Injustice 2: la nostra recensione

22 Maggio 2017 5

Sono passati quattro anni da Injustice: Gods Among Us, picchiaduro bidimensionale con licenza DC particolarmente apprezzato dai videogiocatori grazie alla presenza di un gameplay solido ed alla trama convincente. Superman, Batman, Aquaman, Wonder Woman e gli altri supereroi sono pronti a tornare in Injustice 2, avventura ancora una volta caratterizzata dalla lotta intestina tra le fazioni capitanate da un Superman "cattivo" e da un Batman pronto, come sempre, a far rispettare la legge senza mietere vittime.

TRAMA

In Injustice 2 Superman è intenzionato ad eliminare dalla faccia della Terra tutti i criminali del carcere di Arkham. Batman decide di intervenire per fermare l'amico di un tempo ed impedire una vera e propria mattanza. La situazione però sembra volgere al peggio a causa del tradimento di Robin, che sceglie di allearsi all'uomo di Kripton e cercare una giustizia alternativa. Nella lunga lotta Batman cattura Superman e Robin, ma la presenza di ex eroi ancora in liberà convince Bruce Wayne a mettere in piedi una nuova squadra con alleati del calibro di Harley Quinn, Black Canary, Freccia Verde e altri. Nel frattempo, dallo spazio arriva un nuovo nemico, Brainiac.

La storia viene narrata attraverso dodici capitoli suddivisi in quattro scontri ciascuno. Ogni episodio è arricchito da una recitazione decisamente credibile che cattura l'attenzione del giocatore, grazie alle situazioni proposte ed ai dialoghi tra supereroi e villain. Sono inoltre presenti due finali, a seconda dello schieramento scelto durante le fasi finali di gioco. Le cut-scene e le fasi di combattimento si alternano in maniera naturale e senza alcun tipo di stacco, una soluzione magistralmente orchestrata ed è in grado di garantire una continuità come pochi titoli sanno fare.

La longevità è assicurata dalla presenza di alcune modalità aggiuntive davvero ispirate. Dalla sala di controllo di Brother Eye è possibile accedere al Multiverso, una serie di mondi alternativi scoperti da Superman e caratterizzati dalla presenza di anomalie da sistemare con l'intervento del videogiocatore. Sono naturalmente presenti anche le consuete opzioni per l'Incontro Singolo, l'Addestramento e i Tutorial, che non hanno bisogno di presentazioni.

Non mancano le modalità multiplayer, sia locale che online, il tutto condito dalla presenza delle Gilde, una sorta di sezione dedicata ai clan che permette ai giocatori di affrontare sfide giornaliere e settimanali pensate ad hoc.

GAMEPLAY

Injustice 2 è un picchiaduro, di conseguenza è necessario valutare con la massima attenzione il combat system. La soluzione proposta da NetherRealm non è lontana da quanto visto nel primo capitolo e conferma ancora una volta l'immediatezza e la facilità con cui è possibile assimilare le meccaniche di gioco. Rispetto al passato, i tasti dedicati all'attacco sono stati ridotti a tre, mentre il quarto pulsante attiva un'abilità speciale unica per ogni lottatore. La parata viene effettuata semplicemente tenendo premuta la levetta nella direzione opposta a quella in cui è rivolto il giocatore, come accade in Mortal Kombat per intenderci, mentre la barra dedicata alle mosse avanzate, posta nella parte inferiore dello schermo, segnala possibilità di eseguire super mosse, combo breaker e molte altre soluzioni in grado di ribaltare le sorti del match. Il trigger destro svolge una funzione importante, dato che consente di sfruttare i vari rimbalzi dell'avversario ed inanellare combo su combo mentre ha la guardia abbassata.

Di grande importanza sono gli elementi interattivi presenti nello scenario. Premendo il dorsale destro, è possibile sfruttare oggetti per infliggere danni o attivare mosse evasive, introducendo quel pizzico di imprevidibilità nella strategia del giocatore. Lo stesso vale per la classica super mossa, che infligge numerosi danni al malcapitato nemico, il tutto condito da cut scene davvero epiche.

La strategia di gioco porta però il giocatore a tenere conto della possibilità di recuperare energia tramite il Clash System, battezzato in italiano come Scontro: viene attivata una veloce scena interattiva tra i due contendenti e chiesto al giocatore di scommettere un numero di barre energetiche, per un massimo di quattro, direttamente dal contatore della mossa speciale. Il lottatore che opterà per il numero maggiore vincerà la sfida e si vedrà rimpinguare la barra vitale di una determinata percentuale. E' bene sottolineare che Scontro è attivabile solo dopo aver raggiunto il secondo contatore della vita.

In Injustice 2 non esistono round ma ogni personaggio dispone di due barre vitali. Non è quindi possibile tirare un sospiro di sollievo e lasciarsi sconfiggere volontariamente per passare al round successivo se le cose si mettono male. La soluzione costringe gli utenti a non mollare praticamente mai, continuando a valutare come spendere le barre della special. Tra combo breaker, juggler, capriole per evitare l'avversario, mosse speciali e Scontro la scelta risulta davvero ardua.

Se da un lato abbiamo apprezzato moltissimo tutte le possibilità appena descritte, dall'altro non possiamo che sottolineare ancora una volta di essere di fronte ad un sistema comunque fin troppo legnoso e limitato. Dopo aver trascorso diverse ore di gioco, si nota subito la differenza con altri esponenti del genere che permettono di mettere in campo soluzioni più "fantasiose". Scordatevi quindi i tecnicismi di Street Fighter in favore di un'esperienza più limitata, ma divertente.

Apriamo una piccola parentesi sulla modalità Multiverso e sul sistema di personalizzazione dei personaggi. In Multiverso ogni mondo parallelo propone alcune sfide da portare a termine in un tempo limite e con diversi livelli di difficoltà. Concludendo diverse battaglie, è possibile guadagnare varie ricompense che possono essere spese per acquistare equipaggiamenti per gli eroi e migliorarne le statistiche.

Il Gear System è il vero fiore all'occhiello di Injustice 2. Le categorie personalizzabili sono tre: Equipaggiamento, Abilità e Shaders. Come anticipato nella nostra anteprima, disponibile a questo link, affrontando le varie sfide, è possibile acquisire elementi per personalizzare i personaggi alla fine di ogni match. Ogni oggetto sbloccato possiede dei bonus e dei malus, che modificheranno le statistiche legate a Forza, Abilità e Difesa. Ovviamente il set base di ogni personaggio non propone alcun bonus aggiuntivo, di conseguenza la vera sfida sta nella raccolta di tutti gli oggetti in game, che possono essere non solo conquistati battaglia dopo battaglia, ma anche spendendo i propri crediti all'interno del Caveu di Brother Eye. In tale location sono presenti infatti speciali casse, contenenti oggetti aggiuntivi di rarità differente. Il giocatore potrà decidere darsi al collezionismo estremo o di vendere gli oggetti meno graditi riaccumulando crediti per lanciarsi in una nuova "sbustata", come accade, ad esempio, nella FUT di FIFA.

MULTIPLAYER

Nei nostri test online non abbiamo mai riscontrato problematiche legate ai server di gioco. Il lag è inesistente, a parte in qualche raro caso. La struttura proposta da NetherRealm consente di affrontare match classificati in cui i partecipanti vengono associati in base al livello raggiunto. Le modalità multigiocatore disponibili sono Re della Collina e Versus e potranno essere affrontate utilizzando sia gli equipaggiamenti base dei personaggi, sia quelli personalizzati (ved. sopra).

Affrontare il gioco online senza una preparazione alle spalle e potenziamenti conquistati in precedenza significa avere la vita dura fin dal primo scontro. Il consiglio è quello di cimentarsi nelle competizioni online dopo aver perfezionato il proprio personaggio preferito, per disporre della configurazione più performante. Ad oggi, non è ancora possibile stabilire se il Gear System sbilancia l'esperienza online a causa di bonus troppo elevati, visto che il numero di ore di gioco non è ancora così elevato. Nelle prossime settimane si potranno effettuare analisi più accurate.

TECNICA

Il comparto tecnico di Injustice 2 risulta curato quasi sotto ogni punto di vista. I modelli poligonali dei personaggi mettono in risalto ogni muscolo, stessa cura si ritrova nella resa dei vestiti indossati dai lottatori, caratterizzati da un numero di dettagli elevato e animazioni convincenti.

Al contrario, abbiamo riscontrato una certa legnosità nelle animazioni durante i combattimenti e soprattutto nelle cut-scene della Campagna principale. Siamo comunque di fronte ad aspetti negativi che non intaccano la valutazione complessiva.

Il comparto audio è convincente, il doppiaggio invece lo è un po' meno. Apprezzabile è infatti la completa localizzazione in italiano, come del resto la presenza di doppiatori del calibro di Matteo Zanotti e Riccardo Peroni, mentre dall'altro lato abbiamo notato scambi di battute tutt'altro che curati e addirittura fuori sincro.

COMMENTO FINALE

Injustice 2 è un ottimo titolo che offre ai giocatori un picchiaduro con una curva di apprendimento scalabile abbastanza velocemente. Le combo da imparare sono poche, ma il tutto viene condito dalla presenza di una gestione della barra dedicata alle mosse speciali che permette di variare l'approccio tattico. Siamo comunque lontani dai tecnicismi di Street Fighter e titoli simili, che hanno però un target completamente diverso.

La presenza di un buon numero di modalità di gioco e un comparto tecnico convincente sono fattori assolutamente da tenere in considerazione, come del resto i già citati aspetti migliorabili del doppiaggio e delle animazioni. Injustice 2 resta comunque un prodotto interessante e piacevole da affrontare.

  • GAMEPLAY 8,5
  • TECNICA 8
  • LONGEVITA' 9
  • MULTIPLAYER 8
  • GLOBALE 8,5
Gameplay semplice ma curatoRoster varioOttimo numero di modalitàVisivamente convicente...
...ma con animazioni ancora legnoseDoppiaggio da rivedereBilanciamento non proprio convincente

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, compralo al miglior prezzo da Euronics a 599 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Il Preside

Gasati ancora per poco perché quando uscirà One X vorrò vedere proprio i conti della massaia con le tue uscite certosina sula risoluzione!!

nexusprime

sono picchiaduro diversi.
questo è tipo Mortal Kombat non sono paragonabili

Legend94

Non credo proprio, bisogna vedere se bandai tira fuori un altra sch1fezza come tekken 6....

Frank West

Questo picchiaduro è zero paragonato a Tekken 7 che è il migliore in assoluto.

ghost

L'hanno semplificato ancora di più? D:

Dragon Ball FighterZ: la nostra anteprima

All-Star Fruit Racing: la nostra recensione

PES 2018 Single Player: la nostra recensione

Redout: la nostra recensione