Playstation VR Worlds: recensione di HDblog.it

31 Ottobre 2016 16

Con Playstation VR sul mercato abbiamo avuto modo di mettere mano a diverse epopee videoludiche affrontabili sfruttando, ovviamente, la tecnologia della realtà virtuale. Tra i vari titoli di lancio appare Playstation VR Worlds, una sorta di compilation di cinque avventure in grado di mostrare ai giocatori le potenzialità del visore targato Sony, e soprattutto dare un assaggio agli utenti dei possibili sviluppi futuri.

Andiamo quindi ad analizzare ogni elemento legato a Playstation VR Worlds.

MODALITA'

All'interno di Playstation VR Worlds troveremo cinque titoli in grado di esaltare le diverse caratteristiche di Playstation VR, denominati per l'occasione VR Luge, Ocean Descent, Scavengers Odyssey, Danger Ball e The London Heist. Usciamo quindi dallo schema classico delle nostre recensioni e andiamo a soffermarci su ogni singola avventura.

VR LUGE

Il giocatore si troverà immerso in una serie di gare a bordo di uno slittino a ruote. Ricordate la puntata dei Simpson dove Bart idolatrava il "tre volte campione di Formula Carrettino Ronnie Beck"? Perfetto. Lo stile di gioco è praticamente identico a quanto affrontato dal piccolo Simpson (e sicuramente moltissimi videogiocatori con qualche annetto, e acciacco, sulle spalle, n.d.SketchT), con la sola differenza che sarà possibile muovere il nostro alter ego virtuale direttamente con la nostra testa, grazie classicamente alla comunicazione tra Playstation VR e Playstation Camera. Incontreremo quindi ostacoli di ogni genere, tra cui dossi, cartelli stradali, camion, auto e chi più ne ha più ne metta.

La sensazione di velocità risulta essere davvero buona, come del resto la sensazione molto vicina alla realtà quando veniamo sobbalzati una volta affrontato un dosso. Lo stesso vale anche quando si cerca di schivare i diversi ostacoli, davvero da togliere il fiato. Purtroppo ci si accorgerà velocemente che, in caso di incidente, non accadrà praticamente nulla. Il nostro personaggio attraverserà auto et similia come se fossero dei fantasmi. L'unico effetto fisico che viene riportato è legato agli scontri con il guardrail, i quali causano una risposta all'impatto innaturale e fin troppo veloce, quasi non esistesse alcuna forza di attrito.

VR Luge cade inoltre sotto i colpi della ripetitività. I circuiti presenti non propongono niente di davvero innovativo e interessante, di conseguenza l'avventura su quattro ruote finirà prestissimo nel dimenticatoio.


OCEAN DESCENT

Lo scenario evocativo si contrappone purtroppo alla totale assenza di interazione tra il videogiocatore e il gioco stesso. L'utente si troverà a esplorare le profondità marine all'interno di una gabbia, il tutto accompagnato da diversi scambi di battute tra due personaggi, i quali descriveranno per filo e per segno i motivi per i quale ci stiamo immergendo. L'impatto è senza dubbio spettacolare. E' possibile ammirare pesci di ogni genere, come del resto le varie tonalità che vanno a caratterizzare lo scenario, il quale dona lo stesso effetto di un vero e proprio acquario.

Ocean Descent non è un vero e proprio gioco, ma una sorta di spettacolo virtuale. Dopo pochi minuti verremo messi di fronte al più classico dei colpi di scena. Appare infatti un famelico squalo, pronto a farci a brandelli per saziare la propria fame. Lo stupore iniziale lascia velocemente spazio a una sensazione molto vicina alla noia, dal momento in cui i movimenti del predatore sono talmente prevedibili da non riuscire praticamente mai a far sobbalzare dalla sedia il giocatore stesso.

Ocean Descent mostra il fianco anche a livello tecnico. Il comparto grafico non risulta convincente, seppur la presenza di alcune chicche visive fanno presto dimenticare modelli poligonali non proprio ispirati.


SCAVENGERS ODYSSEY

Le cose cominciano a farsi interessanti. Il videogiocatore viene catapultato nei panni di un alieno, il quale dovrà controllare un vero e proprio mech e andare alla ricerca di un misterioso manufatto. Sarà quindi necessario comandare il robot tramite l'utilizzo del DualShock 4, il tutto combinato con i movimenti della testa, i quali verranno collegati al sistema di mira. Oltre a camminare, il Mech potrà correre e soprattutto saltare, movimenti che inizialmente potrebbero causare "motion sickness", a causa della "frenesia" di gioco, soprattutto durante i primi momenti.

L'avventura si basa praticamente sull'esplorazione di alcuni ambienti, il tutto impreziosito dalla presenza di oggetti da raccogliere, alieni a cui sparare e una trama tutto sommato niente male. Purtroppo la modalità Campagna si porta a termine in circa una mezzoretta senza particolari impedimenti, di conseguenza la longevità di gioco non è assolutamente sufficiente. Un vero peccato dato che Scavengers Odyssey risulta un prodotto davvero interessante. Siamo certi che diversi team di sviluppo terranno a mente questa soluzione davvero convincente.


DANGER BALL

Siamo certi che la maggior parte dei giocatori, per non dire tutti, conoscerà perfettamente l'hockey da tavolo, gioco spesso e volentieri presente nelle sale gioco o al bowling. Danger Ball è una sorta di hockey da tavolo virtuale in cui il giocatore si troverà in un campo da gioco in cui lo scopo sarà quello di segnare più punti possibili, facendo classicamente terminare il dischetto di gioco alle spalle del nostro sfidante. Per portare a casa la partita è necessario segnare cinque punti.

Come nei giochi precedenti, l'utente potrà muovere il proprio cursore, utile al contatto con la sfera, sfruttando i movimenti del collo. A seconda della posizione in cui viene effettuato l'impatto, è possibile imprimere al tiro effetti particolari o movimenti laterali, in modo da modificare la velocità e rendere la risposta quanto più complicata possibile. Danger Ball è senza dubbio divertente e soprattutto impegnativo. La IA garantisce sfide impegnative, senza contare la possibilità di subire diversi tiri speciali davvero sorprendenti. Al contempo però è necessario sottolineare che il comparto tecnico risulta davvero ridotto all'osso, dettaglio che comunque difficilmente vi balzerà all'occhio durante le sfide con l'intelligenza artificiale. Avremmo sperato nella possibilità di affrontare partite in rete, feature purtroppo non presente.


THE LONDON HEIST
Paragonabile concettualmente a titoli come Time Crisis, House of Dead et similia, The London Heist catapulta il giocatore in un'avventura condita dalla presenza di gangster, furti, sparatorie e molto altro ancora. Il consiglio è quello di affrontare l'avventura con i Playstation Move, i quali si trasformeranno per l'occasione nelle mani del giocatore. Sarà quindi possibile interagire con lo scenario circostante e soprattutto darsi alla pazza gioia nei momenti in cui sarà necessario far parlare la pistola al nostro posto. Le sparatorie frenetiche risultano davvero accattivanti, senza contare che le scene di intermezzo propongono una sorta di Quick Time Event molto interessanti.
L'esperienza di The London Heist viene sporcata da un basso tasso di interattività e da fasi action ridotte dall'osso. L'impatto visivo è buono, ma si può fare comunque di meglio. Abbiamo riscontrato qualche momento di "motion sickness", dovuto, molto probabilmente, ad animazioni non proprio naturali.

COMMENTO FINALE

Playstation VR Worlds propone una compilation di giochi in grado di dare solamente un assaggio delle vere potenzialità di Playstation VR e della tecnologia della realtà virtuale. Abbiamo apprezzato praticamente, stando larghi, tre giochi su cinque, ma anche The London Heist e Scavenger Odyssey non sono esenti da difetti. Danger Ball è l'unica avventura davvero degna di nota, per quanto possa essere semplice, e soprattutto affrontabile senza aver paura di scadere nella ripetitività.

Playstation VR Worlds non ci ha quindi convinto. Sul mercato sono presenti titoli sicuramente più interessanti di questa compilation di prodotti creati praticamente per dare l'idea delle potenzialità di Playstation VR.

  • GAMEPLAY 4
  • TECNICA 5
  • LONGEVITA' 5
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 4,5
Un assaggio delle potenzialità di Playstation VRCinque giochi in uno...
...ma la maggior parte sono tech demo

Top gamma Sony al gusto prezzo? Sony Xperia Z5 è in offerta oggi su a 340 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Danny #Mainagioia

E' un bel nome :)

Max Severest

Sony avrebbe dovuto rendere il caschetto vr disponibile solo per la Pro.
Che senso hanno questi giochi castrati?
Considerato che hanno dichiarato che non ci saranno esclusive tra normale e la Pro , la prima diventa solo una palla al piede.

SketchT

In famiglia comando io... buahahhah. L'ho conosciuta facendo cosplay ed era appassionata di titoli per dreamcast, playstation e altro. Ci siamo trovati ;)

Baronz

Ma tua moglie non ha avuto niente da dire ? O sei stato così fortunato da trovare una che apprezza i videogiochi ?

Leox91

E' mangnifico semplicemente magnifico .

SketchT

Ahhahahahaahahah per cosi poco?

Leox91

Credo di avere un nuovo idolo ora.

SketchT

Si certo. Perché?

SketchT

Oppure diventerà testimonial nintendo xd

Leox91

Sei serio?

Damiano Galasso

quando tua figlia capirà il motivo del suo nome, beh minimo si sentirà "usata" per le tue manie videoludiche! :)

Matteo Beltrami

Da uno a dieci

SketchT

Ahahaha dai sono passati 2 anni ormai. ora ho anche una figlia.. Zelda xd

veritiero

Cioè ti sposi e non ci inviti? Almeno un m90 un matteventu ... pfff sketcht voto 1

SketchT

Da 1 a 10

veritiero

Ma la scala di valutazione è da 1 a 10 o da 1 a 5?

God Wars: Future Past, la nostra recensione

RPG Maker FES: la nostra recensione

Get Even: la nostra recensione

Star Trek: Bridge Crew, la nostra recensione