Bungie realizzerà quattro FPS sci-fi per Activision, nome in codice Destiny

22 Maggio 2012 2


Il passaggio di testimone della serie Halo da Bungie a 343 Industries non terrà lontano lo studio reso celebre per la saga di Master Chief dal mondo degli FPS. Gli ultimi rumor, infatti, parlano di un contratto firmato da Bungie per una serie di sparatutto "sci-fi" per Activision.

La rivelazione è nascosta tra le 27 pagine del documento ma non rivela molti molti dettagli: sappiamo che il tema dei titoli sarà fantascientifico e che i giochi saranno degli sparatutto/action. Non è ancora noto se saranno IP diversi o se si tratterà di una serie ma vista la diffusione di un unico nome in codice, Destiny, si può presupporre che l'ipotesi corretta sia la seconda.

Il contratto parla anche di quattro DLC programmati (nome in codice "Comet") e come data di uscita abbiamo l'indicazione generica su un "inizio 2014".

Destiny sarà un brand esclusivo per Xbox 360 per il primo titolo della serie e i successivi capitoli approderanno anche su PC e sulle console di next-gen. Bungie ha già dimostrato di saper fare un ottimo lavoro e con Halo ha dato nuova vita al genere FPS su console, non resta che scoprire nuovi dettagli!

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 419 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
StefanoValota

bungie ha sempre creato giochi basandosi su una storia solida che ti coinvolge man mano che giochi... halo è l'esempio per eccellenza... speriamo bene!!

gianluca torregiani

:Q_

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta