PES 2018: la nostra anteprima

03 Luglio 2017 64

Durante l'E3 2017, Konami ha mostrato al pubblico una corposa presentazione di PES 2018, nuovo episodio di una saga da anni alla ricerca degli antichi splendori. La versione modificata del Fox Engine è ormai una costante della serie, tecnologia in grado di garantire un impatto visivo davvero superlativo.

Durante l'evento di presentazione, in quel di Milano, abbiamo potuto testare le novità introdotte per l'occasione con una demo dalla build piuttosto avanzata, a parte per qualche problema legato alla IA. Di seguito, le nostre prime impressioni su PES 2018.

PRIMA LA TEORIA...

Kei Masuda, Akane Oyagi e Adam Bhatti sono i ciceroni che hanno speso diverse parole sul nuovo Pro Evolution Soccer. I tre anni spesi nella nuova generazione di console hanno permesso al team di sviluppare un titolo finalmente in grado di competere con FIFA e basato su un motore grafico capace di riprodurre modelli poligonali incredibilmente vicini alla controparte reale.

Dopo aver ricordato la presenza come bonus preorder di Usain Bolt come Agente per la modalità MyClub e di Diego Armando Maradona come Ambassador del gioco, Konami conferma ancora una volta la modalità 3VS3, sottolineando l'importante possibilità di affrontare l'esperienza calcistica in coop. La Beta Version, fissata per i giorni dal 20 al 31 luglio su Playstation 4 e Xbox One, darà modo di testare proprio la sezione 3VS3, da approfondire assolutamente.

La presentazione passa quindi ai veri punti di forza del gioco e alle novità introdotte per l'occasione. Il gameplay è stato impreziosito da una serie di nuove routine in grado di garantire un maggiore feeling una volta con la palla al piede. La maggiore reattività permette all'utente di scegliere velocemente se mantenere il possesso palla oppure creare spazi per adottare una particolare strategia. Tutto questo viene condito dalla presenza di un gioco molto incentrato sul fisico dei giocatori. I calciatori più corpulenti possono infatti far valere la loro stazza per rubare la palla all'avversario di turno, il quale può comunque contare sulle proprie abilità di controllo della sfera per rendere vano l'attacco. Capiterà inoltre di vedere gli atleti aggiustarsi il pallone con diverse parti del corpo, petto, stomaco e coscia compresi.

La fisica della palla è stata modifica e resa molto più realistica. Lo stesso vale per le punizioni e i calci di rigore, i quali verranno battuti tramite una nuova inquadratura che permette al giocatore di avere una chiara visuale di ogni elemento sullo schermo.

Il fiore all'occhiello di PES 2018 è senza dubbio il motore grafico Fox Engine, tecnologia che garantisce la presenza di modelli poligonali incredibilmente vicini alla realtà. Lo stesso vale per le animazioni, specifiche per ogni calciatore. Durante la partita sarà possibile inoltre godersi le espressioni facciali dei calciatori, le quali evidenziano i sentimenti dell'atleta in un determinato frangente della partita. Konami ha dato largo spazio inoltre agli aspetti di contorno, che mettono in risalto i momenti degli atleti negli spogliatoi, il pubblico reattivo e la ricostruzione fedele degli stadi.

Apriamo una piccola parentesi sui portieri. Bhatti e Masuda hanno confermato il grande lavoro fatto dagli sviluppatori sui portieri, i quali hanno subito una grossa rifinitura alla IA e alle animazioni, molto più fluide e naturali rispetto a quanto visto in precedenza.

... E POI LA PRATICA

Terminata la presentazione, è stato possibile affrontare sessioni di gioco libere, per provare il feeling con il Calcio targato Konami. Il primo impatto è stato davvero convincente. Il ritmo di gioco è senza dubbio elevato, di conseguenza le azioni si susseguono una dietro l'altra, dando poco spazio a manovre lente ma esaltando di fatto una concezione di gioco molto rapida. Avere in mente fin da subito l'azione da imbastire è la vera chiave per prendere in contro tempo l'avversario, il quale è chiamato comunque a gestire un comparto difensivo ben piazzato, almeno durante le prime fasi di gioco. Con l'avanzare del tempo infatti, le squadre si allungano a causa della stanchezza, lasciando di fatto pericolosi buchi da colmare con una gestione della squadra oculata.

Siamo rimasti davvero colpiti da un gameplay completamente libero. Da anni viene sottolineato che i binari sono praticamente spariti ma comunque leggermente presenti, almeno fino ai capitoli precedenti. In PES 2018 la liberà di movimento dei calciatori è massima, quindi il limite delle azioni possibili è legato solamente alla fantasia del giocatore stesso. Abbiamo provato a imbastire sia offensive sulle fasce laterali che attraverso il centrocampo. Entrambe le squadre si muovono con le giuste tempistiche e automatismi, di conseguenza trovare uno spazio per andare a rete non è cosa facile, soprattutto se ci si ferma a cincischiare con la palla. Il sistema dei passaggi non è infatti precisissimo, come è giusto che sia, di conseguenza quel margine di errore dettato da un calcio troppo leggero o una direzione non eseguita bene può significare una grossa apertura nella difesa. Da sottolineare la presenza di un secondo cursore posto sulla testa del compagno di squadra, icona che indica quale atleta si andrà a controllare in caso si passasse la palla. La soluzione risulta comoda e funzionale, quindi bisognerà modificare leggermente il proprio stile di gioco e sfruttare al massimo questa funzione.

Abbiamo storto il naso di fronte una grossa efficacia dei passaggi filtranti alti, i quali ci hanno garantito la volata verso il portiere diverse volte. La difesa sembra lasciarsi cogliere fin troppo di sorpresa, soprattutto i due centrali che sembrano non reagire in maniera immediata al colpo del centrocampista avversario. Ci siamo imbattuti anche in un paio di uscite infelici da parte dell'estremo difensore, aspetto che potrebbe essere comunque legato a una build effettivamente non definitiva. La versione finale del gioco sarà sicuramente in grado di proporre ai giocatori un'esperienza limata sotto ogni punto di vista. Al contempo è necessario sottolineare che i portieri ci sono parsi estremamente reattivi. Fare goal non è certamente semplice, di conseguenza possiamo comunque ritenerci soddisfatti, almeno per ora.

La demo ha messo a disposizione cinque team, tali Barcellona, Borussia Dortmund, Liverpool, Atletico Madrid, e Brasile. Ogni singolo giocatore è riconoscibile grazie alla corporatura, praticamente identica alla controparte reale, e alle animazioni. La corsa di Neymar è inconfondibile, come del resto le movenze di Messi. Gli appassionati di calcio noteranno fin da subito ogni singola movenza dei propri beniamini, i quali sono stati ricreati con una precisione davvero certosina.

PRIME IMPRESSIONI

Impossibile non ammettere di essere rimasti colpiti da PES 2018. Il calcio secondo Konami è frenetico al punto giusto e propone una concezione di gioco fresca, divertente e soprattutto adatta a tutti. Il gameplay permette di controllare con assoluta libertà il calciatore stesso con il quale è possibile lanciarsi in azioni spettacolari e in grado di mettere in crisi la difesa degli avversari.

Konami deve assolutamente correggere le piccole lacune riscontrate e limare al massimo il comportamento sia della difesa che dei portieri. Per il resto PES 2018 è davvero in grado di dire la sua in un mercato condotto dalla serie FIFA.

Vi ricordiamo che PES 2018 uscirà il 14 settembre su Xbox 360, Xbox One, Playstation 3, Playstation 4 e PC. Proprio per quest'ultima piattaforma, Konami ha confermato che la versione del gioco sarà finalmente al livello di quella delle console della generazione corrente.


L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus è in offerta oggi su a 352 euro oppure da Media World a 599 euro.

64

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Allons-y

Si, nei tuoi sogni. Gioca a full manual su fifa e ne riparliamo magari

densou

esatto. Poi, soggettivamente parlando, ho trovato pes2017 il "meno peggio" non tra i due ma da ANNI a questa parte. [/rimpiango pes6 e predecessori su pc]

ale

Si vede che il tuo primo gioco è stato fifa e solo molto tempo hai usato pes.

RectorSith

E come mai possiedi giochi che ritieni imbarazzanti?

RectorSith

Io sinceramente tutti sti binari in PES non li ho visti, almeno non nel 2017: ovviamente si parla di full manual.
FIFA ha sicuramente un range di animazioni più largo in particolare per il contrasto fisico e per i dribbling ma la libertà di movimento del singolo giocatore mi pare abbastanza simile.
Cosa intendi con tiri leggeri? Non ho capito .

skorpion83

Oramai fifa può permettersi di fare solo piccoli accorgimenti (ma davvero piccoli) visto che pes non riesce a migliorarsi né a tornare lontanamente ai fasti di un tempo.
Un vero peccato.

skorpion83

Il fatto è che fanno schifo entrambi.
Anche io gioco a fifa ma solo perché pes è davvero imbarazzante avendo ancora i binari. Ma ciò vuol dire che fifa è l'unica alternativa per chi, come me, adora il calcio virtuale.
Fifa ha i suoi difetti, da sempre : portieri imbarazzanti sui tiri a giro, calci d'angolo preimpostati (basta il solito cross nello stesso punto per segnare sempre), rigori dati anche su tackle puliti, visi di giocatori arcinoti fatti con sufficienza. Pes ha difetti molto più gravi, binari e tiri molto "leggeri". Tra i due, forse, è migliore fifa almeno per la longevità (tante squadre, fut, il viaggio, carriera).

Davide

Ahahahah ha dei difetti? Dovrebbero cessare la produzione

il Gorilla con gli Occhiali

Ma i miei sono da sole.

Gabriel #JeSuisPatatoso

Non ho bisogni occhiali per fortuna ;)

LH44

giocaci per un po e poi ne riparliamo

il Gorilla con gli Occhiali

Ti presto i miei occhiali se vuoi amico!

Gabriel #JeSuisPatatoso

non so se hai visto i dettagli delle piste su GranTurismo ... Va bene che tutti trascurano la pista e curano solo i poligoni delle macchine, ma GT Sport (parlo della beta a cui ho giocato) è vergognoso. Idem il rombo dei motori.
Pes ha la grafica meno plasticosa rispetto a Fifa, ma gli stadi sono di una tristezza immensa. Il campo dove gioco a calcetto da più atmosfera.

il Gorilla con gli Occhiali

Ah quindi tu vorresti dire che Gran Turismo e PES si vedono male, capisco...

il Gorilla con gli Occhiali

Non hai mai avuto PES ho capito.

Gabriel #JeSuisPatatoso

tu tra GT e Pes vivi 10 anni nel passato amico mio

RectorSith

Il gioco in difesa di FIFA infatti mi piace, è decisamente più completo di PES. Ma che ti devo dire, alla fine finisce sempre che con PES mi diverto di più.

Chevlan

Allora li butto volentieri i 50 €

Massi91

L'ho visto da amici

ale

Fifa è e sarà sempre per bambini. Pes a difetti ma fifa è talmente irreale da far appassionare chiunque.

LH44

Se sai giocare in difesa FIFA è stato bilanciato come si deve.

RectorSith

Sicuramente è molto miglorabile. Il dribbling per me va bene così, il peso che ha in FIFA è eccessivo, a questo punto preferisco quello di PES (dove comunque c'è anche se ha un peso ridotto nell'economia di gioco e nelle singole situazioni).
Il sistema di scatto di FIFA mi piace molto ma, come per il dribbling, mi pare abbia un peso eccessivo: ci sono giocatori che palla al piede volano via e addio.
Però ripeto quello che ho scritto qui da qualche parte, capisco benissimo perché un fan di FIFA non passi a PES.

RectorSith

Si, a parte Anfield e il Camp Nou che danno grande atmosfera anche in PES.

LH44

In pes il dribbling non esiste, come non esiste lo scatto in velocita. Ci sono alcuen cose bene fatte, tipo la fisica del pallone escludendo i tiri che non hanno nulla di realistico. Carini i portieri ma ci sono sempre delle situazioni che non mi convincono

Alessandro

si è vero, ma le ambientazioni tra stadi e tipo in FIFa sono anni luce migliori delle pallide e tutte uguali in PES.
CIoè giocare in uno stadio a FIFa è MOLTO diverso che giocare nello stesso stadio a pes.

RectorSith

A me sembra più corale PES. Alla fine in FIFA tante situazioni le risolvevo col dribbling del singolo giocatore forte. In PES capita raramente.

RectorSith

FIFA è più patinato, e ha tanti stadi originali quindi fa molto occhio. Hanno graficamente uno stile veramente diverso ma su quello mi sembrano abbastanza allo stesso livello.

RectorSith

de panza.

RectorSith

Provato, tornato a PES (cioè provato, avuto FIFA 2016).
Sono due giochi molto diversi. Non è detto che, provando FIFA, ti piaccia di più.
Capisco benissimo perché chi gioca a FIFA non compri PES e ammetto senza problemi che FIFA è un gran gioco, fatto veramente bene. Curato, dettagliato, equilibrato (a parte il momentum). Ma a PES mi diverto di più. Che te devo dire.

Davide

Prova fifa e poi parla

Alessandro

sei serio?
di pes ci sono solo i volti migliori.
tutto il resto, a cominciare dall'ambientazione , è imbarazzante...visti anche i video dell' E3

silvergdb

che battutona.....

Davide

Ma c'è ancora gente che compra pes nel 2017? Fifa è 10 anni avanti

Sungfive52

macchè
anche la copertina è diversa

Chevlan

Ma sia Fifa che Pes per noi possessori di PS3 e Xbox 360 saranno semplicemente i vecchi giochi con le rose e le maglie aggiornate?

LH44

se lo hai abbandonato come fai a dire cio. Io pure non ci ho giocato dal 2014. Il 2017 all'inizio faceva pena, poi alla patch di Gennaio o Febbraio anche online un bel gioco divertente ed equilibrato. Non ci sono piu troppi sbilanciamenti.

Massi91

io i giochi di calcio li ho abbandonati dalla versione 2014.. mi sembra ridicolo comunque che siano più reali le versioni per ps1 in termini di giocabilità che quelle recenti, alla fine mi sono rotto e ho smesso di giocarci

LH44

io ti parlo per gioco online. Poi l'IA dei giocatori di PES secondo me ha bisogno di una rivista generale. FIFA e' molto piu organico e corale. PES ci sono certe cose calibrate male (come il dribbling o i tiri)

InterTriplete

Non vedo l'ora di un ritorno di PES ai fasti di un tempo. Farebbe bene pure a FIFA, e poi a ciascuno la sua scelta! ;)

LH44

appunto. PES ha quel feeling che se non lo giochi per un po di tempo sembra bello. Poi dopo un po viene tutto a noia perche ci sono delle limitazioni a volte anche pesanti

LH44

Io gioco molto online e con le ultime patch han risolto gran parte dei problemi. Quello era un leit motive del 15 e del 16. Il 17 risulta molto equilibrato online.
Unica pecca , il cambio giocatoer automatico buggato da almeno 7 anni.
Pero il 17 dalla sua e' stato ben bilanciato (dopo 5 patch)

Massi91

Beh, fifa è fuori tema col gioco quando con qualsiasi giocatore puoi fare i numeri di ronaldinho

SketchT

Le modifiche ci sono e si notano una volta che metti mano al pad. Il feeling è immediato. Ho bisogno però di diverse ore per dirlo. Ho giocato solo una decina di match

Massi91

Capiterà inoltre di vedere gli atleti aggiustarsi il pallone con diverse parti del corpo, petto, stomaco e coscia compresi.

STOMACO???? AHAHAH

RectorSith

Beh qualche mancanza c'è anche in FIFA, però ammetto di aver fatto solo qualche partita con il 17.
Nel 16 il possesso palla e la costruzione delle squadre avversarie era veramente irrealistica; quando gioco alla difficoltà massima ci sta che sia difficile, ma che l'Empoli ti domini con una costruzione gioco che manco il Barcellona di Guardiola, l'ho trovato irrealistico. PES del resto, è verissimo, è abbastanza limitato a pressing asfissiante e ripartenze fulminanti. Impressioni del tutto personali.

Pierre

Manca una vera IA per Pes, la devono migliorare. FIFA si trova in netto vantaggio. Semplicemente questo.

LH44

i binari gia dall'anno scorso non ci sono piu. Pero e' il gameplay che ha qualcosa che non riesco a capire. Bello ma limitante

LH44

Ma rispetto allo scorso anno, secondo te, han fatto modifiche all'impianto del gioco vero e proprio? Io ci sono certi momenti che PES non lo capisco. A me sembra che a volte i giocatori non seguano l'azione o certi tiri siano veramente fuori tema col gioco

LH44

ascolta meglio dei passaggi di FIFA che quando decide non ne fanno piu uno giusto.
Io sono tornato a giocare a FIFA col 17. Bello ma girando la ruota ci sono cose che vengono fare nelle partite online mai risolte dove serve un drastico cambiamento per portare nuove meccaniche di gioco

il Gorilla con gli Occhiali

Come al solito, graficamente è irraggiungibile dalla concorrenza sia nei dettagli dei giocatori e sia nel pubblico. PES 2017 si distingue anche per la fisica che è molto più realistica rispetto a FIFA 17 ed effetti grafici come la sfocatura dietro al soggetto!

Dragon Ball FighterZ: la nostra anteprima

All-Star Fruit Racing: la nostra recensione

PES 2018 Single Player: la nostra recensione

Redout: la nostra recensione