F1 2016: confermata la modalità campionato online

10 Agosto 2016 10

Alcune ore fa, Codemasters ha ufficialmente confermato che l'atteso F1 2016, titolo che debutterà il 19 agosto, includerà al suo interno una modalità campionato multiplayer che permetterà a 22 giocatori di competere tra loro in un'intera stagione di Formula 1.

L'atteso titolo, quest'anno, introduce una serie di novità che faranno la gioia di tutti gli appassionati di racing game, oltre alla neo annunciata modalità dedicata al campionato multiplayer, i giocatori potranno divertirsi in un'estesa modalità carriera che si dispiega per ben dieci stagioni. Il tutto viene ovviamente accompagnato dai 21 circuiti della FIA Formula One World Champioship 2016, tra i quali non non poteva mancare circuito di Baku.

Recentemente il team di sviluppo ha inoltre dichiarato che F1 2016 porterà gli appassionati di racing game al livello successivo replicando fedelmente questo sport come mai prima d’ora grazie all’introduzione del Formation Lap che fa il suo esordio nel franchise permettendo ai giocatori di sperimentare la tensione pre-gara e riscaldare i pneumatici in preparazione per tutte le importanti partenze.

Vi ricordiamo che F1 2016 debutterà il 19 agosto e potrà essere affrontato su PC, Xbox One e Playstation 4.

Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Matteo

Confermati anche i bug? XD

Gianlu27

Alcune ore fa? Alcuni giorni fa casomai..

talme94

Prego

H-ount

Rivogliamo i vecchi V10!

The Jackal™

*___* giro di posizionamento, me gusta

FastRing

Che ti succede?

ghost2

grazie.

FastRing

si

ghost2

ok.

FastRing

Bene.

Uncharted: L'Eredità Perduta, la nostra recensione

Matterfall: la nostra recensione

Yakuza Kiwami, la nostra anteprima

Sine Mora EX: la nostra recensione