Microsoft: il futuro del gaming nelle mani dei titoli Indie

12 Aprile 2017 66

Tra i vari progetti in pancia a Microsoft spicca senza dubbio ID@Xbox, programma dedicato agli sviluppatori indipendenti in grado di proporre ai videogiocatori una serie di avventure davvero ispirate. Il supporto di Microsoft è infatti costante e, dalla nascita del progetto, sono stati pubblicati oltre 450 titoli, affrontabili sulle piattaforma della società di Redmond. Tra i vari servizi, i programmatori possono contare su Xbox Live Creators Program, come del resto la disponibilità su Windows 10 grazie a Xbox Play Anywhere.

Durante lo showcase ufficiale organizzato da Microsoft, in data 12 aprile 2017, sono stati presentati 13 titoli affrontabili tra cui il survival horror tutto italiano Daymare 1998 di Invader Studio. Tra i vari prodotti spiccano senza dubbio Rime di Tequila Works, Tacoma di Fullbright, Snake Pass di Sumo Digital, Ooblets di Glumberland e The Sexy Brutale di Cavalier. Oltre a Daymare 1998, sono presenti inoltre progetti creati da team di sviluppo del nostro Bel Paese, tali Atomine di Broken Arms Games, Gridd: Retroenhanced di Antab Studio, Redout di 34BigThings e Heroes of Normadie di Cat Rabbit, The Way of Life di Cyber Cononut & Hexagon Hive e Unit 4 di Gamera Games.

Oltre alle sopra citate avventure, Microsoft ha approfondito la realtà legata al sopra citato Xbox Live Creators Program, sistema che permette di pubblicare facilmente i titoli Xbox Live-enabled su PC Windows 10 e Xbox One. Gli sviluppatori potranno quindi interagire con Xbox Live in maniera semplice e veloce. Praticamente, i programmatori non avranno bisogno di alcun devkits per dare inizio ai propri progetti.

E' chiaro che Microsoft abbia tutta l'intenzione di dare largo spazio ai team di sviluppo indipendenti, realtà ormai radicata da tempo e in grado di fornire al pubblico diverse avventure davvero ispirate. Con Project Scorpio alle porte, è infatti importante proporre un numero convincente di epopee, aspetto molto importante per Alber Penello, responsabile marketing della società americana. Potete trovare tutti i dettagli seguendo questo link.


ID@Xbox dalla sua nascita ha lanciato oltre 450 titoli sulle piattaforme Microsoft e continua a fornire nuove funzioni e servizi per gli sviluppatori come Xbox Live Creators Program e la disponibilità su Windows 10 di oltre 10 titoli del programma ID@Xbox grazie a Xbox Play Anywhere.

L’incontro è stata inoltre l’occasione per parlare dell’ultima funzione introdotta da Xbox per tutti gli sviluppatori indipendenti Xbox Live Creators Program, che permette di pubblicare facilmente giochi Xbox Live-enabled su Xbox One e PC Windows 10. Con il Creators Program infatti chiunque può integrare il sign-in Xbox Live e le social feature al proprio gioco UWP, per poi pubblicare il titolo su Xbox One e Windows 10. Il programma funziona con le normalissime console Xbox One così gli sviluppatori non avranno bisogno di dev kits per iniziare.

Il mondo del gaming sta radicalmente cambiando negli ultimi anni, diventando sempre più un settore in grado di offrire, anche attraverso programmi come ID@Xbox, gli strumenti per permettere a chiunque abbia entusiasmo e buone idee di sviluppare un nuovo gioco.”, dichiara Agostino Simonetta, ID@Xbox Regional Lead EMEA. “Il nostro obietto è quello di dare l’opportunità a tutti gli appassionati, tecnici e non, di liberare la propria creatività, contribuendo alla crescita dell’industria con titoli sempre più innovativi ed esperienze di gioco sempre più coinvolgenti.”

Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 443 euro oppure da Amazon a 549 euro.

66

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Videogiochi da milioni di dollari ormai per voi la festa è finita

lore_rock

Il discorso che é gli indie spesso non sono controllati e vengono fuori delle schifezze

Robin Man

Hai detto bene, avere un budget alto a disposizione non è sinonimo di qualità. Spesso trovo molto più interessanti alcuni indie rispetto a molti titoli importanti. Ma leggo anche dai commenti che molti considerano gli indie "lo schifo", forse sotto suggerimento di alcuni youtubers con cui dividono la merenda a scuola.

lore_rock

In poche parole la differenza tra indie e tripa A é nel budget.
Il fatto però che una software house abbia a disposizione un budget alto e quindi mezzi più potenti non é garanzia di qualità del prodotto finito, per questa ragione io spero che in un futuro prossimo la differenza tra titolo tripla A e un gioco qualsiasi sia la effettiva qualità del gioco.
Per me poter garantire anche a un piccolo team di realizzare i propri progetti permetterebbe di creare giochi di reale qualità piuttosto che alzare di anno in anno i costi per produrre ip che non garantiscono il successo, se non sbaglio infatti gears of war fu venduto proprio perché per tenere il passo dovevano investire sempre più soldi.

Robin Man

Per farla breve un tripla A è un gioco sviluppato da una software house grande come ad esempio Ubisoft o EA, in ballo ci sono parecchi soldi e molta gente che ci lavora. Un gioco indie come suggerisce il nome è creato solitamente da un team di poche persone, non può contare su motori grafici eccezionali (anche se a volte si) ma su uno stile grafico particolare e spesso su dinamiche di gameplay e storie originali

clodi95

sarebbe gradito che oltre alla notizia, pubblichiate anche la fonte. Vorrei leggermi la dichiarazione originale di MS, grazie

clodi95

Che il grosso dei giochi indie faccia sch1fo è innegabile, ma è inevitabilmente così: il grosso di tali giochi è sviluppato da gente senza un soldo bucato, mentre i tripla per definizione hanno alle spalle budgeti stellari, spero bene che MEDIAMENTE i secondi siano fatti meglio dei primi.

Sulla seconda parte invece hai torto marcio: la maggior parte dei tripla A FA RISTAGNARE IL MERCATO proponendo la solita minestra riscaldata perché sono compagnie avverse al rischio e giocano sicuro offrendo roba che già si sa che piace, mentre invece un dev indie non ha niente da perdere e rilascia giochi molto più creativi e innovativi: sono loro e le loro idee che porteranno avanti il mercato.

I "giochi-sensazione" degli ultimi anni sono Rocket League e Minecraft, vorrei fare notare...

Carb0ne

Dico che Nintendo e Sony stanno puntando molto su esclusive tripla A, mentre Microsoft si culla un po' sugli allori con multi, indie e retrocompatibilità...
una super condole per produzioni molto spesso inferiori alla concorrenza.
Su Xbox 360 c'era un buon ecosistema generale.

InterTriplete

Beh, sì, è vero. Ci sono ormai indie che valgono più di certe esclusive ps4 ridicole. Ma è chiaro che occorrono anche i grandi nomi. La cosa bella è che nessuno ha detto che non ci saranno. Tranne certi sonari che pensano di sapere tutto su Microsoft... E nel frattempo, dato che non hanno un c4zzo con cui giocare sulla loro meravigliosa "consolle" (chi ha letto l'altra notizia, riconoscerà la citazione... che figura di m3rda) e vengono qui a raccontare stronzate. Felici loro, felix tutti, e soprattutto, felix pirla.

clodi95

eh, il problema è proprio quello. Che ormai sviluppare videogiochi ha raggiunto costi esorbitanti, per cui le grosse case videoludiche tendono a "giocare sicuro" e evitare di correre rischi con progetti innovativi che deviino dal tracciato già noto e sicuro.
Oppure fissano limiti di tempo e budget che una volta raggiunti, basta, quel che è fatto è fatto, si pubblica (indipendentemente se il progetto è davvero pronto per il rilascio - *coff coff* ME Andromeda). Ormai, ogni gioco nuovo è un azzardo. Quante SH hanno chiuso i battenti negli ultimi anni?

In questo senso i team indie di sviluppo giocano un ruolo fondamentale nel portare avanti l'innovazione: sono la fucina delle nuove idee, e per questo i produttori di console (e Steam) li coccolano. Da lì sono nati giochi come Minecraft e Rocket League, per esempio...

Luca

vai 499€ di scorpio per una montagna di indie, vedo già la fila per le prenotazioni :D
questi come minimo ci dedicano mezz'ora per presentare tutti gli indie uno a uno al prossimo E3.

KaIser

ho detto che potresti essere più costruttivo..
dove vedi l'offesa ?
hai attaccato senza alcun motivo tutta una parte del settore del videogioco semplicemente sostenendo che la potenza computazionale (6 TF) non dovrebbe essere sprecata (la leggo così, correggi in caso) per dei giochetti, perchè a tuo dire Sony e MS puntano molto sui tripla A..
quando dai commenti sotto il dibattito ha fatto scaturire l'ipotesi che è proprio dal mondo indie che vengono tratte le migliori idee di gioco.

Andrej Peribar

Io solitamente trovo i tuoi interventi comprensibili. Ma giurin giurello, non ho compreso cosa hai scritto :)

Carb0ne

E offende...
una persona che la pensa diversamente da te non è scemo ma con lo scemo ci sta dibattendo!

KaIser

No, affatto..faccio notare che potresti essere molto più costruttivo del tr0ll scemo medio di sto sito

Andrej Peribar

Può essere, ma la domanda era diversa.
A che titoli AAA innovativi ti riferisci?

Davide

qualsiasi tripla A vende più di quanto non facciano i giochini indie, casi particolari a parte.

Carb0ne

Fastidio?

Masterpol

:D

Vive

Spero sia più bello di cosi però eh, questo pare a tutti gli effetti un video recorder.

KaIser

Spari sentenze gratuite "come sempre!"

Felix

Giustamente, quando praticamente non ti resta gli indie meglio puntarci su...

manu1234

https://mspoweruser. com/project-scorpio-substantially-improve-existing-xbox-one-backward-compatible-games/

KaIser

A volte gli indie non son il "giochetto di c4cc4 pixelato stile-minecraft" però..
Informati prima di sparare boiate

lore_rock

Mi sai trovare un articolo?
Comunque a questo punto io ci credo ma sarà una delle imprese più toste renderla universalmente bella perché orientali e occidentali hanno gusti molto diversi e per avere successo forse devono fare una console più vicina ai gusti orientali (e il look minimal della one s non lo é)

manu1234

Microsoft stessa

lore_rock

Che differenza c'è fra un indie e una tripla A?

lore_rock

Se un tizio ha una grande idea e riesce a svilupparla grazie a un sistema che faccia il lavoro sporco secondo te ha meno successo uno studio di titolo tripla A che anno dopo hanno devono sborsare cifre sempre più alte per magari non vendere quanto sperato?

lore_rock

Il discorso é semplice.
Fare titoli tripla A costa sempre di più e non sempre hanno il dovuto successo per rientrare nelle spese, un titolo indie invece nasce da un'idea e se sviluppata bene potrebbe con molto meno fare molto più successo e attirare più utenti.
Il problema é che fare giochi non é alla portata di tutti e quindi una valida idea potrebbe fallire per limiti tecnici, microsoft con l'esperienza che ha nello sviluppo potrebbe metterci una pezza e consentire a piccoli sviluppatori di dare forma alla propria idea e al meglio.
Se io ho una bella idea, un sistema di sviluppo semplice e poco costoso (magari aiutato da una intelligenza artificiale accurata), un team di supporto e una piattaforma che mi faccia da ottima vetrina allora con relativo poco sforzo posso fare un titolo di grande successo.

lore_rock

Chi lo ha detto?

Andrej Peribar

Davvero per capire.
A quali tripla A ti riferisci?!

Andrej Peribar

Forse è l'unica cosa con cui concordo con la divisione "games" di Microsoft detta da anni a questa parte.
Poi però esce uno zelda (titolo tripla A) e crolla il castello.

Direi che la giusta via di mezzo che rappresenta la realtà è che si ripete nel gaming quello che accade ad Hollywood, non hanno idee e spremono le saghe fino a snaturale, cambiargli gameplay, sminkiarle, renderle bminkiose per il grande pubblico.

Rischiassero sui videogiochi al posto di chiudere le IP perchè poco profittevoli o rischiose sulla carta.
Meno marketing più rischio
IMHO

bradipex

il programma id@xbox è aperto dal 2013 .. non è cosa di oggi

manu1234

"il form factor vi stupirà" potrebbe anche non essere così comunque

Carb0ne

Sei piacevole e chiaro come sempre!

Carb0ne

A me piaceva un botto la Xbox 360 del lancio, con quella forma a clessidra.
veramente moderna!

Luca Lindholm

Beh, sì, lo temo anch'io, visto che anche la one S proviene da Panos, quindi lo stile sarà questo...

Però quello della One originale continuo a preferirlo. *.*

Simone

Mi hai anticipato

manu1234

Penso sarà molto più simile a one s. Io sinceramente spero sia in alluminio (almeno in alcune parti), sarebbe molto più premium

Luca Lindholm

Io, però, vorrei tanto il design della One originale (che ho)... è troppo bello.

:(

Davide

pensa che per me il bimbominchi4 è chi gioca agli indie. Che storia, eh?

manu1234

scorpio dev kit, con un display che mostra gli fps e il carico sulla gpu, grande come xbox one s, con 1tb di ssd e uno di hdd e 0,6 tflops più potente di scorpio normale https://uploads.disquscdn.c...

Vive

Ti dirò secondo me ci sono arrivati anche tardi, su PC è cosi da anni. Se ne sono accorti giusto ora quando hanno visto che Stardew Valley ha venduto molto di più Call Of Duty, che Rocket League a distanza di due anni è ancora tra i titoli multiplayer più giocati,...

Vive

era cosi venti anni fa, i tempi sono cambiati.

Adesso chi fa un indie di successo lo vende a una grossa azienda e o si gode i soldi o continua a lavorare su quel gioco che a quel punto diventa un titolo tripla A.

Vedi Minecraft partito come un progetto indie qualunque e ora è l'IP di maggior successo per Microsoft.

Vive

Su steam è cosi da un bel pezzo in realtà.

Wrenchies

Si prospetta un bel e3 per tutte e 3 le piattaforme speriamo bene

Luigi

Uscite Cuphead che sono anni che lo aspetto..

SONICCO

Vallo a dire a quelli che son stati inc*lati con No Man Sky

KaIser

sono indeciso se inquadrarti come un bimbom1nkia o come il re di questi..

KaIser

sei proprio miope..

Total War - Warhammer II: la nostra recensione

FIFA 18: la nostra recensione

Forza Motorsport 7: la nostra recensione

Genomia: l'indie che stupisce la Milan Games Week 2017