Yakuza Kiwami: la nostra recensione

25 Agosto 2017 12

Sono passati sei mesi dall'arrivo di Yakuza 0, apprezzatissimo prequel della saga che ha praticamente accompagnato il lancio del remake del primo storico episodio della serie, grazie a una serie di meccaniche di gioco condivise tra i due episodi. Yakuza Kiwami si basa infatti su moltissimi asset presi direttamente proprio da Yakuza 0, il tutto allo scopo di svecchiare il brand introducendo diverse novità.

TRAMA

Come riportato nella nostra anteprima, disponibile a questo link, Yakuza Kiwami narra le gesta di Kazuma Kiryu, pezzo grosso del clan Dojima che, per salvare i propri amici, decide di addossarsi la colpa dell'omicio del boss del proprio clan. Dopo dieci anni di galera, la situazione della famiglia è completamente sconvolta. Akira "Nishiki" Nishikiyama si è trasformarto in una persona priva di scrupoli e in grado di macchiarsi di efferati delitti, mentre Yumi, ragazza molto importante per l'eroe, pare essere svanita nel nulla.

Ad aggravare la situazione, il clan Tojo ha subito un furto di dieci miliardi di yen, il tutto seguito dall'assassinio del presidente Sera. La vita di Kazuma si intreccerà con vicende legate alla mafia ma anche con quelle di una bambina che il protagonista incontra per caso. La trama prevede colpi di scena, momenti in cui la situazione sembra apparire meno complicata del previsto e tanta sana azione. E' bene ricordare che siamo comunque di fronte a un remake, ma gli sceneggiatori hanno saputo inserire diverse cutscene in grado di approfondire diversi aspetti e narrare in maniera perfetta le motivazioni che spingono i vari personaggi ad affrontare le diverse situazioni del gioco.

Per completare l'avventura è necessario spendere almeno una ventina di ore di gioco, se si decide di proseguire dritto e tralasciare i contenuti extra, che comprendono missioni aggiuntive, attività secondarie e molto altro. La longevità è senza dubbio il punto di forza del titolo.

GAMEPLAY

Yakuza Kiwami possiede una struttura di gioco molto semplice. La maggior parte delle missioni sono solitamente caratterizzate dalla necessità di raggiungere un determinato punto sulla mappa, raccogliere particolari oggetti e consegnarli all'NPC del caso, terminando il tutto con il più classico dei combattimenti.

Durante le fasi esplorative capiterà di imbattersi in brutti ceffi pronti a menare le mani. I combattimenti non sono casuali dato che i nemici sono ben presenti sullo schermo, di conseguenza è possibile ripiegare sulla pratica del rush e schivare i cattivi di turno. Le lotte risultano però utili per acquisire denaro e punti esperienza, di conseguenza è consigliato affrontare quanti più scontri possibili.

Kazuma potrà inizialmente spendere i propri risparmi per l'acquisto di bevande energetiche, in modo da ripristinare i propri punti vita o furia. Sono presenti inoltre diversi oggetti utili ed è possibile dedicarsi a diverse attività presenti in città. Si potranno quindi affrontare sessioni di bowling, biliardo, accedere agli hostess club e corteggiare qualche ragazza, darsi al poker o gare di automobiline radiocomandate, con tanto di funzione di tuning dei piccoli veicoli. Impossibile non apprezzare inoltre il picchiaduro Insect Queen, minigioco basato sulle regole di carta-forbici e sasso e impreziosito da strambe lottatrici dalle fattezze di insetti.

Come facilmente prevedibile, i combattimenti sono il vero fulcro dell'intera esperienza. Gli sviluppatori hanno pensato di inserire gli stessi stili di lotta visti in Yakuza 0, il tutto arricchito dalla presenza di un elemento di crescita tramite lo sviluppo del "Dragon Style" di Kazuma. Inoltre capiterà di incontrare Goro Majima, figura importantissima per il brand, il quale permetterà di accedere a diverse tecniche speciali potenziabili tramite l'utilizzo dei punti esperienza. Saranno quindi presenti combo e counter, senza contare l'aumento delle statistiche passive, tra cui resistenza e forza.

Ricordiamo velocemente i vari stili di lotta. Brawler è il più equilibrato e permette di combinare colpi potenti senza sacrificare la reattività del protagonista. E' quindi possibile dare vita a spettacolari mosse speciali, utilizzando la barra della furia nel caso l'avversario si trovi a terra. Rush si basa invece sulla velocità dei colpi e permette al protagonista di schivare gli attacchi, sia fisici che tramite arma da fuoco. Purtroppo i danni portati al nemico risultano davvero leggeri. Beast trasforma Kazuma in un vero e proprio wrestler in grado di afferrare ogni oggetto a portata di mano e utilizzarlo come strumento di offesa. Al contempo è necessario mettere in conto una pericolosa lentezza nei movimenti.

TECNICA

Il comparto tecnico di Yakuza Kiwami ha verve da vendere. Gli sviluppatori hanno implementato il tutto tenendo come base Yakuza 0, ricostruendo così il quartiere di Kamurocho in maniera efficace e rendendolo davvero vivo. Gli effetti speciali si sprecano grazie a una contrapposizioni di colori orchestrata splendidamente, che viene messa in risalto dalla presenza delle luci al neon in grado di riflettersi sullo scenario, cambiamenti climatici e molto altro

Bisogna comunque tenere conto delle dimensioni della mappa non proprio generose. Yakuza 0 proponeva infatti due mappe vaste e distinte, mentre Kiwami si basa su una zona ridotta ed angusta. Al contempo però, gli sviluppatori hanno saputo sfoderare un level design in grado di rendere varia ogni via esplorata grazie ad elementi visivi ispirati. Durante i nostri test non abbiamo riscontrato alcun tipo di rallentamento, a parte in qualche sporadico caso, di conseguenza i 60 fps sono praticamente garantiti.

Ottimo anche il comparto audio, in grado di accompagnare senza alcuna sbavatura l'intera produzione. I testi sono ancora una volta completamente in inglese.

COMMENTO FINALE

Yakuza Kiwami è un piccolo gioiello. Trama accattivante con nuove cut-scene, gameplay rinnovato grazie al medesimo sistema di Yakuza 0 ma con elementi aggiuntivi interessanti e un comparto tecnico ispirato sono i motivi per il quale diventa davvero impossibile non apprezzare quanto proposto dal team di sviluppo.

Abbiamo storto il naso di fronte alla presenza di missioni secondarie fin troppo semplici e ad una struttura di gioco effettivamente ripetitiva. L'assenza della localizzazione in italiano terrà inoltre lontani diversi videogiocatori comunque amanti del genere.

  • GAMEPLAY 8,5
  • TECNICA 8,5
  • LONGEVITA' 7
  • MULTIPLAYER -
  • GLOBALE 8

TRAMA COINVOLGENTEGAMEPLAY SOLIDOTECNICAMENTE CURATO
TESTI IN INGLESEMISSIONI SECONDARIE POCO ISPIRATE
Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 723 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Zazzy

quello è perché alla SEGA non conviene economicamente, e il nostro mercato vale come l'asso di bastoni in una partita di cricket...

Gabriel #JeSuisPatatoso

*che anche la versione PS3 uscisse

Wrenchies

hai ragione credevo che anche la versione ps3 usciva in occidente

ghost

Considerando che a volte le scrivono proprio sbagliate... XD

ghost

Mi ero fidato di Wikipedia

Esattamente come il precedente gioco della serie, Yakuza 0, la versione per PS3 è stata distribuita solo su territorio nipponico, mentre la versione PS4 sarà pubblicata anche in Occidente il 29 agosto 2017.[2]

Sim-1

Per carità.. personalmente non ritengo HD Blog una fonte interessante o attendibile per quanto riguarda le recensioni di videogiochi - a differenza di telefoni o altro. Però già che vogliono farle QUANTOMENO che scrivano le cose fondamentali!

ghost

Dai sono migliorati rispetto al passato

Wrenchies

guarda che esce anche su ps3

Sim-1

Dovrebbero scriverlo a caratteri cubitali.

ghost

Esclusiva ps4

Sim-1

Non diteci per che piattaforme è disponibile. Non è un dato importante.

ghost

20 ore mi sembra il minimo quindi ottimo.
Facciamo tanto i fashion mettendo una parola inglese ogni 3 italiane e poi ci lamentiamo se ha i testi in inglese lol

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta