PES 2017: recensione di HDblog.it

20 Settembre 2016 169

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La Serie A è già partita da qualche settimana e con lei le diverse schiere di appassionati, pronti a seguire la propria squadra del cuore in ogni sfida. Tocca finalmente anche ai videogiocatori tornare a calcare i campi di Calcio virtuale grazie a PES 2017, nuovo capitolo della saga targata Konami da anni ormai impegnata a rincorrere il competitor FIFA, brand che ogni anno sembra sempre meno distante grazie alle migliorie implementate dall'avvento del Fox Engine.

Andiamo quindi ad analizzare ogni singolo aspetto di PES 2017, o meglio della sua sezione offline. Prepareremo uno speciale ad hoc dedicato alla componente nei prossimi giorni.

MODALITA'

Come lo scorso anno, PES 2017 propone al giocatore un ottimo numero di modalità. E' possibile sfidare gli amici in locale o la CPU in una sfida singola oppure lanciarsi in una Partita Veloce online, la quale non andrà a influire le proprie statistiche. Immancabile la modalità Divisioni Online in cui il giocatore si troverà a scegliere un team e guidarlo verso un vero e proprio campionato in rete. E' possibile scegliere le lobby in cui accedere e cercare il proprio sfidante oppure ripiegare sulle diverse Competizioni presenti nel gioco.

UEFA Champion's League, UEFA Europa League e AFC Champions League sono le tre sfide su licenza presenti nel gioco, ma sono comunque presenti le voci Campionato e Coppa generiche, customizzabili direttamente dal videogiocatore. E' inoltre disponibile Competizione Online, sezione che non ha sicuramente bisogno di presentazioni.

Accedendo a Mondo Calciatore è invece possibile trovarsi al cospetto delle modalità più interessanti presenti nel gioco. MyClub, Campionato Master e Diventa un Mito tornano più in forma che mai, impreziosite ovviamente dalle nuove feature presenti nel gameplay.

Per ultimo appare il menu Extra, zona in cui sono presenti diverse sottosezioni dedicate all'allenamento, alla modifica della squadra e alle diverse impostazioni di gioco.

Spostiamo la nostra attenzione su myClub. In effetti Konami non ha inserito alcuna novità davvero profonda. Gli Agenti ora saranno disponibili tramite le Case d'Asta, di conseguenza sarà più semplice scovare il calciatore che più potrebbe ricoprire il ruolo di cui avete bisogno. Ogni atleta ha infatti determinate abilità che possono essere filtrate tramite l'utilizzo degli Agenti giusti. Sono inoltre presenti gli Scout, i quali andranno a ricercare una figura specifica, a patto ovviamente di descrivere al meglio la tipologia del calciatore desiderato. Come al solito, gli Agenti Top e gli Agenti Speciali garantiranno la presenza di un calciatore con valutazione complessiva di minimo 75. Tra le novità spicca Match Analysis, serie di informazioni utili in grado di svelare lo stile di gioco degli avversari online.

Accedendo alla Master League è possibile imbattersi in diverse novità. Il sistema dei trasferimenti è stato completamente rinnovato ed è ora possibile sia pagare gli stipendi dei giocatori che destinare parte del budget ai trasferimenti. Le trattative sono state infoltite da diverse opzioni, tra cui la possibilità di effettuare prestiti di massimo sei mesi mentre il Calciomercato dispone ora di un limite temporale. Sono stati aggiunti anche nuovi Ruoli, i quali passano dai dieci dello scorso anno agli oltre venti di questa nuova edizione.


GAMEPLAY

Come anticipato nella nostra anteprima, fin dai primi momenti spesi in campo ci siamo accorti della presenza delle diverse novità legate al gameplay. Il Real Touch è il sistema che permette al giocatore i movimenti del calciatore prima di ricevere la palla, il tutto al fine di anticipare il difensore avversario e avere una maggiore libertà di movimento, allo scopo ovviamente di impostare l'azione. Se combinate il Real Touch con il First Touch Control, tramite la pressione del tasto R1 potrete lanciarvi in tocchi di prima in modo da cambiare velocemente la direzione oppure ripiegare sull'aiuto di un compagno e chiedere un veloce uno-due.

Il ritmo di gioco è stato leggermente rallentato rispetto allo scorso anno, di conseguenza è possibile imbastire delle vere e proprie manovre d'attacco basandosi su diverse soluzioni. Ancora una volta ripiegare sul passaggio filtrante, allo scopo di tagliare le linee difensive, significa avere ottime possibilità di andare a trovarsi a tu per tu con il portiere. Sia palla a terra che con il più classico dei lanci lunghi, il tasto adibito al filtrante verrà abusato fin dai primi minuti di gioco. Ovviamente è possibile anche lanciarsi in tiki taka degni del miglior Barcellona, ma il rischio di perdere palla a centrocampo e subire un contropiede è sicuramente elevato. Meglio quindi affidarsi a qualcosa di meno pericoloso e più efficace. Il motivo è legato alla rinnovata fisica della palla, la quale garantisce l'assenza di passaggi "telecomandati", lasciando quindi il tutto nell'abilità del videogiocatore. Sia effettuare un passaggio, o comunque un tiro, sbilanciati significherà non effettuare l'azione desiderata e cadere nel più classico degli errori.

Konami non ha solamente modificato la fisica della palla ma ha deciso di dare una limata all'inerzia dei giocatori e al comparto delle animazioni. In PES 2017 possiamo sentire il peso di ogni giocatore, il quale varia dalla leggerezza dei vari Messi, Suarez e compagnia bella a atleti più possenti, tali Barzagli et similia. Ogni scontro uno contro uno viene dettato dai diversi fattori fisici, tra cui contrasti, tackle, tirate di maglia e molto altro. Le reazioni dei giocatori sono convincenti e soprattutto di ogni genere. Abbiamo assistito a tentativi di rimanere in piedi dopo un fallo, a cadute rovinose causate da una scivolata o un contrasto aereo e molto altro, complice sicuramente il motion grafico Fox Engine che, anno dopo anno, sta mettendo alla luce possibilità praticamente infinite.

La feature Total Team Control è un'altra novità di PES 2017. Il giocatore potrà prendere i comandi non solamente del calciatore selezionato dal cursore, ma potrà dirigere l'intera squadra in tempo reale, sia in fase offensiva che difensiva, modificando la strategia in corso di partita. La vera chiave del gioco è quella quindi di perdere tempo nella Istruzioni Avanzate, in modo da gestire al meglio la strategia di squadra, o meglio le strategie dato che sarà possibile selezionare una coppia di istruzioni sia in attacco che in difesa, il tutto attivabile tramite il d-pad. Chi segue Pro Evolution Soccer da tempo sarà sicuramente già abituato alla configurazione manuale, di conseguenza non dovrebbe trovare assolutamente difficoltoso questa nuova procedura.

L'intelligenza artificiale presente in PES 2017 è stata finalmente affinata, soprattutto per quanto riguarda i portieri. Finalmente possiamo contare estremi difensori sempre attenti e pronti a intervenire sui tiri degli avversari, grazie soprattutto a una reattività di livello davvero alto. Ovviamente non possiamo certo aspettarci miracoli, soprattutto dai portieri meno performanti, ma in linea di massima non abbiamo assistito ad alcuna papera davvero degna di essere segnalata.

Gli sviluppatori hanno inoltre deciso di inserire una serie di procedure in grado di raccogliere informazioni sul modo di giocare dell'utente, in modo da permettere alla squadra che utilizziamo di anticipare i nostri movimenti e assecondare le nostre strategie, il tutto allo scopo di garantire un feeling di squadra davvero efficace. Lo stesso però vale anche per gli avversari, i quali avranno a disposizione gli stessi dati per cercare di fermarci in netto anticipo.

Durante le scorse settimane abbiamo riportato più volte la problematica legata alle licenze. PES 2017 dispone di un numero davvero ridotto di squadre licenziate, fattore che fa sicuramente storcere il naso agli appassionati di Calcio. Vedere addirittura squadre in Serie A senza il nome reale è quasi fastidioso, ma al contempo è possibile comunque sfruttare i file option in rete e aggiornare il tutto, almeno per quanto riguarda la sezione offline.


MULTIPLAYER

Come anticipato in apertura, abbiamo deciso di non sbilanciarci sul comparto online di PES 2017 a causa di un numero di ore di gioco in rete non proprio elevato, di conseguenza il nostro giudizio potrebbe non essere preciso. Abbiamo ovviamente iniziato ad affrontare la modalità myClub e Divisioni Online, modalità senza dubbio principe del titolo di Konami. Durante i nostri test abbiamo riscontrato una buonissima stabilità delle connessioni e ci siamo imbattuti in pochissime partite afflitte da lag, di conseguenza possiamo tranquillamente affermare di essere più che soddisfatti del servizio in rete proposto da Konami.

Il matchmaking risulta però fin troppo lento. Capita spesso di dover attendere anche un minuto o due prima di avere accesso alla partita. Ci aspettiamo quindi un update in grado di velocizzare la funzione. Konami ha inoltre garantito l'aggiornamento delle rose disponibili nel gioco ogni settimana, di conseguenza viene finalmente eliminato il problema dei mancati update dei team in tempi brevi.

Torneremo comunque sull'argomento.


TECNICA

Il comparto tecnico di PES 2017 è senza dubbio il fiore all'occhiello dell'intera produzione. I calciatori più famosi risultano essere praticamente identici alla controparte reale, grazie soprattutto alle squadre appartenenti alla Premium Partnership e soprattutto dal PES ID, feature in grado di trasformare i poligoni in modelli incredibilmente precisi, sia a livello estetico che di movimenti. Lo stesso plauso va alle animazioni, sempre perfette e soprattutto fluide. Possiamo forse lamentarci del manto erboso non proprio convincente, ma comunque migliorato rispetto allo scorso anno mentre è sicuramente ottima la contestualizzazione del gioco stesso grazie alla presenza della terna arbitrale, cameraman, personale a bordo campo e molto altro ancora. Ancora una volta è il pubblico sugli spalti a non convincere, ma stiamo davvero andando a cercare il classico ago nel pagliaio.

Il commento è affidato ancora una volta al duo Caressa Marchegiani, di conseguenza non possiamo che apprezzare sia le loro interpretazioni che la presenza di approfondimenti e siparietti di ogni genere, anche se avremmo preferito quel pizzico di varietà in più in grado di fare brillare il tutto di luce propria.


COMMENTO FINALE

PES 2017 è sicuramente un ottimo gioco che va a confermare ancora una volta l'ottimo lavoro svolto dagli sviluppatori. Il gameplay risulta semplice e immediato, ma al contempo è necessario spendere diverso tempo prima di riuscire a impratichirsi e diventare davvero competitivi soprattutto online, ambiente zeppo di giocatori davvero incredibili. A livello tecnico non abbiamo davvero nulla da recriminare, anzi, il motore grafico di PES 2017 risulta quasi perfetto sotto ogni punto di vista.

L'unica grossa mancanza di PES 2017 è proprio legata alle licenze, di numero davvero ridotto. E' davvero impensabile avere tra le mani un prodotto convincente sotto ogni punto di vista ma afflitto dalla presenza di nomi e stemmi non ufficiali. Da limare ulteriormente anche la telecronaca, interessante ma non sempre imperdibile.

  • GAMEPLAY 9
  • TECNICA 9
  • LONGEVITA' 9
  • MULTIPLAYER - (torneremo sull'argomento)
  • GLOBALE 9

VERSIONE TESTATA: PLAYSTATION 4

Gameplay più ragionatoMotore grafico superboGestione della squadra incredibile
Basso numero di licenzeCommento non sempre interessante

Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact è in offerta oggi su a 439 euro oppure da Amazon a 550 euro.

169

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
RectorSith

I video sono probabilmente replay di gioco, che hanno inspiegabilmente una fluidità diversa. Io non ho visto molta differenz se devo essere sincero.

Giovanni Zappalà

Provato mi spiace...

Marco Missere

Prova a giocarci, invece di parlare per sentito dire.

Ajeje Brazorf

Tu hai riso?

SketchT

quelli sono sempre in ritardo..

Giango78

qualcuno serio che mi dice se il gioco è realmente migliore della demo in giocabilità?!?!? sembra meno legnoso da i video!!!

Giango78

se non ti piace ok ma non cercare scusa che fanno ridere i polli...chi se ne frega per 10 minuti di installazione patch!!!

Giango78

sono spariti i binari ma i treni sono rimasti?!?!?!

Giango78

si, a me infatti eccita da matti

Giango78

dimentichi applari contro androidiani

joethefox

non so a voi, ma a me ha fatto davvero impressione vedere i giocatori, uomini, della demo di FIFA 17 sculettare in maniera indecente !!!

RectorSith

non sei hai xbox1 ;)

RobSpera (SuperNerd.it)

Fino al 2015 non era più un PES decente, ma quest'anno sinceramente hanno lavorato benissimo. E' nuovamente un PES con i fiocchi, decente, ben fatto, realistico e divertente.

Massimo Carra

mo spiace ci sia gente che critica pes.. io li gioco entrambi ed il gameplay di Pes quest'anno è divino, le uniche mancanze son purtroppo le licenze... è davvero piacevole da giocare zero binari ritmo ragionato e buoni i movimenti tra centrocampo attacco e difesa.. fisica palla quasi perfetta portieri migliorati ma soprattutto le azioni che voglio fare le faccio.. ovviamente parlo solo dell offline.. online non amo i giochi di calcio

guyfawkestriplete

le diatribe pessari vs. fifari sono più belle dei sonari vs. boxari... e i nintendari pcisti se la ridono alla grande! XD

guyfawkestriplete

"si tratta di due giochi completamente diversi. I paragoni purtroppo non hanno molto senso."

quoto

guyfawkestriplete

Io ho fatto anche di peggio. Winning Eleven 6, comprato di importazione per Game Cube insieme al Boot Loader. Una intera estate passata a convertire nomi e maglie dagli ideogrammi a caratteri occidentali. Avevo imparato a memoria le sequenze dei menu. Ci gioco tutt'ora, di tanto in tanto.

guyfawkestriplete

un plauso alla flemma con cui gli hai risposto

SketchT

lo sapremo presto :D

marko68

Pure io

Nicolò S.

Generalmente si intende per "binari" il fatto che puoi direzionare il giocatore solo in 8 direzioni. Da PES 2014 il controllo è OGGETTIVAMENTE a 360 gradi con infinite direzioni. Poi se controbatti anche a questo non so più cosa dire.

LH44

Si appunto concordi anche io non ho giocato al 2016 per l ia e per i portieri. Quest'anno un giocone, mi ricorda pes5

LH44

Ancora? C'è lì ho a casa. Se sono come capre che copiano i commenti dai forum che ci posso fare? Qualitativamente quella ps4 è migliore ma non cose da strapparsi i capelli soprattutto in game

Dedsec

Giocando alla demo e ci sono ancora

NaXter24R

Lo hanno detto settimana scorsa se non sbaglio, la versione PS4 e X1 è diversa da quella PC, che è un porting di PS3 e X360

franky29

se pes prende 9 fifa quanto avrà 11? XD

paolo46

Ottimo pes è sempre molto divertente ma quest anno cambio.....a meno che i giocatori di fifa non hanno il fisico tipo pupazzi di gomma

Nicolò S.

Parlano per sentito dire. L'anno scorso ho giocato più a FIFA perché PES 2016 aveva gravi problemi di script e IA avversaria, ma quest'anno è tutt'altra storia. La demo di FIFA 17 l'ho disinstallata dopo un giorno, inguardabile il gameplay, non si offendessero i Fan di FIFA, ma sembra di essere tornati ai tempi di PES 5, dove FIFA aveva solo le licenze e modalità, e PES era IL CALCIO.

Nicolò S.

I binari non ci sono da PES 2014, dove fu inserito il controllo a 360°. Informarsi, grazie.

Nicolò S.

-IA che fa solo due tipi di azione
-Fisica della palla in stile Super Stantos (in PES ogni pallone ha una fisica diversa, dai palloni Nike, più leggeri, a quelli Puma e della Champions, più pesanti)
-Grafica ancora non ai livelli. Provate a vedere nel dettaglio lo Stanford Bridge nella demo di FIFA 17, con texture da PS2 specialmente dei palazzi vicino allo stadio. Non parliamo dei volti che è meglio. Basta vedere il volto di Sanè che ho postato sotto.
-Animazioni "strane", non so come spiegarlo, ma non sono pulite come quelle di PES, ad ogni azione fanno movimenti che non dovrebbero esserci.
-Online scriptato o con gravi problemi quali gli esterni o i giocatori veloci che fanno quello che vogliono.
gioco tutto fumo e niente arrosto, va avanti grazie al marketing e alle licenze, c'è gente che lo compra anche solo per spacchettare figurine di UT o per vedere Mourinho a bordo capo (ommioddio che novità).

Mirko Chiappori

Ho detto che dal 2009 è una porcheria.

LH44

aahah su dai non fare il finto tonto. Prima dici che e' stato porcheria dal 2009 e subito dopo che li compri tutti. Ma ci prendi per stupidi?

Mirko Chiappori

Mai scaricato un gioco in vita mia, non so di che parli.

LH44

poi mi chiedo ma li avete provati entrmabi o avete le tto i commenti sui forum come fanno in molti?

LH44

Si infatti bei commenti. FIno al 2016 era porcheria senza ombra di dubbio. Quest'anno e' ok di nuovo. Puo essere che sei nervoso perche non lo hai potuto scaricare?

LH44

Ma cosa FIFA? ma se ti piace buon per te. Poi che dici che sia avanti e' tutto opinabile vista la scarsita del 2015 e del 2016

Gabriel #JeSuisPatatoso

ma esistono ancora i fan di PES? Non sono un fan di Fifa, ma è secoli avanti (soprattutto su PC)

Mirko Chiappori

Compro ogni anno pes, so quello che dico.

Mirko Chiappori

Parlavo in generale di testate giornalistiche, non di voi in particolare.

LH44

Te lo argomento semplice: le vendite non fanno la qualità di un prodotto. FIFA ha registrato il recordo delle vendite mi pare l'anno scorso con tutto che era un prodotto scandaloso (come il 2015, non le versioni prima che erano ben fatte).
Anche nei periodi buoi di FIFA, dove PES la faceva da padrone vendeva sempre piu di PES lo sapevi?

Oltremodo non provare un prodotto ma basarsi su semplici speculazioni da forum non porta a niente. Anche un cieco si accorgerebbe che oggi PES nel 2017 e' un buon titolo, ben fatto e che fonda nuovamente sul gameplay la sua forza.
Poi i tempi sono cambiati ed i contenuti la fanno da padrone, ma bollare PES con un 3 e' completamente errato

SketchT

Non dirmi che sei convinto che konami ci paghi per mettere un voto positivo. No dai..

Mirko Chiappori

Argomenta.

LH44

e gli dai anche conto?

LH44

che vergogna far scrivere certi soggetti pubblicamente.

LH44

e guardi le foto dei primi piani. ok? argomento chiusoi

Mirko Chiappori

La Konami sta prendendo per il fondoschiena i videogiocatori dal 2009, ha fatto morire una serie che faceva il cosiddetto a FIFA e ora vive di mazzette alle varie testate giornalistiche, che ogni anno gli danno voti stratosferici quando poi nella realtà il gioco è putrido. E menomale che i numeri parlano, perché fifa ogni anno vende 100 volte più di pes, e giustamente direi. Parlo da ex pessaro incallito che odiava fifa, sia chiaro.

SketchT

Si in effetti si, PES sembra essere quasi al livello di FIFA, tenendo comunque conto che si tratta di due giochi completamente diversi. I paragoni purtroppo non hanno molto senso.

SketchT

I binari sono spariti da almeno due anni ;)

SketchT

meno male che i gusti non sono tutti uguali :D Però Mirko, spiegaci il motivo di questa tua sentenza. Solo così possiamo confrontarci

Dedsec

Si si ci sta il 6 ahahahah

Asphalt Xtreme: sgommate sullo sterrato | Recensione/Gameplay

No Man's Sky: recensione di HDblog.it

PES 2017: la versione PC sarà differente da quella per Xbox One e Playstation 4

Pokemon GO: chiuso il portale Pokevision