Beenox al lavoro su una versione Switch di Call of Duty: WWII | Rumor

15 Maggio 2017 8

Call of Duty: WWII è stato presentato ufficialmente alcune settimane fa, tuttavia Activision e Sledgehammer Games hanno menzionato le sole versioni destinate a Playstation 4, Xbox One e PC senza far alcun riferimento ad un possibile debutto dell'atteso titolo sulla console ibrida di Nintendo, Switch.

Un recente Tweet sul profilo di Beenox Interactive però accende le speranze. Il team di sviluppo canadese di proprietà di Activision ha infatti pubblicato una foto accompagnata dal seguente testo:

Abbiamo recentemente ospitato due rappresentanti dell'esercito canadese per parlare della loro esperienza militare e del loro lavoro! COD

E' possibile quindi che Beenox sia al lavoro su una versione del nuovo Call of Duty dedicata a Switch considerando anche che il team di sviluppo, in passato, si è occupato di diversi porting per Wii U, tra cui Skylanders SuperChargers e i due capitoli di The Amazing Spider-Man.

Non è tuttavia da escludere la possibilità che l'incontro sia servito per un altro progetto, diverso da Call of Duty, creato magari appositamente per Switch.

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5 è in offerta oggi su a 135 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
InterTriplete

v. commento sotto! ;)

InterTriplete

Da un punto di vista commerciale, ovviamente, più giochi hai e meglio è, soprattutto se si tratta di blockbuster come quei due. Una Nintendo che supportasse un buon 90% dei multipiattaforma, con tutte le esclusive che ha, diventerebbe una sorta di "Console Unica" che sbaraglierebbe all'istante la concorrenza. A quel punto che cosa ci si comprerebbe a fare una playstation o una Xbox? Per uncharted e Forza? Belli, bellissimi, ma un po' pochino... Questo sony e Microsoft lo sanno benissimo, e non lo permetterebbero mai. Case come Ubisoft, Activision e EA vengono profumatamente pagate da sony e Microsoft per mantenere questa discrepanza, dettando regole a cui Nintendo non vuole sottostare. Leggasi royalties. Non è questa la sede per stabilire se Nintendo faccia bene o meno, se sia corretto oppure no. Non lo fa, e questo sicuramente le ha consentito anche una certa "indipendenza" nello sviluppo delle console e dei giochi proprietari nei tempi e nei modi che piacevano a loro. E' indubbio che Nintendo sia rimasta l'unica che tenta di proporre cose nuove, diversamente agli altri che puntano solo su pixel e fps, a volte con risultati commerciali sotto le aspettative (vedi Wii U) ma il più delle volte con successo (vedi 3DS e adesso Switch) in alcuni casi persino clamorosi (vedi DS che ha sotterrato sony in campo portatile, settore da cui non si è più ripresa, garantendo a Nintendo di fatto il monopolio delle portatili, e Wii, che con più di 100 milioni di esemplari venduti non solo ha battuto ps3 e Xbox 360, ma ha stabilito un limite che nemmeno ps4 riuscirà a raggiungere). Tutto questo per dirti (e mi scuso per la lunghezza del post) che fondamentalmente Nintendo non ha bisogno dei multipiatta come invece ne hanno bisogno sony e Microsoft, che hanno il 90% della libreria coperta da multipiattaforma e senza i quali avrebbero un'offerta poverissima. Nintendo riesce a fare business anche solo con le sue tantissime IP, anche restando un mercato di nicchia, ma garantendo a noi giocatori un modo sempre nuovo e diverso di divertirci, che in fin dei conti è la cosa più importante, se ci pensi. Di tre console tutte uguali, sostanzialmente, non saprei proprio che farmene! :)

Daniel Ocean

Sono d'accordo, però rimango scettico viste le richieste hardware di un gioco come cod e l'hardware di switch

GIEC

Ora, io sono solo contento se il success di Switch al lancio verrà confermato nel lungo periodo (del resto, mi sono fatto tentare da un'offerta e l'ho acquistato, quindi è anche interesse mio). Ma, per quanto è vero che nessuno comprerà mai Switch nell'ottica di giocare a COD, i titoli dì terze parti sono una componente indispensabile per l'andamento di una console, visto che allargano il bacino d'utenza dei potenziali interessati, nel caso di Nintendo oltretutto offrendo feature esclusive (vedi l'implementazione del Paddone per WiiU con titoli usciti come Deus Ex HR o anche solo annunciati come Colonial Marines - a posteriori è un bene che non sia uscito - in cui avrebbe dovuto simulare il Motion Tracker). Ma definirli un extra non strettamente necessario, a fronte del fallimento COMMERCIALE di WiiU, che Nintendo in primis non vorrà ripetere, è decisamente superficiale, per non dire sbagliato.

InterTriplete

E in ogni caso, le console Nintendo si comprano per i giochi Nintendo... ;) Tutto il resto è solo grasso che cola, ma non strettamente necessario.

Daniel Ocean

Fosse vero ben venga, ma rimango molto scettico.
Per ora, non a caso, si tratta di un rumor.

InterTriplete

La console vende, e arrivano le terze parti. Semplice come bere un bicchiere d'acqua. (Parte 2)

Davide R

HAHAHAHAHAHA!!!

Dragon Ball FighterZ: la nostra anteprima

All-Star Fruit Racing: la nostra recensione

PES 2018 Single Player: la nostra recensione

Redout: la nostra recensione