Atlas Spectrum G410: recensione da HDblog.it

29 Febbraio 2016 8

Logitech è senza ombra di dubbio una delle aziende leader nel settore delle periferiche dedicate al gaming su PC, grazie alla produzione di ottimi dispositivi dedicati sia ai giocatori professionisti che ai casual gamers.

Mouse e Cuffie sono due elementi fondamentali per i videogiocatori di PC ma, per ottenere un'esperienza di gioco completa, queste due periferiche devono essere accompagnate da una tastiera in grado di garantire ottime performance in ambito gaming e la Logitech G-410 Atlas Spectrum potrebbe essere una delle scelta più giuste.

Dal punto di vista estetico la tastiera di casa Logitech si presenta con un design accattivante e compatto, caratterizzata dal coloro rigorosamente nero e da un forma squadrata e allungata nella parte inferiore sinistra.

Il peso non è eccessivo, la G-410 Atlas Spectrum risulta infatti abbastanza leggera a differenza di altre tastiere dedicate al gaming, e tale pregio non va in nessun modo ad intaccare la sua stabilità. E' importate però segnalarvi l'assenza del classico tastierino numerico, la G-410 è infatti una tastiera tenkeyless, e se da una parte questo aspetto riduce notevolmente le dimensioni e il peso della tastiera, dall'altra potrebbe far storcere il naso a coloro che cercano una periferica idonea sia in ambito gaming che per altri utilizzi. L'assenza del tastierino numerico, infatti, può risultare scomoda nel momento in cui utilizziamo la nostra tastiera per la scrittura o in altri ambiti.

Il layout dei tasti è quello tradizionale e viene caratterizzato dal sistema di Retroilluminazione RGB Full Spectrum che permette di illuminare ogni tasto singolarmente scegliendo tra 16,8 milioni di tonalità.

La tastiera di casa Logitech non è dotata di particolari tasti: nella parte superiore della periferica troviamo infatti solo due pulsanti aggiuntivi, uno indispensabile per attivare e disattivare la retro-illuminazione dei tasti e l'altro utile per selezionare la modalità gioco, evitandoci l'uscita accidentale dal programma in esecuzione quando si fa clic sul tasto Windows.

Altra differenza con le tastiere tradizionali sono i tasti dedicati al controllo multimediale e al volume che nella G-410 si trovano nei pulsanti superiori e precisamente dal tasto F9 all'F12.

Il resto dei pulsanti è praticamente identico ad una tastiera tradizionale, fatta eccezione per i tasti WASD e per le frecce direzionali che sono caratterizzate da un design differente, essendo i pulsanti più utilizzati in ambito gaming.

I materiali risultano ottimi e trasmettono una sensazione di robustezza e qualità. Il cavo, per collegare la periferica al PC, oltre ad essere abbastanza lungo e rivestito in plastica, termina con il classico connettore USB. Nella parte posteriore troviamo invece quattro piedini in gomma antiscivolo e due estraibili.

L'installazione della G-410 Atlas Spectrum è semplicissima e basterà collegare la tastiera al PC: il sistema riconoscerà immediatamente la periferica ma, per sfruttare tutte le sue potenzialità, sarà necessario recarsi sul sito ufficiale di Logitech, che potete trovare al seguente link, e scaricare l'indispensabile software dedicato alla personalizzazione della nostra G-410.

Una volta collegata al PC, quello che si presenta ai nostri occhi è un'esplosione di colore, tutti i tasti sono infatti dotati di LED luminosi che, oltre ad avere un ruolo puramente estetico, diventano funzionali in ambito gaming.

Per quanto riguarda il software, oltre alla sezione dedicata alle Impostazioni e alla Guida in Linea, troviamo altre tre sezioni principali: Impostazioni Illuminazione, Impostazione Modalità di Gioco e Analisi Input, zona dedicata alle statistiche della G-410 all'interno della quale vengono visualizzati i tasti più utilizzati.

La prima sezione è sicuramente quella più ricca di opzioni e come facile immaginare ci permette di personalizzare i tasti con il sistema di Retroilluminazione: assegnando tonalità di colore differente ai vari pulsanti. Il tutto viene impreziosito dalla possibilità di assegnare ulteriori effetti all'illuminazione scegliendo tra una serie di opzioni pre-impostate tra cui luce fissa e a intermittenza.

La sezione dedicata alla Modalità di Gioco è invece quella dedicata ai profili. Possiamo creare fino ad un massimo di sei profili personalizzati e ognuno viene ovviamente associato ad un gioco o ad un programma.

Il risultato della personalizzazione della nostra G-410 Atlas Spectrum è ovviamente eccellente e grazie al sistema di illuminazione, anche in condizioni di luce scarsa, i pulsanti sono sempre ben visibili e i LED non recano nessun fastidio agli occhi.

Il sistema di tasti meccanici della tastiera è il Romer-G di Logitech che offre un punto di azionamento a 1,5 mm e ci permette di digitare molto più velocemente rispetto alle altre tastiere meccaniche, in quanto la corsa del tasto è decisamente breve, e il tutto è testato per 70 milioni di pressioni. La tastiera risulta inoltre molto silenziosa, i click non recano infatti nessun fastidio.

La vera quinta essenza della periferica di casa Logitech è tuttavia l'Arx Control che sfrutta la rete wi-fi casalinga e permette di utilizzare il nostro tablet o smartphone come un vero e proprio secondo schermo, tramite il quale controlliamo la nostra tastiera e monitoriamo anche le prestazioni del nostro hardware.

Grazie all'Arx Control possiamo selezionare il profilo desiderato direttamente dal nostro dispositivo mobile e su PC il gioco associato al profilo partirà in automatico, il tutto viene accompagnato da una sezione dedicata ai controlli multimediali ed infine, per i gli utenti più esigenti, è stata creata una sezione dedicata alle prestazioni del nostro PC. Tramite il nostro Tablet o Smartphone possiamo infatti monitorare l'utilizzo dei core della CPU, la sua temperatura e controllare la RAM utilizzata.

L'applicazione, ovviamente gratuita, è disponibile sia su iOS che su Andoid ed è una chicca che differenzia la G-410 Atlas Spectrum dalle altre concorrenti.

Abbiamo provato la periferica di casa Logitech con Starcraft II Legacy of the Void, uno di quei giochi in cui l'utilizzo della tastiera è praticamente indispensabile. Grazie al software abbiamo creato il nostro profilo personalizzato per il gioco di Blizzard e la possibilità di assegnare i vari colori ai tasti a seconda dell'azione è senza ombra di dubbio uno degli elementi fondamentali della G-410, il tutto viene inoltre impreziosito dalla possibilità di disattivare pulsanti che non servono al fine di evitare inutili errori durante la partita. L'illuminazione, come anticipato prima, non reca nessun fastidio agli occhi ed evidenzia perfettamente i tasti in tutte le condizioni di luce ambientale.

Abbiamo ovviamente testato la tastiera anche fuori dall'ambito gaming e il risultato è stato positivo, nonostante l'assenza del tastierino numerico, specie in alcune circostanze, diventa scomoda. E' importante tuttavia sottolineare che la tastiera è prettamente studiata per i videogiocatori e quindi non si può parlare di un difetto.

La G-410 Atlas Spectrum è un prodotto assolutamente buono sotto molti punti di vista, a partire dai materiali utilizzati fino ad arrivare all'Arx Control che ci permette di replicare le funzioni software presente su PC tramite il nostro dispositivo mobile.

Le dimensioni ridotte sono sicuramente adatte per chi non ha molto spazio e per tutti i giocatori che frequentano abitualmente le Lan, situazioni in cui si apprezza anche la leggerezza di questa G-410.

L'unico lato leggermente negativo è il software che, nonostante ci permetta di personalizzare la retro-illuminazione dei tasti e di creare profili personalizzati, risulta comunque inferiore nella quantità di funzioni rispetto alla concorrenza. Per quanto riguarda il prezzo, la G-410 Atlas Spectrum ha un costo di 154,99 euro.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
batta

Solo blu per me, peccato che la RGB costi più di 200€.. è impossibile trovare qualcosa di completo e ben fatto sotto i 100€ :/

NaXter24R

Yes, "vecchio" modello con led rossi, Cherry MX red, veramente ottima

batta

Capolavoro a livello di design la K70 per quanto mi riguarda. C'è l'hai? Bella costosetta :)

Rollo Funebre

no

IdRiS_IcE

Ma lg G910 non esiste proprio con layout ita??

Corrado

Sapete se logitech vende tastiere meccaniche con layout italiano?

LAM

9,99 Euro nel cestone del mediaworld, mai stato cosi contento della mia

NaXter24R

Alla stessa cifra c'è la mia amata K70 di Corsair. Non avrà l'app per monitorare il PC (afterburner e rivatuner fanno uguale a schermo...) ma è fatta meglio. Tastierino numerico, alluminio, poggiapolsi, cavo usb sleevato con tanto di passthrough. Mancano solo le macro, e per quelle si va di K95

Recensione Pokémon Scarlatto e Violetto: alti e bassi di Paldea

LG OLED Flex LX3 da 42”: la curvatura è variabile, la qualità rimane quella del C2

Anteprima di Pokémon Scarlatto e Violetto: 4 cose che dovete sapere

Splatoon 3 ci ricorda perché i giochi Nintendo sono così speciali | Provato