Skylar & Plux: Adventure on Clover Island, la nostra recensione

19 Giugno 2017 4

I platform anni'90 possiedono da sempre un fascino davvero particolare. Il genere si è effettivamente evoluto in produzioni caratterizzate da elementi sempre più vasti, ma rimettere le mani su un titolo in grado di farci tornare con la mente a quei momenti così ispirati è sempre piacevole.

Right Nice Game decide di riprendere le meccaniche introdotte grazie ai vari Jak & Daxter, Ratchet & Clank e simili, proponendo Skylar & Plux: Adventure on Clover Island, avventura tanto immediata quanto divertente, ma purtroppo colpita da alcuni dettagli non proprio convincenti.

Andiamo quindi ad analizzare i vari aspetti legati a Skylar & Plux: Adventure of Clover Island.

TRAMA

Il giocatore sarà chiamato a vestire i panni di Skylar, gatta bipede equipaggiata con uno strano macchinario sul braccio. L'eroina di turno viene rapita dal malvagio CRT, robot che ha come obiettivo quello di cancellare la memoria di Skylar e trasformarla in una vera e propria macchina da guerra.

Grazie all'oggetto presente sul braccio, la protagonista riesce a fuggire. Un'avaria alla navicella la costringe però ad approdare su Clover Island, luogo in cui fa la conoscenza di Plux, abitante dell'isola dalle fattezze di un volatile con indosso un cappello da aviatore. L'avventura ha inizio da questo strambo sodalizio. La coppia si trova infatti a dover confrontarsi con le forze nemiche, strada che porterà il duo al cospetto di CRT, il quale è colpevole di aver catturato tutti gli abitanti di Clover Island e conquistato l'isola con le forze robotiche a disposizione.

GAMEPLAY

Skylar e Plux dovranno quindi attraversare le tre aree che compongono Clover Island e raccogliere altrettante sfere speciali, le quali dovranno essere inserite nel Siphon. Il gameplay si basa sulla più classica concezione dei platform game, di conseguenza il giocatore si troverà a esplorare in sequenza le tre ambientazioni, senza possibilità di scelta, raccogliere delle speciali gemme rosse, in grado di fungere da vere e proprie chiavi per liberare gli abitanti di Clover Island dalle gabbie in cui sono stati rinchiusi, e dirigersi verso la fine dello stage. L'apertura della prigione è legata, solitamente, alla spesa di cento gemme, artefatti che possono essere accumulati tramite l'esplorazione delle zone, la rottura di casse e l'eliminazione dei cattivi di turno tramite i classici combattimenti. Ovviamente non è obbligatorio sbloccare tutte le gabbie, 51 sul totale, ma si tratta comunque di una buona pratica per allungare la longevità di gioco.

Le fasi esplorative sono arricchite dalla presenza di alcune abilità di Skylar. La protagonista potrà disporre di una corda magnetica da utilizzare per raggiungere appigli altrimenti irraggiungibili, un jet pack per svolazzare in aria, un sistema per attivare il bullet time e molto altro. Con l'avanzare dell'avventura si verrà in possesso di diversi gadget in grado di aumentare gli skill di Skylar e potenziarla sia a livello di equipaggiamento che di fuoco. Skylar & Plux: Adventure on Clover Island non è infatti un'avventura lineare. Spesso e volentieri si potrà tornare sui propri passi e sfruttare il nuovo oggetto di turno per raggiungere una location prima non disponibile. Il backtracking non risulta mai invasivo, anzi dona all'avventura quel pizzico di varietà in più.

Siamo rimasti colpiti, purtroppo in maniera negativa, dal sistema di combattimento. Le lotte sono spesso caotiche e gli stessi movimenti della protagonista non risultano precisi. La stessa critica va rivolta inoltre alla varietà dei nemici proposta, davvero bassissima, e alla IA stessa, la quale non propone un livello di sfida così elevato da rendere difficoltosi gli scontri.

TECNICA

Il motore grafico di Skylar & Plux: Adventure on Clover Island non è assolutamente in grado di sfruttare al massimo l'hardware delle console di nuova generazione. Molto probabilmente è una scelta ad hoc adottata dagli sviluppatori per ricordare i tempi passati di Playstation 3, ma avremmo preferito assistere a un prodotto condito da un numero di elementi e dettagli sullo schermo molto più elevato e soprattutto rifinito. Lo stile cartoon ha comunque verve da vendere e le ambientazioni stesse risultano ispirate. Skylar si troverà a esplorare location a sfondo nipponico, antico e robotico, tipologie ottimamente contestualizzate data la presenza di strutture perfettamente a tema.

Apprezzabile anche il metodo narrativo utilizzato per l'occasione. La trama viene raccontata utilizzando una serie di vignette caratterizzate da un buon tratto e una scelta delle tonalità ottimale. Al contrario, la presenza di testi e doppiaggio completamente in inglese potrebbero non piacere ai videogiocatori poco avvezzi alla lingua anglosassone. Il comparto audio è comunque accattivante e diverse soundtrack non tarderanno a entrarvi nella testa, sullo stile dei tormentoni estivi.

COMMENTO FINALE

Skylar & Plux: Adventure on Clover Island è un'avventura piacevole da affrontare. Dal sistema di controllo immediato, il prodotto di Right Nice Game è un vero e proprio tuffo nel passato, forse fin troppo, a causa di un motore grafico non proprio all'altezza della situazione. Siamo di fronte al classico titolo leggero e senza pretese, in grado di richiamare perfettamente alla memoria le produzioni simili, in voga ormai una decina di anni fa, se non oltre.

  • GAMEPLAY 7,5
  • TECNICA 6,5
  • LONGEVITA' 8
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 7

Adatto a tuttiMolti segreti da scoprire
Tecnicamente arretratoCompletamente in inglese
Una scelta vincente sotto i 200€? Wiko Fever, compralo al miglior prezzo da Monclick a 154 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gabriel #JeSuisPatatoso

Steam, XBox e PS4

Emiliano Frangella

Vi giuro che leggendo l'intera rella non ce scritto e non ho capito per quale piattaforme è uscito, tutte??

Gabriel #JeSuisPatatoso

Interessante questo (silenzioso) ritorno dei platform. Questo non sembra troppo rifinito, ma su Steam costa 15 euro. Ci sta che non sia paragonabile ad altri. Aspetto di vedere il remake di Crash e Super Lucky's Tale

ghost

Speriamo i controlli non siano così brutti visto che in un platform sono la cosa più importante.

Get Even: la nostra recensione

Star Trek: Bridge Crew, la nostra recensione

Dirt 4: la nostra recensione

E3 2017: date, orari e dove seguire tutti gli eventi più importanti