Project CARS Pagani Edition debutta su Steam

31 Ottobre 2016 12

Ottime notizie per tutti gli appassionati di racing game, su Steam è infatti disponibile da alcune ore la Project Cars - Pagani Edition, la versione free to play del noto titolo di casa Slightly Mad Studios.

I videogiocatori di PC possono quindi scaricare e affrontare la speciale versione del gioco in formato totalmente gratuito. Project Cars - Pagani Edition include al suo interno due modalità di gioco, tre tracciati e una serie di imperdibili auto. Il tutto viene accompagnato dal supporto alla risoluzione in 4K e ai due noti visori per la realtà virtuale: Oculus Rift e HTC Vive.

Di seguito vi riportiamo tutti i contenuti inclusi nella Project Cars - Pagani Edition e i requisiti hardware necessari per affrontare il titolo su PC:

Auto

  • Huayra
  • Huayra BC
  • Zonda Cinque
  • Zonda R
  • Zonda Revolucion


Tracciati

  • Nurburgring+Nords combo
  • Monza GP
  • Azure Coast


Modalità di Gioco

  • Quick Race Weekend
  • Time Trial

Requisiti Minimi

  • Sistema operativo: Windows Vista, Windows 7 with latest Service Packs, or later
  • Processore: 2.66 GHz Intel Core 2 Quad Q8400, 3.0 GHz AMD Phenom II X4 940
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • Scheda video: nVidia GTX 260, ATI Radeon HD 5770
  • DirectX: Versione 9.0
  • Rete: Connessione Internet a banda larga
  • Memoria: 25 GB di spazio disponibile
  • Scheda audio: DirectX compatible sound card
  • Note aggiuntive: Volanti supportati: http://www.projectcarsgame.com/beyond-reality.html
Poca spesa per massima resa? Meizu m3, compralo al miglior prezzo da Amazon Marketplace a 162 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bryanzell

dlc

Fabri Fina

secondo me anche 1280*720. Hanno alzato parecchio l'asticella le schede intel negli ultimi anni

matteo

ahahah fantastico! magari già con la prossima generazione di visori il problema della risoluzione verrà superato

Marco Maccagno

Certo che gira basterà usare dettagli bassi e non pretendere 60 fps

Masterpol

esattamente come la penso io!

Giuseppe

In 800*600 dettagli infimi non dovresti avere problemi :P

wilgale

Con una Intel HD520 e un i3 6100U dite che riesco a farlo girare? XD

furlo

Project CARS Pagani Edition

D3stroyah

non ho un volante quindi immagino che la cosa rasenti la follia avendolo. Visuale con mani al volante, guardi in basso vedi il corpo, te lo senti tuo, vedi le gambe. Quando ruoti il volante ti sembra strano perchè non stai muovendo le braccia (se però hai il volante tu, le mani seguono i tuoi movimenti). Ti giri e vedi il sedile di fianco, ti giri all'indietro come faresti per fare retromarcia e guardi dietro all'auto che succede. Volendo ti fermi, ti alzi, esci dall'auto e ammiri il panorama con il lens flare negli occhi, le nuvole che si muovono, i raggi di sole che passano attraverso le foglie dell'alberello sulla montagna di roccia. Torni in pista, dai gas e ad ogni curva segui con la testa e istintivamente anche corpo la curva, sbirciandone l'uscita con gli occhi, quando in uscita senti un rombo di una pagani che ti supera, ti giri di 90° verso destra e la vedi di fianco a te, bum, portellata e riprendi il comando, giù due marce, derapata di potenza in curva fuorigiri e via, si riprende, ogni tanto controlli il retrovisore ed i due specchietti, non si sa mai arrivi qualcuno.

A causa della risoluzione non eccezionale, gli elementi molto in distanza non sono molto definiti (ahimè), sembra un po' di giocare il mitico Daytona USA coin op, ma dà un gusto che c'è solo da provare per capire.

matteo

leggendo l'articolo mi chiedevo proprio come sia in vr. Racconta

D3stroyah

giocata questa "demo" con il rift. La mia vita non è piu la stessa.

Blacksyrium

Meraviglioso vedere la mia ex gtx260 del 2009 come requisito minimo per il gioco!

DiRT 4: la nostra anteprima

Ultra Street Fighter II: The Final Challengers, la nostra recensione

Injustice 2: la nostra recensione

Disgaea 5 Complete: la nostra recensione