Cyber Breaker, Arkanoid in salsa sci-fi per Android e iOS

26 Febbraio 2016 3


Ci stuferemo mai, definitivamente, di giocare agli evergreen del passato, come Pac-Man e Arkanoid? Difficile, specialmente se, specialmente in ambito mobile, gli sviluppatori continuano a inventarsi riedizioni, cloni, crossover e modi sempre diversi per renderceli interessanti. Una delle ultime proposte a riguardo si chiama Cyber Breaker, un Arkanoid "potenziato" per Android e iOS.

Cyber Breaker offre una grafica 2D piuttosto avanzata e ad alta definizione, con tema sci-fi e tanti effetti speciali, e un design dei livelli molto dinamico e variegato, che cerca di slegarsi dal classico concetto dei "mattoncini" l'uno sopra all'altro. Molto vasto il range di power-up, 12 in totale, che in determinati livelli possono cominciare a "grandinare" sulla nostra navicella in grande quantità, rendendo il gioco estremamente frenetico.


Cyber Breaker offre un totale di 100 livelli, che richiedono diverse tattiche per essere superati con successo. Durante la corsa, possiamo sbloccare fino a 20 obiettivi, che uniti alle leaderboard online mantengono alti i livelli di sfida. Il gioco è disponibile per l'acquisto a 0.99€ su entrambe le piattaforme, senza alcun acquisto in-app aggiuntivo o altre "sorprese". Ecco il trailer e il link per il download:

L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 529 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ferragno

lo prendo quando lo mettono in offerta a 10c...

Barabba

Incredibile due miti insieme di quando ero giovane, Arkanoid e Teomondo Scrofalo.
Quoto

scrofalo

Finalmente, erano tanti anni che l'aspettavo!

Wonder Boy The Dragon's Trap, la nostra recensione

Warhammer 40K - Dawn of War III: la nostra recensione

Mario Kart 8 Deluxe: anteprima su Switch

ID@Xbox: anteprima dei nuovi indie in arrivo | parte 1