I Am Setsuna per Nintendo Switch: la nostra recensione

14 Marzo 2017 20

Già disponibile su Playstation 4, Playstation Vita e PC, I Am Setsuna sbarca su Nintendo Switch, nuova console della storica casa di Kyoto disponibile dallo scorso 3 marzo. L'avventura targata Tokyo RPG Factory si basa sulla più classica concezione degli RPG, genere che sta mutando nel tempo in favore di un approccio molto più action e dalla presenza di grossi open world.

I Am Setsuna va quindi a colpire l'animo dei videogiocatori con qualche annetto sulle spalle, fetta di utenti pronti a ricordare i tempi passati di Final Fantasy V, Chrono Trigger e altre opere ormai distanti da quelle di questo periodo storico.

Andiamo quindi ad analizzare i diversi elementi di I Am Setsuna.

TRAMA

I videogiocatori che hanno già affrontato I Am Setsuna sulle altre piattaforme si saranno sicuramente accorti della presenza di una trama molto vicina a quella di Final Fantasy X. Il videogiocatore vestirà i panni di Endir, cacciatore di taglie impegnato in una missione in cui lo scopo finale è quello di assassinare una fanciulla di nome Setsuna. Se da un lato la missione può sembrare molto semplice, dall'altro ci si accorgerà fin da subito che la ragazza è tutt'altro che una persona normale. Il mondo è avvolto in una costante morsa gelida e le creature che infestano le ambientazioni sono sempre più aggressive. La tradizione vuole che, per placare la furia dei mostri, è necessario sacrificare una giovane donna. Setsuna è quindi la martire che dovrà togliersi la vita per offrirla alle forze del Male, destino condiviso in passato dalla madre della ragazza diversi anni prima. Endir non riesce però a eliminare la fanciulla e la stessa Setsuna decide di prendere la palla al balzo e sfruttare le abilità del cacciatore di taglie, proponendogli di fungere da guardia del corpo e accompagnarla fino al luogo del sacrificio.

Le venti ore di gioco necessarie per terminare I Am Setsuna sono fitte di momenti interessanti grazie a una trama ottimamente orchestrata e soprattutto mai colpevole di buchi nella sceneggiatura. Al contempo però, la presenza di personaggi caratterizzati in maniera fin troppo frettolosa non è assolutamente convincente, come del resto il finale stesso, il quale avrebbe potuto regalare momenti molto più epici.

GAMEPLAY

Il gampley di I Am Setsuna si ispira alle produzioni del genere legate agli anni '90. L'inquadratura dall'alto mette in risalto la vecchia scuola dei JRPG, struttura in cui il giocatore sarà chiamato a esplorare città alla ricerca di NPC da interrogare, in modo da avere accesso a nuove missioni o completare la quest in essere. Ovviamente non possono certo mancare le fasi esplorative e la presenza di dungeon da esplorare.

Durante il viaggio, Endir si troverà a combattere con diversi nemici, già visibili sulla mappa. Avvicinandosi all'obiettivo si potrà imbastire la più classica delle lotte, il tutto basato sull'Active Time Battle, sistema basato su un indicatore che si riempie nel tempo per poi dare la possibilità al giocatore di agire. E' comunque possibile settare le impostazioni in maniera da utilizzare l'approccio in tempo reale oppure ripiegare su una modalità attesa, la quale permette di scegliere senza fretta la prossima azione da fare una volta raggiunto il proprio turno. Endir e amici vari possono attaccare fisicamente oppure sfoderare tecniche speciali, incantesimi e offensive legate alle Spritenite, rune scovabili durante il corso dell'avventura e in grado di donare diversi effetti e abilità. Le Spritenite possono essere assegnate o meno liberamente, in modo da personalizzare il proprio personaggio senza praticamente limiti.

Il giocatore può inoltre sfruttare i sistemi Momentum e Flux. Il primo è richiamabile tenendo d'occhio un indicatore che si riempie a ogni turno, il quale permette di potenziare ogni attacco e incantesimo se sfoderato con un determinato tempismo. Inoltre, in base alle proprie abilità o all'equipaggiamento, sarà possibile contare su un effetto secondario. Il Flux invece è un meccanismo fin troppo casuale, il quale è in grado di innescare dei bonus una volta sferrato un attacco potenziato dal Momentum. Dopo alcune ore ci si imbatterà inoltre nella possibilità di sfoderare attacchi combinati. Durante la nostra avventura abbiamo riscontrato un livello della IA particolarmente basso, a parte per la sezione finale, momento in cui la difficoltà di gioco subisce una grossa impennata e obbligando il giocatore a ripiegare su strategie specifiche legate ai pattern dei nemici, fattore completamente sorpresa soprattutto per alcuni nemici davvero complicati da abbattere.

In I Am Setsuna sono presenti alcune sub-quest e pratiche aggiuntive, le quali permettono al giocatore di affrontare momenti culinari o legati al potenziamento delle armi. Purtroppo entrambe le sessioni sembrano essere state introdotte in maniera fin troppo frettolosa, e risultano poco convincenti fin dal primo momento.

TECNICA

Il comparto tecnico di I Am Setsuna risulta piacevole da guardare ma fin troppo semplice. Il motore grafico è adatto senza dubbio alla configurazione mobile di Nintendo Switch, ma la presenza di animazioni legnose, texture poco rifinite e modelli poligonali tutt'altro che ispirati fanno sicuramente storcere il naso. Le location risultano però fin troppo ripetitive. Il giocatore si troverà di fronte a praterie, montagne, grotte e poco altro, il tutto condito da una distesa di neve quasi costante.

La presenza di testi completamente in inglese non farà felice la maggior parte dei videogiocatori mentre la colonna sonora è il fiore all'occhiello dell'intera produzione. Composta da Tomoki Miyoshi, ogni traccia possiede verve da vendere, la quale trasforma ogni scenario in qualcosa di davvero epico.

A differenza delle altre console, I Am Setsuna per Nintendo Switch propone un abbassamento del frame rate, passando da 60 fps a 30, e un sistema di illuminazione meno convincente di quello visto su Playstation 4.

COMMENTO FINALE

I Am Setsuna è il classico JRPG in perfetto stile anni'90 che può essere apprezzato solamente dai videogiocatori di vecchia data, quelli che hanno amato alla follia produzioni come i sopra citati Final Fantasy V, Chrono Trigger, Breath of Fire e altri. Le ambientazioni ripetitive e un comparto tecnico non all'altezza delle piattaforme presenti sul mercato sono dettagli che colpiscono duramente l'avventura, la quale risulta comunque piacevole da affrontare soprattutto su Nintendo Switch data la concezione ibrida della console stessa.

  • GAMEPLAY 7,5
  • TECNICA 6,5
  • LONGEVITA' 7,5
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 7

Classico JRPG anni '90Gameplay semplice e immediatoColonna sonora convincente
Location ripetitiveMotore grafico poco curato
L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus è in offerta oggi su a 480 euro oppure da Amazon a 735 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pietro

io su piattaforma mobile li trovo molto godibili...in postazione fissa certamente no.

Diciamo è un titolo che giocherei molto volentieri su un cellulare.

I jrpg di stampo tradizionale non si sposano più tanto bene con le home consolle

deepdark

Nokia non è certo nintendo lato giochi e inoltre ngage fu lanciato troppo presto. Fu un fallimento sia perchè non venne pubblicizzato sia perchè non c'era un vero motivo per preferirlo agli smartphone esistenti, cosa che non avverrebbe se nintendo usasse le come testa d'ariete zelda e compagnia cantando. Inoltre ngage non si poteva collegare alla tv e di certo non aveva potenza tale da definirlo un vero smartphone dedicato al gioco.

SketchT

N-Gage era un progetto davvero bello. Comprato appena uscito e sfruttato tantissimo in treno ogni giorno. Peccato non abbia preso

Vive

è stupida, I am Setsuna è un gioco che inizialmente era solo su PS4, non è un discorso di limitazioni hardware è proprio il gioco nato cosi per riprendere il vecchio Chrono Trigger.

Frittomisto

Dai era una battuta...

Vive

N-Gage fu un flop su tutta la linea, ma come fai a citarlo come esempio di console come doveva essere.

Dal primo impatto al lancio si direbbe che Nintendo ha fatto centro, altroché.

Vive

Non credo proprio e poi scusa a cos'è che giochi nel galaxy tab?

... ah già.

deepdark

Sfondi una porta aperta, odio giocare sul cell, anche con i giochini stupidi. Ma secondo me nintendo ha sbagliato proprio in questo, forse sarebbe stato meglio un phablet con la giusta potenza e con i controlli fisici (mi pare che nokia fece qualcosa di simile) piuttosto che l'ennesimo aggeggio da portare in giro.

mauro morichetta

Se posso permettermi una osservazione, giocare con questa nuova consolle è un piacere che non trovi nel mobile, i tasti sono al posto giusto ma soprattutto ci sono i tasti, inoltre i joicon fanno la differenza. Passare da Zelda ad un gioco 8 bit è un piacere che sta nel tempo di in un click, ovviamente non tutti i giochi sono belli, nessuna consolle può avere un simile appellativo ma avere tutto il proprio mondo ludico, sia in borsa che in salotto è un piacere al solo pensiero che sia possibile. Come tanti altri utenti, ero scettico del potenziale di Switch, poi ho avuto il coraggio di prenderla e di giocare a Zelda ecc adesso non ne potrei più fare a meno. Il mio intento in questo intervento, non sta tanto nel difendere a spada tratta il mio acquisto, piuttosto cercare di condividere l'emozione che ho provato e che provo usando il nuovo ibrido di Nintendo, spero di esserci riuscito.

Pistacchio

Tutto questo per la modica cifra di

Emilio

Che poi gli indie su una console che offre il gaming portatile ci stanno troppo bene!

SketchT

Direi che in questo momento i titoli più interessanti sono Zelda e Fast RMX. Ad aprile ci sarà Mario Kart, Arms dovrebbe uscire a maggio e Splatoon 2 ad agosto. Ma ci sono altri titoli davvero interessanti, soprattutto indie

M C

Mah figurati, cmq qui di certo non trovi i giochi che trovi altrove, a me per l'anno Zelda, Mario e Xenoblade, più i dragon quest vari(ma penso 2018 per le versioni Eu) fire emblem e qualche altro rumoreggiato giochino bastano e infatti appena trovo un offerta interessante la switch la prendo, tanto il resto lo gioco per Pc...

Nuanda

entro l'anno oltre Zelda ci sarà Arms, Mario Kart, Splatoon 2, Mario Odissey come first party...per third party per il momento si sa che arriverà FIFA e NBA 2017, oggi pare sia stato annunciato South Park...

Quelo

il mio galaxy tab 8.9 del 2011 rivaleggia come grafica

al404

direi nulla, ma credo che non sia mai stato affermato il contrario
ora arriverà qualcuno a linciarci perché c'è 1,2 switch - tetrix e la grafica non conta ma il divertimento si XD

Aniene

Ma tolto Zela giochi tripla A per Switch? C'è qualcosa in arrivo o come al solito solo tante chiacchiere e pochissimi giochi validi?

Raziel0

È un piccolo capolavoro che merita di essere giocato, per gli amanti dei GDR vecchio stile.
Magari non a prezzo pieno ma su steam si trova sotto i 20€

deepdark

Praticamente è un gioco per cell....

Sagitt

I giochi cosi proprio non riesco a farmeli piacere

Ultra Street Fighter II: The Final Challengers, la nostra recensione

Injustice 2: la nostra recensione

Disgaea 5 Complete: la nostra recensione

Snake Pass: la nostra recensione sull'originale platform di Sumo Digital