No Man's Sky: recensione di HDblog.it

24 Agosto 2016 70

E finalmente siamo giunti alla recensione di No Man's Sky. A oggi avete letto solamente tre dei diari di bordo che abbiamo compilato in redazione, ma la nostra avventura è proseguita, in modo da capire effettivamente cosa si nascondeva nei meandri del gioco di Hello Games. Nei prossimi giorni andremo avanti con le pubblicazioni dei diari, questa volta contemporaneamente però ai video gameplay, in modo da donarvi sia la parte testuale che visiva della nostra epopea tra i vari sistemi solari.

Andiamo quindi ad analizzare ogni singolo aspetto di No Man's Sky. Vi consigliamo di leggere prima i tre diari di bordo pubblicati in precedenza, in modo da avere più chiari i diversi riferimenti che troverete poco sotto.

TRAMA

In No Man's Sky esiste una trama che vi accompagnerà per mano. Il tutto avrà inizio come una sorta di tutorial, per poi abbandonarvi totalmente nello spazio dandovi solamente qualche piccolo suggerimento. Fin da subito è possibile seguire le parole di Atlante, entità misteriosa che ci fornirà preziose informazioni. Con l'avanzare del tempo però ci accorgeremo che altre entità entreranno in gioco e saranno causa di cambiamenti radicali di punti di vista, di conseguenza, per svelare il bandolo della matassa, sarà necessario esplorare i Sistemi Solari, Pianeti e così via.

Non vi abbiamo praticamente raccontato niente della storia narrata in No Man's Sky. In verità è possibile lasciare in secondo piano lo story mode e partire fin dal primo momento alla volta di pianeti mai visti prima. L'avventura ha inizio comunque in maniera identica per ogni giocatore. Il nostro alter ego virtuale si trova su un pianeta sconosciuto e dovrà riparare velocemente la propria astronave, in modo da iniziare la vera epopea. Non sappiamo se lo scopo del gioco è quello di trovare lo One Piece dello spazio, o condividere in rete le proprie scoperte. No Man's Sky è un viaggio, il cui scopo è in primis la sopravvivenza.

Vi ricordiamo che l'universo del gioco è creato in maniera procedurale, di conseguenza le esperienze dei diversi giocatori saranno esclusive. C'è chi inizierà su un pianeta afflitto da tempeste acide, altri invece in zone tranquille, altri ancora potrebbero trovare avversità climatiche e molto altro ancora. Ogni viaggio sarà a sé, come del resto ogni pianeta scoperto ed esplorato.


GAMEPLAY

Il giocatore si troverà immerso in un'avventura in prima persona in cui sarà necessario esplorare i confini dello spazio. Il vostro viaggio potrà compiersi solamente raccogliendo le risorse necessarie per alimentare la propria astronave, di conseguenza passerete diverso tempo a setacciare pianeti, alla ricerca di materie prime in modo da garantire del vero e proprio carburante per la navicella. Il protagonista ha inoltre a disposizione una exotuta, in grado di fornire il supporto vitale giusto per ogni esigenza, e un multitool, utile all'estrazione di minerali e raccolta delle risorse.

Le risorse si dividono in diverse categorie. Ci sono gli Isotopi, di colore rosso, che generalmente riforniscono gli strumenti di energia. Solitamente troverete Isopoti come Carbonio, Plutonio, Thanium 9 e molto altro. Gli Ossidi sono gialli, ad esempio Titano, Zinco e Ferro, usati per rifornire i sistemi difensivi della exotuta e della navicella e altro. Ci sono anche i Silicati, di colore blu, come l'Eridio o il Platino.In più troverete gli Elementi Neutro, come Rame, Emeril, Alluminio e Oro, solitamente rivendibili ai negozi presenti nelle Stazioni Spaziali.

Ogni elemento può essere combinato per creare oggetti oppure per rifornire gli strumenti già presenti nel nostro inventario. Inutile sottolineare che vagando nello spazio capiterà spesso di imbattersi in progetti di ogni forma e sostanza, in grado quindi di fornire le informazioni giuste per la creazione di determinate risorse.

Durante i nostri diari di bordo abbiamo conquistato la formula dell'Antimateria, elemento sfruttabile per l'Iperguida. Antimateria più altre materie prime, se combinate, danno una Cellula di Curvatura, carburante dei propulsori designati all'Iperguida stessa. Uno dei leit motiv di No Man's Sky è proprio questa continua necessità di raccogliere oggetti e risorse per poter effettuare nuove azioni o creare tecnologie. La maggior parte del tempo verrà spesa proprio esplorando e facendo proprie le materie prime. E purtroppo, fin da subito, ci si imbatte nella prima magagna del gioco. L'inventario troppo ridotto.

Il nostro alter ego virtuale non ha spazio infinito da disporre per la raccolta delle risorse. Si possono raggruppare ma solamente fino a determinate quantità, di conseguenza ci si imbatte molto presto nel problema spazio. E' possibile risolvere il problema esplorando i pianeti e far propri dei moduli in grado di aumentare la capacità di trasporto, oppure si può acquistare una navicella maggiore. Molti giocatori hanno infatti optato di non seguire subito la trama principale ma darsi fin dal primo momento alla raccolta di elementi da rivendere, in modo da poter contare fin da subito su un numero di crediti elevato e, di seguito, acquistare una navicella molto più capiente. Massima libertà quindi per come affrontare il gioco stesso, l'importante è non dimenticarsi di avere sempre a disposizione le risorse giuste per sopravvivere dato che diversi territori possono essere ostili.

Durante le fasi di esplorazione è possibile imbattersi in diverse tipologie di flora e fauna. Appena atterrati, il computer di bordo fornisce fin da subito la macro situazione del momento, di conseguenza è possibile sapere immediatamente se il pianeta abbonda di materie prime, se possiede un clima poco favorevole e molto altro. E' meglio perdere poco tempo su globi dalla possibilità di raccolta ridotta rispetto, ovviamente, a quelli più "generosi", facendo attenzione al clima, il quale potrebbe essere amichevole, ma anche caldissimo, freddissimo o colpito da piogge acide. Le condizioni climatiche inoltre mutano e capita, ad esempio, di trovarsi nel mezzo di tempeste. Insomma, ogni pianeta possiede le sue caratteristiche, le quali devono essere prese in considerazione prima di lanciarsi nell'esplorazione. E' bene sottolineare anche la presenza di diversi monoliti utili all'insegnamento della lingua aliena della zona, grande aiuto soprattutto nelle fasi di comunicazione con gli alieni che incontrerete ma che in definitiva non servirà a nulla dato che il gioco descriverà ogni singolo momento nel nostro idioma.

Anche la fauna dei pianeti gioca una parte molto importante. Durante i viaggi sarà possibile incontrare diverse forme di vita, le quali potrebbero rivelarsi amichevoli o meno, a parte le sentinelle, robot svolazzanti che non vedono l'ora di bruciacchiare il giocatore non appena rilevato. Durante i voli spaziali può capitare di imbattersi in pirati spaziali, pronti a farvi fuori per impadronirsi del vostro carico. Cosa accade quindi in caso di morte? Come in Dark Souls appare una sorta di tomba nel luogo del decesso. Il respawn viene fatto all'ultimo punto di salvataggio, solitamente nel luogo in cui siete usciti dall'astronave, di conseguenza è possibile tornare nella zona in cui è sopraggiunta la morte per recuperare il carico perduto.

In No Man's Sky sarà quindi possibile contare anche su fasi di combattimento, sia nello spazio che sulla terraferma. Grazie alle armi presenti sulla navicella è possibile difendersi dagli attacchi dei nemici, senza contare che, abbattendo i cattivi di turno, è possibile far proprio il loro carico. Lo stesso vale durante le sessioni a piedi. Capiterà che qualche autoctono si riveli ostile, quindi sarà necessario difendersi con le armi a disposizione, inizialmente l'estrattore di minerali ma poi sarà presente nel vostro inventario qualche strumento più utile. Una volta eliminata la minaccia si verrà in possesso di alcune materie prime.

Abbiamo detto tutto? Sicuramente no. Lo spazio di No Man's Sky è infinito, come del resto le situazioni che si mostreranno al giocatore. E' bene sottolineare che non è sempre oro ciò che luccica. Anche No Man's Sky ha le sue problematiche che devono assolutamente essere messe a nudo.

Appartenendo al genere dei survivor, No Man's Sky possiede una forte componente legata alla raccolta delle risorse. Oltre alla presenza di uno spazio fin troppo ridotto per accumulare quanto di più utile, abbiamo notato una certa ripetitività delle azioni da compiere. In definitiva potremmo riassumere il tutto in poche semplici righe, facendo presente che le azioni possono essere ridotte a "sbarco sul pianeta, raccolgo le risorse, riparto, entro nel nuovo sistema solare, esploro qualche pianeta, riparto per il nuovo sistema solare" e via di seguito. E' assolutamente vero, No Man's Sky è ripetitivo, ma lo è solamente nella formula. Capiterà sicuramente di sentirvi tediati quando dovrete fabbricare ancora nuove Cellule di Curvatura per scoprire chi diavolo sia Atlante, ma al contempo sarete talmente curiosi di vedere i nuovi pianeti che velocemente metterete da parte i sentimenti contrastanti e vi lancerete ancora una volta nello spazio. Ovviamente ci riserbiamo di approfondire l'aspetto ripetitività grazie ai nostri diari di bordo.


MULTIPLAYER

Come già ribadito più volte, No Man's Sky è un'avventura completamente in solitaria. Esplorando i sistemi solari e i pianeti è possibile però condividere in rete le proprie scoperte, in modo da renderle praticamente pubbliche. Alcuni utenti hanno sottolineato di aver raggiunto pianeti già scoperti da altri, ma al contempo non è stato possibile incontrare i viaggiatori, molto probabilmente a causa di una linea temporale differente, o magari, molto più banalmente, per una scelta da parte degli sviluppatori. Siamo comunque pronti a scommettere che presto Hello Games farà in modo di modificare questa scelta e dare ai giocatori la possibilità di comunicare. O almeno lo speriamo.

TECNICA

Il comparto grafico di No Man's Sky risulta sicuramente evocativo. L'utilizzo sapiente di colori e tonalità differenti riesce a caratterizzare ogni pianeta esplorato, seppur il tutto risulti sporcato dalla presenza di compenetrazioni e effetti pop-up. L'impatto visivo verrà comunque apprezzato dai fan della fantascienza, quelli che pranzano con pane e Star Trek per intenderci. Ottimo anche il comparto audio, sempre in perfetta linea con le varie ambientazioni proposte.

Abbiamo storto il naso di fronte al design e alla nomenclatura delle risorse. Abbiamo esplorato sistemi solari e pianeti distanti anni luce uno dall'altro ma abbiamo scovato materie prime con lo stesso nome. Lo stratagemma è stato inserito sicuramente per ottimizzare l'inventario, ma avremmo sicuramente preferito un sistema più vicino a quello della fauna presente nelle varie realtà. Gli animali e gli esseri viventi appartengono a razze differenti, seppur sia comunque possibile incontrare figure dalle fattezze simili.


COMMENTO FINALE

No Man's Sky è senza dubbio un titolo complesso da analizzare. I fan del genere si divertiranno sicuramente a passare di pianeta in pianeta e esplorare ogni singolo angolo dello spazio mentre i meno avvezzi potrebbero annoiarsi dopo essere sbarcati sui primi quattro o cinque pianeti.

La nostra esperienza tra i sistemi solari si è rivelata positiva, a parte per la presenza di un inventario fin troppo ridotto all'osso, quindi possiamo ritenerci davvero soddisfatti di questo titolo di Hello Games anche se siamo comunque certi che alla lunga l'avventura potrebbe diventare frustrante. Gli sviluppatori dovranno assolutamente fornire al giocatore aggiornamenti di grosso spessore se vorranno mantenere salda la community che ruota attorno al gioco e soprattutto alimentare la curiosità dei giocatori.

  • GAMEPLAY 7,5
  • TECNICA 8
  • LONGEVITA' 7
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 7,5

Esperienza diversa per ogni giocatoreFasi esplorative appassionantiImpatto visivo ispirato
Scade presto nella ripetitivitàDiversi bug
Una scelta vincente sotto i 200€? Wiko Fever è in offerta oggi su a 161 euro.

70

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
a'ndre 'ci

il 90% non ha capito che gioco sta comprando xD
pensavano a qualcosa di movimentato e di azione

a'ndre 'ci

il problema è che è veramente troppo ripetitivo:
cioè, ti spiego, a me piace molto, ma serve un "qualcosa" di diverso da fare.. che ne so, migliore interazione con gli alieni, missioni stile RPG, altre cose simili..

Boronius

68 commenti... questo gioco ha fatto veramente il botto!! Domanda: qualcuno sa se esiste la versione del gioco per PC ma "in scatola", ovvero con DVD manualetto ecc. ecc.?

Boronius

Ragazzi sembra che nel gioco esista anche un specie di Black Hole che ti proietta 1000 anni luce verso il centro della Galassia. Poi sul web ho visto anche un filmato relativo alla presunta fine del gioco, molti commenti la descriverebbero come una "caxxata"... boh...

Ivan Catania

punti di vista.... tolto il fatto che per me fifa 17 ne varrà si e no 5 di euro, direi che per ora NESSUN gioco è "ottimizzato" per il VR!

Ivan Catania

infatti di recensione come longevità ha preso SETTE!!!! mah....

Nigellus Blake

Bisogna essere un po' fortunati xD

Luca

per adesso ho visitato solo 3 pianeti in quanto quello iniziale era fantastico. Un sacco di creature e tantissime piante. Gli altri 2?..deserti

floc

penso mai. Giá è un miracolo che mantengano (in ritardo) la versione xbox con tutto quello che hanno da fare...

oscar

Perfettamente d'accordo

Nigellus Blake

La gente ormai è abituata a finire un gioco in circa 12/18 ore. Questo gioco non funziona così, dopo 20 ore di gioco hai appena finito le cose iniziali (è come aver fatto 5 ore a fallout), hai appena iniziato a scoprire quest e la storia di quella galassia/sistema solare. È un gioco lento, volutamente così, il gioco rappresenta vita. Non tutti i giorni vivete un film d'azione, non tutti i giorni vi capita di fare il Robinson C., ci sono dei punti morti e dei punti salienti. Il gioco è così, rappresenta un viaggio, lungo e metodico. Quindi codari & company, questo gioco non fa per voi, palesemente ovvio. Dopo circa 25/30 ore di gioco sarete sommersi di pirati alle vostre calcagna oppure npc che vi apriranno in due.
Un consiglio, cercate di scoprire tutto sull'Atlante e non andate subito al centro dell'universo. Dopo tutto il bello del viaggio non è la destinazione bensì il viaggio in se.

Nigellus Blake

Dopo aver superato le 20 ore di gioco capirari che hai appena iniziato!
È un po' lento (volutamente) come gioco ma ce tanta roba da scoprire.

oscar

Effettivamente rimane un gioco con grandi potenzialità di sviluppo, che non doveva essere venduto a quel prezzo. A 20 euro penso che nessuno si sarebbe lamentato. Personalmente mi affascina andare avanti, vedere pianeti nuovi, cercare nuove forme di vita. Sentirmi perso nella vastità dell'universo. Poi diciamolo anche Elite era noioso all'epoca, ma tenne incollati per molto molto tempo diventando poi una icona Spero vivamente che possa svilupparsi degnamente senza aggiunte di spesa. Per me un 6.1/2

Mattia_Krav

Per fortuna mi è stato prestato, cesso indescrivibile come gioco. Assolutamente la boiata più sopravvalutata del 2016 per ora, dopo averlo visto e provato piuttosto dono i miei soldi ad infinity warfare.

Alessandro "Brio94" Orsini

Ma per Elite c'è una data d'uscita su PS4?

Luca

L'ho comprato oggi. Nonostante sia molto lento non riesco a smettere di giocare

the

La prima ora è proprio la peggiore, non hai altra possibilità se non muoverti a piedi, e per di più devi raccogliere le materie prime per riparare l'astronave... Muoversi con quest'ultima è tutta un'altra cosa, vai da un posto all'altro in secondi anzichè minuti!

franky29

Meglio pokemon marrone m3rda

reft32

Per chi vuole una alternativa a questo, io consiglio di acquistare Empyrion Galactic Survival.Costa meno ed è fatto meglio.Pur essendo in stato Alpha e già giocabile decentemente.Purtroppo è solo in inglese e tedesco, almeno per il momento.Lo trovate su Steam.Promette bene.

Ngamer

a sto punto non ci resta che aspettare qualche mod interessante :)

Simone Vinci

ultimamente vanno molto di moda giochi sopravvalutati a prezzi esagerati...
questo gioco non vale più di 20 euro per quanto è monotono,ripetitivo,graficamente mediocre e buggato...
non è nemmeno ottimizzato per il vr..visto il tipo di gioco doveva essere non dico la prima cosa da implementare ma almeno una caratteristica che avrebbe fatto brillare il gioco non di poco..

Pikkio

Provalo e poi mi dirai se resisti piu di un ora.. alla velocità di un bradipo su un pianeta col NULLA.

dyzel

Ho solo la chiave v1. La mia nave ha 33 slot. Ho "da parte" quasi 9M solo che non ho più niente da fare. Stò gironzolando tra i pianeti solo per vedere se trovo qualcosa di nuovo. Gli animali cominciano a somigliarsi, le piante dopo un pò son diventate familiari anche se cambia il nome.

LH44

un esempio: su un pianeta potresti stare anche 1 settimana. Solo che il pianeta non rappresenta una sfida. E' tutto lo stesso. Poi non capisco come non si renda la mappa del pianeta o cmq gli elementi con lo scanner un tantino piu avanzato (forse potenziando si puo?) con distanze e tempi di arrivo. O per esempio dalla nave , scansiono e non si vede nulla. Tutto a piedi mi devo fare.

LH44

sony ed hype vanno a braccetto

LH44

no , rispondo che il gioco non ha meccaniche da essere assimilate.
Io cmq avrei aggiunto solamente piu varieta.
Dal procedurale per la crazione dei mondi (con il parametro gravita) e gli eventi atmosferici o condizioni ambientali piu caratterizzate.

Fino a piu basi diverse, magari anche città aliene o qualcosa di simile,
piu razze aliene, piu indovinelli diversi e poi magari a questo avrei aggiunto anche una fase di commercio un tantino piu variegata e una linea guida seguire ne lgioco con un scopo finale.

MR TORGUE

mai detto il contrario... anzi, sto quasi per bussare alla porta della noia, mi mancano 10 metri

asd555

Ma non è tanto la pretesa.
Il gioco è una palese occasione mancata.

Quando dico "poteva essere il gioco della vita" mica scherzo.
Invece si sono accontentati di fare un giochino mediocre, hypato al massimo e che verrà ricordato più per l'hype che per il gioco in sé.

MR TORGUE

che cosa dovrebbe avere di più?
fazioni? non verrebbero implementate a dovere... troppi pochi incontri, dove solo il primo incontro definisce cosa ti può dare l'essere di turno.

Basi? idem come sopra
navi più grandi con equipaggio? non c'è un organo base per gestire la questione.

LH44

il problema e' che le prime ore sono bellissime , il problema e' dopo

Ngamer

sei riuscito ad avere la chiave dell atlante v2 e v3?? ho una nave da 22 slot recuperata su un pianeta e ho circa 2 milioni di crediti . quelle da 30 slot costano tipo 18-20 milioni lol . non so se vendere le pietre dell atlante tanto non servono a niente o no?

LH44

il gioco non ha meccaniche

MR TORGUE

vero, e no man's sky è anche un pessimo esempio per quello che volevo dire.
ma in genere, il tempo che da steam per il rimborso (2 ore?) a me servono per ambientarmi, solo allora posso capire se mi piacerà oppure no

LH44

concettualmente l'idea non e' male. O quanto meno non avevo mai visto un gioco del genere. Solo che si ferma lì la cosa

LH44

ok ma se lo acquisti a 60Euro, inizialmente e' un titolo affascinante poi dopo ti assale il senso di ripetitivita e monotonia

MR TORGUE

mancano troppi elementi per poter definire (anche astratti, messi alla rinfusa) gli spetti che dici...
ad esempio si parla di galassia, ma forse dovevano intendere l'universo.... nel senso che la mappa spaziale ha come granularità il "sistema"

Ngamer

potevo fare di meglio non cè molto da dire. raccogli risorse , ricarichi tuta e navicella , salto spaziale fino al nuovo sistema e ripeti :P

MR TORGUE

per ora lo sto "provando" :)

MR TORGUE

e questo il problema: avete preteso o immaginato che avesse avuto queste features.... nei vari video che ho visto pre-rilascio, queste cose non ci sono mai state.

sei stato preso dall'hype.
io me lo sto godendo proprio perchè non ero illuso dall'hype, sono riuscito a capire "passivamente" che qualcosa non andava fin dall'inizio

asd555

Beh, sono così anche io.
Se un gioco non mi prende fin da subito non vedo perché dovrebbe prendermi dopo.

E comunque No Man's Sky è molto ripetitivo, in un'ora hai visto sicuramente la maggior parte delle meccaniche di gameplay.

LH44

costa 60Euro. Per 20 Euro ci stava tutto. Un titolo particolare ma diciamo "non finito"

MR TORGUE

se fai sempre così, uccidi il gaming.. lo appiattisci al mero "provare".. cos'hai visto in quell'ora di gioco?

MR TORGUE

Punti da dimenticare:
- combattimento: per quanto semplice e immediato, gli NPC sono più avanti rispetto a te, la tua nave ha la stessa mobilità di un elefante morto.
- bug: le navi fuggono da te passando "attraverso" gli oggetti ; i propulsori di lancio a volte ti sbalzano nell'atmosfera ; se la nave si glitcha, sei destinato a morire e basta

LH44

Allora premetto che il gioco mi ha anche preso solo che ci sono alcune cose veramente che non capisco. Concettualmente e a livello di idee e' un gioco valido anche per titoli o aggiornamenti futuri. Solo che la questione del procedurale per la creazione dei mondi è gestita malissimo. Cioe' su 15 mondi visitati sono sempre gli stessi. Non presentano caratterizzazioni degne di nota. Non si passa da un pianeta tipo Marte ad uno tipo Mercurio. Tutti gli stessi, tutti che presentano le stesse confermazioni, cambia solo tipologia di ambiente , flora e fauna (quantita). A questo metto che un paramentro per la gravità potevano cmq metterlo.
L'idea degli scambi e del crafting non e' male solo che e' stata messa più per contorno.

Fondamentale e' un bel gioco le prime ore, evocativo e di atmosfera, Noioso come la morte poco dopo.

Malca Gatto

in questo caso era meglio se fosse stato free2play

MR TORGUE

Se ti aspettavi qualosa in incommensurabilmente complesso come Elite, C'è Elite che ti aspetta.
per esempio "mi piace" No Man's Sky perchè è semplice, rilassante, da godersi lentamente, girovagando come l'esploratore che si impersona

Malca Gatto

si, a tutti gli altri fa pena

Iro Suraci

Ecco in pratica è come nella vita vera...ti sei comprato la porche e ora? Speriamo facciano i DLC anche per il mondo reale

LH44

complimenti hai sintetizzato in poche parole il gioco

LH44

no il 90% degli utenti dopo le prime ore di gioco ha espresso commenti negativi

Asphalt Xtreme: sgommate sullo sterrato | Recensione/Gameplay

PES 2017: recensione di HDblog.it

PES 2017: la versione PC sarà differente da quella per Xbox One e Playstation 4

Pokemon GO: chiuso il portale Pokevision