Ride 2: recensione di HDBlog

25 Ottobre 2016 29

Si torna in pista e questa volta a bordo di potenti bolidi a due ruote: Milestone ha infatti rilasciato da qualche giorno il secondo capitolo del noto Ride. Siamo certi che gli appassionati del genere non si lasceranno scappare il nuovo gioco di Milestone ma Ride 2 sarà riuscito a migliorare ed ampliare i vari aspetti e contenuti del suo predecessore ?

MODALITA' E CONTENUTI DI GIOCO

A livello di contenuti Ride 2 non delude le aspettative, nonostante non ci sia una vera e propria carriera. Il cuore dell'intera esperienza è, infatti, il World Tour, una modalità composta da numerosissime gare, alcune delle quali caratterizzate dalla presenza di obiettivi e regole ben precise, che in pratica ci porta a scalare la classifica mondiale dei piloti affrontando in sequenza una serie di eventi in diverse location del mondo su numerosi tracciati.

Fuori dalla pista il nostro unico interesse è, tuttavia, solo quello di acquistare nuove moto e ovviamente divertirci a potenziarle, spendendo il denaro virtuale guadagnato completando i vari eventi dell'appena citata modalità, affrontando il comparto multiplayer e ovviamente vincendo le gare veloci.

Il parco moto conta su un numero di due ruote veramente esorbitante: sono infatti oltre 200 i modelli che i giocatori potranno collezionare e, oltre a quelle già presenti nel precedente episodio, tra cui Naked e Supersportive, si aggiungono anche le moto a Due Tempi, le Supermotard e le Cafè Racer. Ogni veicolo è inoltre caratterizzato dai Punti Prestazione che, di fatto, ci indicano la potenza del bolide in questione e, in base ai miglioramenti che apporteremo alla moto, tale valore aumenterà.

Il tutto viene accompagnato dagli immancabili tracciati, ben 30, suddivisi in 6 gruppi che includono al loro interno anche le Road Racing con Nürburgring Nordschleife e Northwest 200. Interessante anche l'aggiunta delle gare sul bagnato che riescono a divertire e a coinvolgere il giocatore risultando abbastanza realistiche.

GAMEPLAY


Ride 2 offre un'esperienza di gioco assolutamente divertente e credibile, adatta ad ogni tipologia di giocatore. Tuttavia mettersi al comando di una moto risulterà sempre più difficile che guidare un bolide a quattro ruote, motivo per cui l'assenza di un vero e proprio tutorial è una scelta abbastanza discutibile.

Attivando i vari aiuti alla guida, i neofiti del genere non troveranno, comunque, particolari difficoltà e il compito primario sarà quello di frenare al momento giusto e di impostare una curva nel miglior modo possibile. Ad un livello di gioco più simulativo, invece, il titolo di casa Milestone saprà mettere in difficoltà anche i piloti più esperti e il nostro bolide a due ruote dovrà essere guidato alla perfezione: il controllo della moto sarà totale.

Ovviamente chi ha già affrontato il capitolo precedente si troverà sicuramente a suo agio mentre a chi affronta per la prima volta Ride consigliamo di cominciare a fare pratica con le moto di cilindrata minore, più semplici e maneggevoli da guidare. Successivamente si potrà passare, con più dimestichezza, ai bolidi più performanti.

I mezzi disponibili in Ride 2 sono veramente tanti e ogni tipologia di moto presenta le sue caratteristiche peculiari che portano il giocatore a modificare il proprio stile di guida in base alla moto utilizzata: ogni categoria e cilindrata avrà comportamenti in pista differenti.

Milestone ha fatto un ottimo lavoro nella realizzazione degli oltre 200 bolidi e il tutto viene accompagnato da un sistema di personalizzazione quasi maniacale che riguarda sia il mezzo che il pilota stesso.

Possiamo personalizzare praticamente ogni aspetto del nostro bolide a partire da quello estetico per arrivare a quello tecnico, cosa che ci permette di sostituire qualsiasi componente tra cui ovviamente parti del motore, freni, sospensioni e cosi via. Ovviamente l'unico limite saranno i crediti di gioco. Potenziare e rendere unico il nostro bolide richiederà l'uso di soldi virtuali e di conseguenza per guadagnare un ricco bottino, che ci permetterà anche di impreziosire il nostro garage di nuove moto indispensabili per proseguire nelle gare del World Tour, sarà necessario salire sul podio di svariati eventi; l'impresa non sarà proprio semplicissima.

Nel complesso le meccaniche di gioco di Ride 2 sono soddisfacenti tuttavia alcuni aspetti hanno suscitano in noi qualche dubbio. Il sistema di danni, come nel precedente episodio, è infatti praticamente inesistente e anche il sistema legato alle cadute risulta poco credibile. E' scontato affermare che tali elementi potranno far storcere il naso agli appassionati della pura simulazione.

Altro difetto riguarda l'AI dei nostri avversari che, in alcune circostanze, non fa gridare al miracolo in quanto risulta poco realistica e in alcuni casi snerva il giocatore. I comportamenti in pista dei piloti comandati dall'AI risultano sempre molto agguerriti e senza ombra di dubbio mettono in difficoltà l'utente; tuttavia i nostri avversari non sbaglieranno mai e difficilmente prenderanno l'iniziativa, risultando dei piloti praticamente "perfetti" anche ai livelli di difficoltà più bassi con comportamenti sempre uguali.

TECNICA


Il lavoro svolto da Milestone nella riproduzione degli oltre 200 modelli di moto è praticamente eccellente: come anticipato prima, ogni bolide presenta le sue caratteristiche peculiari sia in ambito prettamente visivo che di prestazioni su pista.

Migliorati notevolmente i caricamenti di gioco che, nel precedente episodio, erano snervanti mentre ora risultano veloci e in linea con altri titoli. Nulla da segnale in ambito frame rate, Ride 2 non presenta cali significativi e riesce ad offrire un'esperienza di gioco assolutamente fluida. Buono il comparto sonoro legato alla riproduzione dei diversi "rombi" dei nostri bolidi a due ruote.

E' bene sottolineare che non tutto è perfetto e in particolare abbiamo trovato la gestione dei vari menu di gioco poco intuitiva, rendendo la navigazione al suo interno leggermente macchinosa. La soundtrack non riesce a coinvolgere il giocatore, proponendo di fatto musiche abbastanza sottotono e molto simili tra loro.

Il comparto grafico soffre di alti e bassi in quanto, come precedentemente dichiarato, la riproduzioni delle moto è praticamente eccellente mentre il sistema di illuminazione generale e i vari elementi di contorno, tra cui il pubblico sugli spalti, risultano non in linea con altri prodotti del genere.

CONCLUSIONE

Ride 2 è senza ombra di dubbio un titolo che presenta alcune importanti revisioni rispetto al precedente episodio tuttavia soffre ancora di qualche difetto sopratutto dal punto di vista tecnico, nonostante il frame risulti più stabile e i tempi di caricamento siano stati notevolmente migliorati.

L'AI degli avversari non sempre svolge il suo lavoro al meglio, il sistema di danni e la fisica legata alle cadute risulta ancora poco credibile tuttavia, nel complesso, il gameplay risulta assolutamente divertente e adatto a tutti i tipi di giocatori grazie alla possibilità di attivare i vari aiuti alla guida che permettono ai meno esperti di godere di un'ottima esperienza di gioco in perfetto stile arcade. I veri piloti invece, con i giusti settaggi, troveranno un elevato livello di sfida e raggiungere il podio non sarà per nulla semplice.

A livello di contenuti, il nuovo episodio di casa Milestone non delude assolutamente le aspettative: le modalità sono coinvolgenti e divertono, il parco moto include al suo interno oltre 200 modelli di bolidi a due ruote e il tutto viene impreziosito dalla possibilità di personalizzare totalmente ogni mezzo sia dal punto di vista estetico che da quello delle prestazioni.

L'unico aspetto che sicuramente potrà migliorare nei prossimi capitoli e il World Tour che al momento non risulta ancora completo in quanto manca dei classici elementi di contorno che ormai caratterizzano tutte le modalità carriera. In Ride 2, infatti, il sistema, a lungo andare, risulta tropo ripetitivo portando i giocatori ad affrontare in successione solo una serie di gare e più volte saremo costretti a ripeterle in quanto non avremo i fondi necessari per acquistare la moto idonea alla gara successiva.

Divertente e coinvolgente anche il comparto online caratterizzato da una struttura solida con caricamenti veloci, senza lag e server stabili.

PRO E CONTRO

Numerosi contenuti di gioco Gameplay divertente e coinvolgenteEccellente la riproduzione delle moto e ottimo il sistema di personalizzazione
Moadalità World Tour poteva essere ampliataAi non particolarmente performanteSistema di danni e fisica legata alle cadute poco realistica
  • Versione Testata: Xbox One
  • GAMEPLAY 8
  • TECNICA 7.5
  • LONGEVITA' 8
  • MULTIPLAYER 7
  • GLOBALE 7.5
L'atipico che non delude in Italia? Meizu MX6, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 249 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Federico Leoni

Ciao a tutti, pensate possa girare su un Surface pro 4?

Leon

io ho letto da un famoso sito online che per gp14 avevano usato un nuovo motore grafico e fisico.
Ad ogni modo aspetto l'anno prossimo di vedere con l'UE4, se faranno pena anche con quello significa che son proprio loro ad avere limiti..
E comunque detto sinceramente.. se pensavano di fare meglio con l'UE potevano pure usarlo negli anni precedenti.. eppure non l'hanno fatto.
Per gran turismo invece.. mi son fermato al primo capitolo.. con la ps1 che è stata l'unica console sony che ho avuto, acquistata proprio per giocare a GT, poi ho avuto la xbox e passai al primo forza motorsport.. da li in poi li ho avuti tutti fino al 4, e sinceramente l'ho sempre trovato un titolo superiore a GT.
So che con GT in questi ultimi anni su ps3 ritardi esagerati a parte non è stato un titolo all'altezza in tutti i frangenti.. e purtroppo credo che la situazione non migliorerà nemmeno su ps4..

Giacomo Berti

Quello di GP14 era un'evoluzione dell'engine originale, non ci si poteva aspettare troppo. Un po' come Activision che ogni anno promette un COD con la grafica incredibile ma poi si ostina a usare da COD2 lo stesso engine con qualche ritocco e rattoppo.
E no, Gran Turismo da quel punto di vista è indifendibile, visto che i 3/4 delle auto (le standard) sono asset presi pari pari da GT4 e sistemati alla meno peggio. Brutti da vedere e tutti uguali da guidare. E la cosa bella è che potrebbero essercene anche in SPORTS...

Leon

su ride verissimo, anche io lo ho e vedo il nome e foto di una moto ma in realtà è un'altra selezionata.. assurdo, ma non è solo quello.. pure problemi sui replay aveva ecc.. ecc... ci si scrive una pagina con i bug di quel gioco..
Ok la pioggia, e son d'accordo meglio di niente, ma il bello di una gara è anche l'incertezza, quindi meteo variabile, purtroppo assente.
I circuiti sono 30? sicuro? io parlo senza contare le varianti di uno stesso tracciato, perchè quelle sono appunto parti di un tracciato.
I rettilinei nemmeno li conto come tracciati perchè non lo sono..
Le moto saranno anche tot, ma quelle si fanno nel tempo.. i modelli poligonali che avevano già fatto sono rimasti quelli.. hanno lavorato su quelli aggiuntivi.
Puoi dirmi che gran turismo vanta 2000 macchine e poi ha 50 varianti di un modello ma probabilmente il modello poligonale per quelle varianti cambia in alcuni dettaglia, quindi va comunque lavorato e parliamo pur sempre di 2000 auto, non 200.
La storia della sw house piccola direi che non è più giustificabile nel momento in cui ti prendi il "lusso" di voler sviluppare titoli come motogp che ti portano ad essere conosciuto in tutto il mondo e sinceramente di acquisire nuovo personale e fare beta testing non lo vieta nessuno, sopratutto quest'ultimo che è fondamentale per trovare i bug nel sw.
Ma loro continuano a fregarsene, a rilasciare giochi che sono praticamente in versione alpha.. e difatti la storia in anni non è cambiata, gli errori son sempre gli stessi.. e purtroppo alla lunga questo porta anche i clienti più affezionati a lasciare i titoli milestone, perchè si sentono presi per i fondelli, tante promesse e poi nada..
Ed è ben chiaro che poi se vendi meno, diventa un problema per il futuro sia per il budget per lo sviluppo di nuovi giochi, sia per il fatto di essere "scelti" per sviluppare titoli di una certa caratura.
Attendo di vedere il prossimo anno l'utilizzo del UE4 ma non mi meraviglierei se non riuscissero a fare il balzo di qualità e il titolo rimanesse graficamente simile a quelli attuali.

Leon

ma io son tranquillo, il problema è che ogni volta motori grafici di qua e di la e non cambia mai nulla..
So che l'anno prossimo passano al UE4 ma non mi meraviglierei se anche con quello non dovesse cambiare nulla.

laguna182

Discussione spostata in HDMotori..

AlphAtomix

vai tranquillo, dal prossimo anno passano ad unreal engine 4.

Leon

Per favore, il motore grafico e fisico l'hanno riscritto da zero nel 2014 promettendo chissà cosa.. e rispetto al passato non era cambiato nulla..
E ad oggi ogni anno sparano miglioramenti di qua e di la sul lato grafico/fisico quando poi il titolo realisticamente parlando è sempre uguale.
Io guardo tutto in un racing game, dalla grafica a ovviamente il gameplay, altrimenti potevo restare a giocare a lotus turbo challange su amiga o al primo need for speed del 94.
Oltretutto mi reputo un giocatore discretamente forte in questo tipo di titoli, sia di moto sia di auto.
Qualche anno fa giocavo nelle partite classificate a F1 (che per altro ritengo un titolo poco realistico) ed ero tra i primi al mondo, anche in moto gp mi reputo discretamente forte e in un forum molto famoso ho sfidato sui tempi più utenti nonchè preso a riferimento un utente straniero che posta su youtube i propri video gameplay/tempi ed è veramente veloce, e sono riuscito a battere anche lui, dopo aver smanettato pesantemente sui settaggi della moto.
Quindi per favore non venirmi a dire che ho sbagliato genere perchè hai sbagliato persona.
Ci son cresciuto con i videogiochi e da piccolino mi sono subito appassionato ai racing game, questo dagli anni 80 ad oggi.
La grafica la guardo eccome, sennò potevamo stare a giocare con grafica dei giochi di 20 anni fa.
Per altro trovo fondamentali i 60fps in un prodotto che si propone come simulativo.. e in milestone nemmeno quelli riescono ad implementare per lo meno sulle console (non conto il pc dato che su tale piattaforma il framerate è sbloccato e dipendende dalla potenza hw a disposizione) e la grafica di certo non è chissà cosa.
Ride per altro porta in pista davvero poche moto anche paragonato a motogp, eppure va a 30fps.. questo la dice lunga sulle capacità di sviluppo del comparto tecnico..

AlphAtomix

Ma quali engine grafici? Hanno da sempre utilizzato il loro engine proprietario.
Poi oh, se te in un gioco di corse stai a vedere i fiorellini forse hai sbagliato genere.
In velocità non è malvagio.

Giacomo Berti

La pulizia a livello di bug è una delle opinioni comuni che ho letto più spesso in giro. E non posso che esserne contento perchè sono completamente d'accordo, già solo il primo RIDE era un macello. Tutt'ora ho delle moto in garage con foto/prestazioni/nomi di altre, piloti senza testa o peggio...
Il meteo non è variabile ma credo sia settabile la gara su bagnato. Meglio che niente.
La modalità carriera è una cosa che hanno chiesto in molti, e sarebbe una aggiunta sicuramente apprezzabile. Personalmente, anche questa modalità "aperta" non mi dispiace affatto, visto che lascia più libertà senza sacrificare troppo il senso di progressione (anche perchè all'inizio, almeno nel primo RIDE, giri coi soldi contati).
I circuiti sono effettivamente 30, anche se 3 di questi sono rettilinei per le gare di accelerazione. Però le moto sono pur sempre 175, senza contare quelle modificabili più "radicalmente" o gli eventuali DLC. Non stiamo parlando di un Gran Turismo che vanta 2000 macchine e poi tra quelle ce ne sono 50 varianti dello stesso modello.
Poi ovviamente i problemi tecnici che tu dici ci sono TUTTI, su questo c'è poco da discutere, ma nell'ottica di una SH "piccola" come Milestone, questi piccoli progressi fanno comunque piacere. sempre parere personalissimo ovviamente. Come ho scritto anche io però, spero che con l'anno nuovo (e l'UE4) arrivi anche la "rivoluzione" che si attende già da diverso tempo, visto che le carenze delle loro produzioni dipendono anche da strumenti vetusti, per non dire quasi anacronistici ormai

Leon

qualità non eccelsa?
Il dettaglio dei tracciati non so se faccia ridere o piangere.. così come la loro resa..
Purtroppo è chiaro a tutti che sul lato grafico anche cambiando più volte i motori grafici non riescono a cambiare la resa.. mi pare evidente che sia un loro limite tecnico..
Fosse solo la grafica poi..

Leon

Ricco e vario? Dai per favore
Niente campionati, niente qualifiche, meteo variabile mi pare non ci sia.
I tracciati quanti sono senza contare le varianti invertite, corte, ecc..?? dubito siano 30..
Come i vari giochi motociclistici milestone presenta sempre gli stessi difetti sia grafici, sia di ia, collisioni ecc..
Mi immagino la raffica di bug che avrà il gioco.. vista la loro tendenza a rilasciare giochi che chiaramente non hanno visto il beta testing nemmeno con il binocolo..

Leon

mah.. io ci vedo sempre gli stessi difetti nei loro giochi..
La grafica che dire, sembra di vedere un gioco vecchio, ok i modelli delle moto che son buoni, anche se si poteva fare meglio, ma tutto il contorno grafico quindi i tracciati e relativo dettaglio proprio non va.. ed è una cosa che conta parecchio.
Purtroppo è così per ogni gioco che fanno..
Promettono sempre chissà quale qualità grafica, ogni volta sbandierano miglioramenti enormi dovuti anche a cambi di motore grafico.. poi alla fine della fiera i risultati finali sono sempre i medesimi.. che cambino o meno motore grafico non fa la differenza..
Non parliamo dei contatti e della loro gestione che viene da piangere.. e purtroppo questa cosa va avanti da parecchi anni..
Idem la IA, davvero per favore.. non se ne può più..
Sarebbe da rivedere anche qualcosa lato fisica.. che certe volte fa ridere o piangere.. dipende da come la si vuole vedere..
Per i tracciati ho i miei dubbi che siano 30.. come vengono calcolati?
Tipo si parte dal circuito base e poi da li si ricavano la versioni invertita, variante 1, variante 2, variante 1 invertita, variante 2 invertita ecc... ecc..??
Cioè 1 tracciato diventano 10?? dai..
Perchè per me il tracciato rimane uno poi possono esistere le varianti.. ma il tracciato sempre uno resta..
E poi ci vuole molto a creare un campionato con anche l'implementazione delle qualifiche?
Caspita diventa veramente palloso il gioco, in ride 1 dopo un po' di gare sui per altro pochi tracciati del gioco mi ero rotto le scatole.
E poi come da tradizione milestone.. il gioco sarà probabilmente abbandonato come ogni loro titolo il cui supporto dopo pochissimo tempo diventa nullo.
Vogliamo parlare poi della sfilza di bug che affligge ogni loro titolo?
Secondo me non fanno proprio testing, e lo fanno fare ai clienti paganti..
Sono tanti anni che ripetono sempre gli stessi errori

Assetto Corsa ©

Se tra h2r sì, visto che ci sono anche le varie preparazioni

Giacomo Berti

Aveva senso una gara di accelerazione con/contro una moto sovralimentata da 300 e passa CV?

Giacomo Berti

Se tutto va bene, sarà l'ultimo gioco Milestone ancorato a un comparto tecnico ormai da vecchia generazione.
Al di là però di una grafica datata, una IA ancora troppo "meccanica" e di un sonoro ahimè sottotono, c'è sicuramente un prodotto ricco e vario, con un numero di moto e circuiti impressionante. Se avesse avuto anche il circuito dell'Isola di Man, è molto probabile che l'avrei preso al lancio.
Milestone chiaramente non si è girata i pollici, ma spero davvero che con il prossimo loro titolo arrivi anche quell'evoluzione che il team italiano ha rinviato ormai per troppo tempo

proxyy

vedendo questi 2 video non mi sembra un gran chè a livello di grafica e fisica, credo ci sia di meglio in giro.

Simone Dalmonte

Complimenti! Io mi sbizzarii molto sullo scooter, il 125, purtroppo lo lasciai praticamenre originale

Squanch

Vr46 è una noia mortale. Questo anche, ma almeno la guida è un po'più bella

laguna182

Jolly moto espansione più silenziatore in carbonio(aveva anche gli ugelli per i vari settaggi di compressione)...filtro modificato con spugna più porosa,e maggiorazione fori filtro , gigler maggiorati , lucidatura condotti cilindro su aspirazione, pignone con un paio di denti in più per l allungo.

Assetto Corsa ©

Sono due prodotti completamente diversi. Questo è il gran turismo delle moto diciamo, con veicoli di serie elaborabili.

VR46 è la motogp e basta.

Dipende cosa preferisci

Gabrix93

@redazione... consigliate questo o vr46?

Assetto Corsa ©

Bella sì, peccato che non abbiano messo la Mito seven speed del 1997 che è senza alcun dubbio più bella dell'altra a fari tondi.

Gabrix93

anche io, ma da ex possessore...ripotenziata proprio con una jolly

Simone Dalmonte

Beato te, io solo un silenziatorino... Solo espansione o anche altra roba? Quanti cv aveva?

Assetto Corsa ©

C'è solo un piccolo grande difetto di questo gioco oltre a quelli elencati da tutti i recensori. Hanno messo la Kawasaki h2r, ma non hanno messo una càzzo di gara di sparo con questa moto. Poi mancano moltissime moto naked come le GSX-S 750 e 1000, SV e tante altre.

laguna182

Stavo per dire la stessa cosa...io avevo anche la jolly moto sotto! XD

Simone Dalmonte

La mia rs125!!!! C è anche lei!!!!

AlphAtomix

Lato gameplay è quasi perfetto. Finalmente si sente il peso delle moto ed il lavoro fatto sulla fisica con l'ultimo vr46 si vede molto.
Gran gioco!
Una delle pecché è il fastidiosissimo "VROOOM" che si sente alla pressione di ogni tasto. Quando si elabora una moto è una violenza per l'udito.
Poi forse sarebbe il caso di inserire una carriera in stile agosistico alla Grid e non un "volemose bene, scegli pure un 1000 come seconda moto".

Get Even: la nostra recensione

Star Trek: Bridge Crew, la nostra recensione

Dirt 4: la nostra recensione

E3 2017: date, orari e dove seguire tutti gli eventi più importanti