desideri dei giocatori più incalliti. Ottimo nel bilanciamento, che non fa sentire il peso di ben 350 grammi di questo pad, e perfetto nei materiali che offrono un grip eccezionale. L'unico aspetto negativo è il prezzo: 150€ non sono affatto pochi e a questa cifra, sebbene presenti accessori e custodia, non è previsto il kit di ricarica.

Qui bisogna però fare una puntualizzazione: chi sostiene che il pad sarebbe stato perfetto solo con una batteria interna ricaricabile non tiene chiaramente conto delle esigenze di chi gioca a livelli più alti. Il pro gamer, che salta di torneo in torneo, ha infatti la necessità di poter fare affidamento su batterie intercambiabili dato che un'integrata rischierebbe di lasciarlo a secco all'improvviso.

Per questo può andare bene una soluzione come il Play&Charge kit, purtroppo non incluso nella confezione, ma non una batteria fissa dato che la possibilità di sostituire le pile al volo è fondamentale per molti, specie quando non si gioca in casa.

Magari Microsoft renderà più appetibile il pad con un kit del genere in futuro, nell'attesa resta un accessorio molto costoso ma fondamentale se si vuole innalzare il proprio livello di gioco.

Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 279 euro oppure da Amazon a 329 euro.

35

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dario Leo

Ragazzi ma secondo vuoi merita acquistare un Xbox one elite per il discorso sshd oppure risparmiare 100€ e prendere la tradizionale da 1t? Non trovò nessuna recensione sul web

Vraaden

Grazie per il feedback. Comunque non volevo contestare la qualità del pad (Microsoft si distingue sempre in questo campo), ma l'utilità in ambito professionistico.
Resta un ottimo prodotto per il giocatore più esigente.

Dimitri Cannas

Io lo utilizzo con forza 6 per guidare con la frizione (cosa impossibile o quasi con gli altri controller a meno di avere un volante da 400 euro...), su rainbow 6 mi trovo benissimo con la precisione dei movimenti e coi fucili a pompa grazie alla corsa ridotta dei tasti dorsali, i componenti son veramente di qualità e perciò levette malfunzionanti o tasti difettosi non dovrebbero far paura, ma pure riscontrando 1 difetto subentra la garanzia di 2 anni (1 anno in più dei classici controller xbox), e comunque anche non rientrando in garanzia ogni tasto e levetta è acquistabile e sostituibile. Ora, nn posso dirti un professionista che uso ne farebbe ma spero di averti illuminato sull'utilizzo che ne può fare un normale player.

Vraaden

a parte il fatto che va bene anche per pc, come è scritto, e dato che si fa un gran parlare di pro nell'articolo, la domanda era semplicemente:
oltre che per FIFA e Mortal Kombat, sto fantomatico professionista per cosa dovrebbe comprarlo? Per fare i video scemi su youtube?

francesco

E' pensato per gli utenti console non quelli pc. Non ci vuole molto a capirlo.

Vraaden

Bello, configurabile e tutto.
Ma al pro di quale gioco servirebbe?
FPS, MOBA, MMO: tastiera e mouse
Guida: volante
Picchiaduro: arcade stick.
Mi vengono in mente solo i giochi sportivi (calcio, basket etc).

Nimiz

Guarda qualche recensione. In ogni caso de gustibus.
Peccato solo che giudichi "a scatola chiusa"

tonysaba

L ho scritto solo perché hai scritto 2 volte lo stesso termine!non sono un grammar nazi!ahah

Fabrizio Il King Sambo

io dico che la gente continuerà a preferire i sassi per accendere il fuoco, se l'alternativa sono dei lampi (di genio)... un prodotto per geek che verrà dimenticato...

xyzkkk

Non è neanche troppo esorbitante, se si pensa che l'hardware dura anche 10 anni.

Io ho comprato il controller della 360 sul pc e sono sicuro che mi farà ancora tutta questa gen

Giuseppe Fallacara

ottima recensione!

Nimiz

il punto resta che "provarlo" a casa di un amico non basta, come dicono le varie recensioni e come confermo personalmente, ci vuole tempo. semplicemente questo controller è adatto alle persone che hanno pazienza e voglia di imparare. Una volta PADRONEGGIATO risulta più immediato del "classico" controller, tutto qua. Non impongo l'acquisto ma è innovazione, se si è pronti bene, sennò continuate ad accendere il fuoco con i sassi.

noncicredo

Tanta roba, ma tanto caro.

Fabrizio Il King Sambo

seriamente, il controller è la periferica semplice per antonomasia, un device che prendi in mano e lo sai usare. lo stem controller non è così! è un controller con un trackpad, ma non è ne una cosa ne l'altra. ci ho provato a casa di un amico con Fallout4 e da un altro con the witcher e mad max... non ci siamo, manca della immediatezza del controller classico e della precisione del mouse... non è questione di avere pazienza per padroneggiarlo, è che proprio non ce la fa!

sergio

e cosa si sono fumati?

LH44

io l'ho provato ad ottobre. Fantastisco. Peccato solo per il prezzo. Ma a cose tipo FM6 si nota un sacco la differneza soprattuto nei grilletti

Nimiz

sorry :), correggo!

Nimiz

sorry :), correggo

Andre

+10 solo per aver lasciato il gatto, ahahahah!
Strano che non abbia buttato in terra i controller!

tonysaba

Padroneggiarlo

eL145

Dai, basta che ti calmi.
xD

Ph03n!x

Non sarò un esponente dell'accademia della crusca...
Ma una volta non si diceva PADRONEGGIARLO? :|
Padronarlo mi fa accapponare gli scroti...!

xyzkkk

ho letto recensioni su altri siti e tutti sono entusiasti. L'unico difetto è il prezzo, ma sembra sia giustificato.

iclaudio

solita storia di pad ultra costosi dalle levette con incastrini che si rompono e levette con gomma che si logora...e di ricambi nemmeno l'ombra.....una delle poche volte dove la plastica si paga piu dell'oro :D

Nimiz

probabilmente non hai avuto pazienza ;)

fedemene

Comprato al d1 in ottobre. Per fortuna che ho trovato da rivenderlo senza rimetterci troppo. Mai più quel controller.

Angelo

in realtà "Il pro gamer, che salta di torneo in torneo, ha infatti la necessità di poter fare affidamento su" il CAVO perché non presenta latenze. Se anche il kit di batterie fosse stato incluso, il pro non lo avrebbe comunque usato :)

Per me questo rimane un prodotto inarrivabile, come qualità rispetto la concorrenza di pad pro e sia come mio portafoglio :-P

passo e chiudo

Nimiz

lo hai mai provato?, serve pazienza a padronarlo

Nimiz

ce l'ho, si impreca all'inizio ma una volta imparato a padronarlo è decisamente più preciso del controller tradizionale. Le recensioni sono quasi tutte frettolose.

Nimiz

parli a caso o lo possiedi?

I-lorenzo

Quando lo vidi alla presentazione ci avevo fatto un pensiero se il prezzo fosse stato umano, ma non lo è.
Io ho 2 pad 360 con filo per giocare con mio nipote e sono contento così, su Amazon si trova a 30€ e lo considero ottimo; poi ci sono quelli della Xbox one che vanno dai 50 ai 70€ e se avessero messo questo élite in quella fascia di prezzo ci si sarebbero sovrapposizioni

Del Fante Guido

AHAHAHAHA.Certo...

Guido Carenza

Guada il prezzo dell'elite è folle.. ma già il modello normale è ottimo.. l'ha preso un amico ed è buono solo per giochi di strategia.. halo con steam controller?.... ahahahahahahah

Max Severest

L'hai provato lo Steam Controller. Ho visto recensioni contrastanti..

Nimiz

steam controller a vita, molte più feature, molto più innovativo, e costa un terzo.

Gamescom 2017: considerazioni sulla convention Microsoft. E voi cosa ne pensate? | Sondaggio

F1 2017: la nostra recensione su Xbox One

Uncharted: L'Eredità Perduta, la nostra recensione

Matterfall: la nostra recensione