Xbox One: Microsoft conferma una serie di progetti basati sul Cloud

05 Ottobre 2013 5

Durante le varie presentazioni dedicate a Xbox One, i responsabili di casa Microsoft hanno più volte esaltato le potenzialità del servizio Cloud preparato appositamente per la macchina da gioco di nuova generazione.

Alcune ore fa il boss di Microsoft Studios Phil Spencer ha apertamente annunciato la progettazione di una serie di prodotti videoludici interamente basati sulla sopracitata tecnologia. Tramite il proprio account Twitter ha infatti dichiarato:

"La stragrande maggioranza dei titoli per Xbox One sfrutta la potenza dell'hardware in locale, ma stiamo lavorando a una serie di progetti basati sul Cloud".

Le premesse sono senza dubbio ottime, anche se effettivamente a oggi non abbiamo ancora potuto contare su alcun dato oggettivo riguardante la soluzione proposta da Microsoft. Molto probabilmente durante la GamesWeek, fissata nei giorni 25-26-27 ottobre a Milano, assisteremo a diversi annunci, di conseguenza non ci resta che attendere nuove informazioni dalla stessa società di Redmond.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tony_the_only

O almeno c'è qualcuno che capisce quello che intendevo io...

Tony_the_only

ironia portami via via santo cielo -.-
Terzo mondo era un modo di dire che qui in Italia le connessione sono scandalose per la maggior parte...

Maurizio Mugelli

nel terzo mondo non hanno la corrente e l'acqua potabile, ti preoccupi dell'xbox?

Miki_73

Il dubbio è lecito ma è chiaro che per quelli che hanno la connessione lenta o non l'hanno proprio, il gioco online o le future possibilità via Cloud se le devono scordare...

D'altronde Microsoft produce la XboxOne, poi delle connessioni o del tipo di qualità delle stesse nel mondo non è certo responsabile.

Anche un tablet o uno smartphone al giorno d'oggi senza una connessione internet non servono a nulla, ma non è certo responsabilità di Apple, Microsoft o Google di garantirla ad ogni fruitore delle loro tecnologie.

Tony_the_only

Il dubbio rimane sempre lo stesso: i poveri cristiani con connessioni del terzo mondo dovranno attaccarsi o godranno come ricci come il resto del mondo?

....questa è la domanda....

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione