EA Play 2017: le nostre considerazioni sulla conferenza di Electronic Arts

11 Giugno 2017 21

L'E3 2017 è finalmente partito. Electronic Arts ha avuto l'onore, e comunque l'onere, di aprire le danze con una conferenza stampa dedicata alla propria line-up. Abbiamo assistito ai sessanta minuti di conferenza, più una mezzoretta di gameplay dedicato a Star Wars Battlefront II, con piacere, seppur la struttura dello spettacolo in sé ha messo alla luce alcuni passaggi negativi, almeno per quanto riguarda l'organizzazione stessa.

SPETTACOLO SOTTOTONO

La scaletta studiata da Electronic Arts non ha saputo colpire nel segno a causa di una serie di annunci poco coinvolgenti, quasi freddi. Ci saremmo aspettati una presentazione completamente diversa e soprattutto molto più rumorosa data la presenza di nuove IP e soprattutto di un titolo alla ricerca di riscossa, tale NBA Live 18. Poco convincente anche l'annuncio della modalità Long Shot di Madden NFL 18, sezione che si ispira a Il Viaggio di FIFA che avrebbe meritato di essere maggiormente approfondita. Ci saremmo aspettati anche qualche minuto di gameplay aggiuntivo di FIFA 18, di cui potete leggere il nostro provato seguendo questo link, ma siamo certi che arriveranno presti diversi filmati.

La verve. EA ha completamente dimenticato il fattore verve, in favore di uno show adatto a quella fetta di pubblico appartenente agli addetti ai lavori. Per tenere banco era semplicemente necessario raccontare meglio quanto proposto sul palco, con qualche momento epico, ospiti e soprattutto maggiori dettagli. Anche gli oltre trenta minuti di gameplay dedicati a Star Wars Battlefront II non hanno saputo colpire nel segno a causa di un commento e una regia non proprio curati.

PARCO GIOCHI SOLIDO

La medaglia è stata per fortuna rovesciata proprio dai titoli mostrati. Il parco giochi è solido e mette in risalto una serie di avventure che sembrano possedere tutte le carte in regola per essere dei veri e propri must buy. Oltre alla ricerca della perfezione di FIFA 18, spiccano senza dubbio A Way Out e Anthem, due nuove IP pronte a soddisfare i palati di diversi genere di videogiocatore. A Way Out si baserà completamente sull'esperienza cooperativa mentre Anthem ha tutta l'aria di essere un prodotto in grado di tenere il giocatore sul filo del rasoio in maniera costante. Durante la conferenza Microsoft sarà possibile contare su nuove informazioni dedicate al prodotto di Bioware dato che verrà mostrato su Project Scorpio.

Anche Need for Speed Payback pare promettere bene. La concezione di gioco sembra virare verso Burnout, con conseguenza innalzamento dell'asticella all'indirizzo di momenti spettacolari.Lo stesso vale per Star Wars: Battlefront II, sparatutto che, nonostante la presentazione poco ispirata, possiede una serie di elementi davvero imperdibili.

Potete trovare tutti gli annunci fatti da Electronic Arts seguendo questo link.

CONSIDERAZIONI FINALI

Promossa con sufficienza quindi la conferenza EA Play di Electronic Arts. La line-up svelata è convincente e sarà certamente in grado di coinvolgere i videogiocatori maggiormente rispetto a come sono stati annunciati. Completamente rivedere, e caratterizzare, la struttura dei momenti sul palco. I boss della società americana avrebbero dovuto garantire maggior spazio ai titoli stessi e proporre approfondimenti in grado di incuriosire maggiormente il pubblico.

VOTO: 6,5

Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017, compralo al miglior prezzo da Amazon a 172 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
FabrizioSilveri

Si ok, e la presentazione da MS non era manco male (e grafica meravigliosa, forse meglio di qualsiasi cosa vista su PC persino), però allora qualsiasi trailer è "un possibile must buy"!

FabrizioSilveri

Visto ora, non male e splendida grafica, ma la domanda rimane... Di must buy anche solo probabili non se ne sono visti... Poi certo, possibili, ma qualsiasi cinematic trailer allora è "un possibile must-buy"

FabrizioSilveri

HAHAHAHA potrebbe essere un'idea!

xpy

Già, allora se tanto mi dà tanto chiediamo un remake di Burnout così ne esce uno del primo MW

Manuelicata

Athem lo presenteranno con la Scorpio

ghost

Secondo me hanno capito che la gente compra sempre e comunque quindi non serve convincerla come un tempo

GiorgioGR

SW Battlefront 2 lo attendo nella speranza che siano state risolte le pecche del primo titolo (molto probabilmente lo prenderò a 10-15€ a qualche mese dall'uscita) e A Way Out sembra davvero molto interessante (sarà sicuramente mio). Per il resto, Anthem non mi ha incuriosito affatto, mentre dei giochi sportivi sinceramente mi importa meno di zero. Ah vabbè, il Need for Speed non voglio neanche commentarlo.

FedEx

Io ci spero ancora in Paradise 2 ...

SketchT

Per ora gli diamo il beneficio del dubbio. Il trailer è ispirato, quindi si spera.

FabrizioSilveri

L'ho detto che è "solida", sono d'accordo.
Però nulla di più, proprio zero...

FabrizioSilveri

Ma sono anni che NfS prova a prendere elementi da Burnout e non è MAI andata bene.
Anche perché pure Burnout è un brand morto e sepolto che dopo Paradise (2008) non ha prodotto nuovi giochi, se il punto è "cercare idee adatte al momento storico" certo non è la serie di Criterion quella a cui attingere.

SketchT

La line-up è solida. A parte NBA, il resto sono titoli interessanti. A Way Out è intrigante e Anthem è di Bioware, un marchio una garanzia. FIFA continua a migliorarsi e NFS potrebbe davvero stupire. Poi ovvio, mi sto basando solamente su quanto visto ieri, a parte fifa che abbiamo provato qualche settimana fa, quindi il condizionale è obbligatorio.

FabrizioSilveri

Io intendevo appunto l'originale del 2005, che è ancora il miglior racing arcade di sempre, quello uscito nel 2012 fa tanto schifo che già l'anno scorso EA lo dava a ZERO EURO. MW 2012 ha lo stesso titolo ma è la brutta copia di Burnout, non ha nulla a che vedere con Most Wanted, in primo luogo nel gameplay di guida, che ha nell'originale MW il punto più alto dei racing arcade.
Rifare lo STESSO GIOCO sembrerà una cazzata, ma verrebbe un gioco migliore degli ultimi 10 anni di Need For Speed.

DIXON

L'unica cosa buona é che i DLC si Battlefront II saranno gratis.

Vive

Per me voto 4.

Una noia mortale, la solita roba mostrata, zero sorprese e tanti momenti cringy.

FabrizioSilveri

Sinceramente, ma i must buy dove li avete visti?
Ok, One Way Out sembra interessante, ma ancora tutto da dimostrare, di ATHEM non sappiamo nulla e il resto non sono neanche annunci, sono i soliti cambiamenti di FIFA e Madden che si spera siano in positivo e il solito DLC di Battlefield che si spera valga i soldi che costa...
Conferenza decente, ok, ma non c'è stato neanche per finta il botto, e nessuo di questi è un must buy

Gaston_E3

Percme pessima conferenza da parte di EA:

Solito Fifa
Solito Madden
NFS come sempre molta grafica ma ha tutto da dimostrare
Il gioco inedito: 2 fratelli che evadono dal carcere = Uncharted 4
ATHEM sembra interessante ma verrà mostrato per bene solo alla conferenza Microsoft...

xpy

Beh, di Most Wanted il remake esiste già(2012), quello originale è uscito nel 2005

SketchT

NFS ha bisogno di una grossa rinfrescata. Aggiungere alcune meccaniche o effetti di Burnout potrebbe essere la via giusta per proporre finalmente qualcosa di davvero intrigante.
L'epicità di U2 e Most Wanted sono legate al momento storico e non solamente al gioco stesso. Le "mode del momento" sono legati ai gusti della massa di giocatori, target ampio che detiene l'ago della bilancia.
Certo, apprezzerei una remastered di U2 ma per un prodotto nuovo ci vogliono elementi diversi.

FabrizioSilveri

Un remake di Most Wanted, paro paro con le macchine e la grafica aggiornate, lo comprerei al volo.

Garden

Come fa Payback a promettere bene quando nella riga sotto dite che vira verso Burnout?

NFS ha già dimostrato che dev'essere un NFS e non un Burnout, vi siete già dimenticati MW 2012 che era Paradise (che funzionava benissimo in quella formula) con una skin alla nfs e reso incredibilmente noioso?

E non è neanche una critica a Payback ma al commento in sé, Nfs che somiglia ad un Burnout non mi sembra molto positiva come cosa, visto che tutti rivorrebbero i tempi di Mw, Underground 2 e talvolta pure con qualcosa di Carbon seppur apprezzato meno

Total War - Warhammer II: la nostra recensione

FIFA 18: la nostra recensione

Forza Motorsport 7: la nostra recensione

Genomia: l'indie che stupisce la Milan Games Week 2017