Activision ha investito 500 milioni di dollari per Destiny

06 Maggio 2014 7

Secondo quanto riportato nel resoconto di Reuters, il CEO di Activision, Bobby Kotick, nel corso della conferenza Milken a Los Angeles, avrebbe dichiarato che l'azienda ha speso circa 500 milioni di dollari per l'attesissimo Destiny.

A seguito di tale notizia, un portavoce di Activision ha comunque voluto precisare che, la cifra esorbitante include non solo lo sviluppo ma tutto ciò che gira intorno alla nuova IP, tra cui promozione, infrastrutture di supporto e molte altre cose, alcune delle quali dovrebbero ridurre notevolmente i futuri costi di sviluppo.

Attualmente, con una cifra di circa 260 milioni dollari, Grand Theft Auto V è il detentore del record per il videogioco più costoso in assoluto, tuttavia sembra che, a breve, Destiny prenderà il suo posto.

Secondo quanto dichiarato dagli analisti, a seguito della dichiarazione di Bobby Kotick, per recuperare l'investimento fatto, Destiny dovrebbe vendere tra i 15 e i 16 milioni di unità.

A questo punto non ci resta altro che attendere nuove notizie in merito sull'attesissimo nuovo titolo di Bungie, che ricordiamo vedrà il suo debutto il 9 settembre su Xbox 360, Xbox One, Playstation 3 e Playstation 4, e porterà i giocatori in un mondo di gioco, che unirà le classiche meccaniche tipiche degli sparatutto in prima persona con un modo di gioco online persistente, racchiudendo al suo interno elementi tipici di un vero e proprio MMO.

Destiny, come ormai è noto a tutti, sarà ambientato in futuro lontano e i giocatori vestendo i panni di un Guardiano si troveranno coinvolti in coinvolgenti battaglie contro terribili creature.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Eugenio Volcov

non ha la fama di GTA , puntano troppo su un gioco. Bungie era conosciuta e ebbe successo per Halo si son fatti fregare il brand e mezzo staff e hanno licenziato uno dei migliori compositori nell'ambito . Vediamo la simbiosi di un "RPG" & "FPS" come andrà a finire l'unica è che se la giochino bene con la story board. Resta il fatto che molti suoi utenti hanno seguito halo nelle mani della 343 e abbandonato la bungie.

Giuseppe

Voglio proprio vedè... intanto nn approderà mai nelle mie console dato che a quanto ne so è quasi tutto incentrato su quel cancro distruggi giochi chiamato online... nn sarò nessuno dato che a quanto pare alla gente piacciono sti maledetti giochi e spararsi a vicenda con persone di tutto il mondo e nn glie ne frega nnt di una bella storia che ti incolla allo schermo e ti diverte come una volta... ma sono pure sempre 70 euro di meno

Fabrizio Bocci

quindi secondo le cifre che hai riportato tu Destiny avrà un costo più che doppio rispetto a GTAV...

Eugenio Volcov

beh i 800 milioni era il guadagno del day 1. mi sono confuso con le cifre. hanno quasi ricavato il triplo della spesa avuta in 1 giorno. e un fatturato di 2 miliardi di dollari non sono certo spicci quasi hanno guadagnato 10 volte tanto e superato pure ed è secondo solo a titanic per incasso XD

Wreck

Ti sbagli:
Grand Theft Auto V ha raggiunto quota 32,5 milioni di unità vendute a febbraio,
a coronamento di una saga iniziata nel 1997. E i costi del franchise
sono stati complessivamente di circa 260 milioni di dollari, a fronte di
un volume di un fatturato di circa 2 miliardi di dollari.

Eugenio Volcov

gta V costato 800 milioni se non erro XD.. col fatturato hanno rimontato e guadagnato il primo giorno.

Fabrizio Bocci

giusto due spiccioli...

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta