The Witcher 3 e la ricerca del GDR perfetto

18 Febbraio 2013 4


Ormai è noto che gli sviluppatori di The Witcher 3: Wild Hunt voglio creare un titolo GDR di gran lunga migliore rispetto alla concorrenza. Ovviamente il team di sviluppo ha cercato una grossa ispirazione da vari titoli come Skyrim, Fallout New Vegas e Assassin's Creed 3, con lo scopo di trovare il gioco di ruolo perfetto in tutti i campi.

Konrad Tomaszkiewicz e Mateusz Tomaszkiewicz, che sono rispettivamente il regista del gioco e il lead designer, hanno rivelato che l'intenzione è proprio quella di creare un gioco in open world, infatti nel secondo capitolo di questa saga, l'elemento chiave che andava a mancare era proprio la libertà di esplorazione.

Il team ha esaminato numerosi titoli mondiali che hanno riscontrato un'interessante successo sul mercato, ovviamente per riconoscere i dettagli che rendono speciale ogni videogioco. Da Skyrim hanno notato che, nonostante la trama non fosse poi così corposa, il mondo in cui viverla era realizzato alla perfezione: grandi viste, dungeon e moltissime missioni, le quali man mano che si giocava facevano diventare il giocatore parte del titolo.

"Il lato affascinante delle viste è che quando un giocatore le scopre, tende a voler esplorare quel particolare luogo."

Per quanto riguarda Fallout New Vegas il team di The Witcher ha voluto prendere ispirazione da come viene costruita la trama. Intricata e di difficile interpretazione al punto giusto, questo modo di raccontare una storia ha davvero fatto la differenza rispetto ad altri videogiochi simili.

Insomma, se davvero ogni elemento positivo verrà preso in considerazione, il team CD Project RED rischia di fare il GDR perfetto. Sperando che non si tratti un colossale flop non resta che aspettare nuovi resoconti.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Loris

Sinceramente a me quello che era piaciuto del due era stato proprio la poca libertà di esplorazione. Profondo e libero al punto giusto, ma non dispersivo.

Avevo molto apprezzato che la libertà d'azione fosse data non dall'esplorazione, ma dai risvolti delle scelte effettuate nel gioco. Spero non cambino questo elemento.

Di Skyrim invece ho odiato proprio l'eccessiva dispersività e le troppe possibilità di ruoli (vampiro, licantropo, mago, Uditore, Sangue di Drago, Assassino, Imperiale, Ribelle, ecc...la maggior parte dei ruoli interpretabile in contemporanea), che mi hanno lasciato impassibile di fronte allo svolgersi della trama, tranne in qualche missione o evento.

Mark3795

ho interpretato male allora.. errore mio :)

SketchT

il collega ha scritto che il team ha tratto ispirazione da vari giochi, tra cui creed, per cercare l'ispirazione ;) non ha detto che creed è un gdr ;)

Mark3795

scusate ma assassin's creed 3 GDR non si può leggere!!

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta