Agents of Mayhem: la nostra recensione

15 Agosto 2017 0

Super Criminali e Super Agenti: sono questi i protagonisti di Agents of Mayhem, la nuova fatica di Volition che invece di dare vita ad un nuovo capitolo di Saints Row ha deciso di creare un vero e proprio spin-off della serie ambientato nello stesso universo dove incontreremo personaggi noti della celebre saga.

Agents of Mayhem però non è Saint Row anche se ne conserva alcuni tratti. E' un titolo divertente con un roster di personaggi di tutto rispetto e un gameplay dinamico e coinvolgente che racchiude al suo interno varie meccaniche. Volition sarà riuscita a renderlo perfetto ?

TRAMA

Ci troviamo a Seoul, sede dell'agenzia M.A.Y.H.E.M, un ente che, nonostante sia mosso da fini assolutamente positivi, lavora ed agisce ai limiti della legge. I suoi dipendenti sono degli agenti segreti molto speciali che hanno l'arduo compito di fermare una letale minaccia: la malvagia organizzazione LEGION, acrostico di League of Evil Gentlemen Intent on Obliterating Nations. Capitanata da Doctor Babylon, la Legione ha infatti preso il controllo delle nazioni del mondo e non ha nessuna intenzione di fermarsi.

Babylon vuole costruire un dispositivo capace di alterare il mondo e conferire potere illimitato alla sua nefasta organizzazione. Ovviamente gli unici in grado di salvare l'intera umanità sono i super agenti M.A.Y.H.E.M che, grazie ad abilità e poteri speciali, possono annientare la distruttiva organizzazione LEGION. Non sono dei veri e propri eroi buoni ma piuttosto degli "Anti-Eroi" che vogliono, sì, salvare il mondo, ma mirano anche ad un tornaconto personale...

L'impresa di salvare il mondo è tutt'altro che semplice considerando che gli scagnozzi di Babylon hanno ormai preso il possesso di tutta Seoul: attraverso una serie di missioni, il compito dei nostri "super agenti" sarà quello di indebolire l'organizzazione, arruolare nuovi eroi e riprendere il controllo della città.

Un comparto narrativo non banale impreziosito da una serie di scene di intermezzo che permettono di conoscere interessanti retroscena sui vari personaggi, il tutto accompagnato da un linguaggio non grezzo e volgare ma ironico e sopra le righe.

GAMEPLAY

Agents of Mayhem è un free-roaming in terza persona con una spiccata componente da sparatutto. E' ambientato in un mondo di gioco aperto completamente esplorabile dove non mancano missioni principali, compiti secondari e attività extra. Tuttavia, come spesso accade nei titoli open world, la varietà degli incarichi viene a mancare dopo alcune ore.

Le varie missioni, che nella maggior parte dei casi consistono nello sparare a tutto ciò che si muove, non sono quindi la vera quintessenza del titolo che invece va ricercata nel roster degli anti eroi M.A.Y.H.E.M: ben 12 (da sbloccare affrontando missioni ben precise) ognuno dotato di una serie di abilità, armi e poteri speciali. Sono delle vere e proprie caricature dei classici Super Eroi, caratterizzati in modo impeccabile, sia dal punto di vista estetico che da quello caratteriale.

Non si vestiranno quindi i panni di un solo Agente e sui campi di battaglia di Seoul si scenderà a combattere con una squadra composta da tre "Eroi" che però non saranno presenti contemporaneamente su schermo: tramite il tasto preposto, in qualunque momento possiamo infatti cambiare personaggio tra quelli inseriti nel nostro Team.

A seconda dell'Agente utilizzato lo stile di combattimento sarà diverso: ogni personaggio è dotato di caratteristiche, armi e abilità peculiari e sono presenti Eroi orientati alla forza bruta, più idonei per scontri corpo a corpo, e altri indispensabili invece per chi predilige combattimenti a lunga o media distanza. Sono comunque tutti armati "fino ai denti": pistole, fucili automatici, mitra, bombe, mine e fucili a pompa non mancheranno mai.

Ogni Agente è in possesso di un'arma, di un potere speciale e di una precisa Abilità Mayhem che si può attivare in battaglia una volta riempita l'apposita barra. Fortune ad esempio è una combattente molto agile dotata di due pistole ad energia, può dare vita ad una gigantesca sfera al fine di causare danni in un'area estesa e, una volta caricata la barra Mayhem, può avvalersi di Glory, il suo fidato drone che stordirà tutti i nemici intorno a lei.

Ogni personaggio può inoltre compiere tripli salti, utili per raggiungere le zone più alte di Seoul, nessuno subisce danni da caduta e tutti sono in possesso di Abilità Attive, Passive e di due Specializzazioni che rendono alcuni eroi più idonei rispetto ad altri per sconfiggere determinati boss.

Immancabile inoltre un sistema di crescita, tipico dei titoli RPG, che ci permette di evolvere, far salire di livello e potenziare ogni singolo Agente sfruttando i classici Punti, utilizzando gadget (ricompense di missioni) per conferire bonus e abilità extra alle armi e ai poteri speciali. Sparsi per Seoul si trovano anche preziosi cristalli, utili per accedere ad esclusivi potenziamenti.

Il sistema di combattimento creato da Volition è semplice, non particolarmente profondo ma risulta comunque coinvolgente, divertente, a tratti frenetico e molto dinamico: tra salti, schivate, poteri speciali, abilità e scatti si sfruttano a dovere tutti gli elementi presenti nelle ambientazioni e il forte verticalismo proposto dal level design.

Seoul è una città abbastanza vasta che si riempirà di attività e compiti extra, tra cui ostaggi da salvare, Covi Legion da conquistare (per sbloccare porzioni di Mappa), furti di attrezzature e veicoli, corse di ricognizione e consegne per i MAYHEM.

A livello di contenuti secondari però il titolo non brilla particolarmente per varietà, fatta eccezione per le missioni "Reclutamento" dedicate ai 12 Agenti, ognuna con una propria linea narrativa che ci permette di conoscere la personalità e le ragioni per cui ognuno di loro ha deciso di combattere.

Ogni missione o incarico prevede una serie di ricompense: alcune conferiscono Gadget, altre Skin per personaggi, armi e veicoli. Non mancano i consueti Punti XP e il denaro le cui quantità variano in base al livello di difficoltà impostato per la missione di turno.

Girovagando per le vie, le strade e i tetti di Seoul si reperiranno anche alcuni collezionabili e si apriranno bauli contenenti oggetti vari tra cui materiali e progetti utili per costruire le Tecnologie di Gremlin (particolari dispositivi dalla durata limitata) e Legion (potenziamenti extra per i Gadget). E' quindi presente un semplice sistema di crafting al quale si può accedere tramite il Laboratorio di Ricerca presente su ARK, la base operativa del MAYHEM, una sorta di hub potenziabile, con tanto di Armeria e Banco di richieste, un negozio in grado di donarci anche soldi extra.

Su ARK è inoltre possibile sbloccare nuove vetture, cambiare le skin, controllare il livello di influenza della M.A.Y.H.E.M., accedere ad una serie di informazioni utili e mandare gli Agenti non utilizzati nel nostro Team ad affrontare Missioni Speciali al fine di fargli guadagnare punti XP.

TECNICA

Tecnicamente Agents of Mayhem è un titolo che soffre di alti e bassi. Visivamente è colorato, vivace, completamente fuori di testa e dotato di un campo visivo di tutto rispetto. Molti aspetti ricordano Saints Row ma anche Crackdown. Gli Anti Eroi sono indubbiamente le vera quintaessenza del gioco, ognuno con un proprio background, ben differenziati in termini di abilità ed equipaggiamento e tutti sopra le righe.

Ottime e coinvolgenti anche le varie cut-scene, realizzate in stile cartone animato con un doppiaggio che non lascia spazio alle critiche ma, purtroppo, totalmente in Inglese (in italiano sono presenti i sottotitoli).

Meno entusiasmante invece la città di Seoul, in perfetto stile "fumettoso": ottimo level design ma povera di dettagli e abbastanza statica con pochi NPC, vetture ed elementi di contorno. Anche le animazioni, i modelli poligonali e le texture non fanno gridare al miracolo.

Sul fronte dei contenuti proposti non possiamo lamentarci in termini di quantità ma non tutti sono epocali e particolarmente originali e le varie attività secondarie a lungo andare risultano tutte uguali.

Il sistema di combattimento non è profondo e particolarmente complesso risultando facile da padroneggiare e le bocche di fuoco restituiscono un buon feeling anche grazie a gadget e potenziamenti che possono aumentare alcuni parametri delle armi. Mettersi alla guida dei vari veicoli invece non è particolarmente esaltante in quanto il sistema, prettamente arcade, soffre di qualche piccolo difetto e non risulta fluido a sufficienza.

Buona invece la varietà dei nemici proposti e assolutamente divertenti le varie boss fight che riescono a coinvolgere piacevolmente il giocatore con un livello di difficoltà non eccessivo ma che comunque adatto a tutti senza mai risultare frustrante. Non abbiamo riscontrato, su Playstation 4, cali di frame rate significativi mentre ci siamo imbattuti in qualche bug grafico.

CONCLUSIONE

La nuova IP di Voltion è un titolo fresco che soffre di alcuni difetti, non è perfetto ma cerca di divertire evitando di utilizzare quel linguaggio grezzo e a tratti volgare che ha da sempre caratterizzato Saints Row.

Agents of Mayhem riesce a coinvolgere grazie ad un gameplay semplice con meccaniche di gioco non particolarmente ricercate e profonde ma adatte a tutti e realizzate per rendere l'avventura nella città di Seoul dinamica, movimentata e caratterizzata da innumerevoli scontri con i malvagi di turno.

Sono i 12 eroi a brillare nell'intera produzione e le missioni a loro dedicate, insieme a quelle relative alla storyline principale, sono entusiasmanti e permettono di conoscere ed affezionarsi ad ogni singolo Agente.

I contenuti non mancano e per i giocatori che vorranno completare il gioco al 100% la longevità è garantita, tuttavia come in ogni open world il fattore ripetitività è presente.

E' bene precisare che il titolo è completamente single player e considerando la struttura di Agents of Mayhem, caratterizzata dalla presenza di 12 eroi e dalla formazione del team, la mancanza di una modalità cooperativa si fa sentire.

I 12 ANTI EROI M.A.Y.E.M SONO IMPECCABILI UN GAMEPLAY SEMPLICE, DIVERTENTE E COINVOLGENTELONGEVITA' GARANTITA DAI MOLTI CONTENUTI
MISSIONI SECONDARIE A LUNGO ANDARE RIPETITIVEUNA MODALITA' COOPERATIVA AVREBBE GIOVATOCOMPARTO TECNICO SOFFRE DI ALTI E BASSI
  • GAMEPLAY 8
  • TECNICA 7
  • LONGEVITA' 8
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 7,5
  • VERSIONE TESTATA PLAYSTATION 4 (Disponibile anche su PC e Xbox One)
Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 794 euro oppure da Unieuro a 1,024 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone

Forza Horizon 4: la nostra recensione del capolavoro di Playground Games