Disney pubblica un nuovo gioco di oggetti nascosti dedicato a Zootropolis

30 Giugno 2016 0

Sembra che Disney sia diventata grande appassionata dei giochi di oggetti nascosti: questo dedicato a Zootropolis, il più recente Classico dello studio di animazione, è il secondo di cui vi parliamo a distanza di appena un paio di giorni. Il gioco è ovviamente ambientato nell'universo del film, con tutti i personaggi e le ambientazioni, e offre un gameplay in linea con le aspettative del genere.



Ecco le caratteristiche salienti:

  • UNISCITI A MUSI NOTI
  • Collabora con l'agente Jody Hopps, Nick Wilde e chiedi aiuto ai migliori poliziotti della PDZ: Clawhauser, Grizzoli, Rhinowhitz e Capitan Bogo.
  • INDAGA SULLE SCENE DEL CRIMINE
    Usa i tuoi istinti animali per esplorare Zootropolis e scoprire oggetti nascosti.
  • RACCOGLI INDIZI
    Visita il laboratorio, dove il bradipo Hurriet ti... aiuterà... ad analizzare... le... prove.
  • ATTIVA ABILITÀ SPECIALI
    Scatena potenziamenti come il Rallentamento del bradipo, il Localizzatore della tigre e la Carica del ghepardo per trovare i colpevoli e risolvere i casi!
  • SBLOCCA I LUOGHI DI ZOOTROPOLIS
    Scopri i luoghi più famosi di Zootropolis, come la Stazione Savana Centrale, il Café Jumbeaux, il Plaza, la Banca Fratelli Lemming, Piccola Rodentia e molti altri!


Zootropolis Crime Files è un gioco free-to-play, con acquisti in-app e messaggi pubblicitari. È per ora disponibile sul Windows Store come Universal App a livello globale, mentre su iOS si trova solo in alcuni mercati (non quello italiano). Sul Play Store latita ancora del tutto. Ecco il link:

Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact è in offerta oggi su a 380 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Matterfall: la nostra recensione

Yakuza Kiwami, la nostra anteprima

Sine Mora EX: la nostra recensione

NiOh: Onore Sprezzante, la nostra recensione