Rez Infinite: recensione di HDblog.it | VR

31 Ottobre 2016 6

I videogiocatori con qualche annetto sulle spalle ricorderanno perfettamente Rez, esperienza videoludica psichedelica per Dreamcast in grado di calamitare ondate di giocatori grazie a un sistema di gioco tanto semplice quanto efficace, il tutto condito da un comparto grafico e una colonna sonora in grado di sprizzare verve da tutti i pori.

Nel corso degli anni però, il genere non riuscì a convincere la massa, di conseguenza avventure come Lumies, Space Channel V e altri sono finite nel dimenticatoio, almeno fino a oggi. Rez Infinite è uno dei titoli di lancio di Playstation VR, prodotto in grado davvero di ridare al genere una vera a propria boccata d'aria fresca.

Andiamo quindi ad analizzare tutti vari aspetti legati a Rez Infinite.

TRAMA

La trama di Rez Infinite sembra essere uscita da un'opera sci-fi. Eden è un'avanzatissima intelligenza artificiale, la quale decide di scoprire la vera natura dell'umanità. Dopo però aver scoperto la complessità dell'uomo e della natura, decide di disattivarsi. Il giocatore si troverà a impersonare il proprio alter ego virtuale all'interno di un vero e proprio sistema informatico, allo scopo di scovare e distruggere i virus che infestano il sistema. Per farlo sarà necessario superare firewall e altre procedure di sicurezza, strada impervia che separa l'utente da Eden, la quale deve essere assolutamente risvegliata.


GAMEPLAY

Le meccaniche di Rez risultano incredibilmente semplici. Il giocatore si troverà di fronte a un vero e proprio sparatutto sui binari all'interno del quale sarà necessario eliminare le varie minacce presenti nel sistema. Il sistema di mira si basa sui movimenti della testa del giocatore grazie all'utilizzo dei sensori di movimento presenti su Playstation VR e letti da Playstation Camera. E' bene sottlineare che, sfruttando il lock degli avversari, è possibile agganciare fino a otto obiettivi contemporaneamente, ed eliminarli in un sol istante.

La semplicità del sistema di controllo di Rez Infinite è impreziosito dalla sua profondità, la quale emerge soprattutto durante gli scontri con i boss, oppure in caso si abbia tutta l'intenzione di ottenere punteggi particolarmente elevati. Il personaggio può inoltre disporre di diversi potenziamenti proprio grazie all'eliminazione di un gruppo completo, dopo aver raccolto particolari oggetti. Rez Infinite propone al giocatore cinque aree, suddivise in dieci strati, livelli da esplorare fino al raggiungimento del boss, con classico combattimento finale. Inutile sottolineare che i cattivi di fine turno possono essere eliminati previo studio del pattern, movimenti comunque mai così complicati da non riuscire a capire come avanzare nel gioco.

Oltre alla modalità base, in Rez Infinite è possibile sbloccare la sezione a punteggio, oppure sfide in cui saranno presenti solamente i boss, o ancora un livello extra, aggiunte davvero interessanti in grado di esaltare la longevità del gioco. Come se non bastasse, in aggiunta ai livelli classici è possibile contare anche su Area X, sezione che abbandona la concezione di sparatutto sui binari e dona al giocatore la possibilità di controllare i movimenti del proprio alter ego virtuale senza alcun limite. Un vero peccato per la durata di Area X, limitata solamente a 15 minuti.


TECNICA

Il comparto grafico è senza dubbio il fiore all'occhiello dell'intera produzione. La direzione artistica ha saputo infondere in Rez Infinite un tripudio di colori in grado di coordinarsi perfettamente con le tracce audio presenti nel gioco, dando così all'utente un'esperienza incredibilmente evocativa. I videogiocatori potranno decidere inoltre di affrontare l'avventura sia con Playstation VR o meno. Rez Infinite gira a 1080p a 60fps, i quali diventano 90Hz nativi, portati a 120Hz, una volta indossato Playstation VR. Inutile dire che con il visore per la realtà virtuale, l'esperienza di Rez Infinite raggiunge il suo apice grazie a un tasso di coinvolgimento davvero elevato. I movimenti della testa del giocatore non solamente muoveranno il mirino, ma anche la visuale stessa, la quale mostra a 360 gradi l'intera area di gioco.

Durante le nostre prove non abbiamo mai riscontrato alcun problema di motion sickness, molto probabilmente grazie alla fluidità di gioco davvero elevato. E' comunque consigliabile fare qualche pausa dato il numero elevato di colori e di un ritmo davvero serrato, aspetti che ricevono un vero e proprio boost una volta avuto l'accesso ad Area X, modalità in cui gli effetti particellari dati dalle esplosioni risulteranno ancor più da spaccamascella.


COMMENTO FINALE

Rez Infinite è uno dei titoli più interessanti del momento. Coinvolgente, divertente e soprattutto psichedelico, la presenza di effetti visivi evocativi, accompagnati da un comparto audio non solamente in grado sposarsi perfettamente con lo stile di gioco ma addirittura di perfezionarlo sono solo alcune delle feature presenti. Un vero peccato per la longevità dell'intera esperienza, fin troppo ridotta e non in grado di tenere banco per un numero accettabile di ore.

Un must buy soprattutto per i possessori di Playstation VR.

  • GAMEPLAY 8
  • TECNICA 9
  • LONGEVITA' 8
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 8,5

Gameplay semplice ma profondoImpatto visivo da urloIncredibile se affrontato in VR
Pochi contenutiArea X davvero troppo corta
Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus è in offerta oggi su a 209 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tito.scms

Hahaha

SketchT

Spero di aver acquisito un nuovo lettore allora :D

Sistox

Ti giuro non me ne ero mai accorto

bldnx

Me lo ricordo bene su Dreamcast, è un gioco per chi si fa di acidi

SketchT

Tieni conto che io scrivo recensioni nella sezione Games da 4 anni...

Sistox

Da quanto recensite videogiochi e date anche punteggi?

Styx - Shards of Darkness: la nostra recensione della versione PC

Ghost Recon Wildlands: la nostra recensione

2Dark: la nostra recensione

I Am Setsuna per Nintendo Switch: la nostra recensione