Touchdown Hero: New Season arriva sul Windows Store grazie a Game Troopers

21 Luglio 2016 6

Game Troopers colpisce ancora, con un divertente e avvincente endless runner a tema football. Si chiama Touchdown Hero: New Season, ed è disponibile da qualche mese su Play Store (in cui si chiama "Super Sunday", non "New Season") e App Store.

Si tratta di un gioco in pixel art in cui dobbiamo condurre il nostro giocatore al touchdown, evitando tutti gli attacchi degli avversari con finte, schivate all'ultimo secondo e mosse azzardate. Quanti touchdown riusciremo a segnare prima di essere atterrati definitivamente?



Touchdown Hero: New Season offre tutte le funzionalità che contribuiscono a incrementare la longevità di titoli di questo tipo: personaggi e costumi sbloccabili, power-up temporanei che rendono la partita più semplice, e così via. Ci sono anche diversi scenari tra cui scegliere, con condizioni meteo variabili.

Il business model è quello del free-to-play; il download è cioè gratuito, e ci sono gli acquisti in-app opzionali che permettono di rimuovere la pubblicità, sbloccare determinate sezioni e così via. Su Windows l'app è compatibile sia con PC/tablet che con device mobile. Ecco il trailer e i link per il download:

L'iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s, in offerta oggi da Tiger Shop a 384 euro oppure da Amazon a 489 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Androidsoft

Alla faccia di chi dava WP finito.
WP10 alla fine è la rinascita di WP.

AlphAtomix

scaricato :P Per un amante dell'NFL può rivelarsi utile al bagno :P

Matteo Rizzo

Infatti questa app ha colmato il vuoto dello store.

Alexv

I morti cavalcano fieri! xd

manu1234

L'ho già detto MORTOH?

Max Severest

Divertente

Dragon Ball FighterZ: la nostra anteprima

All-Star Fruit Racing: la nostra recensione

PES 2018 Single Player: la nostra recensione

Redout: la nostra recensione