FIFA 17: recensione di HDBlog.it

03 Ottobre 2016 38

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Finalmente ci siamo. Lo scontro tra i due colossi del calcio simulato PES 2017 e FIFA 17 ha avuto inizio. Appassionati videogiocatori sono pronti a darsi battaglia sui campi di calcio, cercando al contempo di capire quale dei due titoli sia il migliore. Dopo aver analizzato PES 2017, potete trovare la recensione seguendo questo link, è la volta di FIFA 17, il quale, anticipiamo fin da subito, sembra aver portato la propria quintessenza a un livello superiore.

Ma andiamo ad analizzare ogni aspetto di FIFA 17.

MODALITA'

FIFA 17 propone al giocatore le ormai classiche modalità già viste in passato, il tutto però impreziosito dalla presenza de "Il Viaggio", uno Story Mode in cui l'utente sarà chiamato a vestire i panni di Alex Hunter, promessa del calcio professionistico, in modo da accompagnarlo così tra un allenamento e una partita di campionato. Prima di analizzare questa così interessante sezione facciamo una rapida carrellata delle modalità presenti nel gioco.

Oltre a Il Viaggio, gli utenti potranno lanciarsi in Carriera, sezione in cui sarà possibile prendere il controllo di una squadra a scelta e cercare di guidarla verso la vittoria di qualsiasi cosa si possa vincere. Si può decidere di giocare solamente nei panni dell'allenatore o scendere anche in campo. In FIFA Ultimate Team è invece possibile creare la propria squadra dei sogni attraverso l'acquisto di giocatori singoli o speciali pacchetti di "figurine" e affrontare diverse competizioni, sia offline che online.

Il menu veloce Calcio di Inizio vi proporrà di accedere a una delle partite più importanti della giornata reale, e quindi lasciandovi la libertà di simulare il risultato. Non possono certo mancare i diversi Tornei e Prove Abilità, come del resto Stagioni Online, Pro Club, Stagioni Co-Op e amichevoli Online.

La carne al fuoco è davvero molta ma è necessario puntare i riflettori proprio su Il Viaggio. La sezione alterna sequenze in perfetto stile cinematografico a momenti sul campo. Il giocatore si troverà quindi ad affrontare dialoghi e interviste, ma soprattutto dovrà mostrare il proprio valore una volta di fronte alle squadre avversarie. Il carattere di Alex Hunter viene formato grazie alle risposte che si troverà a dare a compagni, allenatore, giornalisti et similia. Potremo decidere di essere bilanciati, impetuosi o calmi, dando di fatto risposte in base al profilo da noi scelto. E' bene però tenere conto che un giocatore "focoso" non verrà ben visto dal mister, ma al contempo farà felici i fan, i quali si iscriveranno velocemente al canale Twitter dedicato. Fornire invece risposte più "politiche" farà felice l'allenatore ma farà storcere il naso ai fan.

La vera differenza viene però fatta in mezzo al campo. Chi ha amato titoli come Libero Grande o Player Manager sarà sicuramente contento di risentire quelle sensazioni una volta impersonato il proprio alter ego virtuale. Correre in mezzo al campo, cercare il passaggio o l'inserimento giusto e molto altro ancora saranno solamente alcune delle azioni possibili. Bisogna fare però molta attenzione alla valutazione del giocatore, la quale verrà alzata nei momenti in cui faremo azioni positive, ma scenderà in caso di errori o entrate scomposte. Ogni partita inoltre propone al giocatore tre diversi obiettivi, i quali andranno a limare le reazioni del nostro allenatore, il quale terrà sicuramente conto dei nostri risultati in partita e deciderà se schierarci o meno fin dal primo minuto di gioco.

Se da un lato la modalità Il Viaggio è in grado di tenere il giocatore incollato allo schermo e soprattutto coinvolgere l'utente in maniera davvero incredibile, dall'altro ci troviamo di fronte a una sezione molto ripetitiva che può essere suddivisa in solamente tre sezioni. Le sequenze non interattive, e relativi dialoghi, vengono seguite da una sessione di allenamento, momento in cui il giocatore deve affinare le sue abilità affrontando le diverse prove di abilità sul campo, praticamente le stesse che vengono proposte in ogni prepartita all'interno del gioco. Ogni test viene valutato in base ai risultati ottenuti e determinerà, anche in questo caso, le scelte del mister. Per ultimo abbiamo la partita vera e propria. L'impegno e risultati di Alex saranno il vero ago della bilancia che andrà a determinare il numero di minuti che il giocatore potrà affrontare. Capiterà spesso, soprattutto durante le prime ore di gioco, di essere lanciati in campo a pochi minuti dal termine. Inutile dire che in questi casi sarà necessario darsi da fare e imporre il proprio gioco, cosa non proprio semplice dato che controllando solamente Hunter non si ha il massimo controllo della squadra e si passerà il tempo a sperare che i compagni eseguano qualche azione in grado di essere sfruttata a piacimento. In verità è possibile decidere di prendere i comandi di tutta la squadra e arginare quindi la problematica di costruzione del gioco, ma abbiamo notato che la sezione si trasforma velocemente in una modalità qualsiasi, perdendo di fatto il senso dell'avventura singola. In definitiva, Il Viaggio è sicuramente un'idea ottima ma da sviluppare in maniera più approfondita. E' un vero e proprio punto di partenza che deve essere però affinato e arricchito di contenuti davvero interessanti.

E' necessario sottolineare che anche FIFA Ultimate Team ha subito alcune modifiche molto interessanti. Dopo il FUT Draft sbarcato lo scorso anno, gli sviluppatori hanno inserito anche una serie di sfide legate alla costruzione della squadra, in modo quindi da ottenere ricompense creando team che rispondano a determinate caratteristiche. Saranno inoltre presenti eventi giornalieri grazie al programma FUT Champions, sezione che sfocerà poi in eventi per il weekend ad hoc.

In modalità Carriera abbiamo invece notato che la gestione dei trasferimenti non è ancora stata limata a dovere. Capiterà in effetti di venire a conoscenza di alcuni colpi di mercato della CPU completamente privi di senso, prezzi fuori da ogni logica et similia.


GAMEPLAY

Gli sviluppatori lavorano ormai da anni su un'ottima base, di conseguenza non aspettatevi di vedere un gioco dal gameplay stravolto. La gestione della fisica è senza dubbio uno dei fiori all'occhiello del gioco dato che i programmatori stessi stanno continuando a rifinire ogni singolo elemento legato ai contatti. In FIFA 17 vediamo uno sfruttamento della fisicità dei giocatori particolarmente convincente, i quali utilizzano il proprio fisico per farsi spazio, prendere posizione e molto altro. Lo stesso vale per le braccia, in grado di tenere l'avversario a distanza e al contempo cercare di coprire il pallone. Il trigger sinistro è il tasto adibito alla copertura della palla ma comunque attivabile anche in difesa, in modo da rispondere con la stessa moneta all'attaccante che sta cercando di correre via con il pallone. Se a un primo impatto FIFA 17 può sembrare un prodotto simile a FIFA 16, dopo diverse partite è possibile accorgersi che le nuove feature legate alla fisicità dei giocatori sono in grado di fare la differenza.

L'esecuzione di rigori e punizioni è stata leggermente modificata. Ora è possibile decidere la traiettoria della rincorsa, in modo da influenzare la direzione della palla. Lo stesso vale anche per i calci d'angolo, ora gestibili tramite un particolare cursore in grado di delineare la curva della palla desiderata.

Gli sviluppatori hanno inserito anche la possibilità di schiacciare a terra sia i tiri di testa che con i piedi, premendo velocemente una seconda volta il tasto adibito al tiro. Modifiche anche al passaggio filtrante, ora meno facile da prevedere, di conseguenza lasciare troppi spazi agli attaccanti significa subire dei tagli particolarmente devastanti. Ottima l'abilità dei portieri, sempre difficili da superare, anche se ovviamente non è possibile aspettarsi dei veri e propri miracoli.

Dopo anni di partite contro una CPU in grado di imitare il tiki taka delle squadre più grandi anche con le compagini più scarse, gli sviluppatori sono finalmente riusciti a limare questo aspetto e donare un comportamento più reale e in perfetta linea con le abilità dei singoli giocatori. Sarà classicamente cura del videogiocatore indurre all'errore l'avversario, ma difficilmente assisteremo ad azioni impossibili da fermare, soprattutto in assenza delle vere e proprie star del Calcio. Assisteremo a squadre in grado di lasciarsi andare in strategie differenti, dalle continue verticalizzazioni al fuorigioco e molto altro ancora.

La sensazione di avere il controllo totale del proprio giocatore e della palla è presente ed esaltato dalla miriade di soluzioni possibili. Con un minimo di manualità è possibile infatti fare praticamente tutto quello che si vuole, tenendo però conto ovviamente della presenza degli avversari, i quali cercheranno in tutti i modi di fermarvi. Durante i nostri test abbiamo optato per soluzioni sempre diverse, dal classico fraseggio a verticalizzazioni di ogni genere e, con un minimo di attenzione, siamo riusciti a trovare gli spazi giusti per andare a rete. Lasciarsi andare però in passaggi con il corpo del giocatore mal bilanciato o magari di spalle significherà però buttarsi a testa bassa nell'errore più grossolano, e di seguito perdere palla. Lo stesso vale per i tiri e i cross, momenti in cui sbagliare il tempismo significa buttare una potenziale azione offensiva. Con qualche ora di allenamento riuscirete sicuramente a capire come gestire al meglio il vostro gioco e lanciarvi in sessioni in rete.


MULTIPLAYER

Il comparto online risulta come sempre accattivante e coinvolgente. La presenza di modalità in grado di tenere incollato il giocatore allo schermo è garantita, come del resto la presenza di un servizio che difficilmente propone sbavature. Durante i nostri test non abbiamo riscontrato problemi di lag ricorrente se non in alcuni sporadici casi. Possiamo quindi tranquillamente affermare di essere al cospetto di un prodotto stabile e adatto per le sfide in rete. Lo stesso vale anche per le sessioni cooperative, ancora una volta gestite in maniera perfetta e in grado di dare massima libertà ai giocatori interessati.

Il matchmaking sembra fare il suo lavoro senza alcun intoppo e difficilmente i tempi di attesa si dilungano oltre il minuto, complice sicuramente il numero elevato di giocatori connessi in rete.

TECNICA

Come sottolineato più volte, FIFA 17 abbandona il motore grafico Ignite e passa al Frostbite. Gli sviluppatori hanno sottolineato che tale scelta ha permesso di donare alla sezione Il Viaggio una precisione visiva maggiore, allo scopo di dare ai giocatori un'esperienza perfetta sotto ogni punto di vista. Gli stadi della Premier League non hanno alcuna sbavaturta, ma il resto vale anche per i vari allenatori e giocatori più famosi che risultano praticamente identici alla controparte reale. Passi da gigante fatti grazie alla tecnica della scansione facciale utilizzata per gli atleti più famosi, di conseguenza capiterà di riconoscere in un attimo star come Buffon, Dybala, Reus, Hazard e molti altri. Sono comunque presenti modelli poligonali vicini alla controparte reale anche tra le file dei calciatori meno famosi, di conseguenza EA Sports sta, anno dopo anno, allargando sempre di più la rosa di giocatori praticamente identici al proprio avatar in carne e ossa. Inutile inoltre sottolineare la presenza di nuove animazioni, must di ogni nuova versione di un gioco sportivo.

La telecronaca è guidata ancora una volta da Pierluigi Pardo e Stefano Nava, duo in grado di fornire un buonissimo risultato anche se a volte capita di assistere a qualche frase non proprio perfetta per la situazione che sta svolgendosi in campo.


COMMENTO FINALE

FIFA 17 è l'ennesima conferma dell'altissima qualità del brand. Il motore grafico Frostbite permette di contare non solamente su un impatto visivo di altissimo livello ma anche di avere a disposizione una gestione degli impatti davvero eccellente. La base su cui hanno lavorato gli sviluppatori è sicuramente solida, di conseguenza è stato possibile concentrarsi sui dettagli meno curati negli anni precedenti.

E' molto difficile trovare dei difetti a livello di gameplay. Possiamo forse sottolineare che non tutti i giocatori sono effettivamente somiglianti alla controparte reale e che la modalità Il Viaggio non risulta effettivamente profonda, ma sono elementi di poco conto. FIFA 17 è un gioco completo sotto ogni punto di vista, il tutto inoltre arricchito dalla presenza di un numero spropositato di licenze ufficiali. Mancano ovviamente quelle legate a Pro Evolution Soccer, ma siamo certi che difficilmente qualcuno si accorgerà di tali assenze con tutta la carne al fuoco presente nel gioco.

  • GAMEPLAY 9,5
  • TECNICA 9
  • LONGEVITA' 9,5
  • MULTIPLAYER 9
  • GLOBALE 9,5
Gameplay solidoGraficamente eccellenteCPU in grado di sfruttare tattiche diverseLa modalità Il Viaggio è interessante..
.. ma troppo breve e priva di elementi davvero accattivantiCommento non proprio preciso

Una scelta che vi fa onore? Honor 5c è in offerta oggi su a 158 euro.

38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nenad Petkovic

Bene, voi date i voti 9/ 9,5 e io dopo una decina di partite ho deciso di chiedere il rimborso...
Motivo, beh se Coman vince il duelo aereo contro Smalling, se certi giocatori tipo Higuain,Ribery,Bolt,Salah,ecc corrono come Bolt e sono irraggiungibili, poi controllo della palla, troppo esagerato, molte volte è impossibile prendere il pallone, come se giocassi io contro Messi, traietoia della palla irreale, calci d'angolo pieni di bug, insomma, è un bel gioco, sicuramente meglio di Pes (simo), ma bisogna pensare alla salute, giocandolo ti viene un nervosismo da spaccare tutto... A 30euro lo ricompro.

Jericho

E' troppo ridic0lo. I calciatori hanno un brutto rapporto con i capelli...troppe tamarrate.

vincenzo francesco

?

dan

ma caxoloooooooooooo

_M[4]uR[1]n[0]_

intendo quello della serie a

Antonio Novelli

I tiri, i tiri sono troppo facili da effettuare, con conseguenti saette sotto l'incrocio dei pali oppure esternoni sull'altro palo, da rivedere.

franky29

bo io nel MU vedo rashford e lingard nel city sterling e stones ecc be se non sono giovani questi

_M[4]uR[1]n[0]_

A me sembra che il trend si stia un po' invertendo anche grazie al fatto che non siamo ricchi quanto le altre leghe europee.

franky29

Beh è grazie i giovani talenti in a non li fanno neanche giocare dai

_M[4]uR[1]n[0]_

Ciò non toglie che oggettivamente la premier league sia POMPATA ai massimi livelli!!! De Gea è più forte di Buffon, non voglio andare oltre.
Poi i giovani talenti in Premier hanno tutti le loro belle carte oro rare con i bei valori pumped up. I giovani talenti di serie a fanno Ca****. Questo comporta il fatto che quando incontri qualcuno con la squadra di serie A, i giocatori sono sempre gli stessi.

franky29

Ma cosa dici se nella realtà ogni volta che si gioca in Europa le squadre italiane fanno le solite figure di m3rda che pretendi che mettono 90 s tutti i giocatori della serie a?

_M[4]uR[1]n[0]_

Automaticamente è meno realistico però..

capitanouncino

Beh è tutto collegato se ci pensi...essendo il campionato più "attraente" (mediaticamente parlando) la maggior parte dei videogiocatori scelgono le squadre inglesi. Non condivido neanche io questa linea di pensiero, ma tant'è...

_M[4]uR[1]n[0]_

Il problema non è neanche tanto la cura, quanto siano pompati i giocatori di premier!!

Alessandro Alfei

il Manchester United è vergognoso

capitanouncino

Beh ma non è un caso che la premier venda di più della serie a al momento... è naturale che ci sia più cura

met

non sono proprio d'accordo che sia facilissimo..primo perchè da un paio di giorni che ho il gioco non ho ancora capito realmente come battere i calci piazzati, soprattutto i rigori.. ma quello sarò io ancorato al vecchio stile. secondo perchè quando si gioca in multiplayer locale frecce e mirini si nascondono quindi diventa veramente complicatto

vincenzo francesco

Unieuro. Per la precisione l'offerta era 50 euro fifa più 3 mesi di plus in regalo (20 euro)

RectorSith

PES e FIFA sono due prodotti con idee di base ormai diverse (parlo qui solo di giocabilità). Devi giocare in modo veramente diverso e dopo anni di PES ho fatto veramente fatica ad adattarmi a FIFA. Macchinoso non lo direi, ma sicuramente le azioni devono essere ragionate soprattutto a livello Campione/Superstar

dan

dove l'hai preso a 30?!

_M[4]uR[1]n[0]_

Secondo me, il difetto più grosso di questo gioco sono proprio le valutazioni dei calciatori. La serie A è sempre molto sotto le reali capacità dei calciatori (in molti casi). Solo la Juventus rispecchia la realtà.
La premier è piena di gente pompata ai massimi livelli.
Questa cosa è odiosa, anche perché c'è una differenza abissale tra la cura che mettono nella premier e quella che mettono nella serie a.
Per non parlare degli stadi, è vero che in serie A ce ne sono ben pochi degni di nota, ma mettere il Ferraris e quello di Bari di cui mi sfugge il nome e l'Olpimpico! Che caxz, finale di champions' di due anni fa!!
Poi credo che sia d'obbligo che i calciatori delle prime 6 della classe siano fatti con la stessa tecnica con la quale fai i giocatori delle squadre di premier. Hanno fatto solo la Juve praticamente perché viene sponsorizzata dal gioco.
Altra cosa odiosa, per finire, col fisico hanno esagerato pro difensori. Se non hai un atk con un minimo di fisico, i difensori ti recuperano se scatti insieme, per assurdo salah vs koulibaly con stessa posizione di partenza, vince koulibaly.
Qualcosa da migliorare, speriamo negli aggiornamenti.

Borindil

Ti do ragione ho provato le demo di pes e di fifa entrambi titoli validissimo quest'anno tanto che non so cosa scegliere se tornare a pes o stare ancora a fifa, però di fifa i calci da fermo li ho trovati osceni (a parer mio ovvio, non mi piacciono proprio)

Mav

Il mirino per i calci d'angolo e le punizioni è fatto davvero per i bimbimin*ia che altrimenti troverebbero troppo difficile gestire certe cose. Tra l'altro,a me la traiettoria dei calci d'angolo pare assai irrealistica poiché troppo a campanile e lenta, con dei colpi di testa seguenti che sembrano quelli di virtua striker da quanto sono forti!
Oltre a ciò, movimenti senza palla da migliorare molto e i tiri, spesso sembrano molto fiacchi e non fanno salire la tensione. Per fare un esempio, se nella realtà, un giocatore tira da 20/25 meriti io mi allerto, mentre in Fifa sono pressoché certo che il portiere se la caverà
Per il resto, gioco godibile e finalmente in FUT hanno introdotto le collezioni (sfida creazione rossa), come esisteva già da anni in Madden

vincenzo francesco

sarà che mi vuol punire per aver saltato fifa 16..

Solid92

Non ne ho idea visto che mi fa accedere da anni senza mai aver avuto problemi, mi dispiace ma non so come aiutarti

alfri

azz.sembra higuain biondo.

vincenzo francesco

cosa devo fare per sbloccare il mercato FUT sulla web app?
Mi dice: continua a giocare a FUT su ps4 per sbloccare l'accesso al mercato.

vincenzo francesco

lo so..bella ciofeca

Solid92

L'anno scorso era presente la serie A, quest'anno non hanno preso la licenza del nome

vincenzo francesco

Ma almeno lui è Messi e può permettersi anche di tingersi i capelli blaugrana..quello inguardabile secondo me è Insigne.

Solid92

Io ho avuto anche Pes e sinceramente non mi è piaciuto per nulla, i miglioramenti ci sono ma resta un gioco troppo macchinoso, per poi non parlare delle squadre che mancano(risolvibile grazie alle mod), poi sono gusti ma per quest'anno tengo Fifa.

vincenzo francesco

Mi accontenterei anche solo di una scansione partendo da una foto come si può fare per creare il proprio giocatore..
Cmq già che la Serie A si chiama Calcio A.....

Solid92

Il fatto è che la serie A è da sempre fatta con i piedi, i campionati più curati risultino essere sempre là premier e la liga Spagnola. I volti scansionati chi sa quando arriveranno.

Marino Dell'Olio

La riproduzione dei volti dei giocatori rimane ancora la grossa carenza di un gioco ormai arrivato a livelli altissimi in tutti gli altri campi, brava EA

vincenzo francesco

ho dovuto metter pausa per capire chi fosse il "pelato" a centrocampo..era Nainggolan!
Pes da questo punto di vista è su un altro pianete.
Quest'anno ho comprato Fifa solo perchè l'ho pagato 30 euro, ma appena calsa un po' (e calerà sicuramente) Pes lo compro perchè la demo mi è sembrata ottima..

silvergdb

certo che Messi non si può proprio guardare.....:) (F5) https://uploads.disquscdn.com/...

Flagship ( AmAk )

Posto che la Roma a livello internazionale non vale una ceppa... manco quando in passato era una squadra con le contropalle... Ti do ragione

vincenzo francesco

"Possiamo forse sottolineare che non tutti i giocatori sono effettivamente somiglianti alla controparte reale"...prendendo la Roma per la prima mi son semplicemente cadute le braccia.
A parte Totti e De Rossi (e ci mancherebbe pure...) ed i giocatori che hanno militato in Premier, nessuno assomiglia neppure lontanamente alla propria controparte reale.
Nainggolan e Manolas, Florenzi e Strootman..4 figuranti malamente imitati e stiamo parlando della Roma, non del Crotone, con tutto il rispetto per le neo-promosse.

Gamescom 2017: considerazioni sulla convention Microsoft. E voi cosa ne pensate? | Sondaggio

F1 2017: la nostra recensione su Xbox One

Uncharted: L'Eredità Perduta, la nostra recensione

Matterfall: la nostra recensione