Disgaea 5 Complete: la nostra recensione

16 Maggio 2017 5

La nota serie strategica caratterizzata da elementi RPG firmata Nippon Ichi Software sta per approdare su Switch con Disgaea 5 Complete.

Non è un nuovo capitolo ma la versione completa e quindi comprensiva di tutti i DLC del quinto episodio di Disgaea uscito nel 2015 su Playstation 4. Trama e gameplay non cambiano, tuttavia i giocatori potranno contare su un numero davvero elevato di contenuti di gioco. In aggiunta vi anticipiamo che Disgaea 5 è un buon titolo da sfruttare in modalità portatile.

TRAMA

Il cattivo di turno è il demone imperatore Void Dark che, con la sua folta schiera di seguaci, ha un unico obiettivo quello di prendere il controllo di ogni regno di Neitherworlds.

Ovviamente le mire espansionistiche di Void Dark non piacciono proprio a tutti ed alcuni hanno anche altri motivi per detestare il perfido imperatore. La viziata e vanitosa principessa Seraphina, ad esempio, è decisa a tutto pur di evitare il matrimonio combinato proprio con il terribile Void Dark. Killia invece, vero protagonista del'avventura, ha altri motivi per cercare in tutti i modi di annientare il pericoloso demone.

Come da tradizione, la storia alla base del comparto narrativo non è particolarmente profonda ma è caratterizzata da uno stile comico tendente all'ironico. Non mancano personaggi dotati di forti e stravaganti personalità che difficilmente si dimenticheranno. Assistiamo a dialoghi divertenti, alcuni al limite dell'assurdo, e immancabili situazioni comiche con protagonisti gli innumerevoli personaggi dei titolo di Nippon Ichi.

Insomma nell'universo di Disgaea 5 ci si diverte e le risate non mancano: quel che manca è la localizzazione in lingua italiana che rischia di far perdere, a coloro che non conoscono bene l'inglese, alcune sfaccettature dei vari dialoghi. Un vero peccato.

GAMEPLAY

Le meccaniche di gioco riprendono ovviamente i precedente episodi, di conseguenza ci troviamo con di un gameplay tattico nel quale siamo chiamati ad affrontare un susseguirsi di scontri a turni ambientati in varie arene. Disgaea 5 è dotato di un hub centrale, il Neitherworlds personale della viziata principessa Seraphina. In questo luogo si gestiscono tutti gli aspetti del nostro team di combattenti: si possono fare acquisti, reclutare nuovi personaggi da inserire nel nostro team, potenziare le abilità e migliorare armi ed equipaggiamento.

Dall'hub, si accede ovviamente anche alle missioni legate alla trama principale ma possiamo attivare anche compiti extra che, una volta completati, garantiscono premi di vario tipo, tra cui nuovi item da usare in battaglia o più semplicemente risorse utili ad acquisire nuovi potenziamenti.

Andando avanti nell'avventura e uscendo vittoriosi dai numerosi scontri, il Neitherworlds personale di Seraphina offrirà innumerevoli possibilità. Si potrà, ad esempio, accedere all'Item World, indispensabile per incrementare il livello del nostro equipaggiamento, affrontando una serie di stage generati casualmente dove i nemici non mancheranno. Impossibile inoltre non citare la stanza degli interrogatori dove saremo in grado, attraverso un mini-gioco, di mettere sotto torchio i nemici sconfitti e successivamente catturati. Una sorta di tribunale, la Strategy Assembly, ci permette invece di modificare alcuni aspetti del gioco, tra cui la migliorare, a livello di statistiche, gli oggetti in vendita nei negozi.

Tutte le varie funzioni, che si sbloccano in modo graduale all'interno dell'hub di gioco, sono pensate per garantire al giocatore una personalizzazione totale dei vari combattenti che sono suddivisi in classi (mago, guaritore, arciere, ladri etc) e ognuno è dotato di abilità speciali e statistiche differenti, in base anche al sesso del personaggio.

Una volta scesi sul campo di battaglia dovremo usare una buona dose di tattica se per uscire vittoriosi dalle arene, sopratutto quando, avanzando nell'avventura, gli scontri diventeranno più difficili. Il sistema di combattimento ha una struttura basata sui turni e il posizionamento dei vari personaggi sul campo di battaglia riveste un ruolo fondamentale. La mappa è molto simile ad una scacchiera ed è infatti suddivisa in quadrati sui quali spostare i nostri combattenti e avvicinarli il più possibile ai nemici.

Con le creature ostili a portata di tiro, si può ovviamente decidere in che modo attaccare, sferrando attacchi tradizionali che variano a seconda del personaggio e dell'arma in suo possesso o utilizzando i colpi speciali. Saremo poi in grado di generare potenti attacchi combinati: posizionando vicini alcuni nostri personaggi potremo dare vita a delle vere e proprie "torri di combattenti" che crollano sul nemico creando ingenti danni. Se nel nostro team è presente un guaritore, curare o ripristinare la salute dei personaggi è praticamente fondamentale, in alternativa possiamo utilizzare gli oggetti presenti nell'inventario.

Aspetto di fondamentale importanza nelle battaglie, in grado di ribaltare persino le sorti di uno scontro, è la modalità Vendetta (Revenge Mode). Ogni personaggio ha infatti una barra che si riempirà nel corso dello scontro a seconda dei danni subiti dagli altri combattenti. Una volta caricata, l'eroe di turno entrerà in modalità vendetta e potrà attivare la propria Overlord, un'abilità speciale che può essere davvero devastante.

In ogni arena si affrontano svariati nemici: alcuni meno potenti, altri davvero ostici e per uscire vittoriosi pianificare ogni singolo movimento, ogni attacco e ogni azione sarà fondamentale, senza dimenticarsi che il luogo dello scontro rivestirà un aspetto primario. Ci sono arene, infatti, che forniscono bonus o malus sia ai nostri combattenti che ai nemici e campi di battaglia, ad esempio pozze avvelenate sulle quali non è consigliabile stanziare. Capita inoltre di accedere a luoghi dove speciali pannelli generano zone in grado di modificare anche le statistiche dei personaggi.

Insomma ogni scontro ci darà l'opportunità di provare strategie diverse variando anche la composizione del nostro team. Trovare i personaggi più idonei ad una determinata battaglia è infatti di primaria importanza. Uscire semplicemente vittoriosi dallo scontro però non è proprio l'unico obiettivo: in base alle nostre prestazioni, alle combo generate e agli attacchi combinati, al termine della battaglia un contatore di bonus può permetterci di ottenere esclusivi oggetti o ricompense.

TECNICA

Tecnicamente il titolo non presenta problemi degni di nota sia affrontandolo in modalità TV che utilizzando Switch in versione mobile. Proprio grazie alla tipologia di gameplay, Disgaea 5 è un ottimo gioco per sfruttare la natura portatile della console di Nintendo.

Visivamente l'RPG tattico di Nippon Ichi è colorato e con un'interfaccia di gioco chiara e accessibile a tutti. Personaggi e nemici, oltre ad essere innumerevoli, sono ben caratterizzati sia da un punto di vista estetico che a livello di statistiche, abilità e skill. Le scene animate in perfetto stile manga e le cut-scene legate a combo e attacchi speciali non deludono anche se non fanno sicuramente gridare al miracolo.

Nota leggermente meno positiva per le arene di gioco che non risultano molto ricche di dettagli e particolarmente variegate in termini di ambientazione, nonostante i campi di battaglia spronino comunque il giocatore a sperimentare strategie sempre nuove. Qualche dubbio anche sulle animazioni che, in alcuni momenti, risultano troppo rigide e, a causa degli innumerevoli personaggi, il bilanciamento non è perfetto.

Nulla da segnalare sul sistema di controllo: fluido, semplice e ben strutturato con la possibilità di osservare l'arena da diversi lati al fine di avere il quadro completo sulla posizione dei nemici, aspetto indispensabile per posizionare al meglio i nostri combattenti.

Sicuramente la mancata localizzazione in italiano potrebbe creare qualche problema sopratutto ai neofiti della serie in quanto l'intero sistema di gestione di personaggi e team è molto profondo: capire esattamente le varie meccaniche risulterà fondamentale.

CONCLUSIONE

Disgaea 5 Complete, oltre a contenere tutti i contenuti base del titolo originale, debutta su Switch anche comprensivo dei vari DLC (8 scenari extra, quattro personaggi e tre classi) ed inutile sottolineare che la longevità è garantita. Il titolo, ovviamente non presenta differenze con la versione per Playstation 4: trama e gameplay rimangono infatti praticamente invariati.

Il comparto narrativo non è sicuramente profondo ma è caratterizzato da una forte ironia che coinvolge il giocatore in un mondo a volte ai limiti dell'assurdo. Il gameplay è invece la vera quintessenza del titolo con una gestione e personalizzazione del team corposa che però deve essere capita e assimilata.

Innumerevoli contenuti di gioco garantiscono una longevità eccelenteGestione del team e personalizzazione dei personaggi corposaSistema di combattimento a turni strategico e ben strutturato
Manca la lingua italianaComparto narrativo poco profondoIl bilanciamento dei vari personaggi non è perfetto
  • GAMEPLAY 8,5
  • TECNICA 7,5
  • LONGEVITA' 9
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 8
Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 479 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MagnaManga

Considera che nella versione per switch dovrebbero già essere inclusi, anche se solo come personaggi 'bonus' per l'appunto, non credo che abbiano una storyline o che rivestano ruoli importanti (potrei sbagliarmi perché lo prenderò per la prima volta disgaea 5)

Solaris

Maledetti DLC, ma vabbè, l'importante è che non li abbiano dimenticati.
Godiamo a metà, dai. :D

ziovax

All'epoca della PS2, il primo episodio l'ho squagliato: c'avrò giocato almeno per 500 ore.
Non vedo l'ora di mettere mani su questa versione.

MagnaManga

Ci sono tutti e 3 sottoforma di personaggi dlc

Solaris

Ditemi che ci sono anche Etna, Flonne e Larhal, altrimenti non è un DISGAEA!! *sigh*

Ultra Street Fighter II: The Final Challengers, la nostra recensione

Injustice 2: la nostra recensione

Snake Pass: la nostra recensione sull'originale platform di Sumo Digital

What Remains of Edith Finch, la nostra recensione