Metroid: Samus Returns, un Amiibo per la modalità Fusion

30 Luglio 2017 4

I videogiocatori che affronteranno Metroid: Samus Returns potranno accedere alla modalità Fusion solamente acquistando l'Amiibo dedicato. Durante un'intervista ai microfoni di Eurogamer.net, Nintendo ha confermato che sopra citato contenuto sarà sbloccabile solamente tramite la statuetta dedicata.

Scelta che farà sicuramente storcere il naso a molti fan della saga. La modalità Fusion permette infatti di aggiungere a Metroid: Samus Returns un nuovo livello di difficoltà e aggiungere al proprio equipaggiamento la speciale tuta per Samus Aran ispirata al celebre Metroid Fusion.

E' bene sottolineare che Metroid: Samus Returns sarà compatibile con tutti gli Amiibo dedicati a Metroid sul mercato, di conseguenza chi ha già acquistato le diverse statuette potrà sfruttare diversi elementi aggiuntivi direttamente nel gioco.

Metroid: Samus Returns uscirà il 15 settembre su 3DS. Potete leggere la nostra anteprima seguendo questo link.



4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
PatrickBateman47

Sarebbe la fine di Nintendo per me :|

Eros Nardi

A me sembra un triste adeguamento.
Una volta i giochi erano completi all'uscita, poi sono state introdotte le espansioni sulle piattaforme supportate e quando le altre piattaforme si sono evolute sono arrivati i dlc. Questi a volte sono espansioni e a volte sono parti di gioco.
Solitamente si fanno pagare direttamente, in questo caso si paga acquistando un accessorio.
Spero che non arriveremo ad avere mario kart o smash bros con un solo personaggio base, e tutti gli altri da sbloccare tramite amiibo invece che proseguendo nel gioco..

PatrickBateman47

Cominciano a mangiarci un po' troppo ora.

Pablo Escoalbar

https://uploads.disquscdn.c...

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione