Destiny 2 avrà più di 80 attività e missioni PVE

13 Agosto 2017 19

Grazie ad un articolo di approfondimento pubblicato sull'ultimo numero della nota rivista EDGE emergono nuovi dettagli su Destiny 2 e, più precisamente, sui contenuti di gioco che di certo non mancheranno.

Il secondo capitolo della serie firmata Bungie includerà infatti al suo interno oltre 80 attività e missioni PVE. Saranno tutte molto sostanziose sia in termini di lunghezza che di difficoltà; i giocatori si troveranno quindi a fronteggiare sfide complesse, per nulla semplici, che garantiranno tuttavia esclusive ricompense.

Tra le altre informazioni emerse, viene inoltre confermata l'introduzione del limite di tempo nei 'Cala la Notte', di conseguenza gli utenti dovranno attuare strategie al fine di risultare più efficienti.

Destiny 2 sarà disponibile su Playstation 4 e Xbox One a partire dal 6 settembre, mentre i giocatori di PC dovranno aspettare fino al 24 ottobre. Questi ultimi potranno però testare tra qualche giorno l'atteso titolo grazie al rilascio della beta che includerà al suo interno una serie di contenuti.

La versione di test su PC partirà il 28 agosto e permetterà ai giocatori di prendere parte alla missione della storia, denominata Ritorno a casa, avventurarsi nell'Assalto, Spirale invertita e affrontare Detonazione sulla mappa Centro Città. Sarà inoltre introdotto un nuovo campo di battaglia, Javelin-4 , per la modalità Controllo

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HellDomz

Il gunplay è molto diverso. Anche io ho giocato e gioco ancora ad halo. Allo stato attuale halo 5 come pvp asfalta Destiny. Destiny propone una parte pve + marcata, se hai un gruppo di amici con cui giocare sicuramente ti piacerà il pve. Però non ti assicuro sul pvp.
In Destiny come su halo è presente un aim assist molto marcato, anzi su Destiny lo è ancora di +

Alessio B.

Ma infatti io il gioco l'ho apprezzato molto e anche la storia ha il suo perché, il problema sono stati i 1000mila DLC a pagamento..

Fiore97

Si a finale la trama è quella

boosook

Wikipedia la so leggere anch'io. Primo: quella non e' una trama, o e' una trama estremamente debole, che consiste semplicemente in una serie di eventi messi un po' a caso del tipo "Il cattivo X possiede l'arma Y, dobbiamo distruggerla. Ottimo lavoro guardiano. Purtroppo X vive ancora. Dobbiamo entrare nel Z e distruggere il suo cuore cibernetico" e via cosi'. Se per te questa e' una trama, fai qualche gioco tipo Life is Strange per capire cosa si possa intendere per trama. :) Secondo, nel gioco la trama non si capisce assolutamente. Non sono quelle due frasi a caso dette mentre sta caricando che ti fanno capire la trama, ne' quelle poche cutscene che, messe in mezzo al niente, ti fanno vedere personaggi che non sai chi sono che parlano di cose che non sai cosa sono, e che quindi finisci per skippare dopo la seconda o terza cutscene....

Darkness

Dite tutti che il primo Destiny ha una trama in cui non si capisce niente,la trama ce l'ha ma nel gioco non possono metterla tutta se no per altri 10 anni che se devono inventa,comunque per la storia esiste la "Lorenzo" nel sito della bungie in cui si può leggere il perché dell'esistenza dei caduti,come è stato risvegliato l'alveare nel sistema solare e le grandi battaglie che ci furono sulla terra hai tempi dell' invasione caduta,se non volete leggere la "Lore" siete VOI che non volete sapere la storia

Fiore97

Nel 2631, uno Spettro cerca tra i detriti della vecchia Russia finché non trova e resuscita un guardiano (l'avatar del giocatore), che era morto da tempo da un destino sconosciuto. Lo Spettro scopre che sono seguiti dai Caduti, degli alieni saccheggiatori, e perciò guida il guardiano alla ricerca di una nave nelle vicinanze. Una volta trovata, lo Spettro la rimette in sesto e insieme al guardiano sfuggono ai Caduti e si dirigono alla Torre, un posto situato nell'ultima roccaforte della Terra, la Città, protetta da una gigantesca e misteriosa sfera chiamata il "Viaggiatore". Una volta arrivati alla Torre ed essersi ripreso, il guardiano si dirige verso il Cosmodromo, un sito della vecchia Russia dove l'umanità realizzava le navi per lanciare le sue incursioni nello spazio esterno, per recuperare un propulsore che gli permetterà di compiere viaggi nello spazio, scoprendo che è già nelle mani dei Caduti appartenenti al Casato dei Diavoli guidati dal loro Arconte Riksis. Sconfitto l'Arconte e recuperato il propulsore, il guardiano ritorna alla Torre, venendo poco dopo chiamato di nuovo verso il Cosmodromo dove i Caduti sembrano aver trovato qualcosa di importante nell'Osservatorio Celeste. Il guardiano scopre che si tratta dell'Alveare, una specie aliena che si pensava fosse stata confinata sulla Luna. Tornato alla Torre, il guardiano incontra l'Oratore, il sommo sacerdote della Torre che svolge le veci del Viaggiatore: l'Oratore, infatti, spiega che nella cosiddetta Età dell'Oro gli umani riuscirono a colonizzare molti pianeti del sistema solare, ma un giorno venne l'Oscurità, un antico e misterioso nemico che causò il Crollo, la fine di quasi tutta l'umanità, con l'arrivo di molte specie aliene - tra le quali i Caduti; il Viaggiatore combatté contro di essa e alla fine si sacrificò per sconfiggerla, diventando silenzioso e dormiente. Tornati ancora una volta nel Cosmodromo il guardiano e lo Spettro scoprono che alla Spiaggia Dimenticata i Caduti stavano cercando di accedere ai file di un'IA di nome Rasputin, una mente bellica sopravvissuta al Crollo; inoltre scoprono che due guardiani erano riusciti a ottenere i codici per riattivare una parabola dell'Osservatorio Celeste in modo da riconnettersi alle altre colonie del sistema, ma i loro contatti sono spariti, e infatti il guardiano scopre che sono morti, ma riesce a recuperare i codici da uno dei loro Spettri. Tornati all'Osservatorio, lo Spettro riesce ad attivare la parabola, ma scopre che Rasputin ha il controllo della matrice e che in questo momento sta riattivando i sistemi di difesa di tutte le colonie. Il guardiano decide ora di andare verso la Luna alla ricerca di un guardiano che stava cercando un modo per entrare nella fortezza dell'Alveare. Purtroppo scopre il suo cadavere davanti alle porte del Tempio di Crota. In quel momento le porte del tempio si aprono facendo fuoriuscire varie creature dell'Alveare. Sopravvissuti all'attacco, il guardiano e lo Spettro scoprono lo Spettro orami morente del guardiano morto, e dalle sue memorie scoprono che l'Alveare sta sollevando un esercito e usarlo per invadere la Terra. Il guardiano decide di interrompere i loro sforzi, saccheggiando la Tomba del Mondo, un luogo pieno di conoscenze dell'Alveare, e distruggendo una potente arma nota come Spada di Crota uccidendo i Principi dello Sciame, mentre sulla Terra prende d'assalto la Tana dei Diavoli nel Cosmodromo distruggendo il loro Servitore Primo, Sepiks Primo, gettando molto il morale dei Diavoli. Tornato sulla Luna il guardiano ferma un rituale che l'Alveare usava attraverso un frammento del Viaggiatore per drenarne il potere e distrugge l'Altare di Oryx tagliando le loro comunicazioni a lunga distanza da un essere sconosciuto. Più avanti il guardiano viene contattato da una straniera Exo che vuole incontrarli su Venere per affrontare un nuovo nemico. Quando il guardiano arriva su Venere, lo Spettro scopre in una colonia del Bacino di Ishtar che si tratta dei Vex, delle misteriose quanto letali macchine senzienti. Raggiunta l'Exo all'Accademia di Ishtar, costei descrive i Vex "così malvagi da snobbare il male stesso", e rivela che fa parte di un gruppo non facente parte della fazione dei guardiani ma che vogliono distruggere queste macchine; rivela che l'unico modo per farlo è entrare nel Giardino Nero, il luogo dove sono nati i Vex, e distruggere il cuore che li rende attivi, in questo modo il Viaggiatore comincerà a guarire. Lo Spettro dice che per trovare il Giardino Nero dovranno saperlo dagli Insonni, abitanti di una zona chiamata l'Atollo, un luogo tra la Luce e l'Oscurità situato nella cintura di asteroidi, ma che si rifiutano di schierarsi nelle guerre del sistema. L'Ignota Exo poi se ne va dopo aver ascoltato una richiesta di aiuto dai suoi compagni. Una volta arrivati all'Atollo, il guardiano e lo Spettro fanno la conoscenza della regina Mara Sov, e di suo fratello, il principe Uldren Sov, scoprendo inoltre che hanno al loro servizio un casato dei Caduti. Il principe Uldren, nonostante la loro indifferenza, su consiglio della regina dice che li aiuteranno a individuare il Giardino Nero se porteranno loro la testa di un Guardiaporta Vex. ,Il guardiano, quindi, ritorna su Venere, dove lo Spettro scopre nell'Archivio i segreti sui Vex, tra cui la posizione di un luogo chiamato la Volta di Vetro, e che possono spostarsi in tutta la galassia. Dopo aver impedito al locale Casato dell'Inverno di saccheggiare l'Archivio, uccidendo il loro Kell, Draksis, ed essere sceso nelle Fosse di evocazione sulla Luna, sconfiggendo la Maliarda Mormu e la sua creazione, un Orco chiamato Phogoth, divenuto un abominio dell'Alveare, il guardiano si confronta con il Guardiaporta Zydron, prendendone la testa e ritornando dagli Insonni, dove, nonostante la continua indifferenza di Uldren, la regina Mara Sov lo costringe a dirgli che bisogna portare l'occhio del Guardiaporta alla Baia Meridiana su Marte, dove può essere utilizzato per entrare nel Giardino Nero. Sempre su Venere il guardiano distrugge Sekrion, la Mente del Nexus, impedendogli di trasformare il pianeta nell'ennesima macchina dei Vex, e il Prelato Arconte Aksor, evaso dalla Prigione degli Anziani dell'Atollo e aumentando ancora di più la stima della Regina nei loro confronti. Dopo l'arrivo sul pianeta rosso, lo Spettro informa il guardiano della situazione attuale

boosook

Mia opinione: Destiny e' divertente per far partite con gli amici, fine. Storia? Inesistente. Dialoghi scritti da una scimmia che batte sulla tastiera o da un software che combina parole a caso. Parte RPG abbastanza inutile. Pero' e' divertente e in qualche modo dà assuefazione, per un po' di tempo, finche' poi non ti stufi di ripetere sempre le stesse cose. E' un po' anche per questo che sento hype zero per Destiny 2... ormai mi sono stufato e un altro gioco uguale con lo stesso gameplay non lo reggerei. Ma se non l'hai mai giocato puoi provare. Salta decisamente il primo, tanto essendo la trama inesistente non c'e' problema.

boosook

ah perche', il primo aveva una trama? :)

Gaston3®

Uno come me che era appassionato dei primi Halo può essere interessato a Destiny.
Il primo credo sia vecchiotto di grafica, se il secondo ha una buona storia io partirei con quello.

Fiore97

ah,ora capisco

HellDomz

Assolutamente no. Li è la traduzione nostrana fatta con i piedi. Il progetto Destiny è decennale (che è anche la durata del contratto tra Activision e Bungie) nei 10 anni hanno previsto 3 giochi è un budget di 500 milioni comprensivo di spese di marketing

Fiore97

mi pare che inizialmente dissero solo un gioco che sarebbe durato per 10 anni(simile a WoW)

HellDomz

Sbagliato, il budget che hai detto è per l'intera saga che sarà una trilogia

Fiore97

la trama del primo è più o meno questa:non esiste perché non avevamo soldi per la trama,quindi si puoi giocare direttamente al secondo

Gaston3®

Ma avrà una campagna in singolo?
È possibile giocarlo senza aver fatto il primo?

Ngamer

quindi lo si puo finire in una manciata di ore ? :P piu lo guardo e meno mi convince , aspettero di trovarlo a poco per vedere di provarlo a giocare

Valery Mashenko

Però bella la parte "sfig@ta", con il tizio del bottino.

SONICCO

"Di cui 70 saranno dlc obbligatori"

Valery Mashenko

E per le restrizioni idi0te? Cavo HDMI con passante su un altro pc e fancul0 a bungie.

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta