Razer Raiju Gaming Controller: la nostra recensione

06 Gennaio 2017 15

I possessori di Xbox One possono ormai da un paio di anni contare sulla realtà del Pad Elite, joypad di qualità particolarmente elevata e completamente personalizzabile. Dato il successo ottenuto, Sony ha deciso di incaricare due società con molta esperienza in ambito hardware e lanciare sul mercato due controller pensati soprattutto per l'eSport, pratica ormai in voga da diversi anni.

Andiamo quindi ad analizzare il Raiju di Razer, pad lanciato sul mercato al prezzo di 169 euro, con un target non proprio ampio ma pensato per quella fetta di videogiocatori che vuole dire la propria nel settore competitivo.

DESIGN ALTERNATIVO MA ACCATTIVANTE

La forma allungata del Raiju va subito a scontrarsi con quanto proposto da Sony oggi. Il pad di Razer si avvicina esteticamente alla concezione del joypad di Xbox One, sia per quanto riguarda il design stesso che per il posizionamento dei tasti dorsali e dei trigger. Rispetto al Dual Shock ci si ritrova tra le mani un prodotto più abbondante, di conseguenza chi è abituato a sfruttare solamente i pad proposti da Sony dovrà mettere in conto di spendere qualche ora per abituarsi al nuovo sistema. Una volta afferrato il pad balza subito all'occhio, o meglio al tatto, la presenza di superfici gommate sul retro, in grado di aumentare il grip, aspetto molto importante soprattutto durante le fasi di gioco in cui la velocità di reazione non permette alcun errore di pressione del tasto desiderato.


PER QUEI QUATTRO TASTI IN PIU'

La feature di punta del Raiju è senza dubbio la presenza di quattro tasti aggiuntivi liberamente configurabili. Ne troviamo due sul retro del pad, mentre gli altri due sono posizionati nella parte superiore del controller stesso, tra i trigger e i dorsali. Configurare i tasti risulta particolarmente semplice grazie alla presenza di una pulsantiera posizionata nei pressi delle levette analogiche. Bastano di fatto pochissimi click per assegnare la funziona desiderata ai tasti M1-M2-M3 e M4.

I videogiocatori che potrebbero trovare fastidiosa la presenza dei due tasti sul retro del pad possono ripiegare sulla rimozione dei pulsanti stessi grazie a un cacciavite presente nella confezione. Il consiglio è quello di prenderci la mano e sfruttare i tasti appena citati dato che si trovano in una posizione che può essere sfruttata in maniera particolarmente veloce e immediata. Nello scenario competitivo, la garanzia di una soluzione del genere significa effettivamente poter fare la differenza.

La facilità di smontaggio vale anche per gli altri due tasti ma, anche in questo caso, il consiglio è quello di farci l'abitudine dato che il dito medio si posiziona in maniera quasi naturale nella zona dedicata, soprattutto quando si vanno a utilizzare i trigger. Siamo pronti a scommettere che moltissimi videogiocatori opteranno inoltre per ridurre la corsa dei trigger stessi, grazie a una linguetta ad hoc, e trasformare il tutto in normalissimi tasti.

Spostiamo la nostra attenzione sui tasti analogici. Il Raiju viene commercializzato con due gusci protettivi utilizzabili per aumentare la tenuta, aspetto molto importante da tenere in considerazione data la "scivolosità" delle levette. I gusci possono essere rimossi, ma il nostro consiglio è quello di mantenerli in modo da avere un grip al 100%.


NON PER TUTTI I GENERI

Quali sono i generi più adatti al Raiju? Un controller dal prezzo così importante dovrebbe risultare eclettico, aspetto che purtroppo non corrisponde alla realtà. L'assenza di elementi intercambiabili, a differenza del pad Elite di Microsoft, non permette ai giocatori di sfruttare al massimo il pad, il quale sfoggia tutto il suo splendore negli sparatutto. I fan di Battlefield, Call of Duty, Titanfall e pochi altri possono quindi darsi alla pazza gioia e contare su un prodotto qualitativamente elevato. chi vive di racing game, picchiaduro e calcio potrebbe riscontrare alcuni aspetti negativi. Ad esempio, durante i nostri test abbiamo notato che la corsa del trigger non è lunga abbastanza per garantire al meglio il controllo di un autoveicolo.


L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA

Se da un lato il Raiju di Razer è senza dubbio un prodotto davvero niente male, dall'altro abbiamo riscontrato alcuni aspetti che ci hanno effettivamente fatto storcere il naso.

La confezione contiene un cavo USB per il collegamento del pad alla console. E' necessario sottolineare che il Raiju non funziona se non resta costantemente connesso alla macchina da gioco. Da un lato possiamo capire la scelta dato che mantenere il pad collegato alla console significa avere un input lag particolarmente basso ma, al contempo, avremmo preferito avere la possibilità di scegliere la possibilità di utilizzarlo in wireless. Inoltre, per utilizzare il pad di Razer, è necessario accendere prima Playstation 4 con un normale DualShock e poi collegare il Raiju. Praticamente il sistema non riconosce il controller di Razer come dispositivo di default, aspetto comunque risolvibile con il più classico degli aggiornamenti.

A essere pignoli potremmo inoltre aggiungere che diversi pulsanti, tra cui L1 e R1, risultano fin troppo rumorosi. Raiju propone un effetto audio simile a quello di una normale tastiera, forse fin troppo marcato.


COMMENTO FINALE

Il Raiju è senza dubbio un buon controller, sia per quanto riguarda i materiali utilizzati che per il design. E' ergonomico, robusto e soprattutto possiede quattro tasti liberamente configurabili particolarmente comodi da sfruttare, a patto ovviamente di prenderci la mano. Ottimo anche l'input lag, ridotto al minimo.

I nostri dubbi nascono però dalla natura del pad stesso. Raiju si comporta benissimo con gli FPS, ma il resto dei generi non viene preso in considerazione, di conseguenza un prezzo così importante (169 euro) potrebbe non convincere diverse fette di videogiocatori. La natura stessa del pad di Razer non è però quella di sostituire il Dual Shock 4 ma solamente di disporre di un ottimo prodotto aggiuntivo da sfruttare al massimo negli sparatutto.


Ergonomico con design accattivante4 tasti configurabiliInput lag ridotto al minimo
Consigliato solo per gli FPSNon riconosciuto come device standardRumorosoNon funziona in wifi
Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 359 euro.

15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Matteo X

Io ho preso il Nacon Revolution ed e' stato veramente pessimo, ma questo costa pure di piu e dalla recensione mi sembra non valere tutti questi soldi... ahhhh se solo l elite microsoft funzionasse anche con ps4...

Francesco

A questo punto se bisogna spendere tanto meglio uno scuf... il problema più grande purtroppo che affligge il pad della Play è la "delicatezza" dei grilletti R2/L2. Onestamente spendere 60/70€ ogni anno anno e mezzo mi fa girare un po' le scatole. Avere un pad resistente cambierebbe molte cose. A volte chi compra un controller "aftermarket" lo fa anche per questo semplice motivo.

ilmondobrucia

Cmq sul sito ufficiale dice che é compatibile anche per pc (con asterisco, quindi bisognerà leggere bene)

ErCipolla

Lol, ok sono scemo io, davo per scontato fosse pc. Sorry :D

GiankulottoGranbiscotto

esattamente stessa cosa (Compleanno Mouse e Gaming), ma io lo preferisco col cavo, ho una Corsair Strafe come tastiera, magari qualcosa che si abbini^^ avevo valutato il g303 e Mionix ma vorrei altri pareri

GiankulottoGranbiscotto

ma questo joystick è per PS4 non per Pc, è uno dei pochi di terze parti per PS

ErCipolla

Mah, non capisco chi si compra questi pad di "terze parti" quando sia quello Xbox di Microsoft sia il Dual Shock di Sony sono ormai compatibili col PC e riconosciuti da praticamente tutti i giochi. Capisco se fosse una questione di risparmio, ma questo costa un rene! Mah.

AlphAtomix

cioè la corsa dei trigger è quindi diminuita? Se lo tengano.. Ci stavo pensando per il mio compleanno ma non spendo 170 euro per giocare solo agli fps...

Daniel Ocean

O.T.
Sto cercando un nuovo mouse da usare tutti i giorni ed occasionalmente per il gaming, che sia wireless e non costi più di 60-70 euro
Avevo adocchiato il Logitech G602 ma ho paura sia un po' troppo grande.
Suggerimenti?

Ale

Wow esteticamente mi fa proprio schifo, ed oltre a questo é piú grosso del dual shock quindi no buono. 4 tasti in piú? No grazie......giochi come Uncharted 4 dimostrano che anche nel multiplayer il joypad Sony fa il suo lavoro molto bene. Senza contare che 169€ per questo cesso di coso a mio avviso sono troppe!

StriderWhite

Fuahahah, non spenderei mai cifre del genere per un controller...

darkn3ss1

Come buttare soldi nel gabinetto..

netname

guarda che l'ho preso... ed è una c4g4t3 colossale. difatti ho chiesto il reso dopo una settimana.

Felk

170€ per un pad per giocare agli fps su console... Se proprio non si vuole passare al PC gaming (che con gli sparatutto è un'altra cosa), spenderei tutti quei soldi solo per un XIM4 +mouse e tastiera da una trentina di euro.

O_Marzo

In pratica un costoso Pad Xbox per ps4

Styx - Shards of Darkness: la nostra recensione della versione PC

Ghost Recon Wildlands: la nostra recensione

2Dark: la nostra recensione

I Am Setsuna per Nintendo Switch: la nostra recensione