PES 2018 Single Player: la nostra recensione

11 Settembre 2017 97

La data di uscita fissata per PES 2018 è ormai alle porte. Durante il weekend scorso la nostra redazione ha provato la versione definitiva del titolo a cui ha dedicato diverse ore di gioco, per analizzare i vari aspetti che compongono questa nuova versione del Calcio secondo Konami.

Data la chiusura dei server, non è stato però possibile affrontare varie sezioni della modalità online, di conseguenza abbiamo deciso di focalizzare la nostra attenzione sul gameplay e su quanto PES 2018 è in grado di offrire nella modalità single player e in multigiocatore locale.

MODALITA'

Le modalità di PES 2018, almeno per quanto riguarda la sezione offline, rimangono saldamente ancorate a quanto visto in passato. I videogiocatori potranno contare sulla classica Partita Veloce che a sua volta metterà a disposizione quattro sfide differenti: Esibizione, Partita Selezione Casuale con team formati da giocatori random, Contro (partita singola che tiene memorizzati i dati della partita, compreso le rose) e CO-OP.

Non possono certo mancare le competizioni ufficiali. Confermata la presenza della UEFA Champion's League, UEFA Europa League e AFC Champions League. Presenti anche le classiche Campionato e Coppa personalizzabili, come del resto Campionato Master e Diventa un Mito. Nel menu Extra troviamo ancora una volta Allenamento, il menu di modifica dedicato ai giocatori, squadre, composizione delle nazionali, trasferimenti e molto altro ancora. Nell'apposito menu si potranno inoltre rivedere i replay salvati durante i match, modificare le opzioni di sistema e analizzare le statistiche.


Apriamo una piccola parentesi dedicata a Campionato Master e Diventa un Mito. In Campionato Master il giocatore potrà decidere di prendere in consegna uno qualsiasi dei team presenti nel gioco e affrontare le classiche stagioni. Il team si potrà basare sulla rosa ufficiale oppure su un gruppo di giocatori originali del campionato master, con skill basse e l'obbligo di iniziare dalla divisione inferiore del campionato selezionato. Nel secondo caso la sfida si fa effettivamente difficoltosa, soprattutto se si decide di giocare ai livelli di difficoltà più elevata.

Una volta scelto il nome dell'allenatore e l'aspetto fisico, si verrà lanciati nella realtà di gioco, che mette l'utente ai comandi completi del team. Si dovrà fare i conti con budget della squadra, trasferimenti, contratti, allenamenti, formazione, gestione primavera e tutti i diversi aspetti legati alla società stessa. Gli atleti avranno modo di migliorare le proprie abilità e contare su bonus passivi in grado di rafforzare lo spirito di squadra. Un giocatore può infatti diventare la colonna portante e ispirare i colleghi, per avere a disposizione performance più elevate. Ottima senza dubbio la contestualizzazione. Ci si troverà spesso e volentieri ad assistere a scene di intermezzo basate sulle convocazioni della nazionale, proclamazione del Pallone d'Oro e altro.

In Diventa un Mito lo scenario si concentra su un solo giocatore. L'utente vestirà i panni di un atleta, già esistente oppure completamente inventato, allo scopo di accompagnarlo al successo. L'esperienza risulta più limitata rispetto a Campionato Master dato che sarà necessario seguire i progressi di un solo calciatore. Per quanto riguarda la sezione online spiccano le varie Divisioni Online, Co-op Online, Competizioni Online e myClub, modalità di cui ci occuperemo in un secondo tempo data, come anticipato poco sopra, la chiusura dei server di gioco.

GAMEPLAY

Se da un lato PES 2018 si poggia su basi comunque soddisfacenti, dall'altro gli sviluppatori hanno lavorato sodo in modo da lanciare sul mercato un'esperienza videoludica dal gameplay convincente. La decisione di utilizzare una versione modificata del Fox Engine ha portato grossi benefici nel corso degli anni, elemento che ha permesso ai programmatori di concentrarsi sulla fase di rifinitura e di esaltazione dei dettagli.

Come riportato nella nostra anteprima, disponibile a questo link, il ritmo di gioco risulta elevato, di conseguenza l'utente dovrà avere in mente fin da subito che tipo di strategia adottare e che azioni imbastire. Palla al piede, si nota fin da subito il maggior feeling tra calciatore e sfera, e si ha quindi l'impressione di poter fare davvero ciò che si vuole. Scegliere di lanciarsi in un pericoloso dribbling o di effettuare una rete fitta di passaggi in modo di creare spazi e cercare di arrivare a rete sono opzioni che dovranno essere prese in considerazione tenendo soprattutto conto delle skill dei giocatori presenti in campo.

PES 2018 esalta infatti il gioco fisico, di conseguenza non sarà raro assistere a scontri e tentativi di frapposizione tra portatore di palla e pallone stesso, in modo da usare il corpo come copertura e terminare così la sortita degli avversari. Ovviamente gli atleti particolarmente abili nel gioco solitario avranno davvero di che divertirsi, ma, una volta messi di fronte a star delle squadre più importanti del momento, si potrà dare vita a vere e proprie sfide nelle sfide.


Durante i nostri test abbiamo analizzato i vari movimenti del giocatori senza palla. La IA garantisce un'ottima copertura del campo, di conseguenza non è certamente facile trovare spazi completamente dimenticati, soprattutto durante le fasi di studio delle squadre. Sta quindi all'abilità del giocatore riuscire a creare gli spazi necessari per trovarsi di fronte al portiere e avere la possibilità di sbloccare il risultato. Superare i portieri non è certo cosa semplice. In mezzo ai pali sono talmente reattivi da lasciare a bocca aperta i videogiocatori grazie alla presenza di animazioni di ogni genere. Abbiamo assistito a parate a mano aperta, con il pugno, tuffi spettacolari, riprese della posizione in controtempo e altro.

Non manca però qualche incertezza, ad esempio, abbiamo notato una difficoltà di calcolo delle uscite, soprattutto durante i calci d'angolo, aspetto che rende il corner un metodo particolarmente efficace per segnare. Lo stesso vale per l'utilizzo dei passaggi filtranti, sia alti che bassi. Questa tipologia è davvero in grado di mettere in crisi anche le difese più arcigne, soprattutto se eseguiti tramite il corridoio centrale. E' comunque necessario tenere conto di diversi fattori, tra cui le abilità dei protagonisti in campo. Gli atleti più esperti e performanti sono ovviamente in grado di recuperare terreno o anticipare l'avversario, ma resta comunque il fatto che determinati tipi manovre risultano più efficaci di altre.

Davvero comoda la presenza di un secondo cursore in grado di segnalare in anticipo al giocatore quale sarà l'atleta che verrà comandato dall'utente in caso di pressione del tasto di cambio giocatore. La soluzione, se associata a un sapiente uso dello stick destro, si trasforma in un'arma efficace durante gli arrembaggi degli avversari, andando di fatto a coprire gli eventuali buchi creatisi durante l'azione. Il comparto difensivo è senza dubbio l'aspetto più importante del gioco. La linea di giocatori con le spalle alla porta non si fa quasi mai cogliere impreparata, soprattutto su sortite di pochi giocatori. La situazione si fa pericolosa durante i contropiedi o gli attacchi veloci, che possono non dare il tempo all'utente di preparare una controffensiva adeguata. Le marcature strette riescono comunque e rendere praticamente inefficaci i triangoli, ma al contempo è necessario temporeggiare sulla palla e coprire ogni spazio se non si vuole vedere il proprio alter ego virtuale saltare come un birillo.

Cosa non ci ha convinto di PES 2018? La mancanza di un numero effettivamente importante di licenze ufficiali fa storcere il naso. Vedere ancora la Juventus denominata Black White, tutta la serie B con nomi assurdi, tra cui Spremonese, e i vari campionati del resto del mondo. A livello di gameplay abbiamo ben poco da recriminare. Le azioni si susseguono pulite e varie, di conseguenza il limite è davvero solamente la fantasia del giocatore. Al contempo ci siamo accorti di alcune situazioni che ci hanno colpito in maniera negativa. Oltre all'efficacia dei passaggi filtranti abbiamo notato che la IA della difesa fatica a reagire durante le respinte del portiere e i calci d'angolo battuti nell'area piccola. Ci riserbiamo di approfondire la questione una volta scaricata la patch del day one.

TECNICA

Il comparto tecnico di PES 2018 è curato sotto ogni punto di vista. Gli atleti, soprattutto quelli più famosi, sono caratterizzati da una ricostruzione grafica realizzata in maniera quasi maniacale. Ottime le animazioni, davvero varie e in grado di proporre torsioni e impatti reali. Lo stesso vale per la fisica della palla, la quale risulta sempre convincente sia per quanto riguarda i rimbalzi che le traiettorie prese durante le fasi di gioco.

Il Fox Engine si apprezza soprattutto durante gli scontri fisici tra calciatori. Il corpo viene usato come copertura per la palla, in modo da rendere difficoltoso l'intervento sulla sfera da parte degli avversari, ma al contempo bisogna anche tenere conto che i giocatori più rapidi sanno aggirare la cosa e trovare il pertugio giusto per infilarsi tra giocatore e pallone. La gestione quindi della fisicità diventa fondamentale se si vuole portare a casa il risultato.

Poco incisivo l'ambiente circostante. Se da un lato è possibile godersi inquadrature ispirate, dall'altro l'aria che si respira all'interno dello stadio non risulta tanto accattivante da far sentire il giocatore in mezzo al campo. Avremmo preferito assistere quindi a una contestualizzazione maggiore, con presentazione dei giocatori, statistiche e molto altro.

Ottimo come sempre il comparto audio. Le tracce disponibili spaziano tra vari generi pop e rock, ed accompagnano in maniera convincente l'utente attraverso i vari menu. La telecronaca affidata all'accoppiata Caressa-Marchegiani andrebbe però svecchiata, dato che sono presenti fin troppe frasi già sentite. Ottimi gli approfondimenti durante il match, anche mancano un po' di verve.

COMMENTO FINALE

PES 2018 è l'ennesima riprova della via corretta intrapresa dal team di sviluppo. Il gameplay non ha praticamente sbavature se non per qualche piccolo aspetto da limare, soprattutto in ambito difensivo. Ovviamente i videogiocatori più esperti sapranno come arginare alla perfezione le piccole lacune emerse durante i nostri test. Impossibile non apprezzare le modalità in single player disponibili, sempre curate e divertenti da affrontare.

Poco da dire anche sul comparto tecnico. Il motore grafico Fox Engine è in grado di garantire un impatto visivo eccellente mentre siamo rimasti leggermente delusi da un commento non proprio rifinito per l'occasione. L'assenza delle licenze si fa sentire, come del resto un ambiente circostante poco coinvolgente.

Resta da analizzare tutta la sezione dedicata al comparto in rete, tra cui la attesissima myClub e, soprattutto, il netcode. Ci butteremo in rete non appena verranno aperti i server, i quali dovrebbero risultare operativi dal 14 settembre, giorno di lancio di PES 2018.

  • GAMEPLAY 8
  • TECNICA 9,5
  • LONGEVITA' 9
  • MULTIPLAYER - 8
  • GLOBALE 8,5

TITOLO TESTATO SU PLAYSTATION 4

DISPONIBILE ANCHE SU PC, XBOX ONE

GAMEPLAY SOLIDOTECNICAMENTE SUPERBO
COMPARTO DIFENSIVO NON PERFETTOTELECRONACA DA RIVEDERE
Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 692 euro oppure da ePrice a 779 euro.

97

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Youngstown

su ps4 pro il campo è percorso da fastidiosissime onde, qualcuno ha avuto questo problema?

Bianchi Gianluca

Come ai mettono i cori

Christian Saccani

Neanche completa tra l'altro. Ogni anno mancano sempre alcune squadre.

Edgar Oscar Alexander Urrutia

ah ok da subito quindi, wow

RectorSith

Sinceramente non ci ho fatto caso visto che la patch è uscita prima e aveva anche le Rose aggiornate

Fer

L'hanno scorso ci hanno messo tre mesi per aggiornare le rose..

Rock21

Non ce la fanno proprio a mettere le licenze

William

Tra l'altro sulla baia si trova già la patch aggiornata che rilasciano il 14

Gabriel #JeSuisPatatoso

proverò, ma è una cosa che mi urtava anche di alcuni vecchi capitoli (sia di PES che di Fifa). Mi chiedo proprio come facciano a non rendersi conti dei colori sballatissimi che scelgono per l'erba.

Thomas Lorenzon

Prova in alternativa ad abbassare i colori del tuo monitor/tv...ma credo che se tu avessi i settaggi alti dovrebbe darti fastidio anche in altre situazioni

Snow Syfer

Ma il risultato e nome squadre in alto a sinistra è quello definitivo che si vede nella demo?pessimo, roba da giochi degli anni 90.
Per me queste cose e i menù sono peggiorati

Gabriel #JeSuisPatatoso

"patch e si risolve"
ti risponderanno così per ogni cosa che non va di questo gioco. In pratica i modder lo rendono giocabile mentre Konami si prende i soldi ;)

Gabriel #JeSuisPatatoso

Penso fosse il Camp Nou perché ho giocato con il Barcellona contro l'Inter mi pare.

densou

di solito cambiando stadio cambia anche il colore dell'erba (pure su PES6 e precedenti!), ma è vero che anche sui vecchi, certi campi proprio fan male agli occhi :|

RectorSith

Veroi, ma è la prima volta che leggo questo tipo di critica e sinceramente non ho notato nessun problema di questo tipo nella demo.

SketchT

Scusa ho visto ora il messaggio. Guarda da quello che ho visto penso di rimanere su FIFA ma non ho ancora in mano il prodotto finito, quindi deciderò tra qualche settimana. Comunque penso che il titolo che mi rapirà completamente sarà Anthem :D

Gabriel #JeSuisPatatoso

ovviamente ho fatto una partita, ma la palette scelta mi fa venire mal di testa e non sono certo pagato per giocarci.

SketchT

Hai assolutamente ragione, ma devo analizzare ogni aspetto del gioco per dare un parere quanto più completo possibile ;)

Thomas Lorenzon

Se disinstalli un gioco per il colore dell'erba senza nemmeno averlo provato, vuol dire che parti già prevenuto. Continua pure a giocare a fifa

Massi91

I cori ci sono durante le partite, però una mod e si risolve

Alessandro

Nn c'è la juve XD
E ormai dovresti dire se giochi contro i cinesi XD

Alessandro

Quela di un gioco da rarissimi 0a 0 senza praticamente interruzioni che nn siano angoli o rimesse

Choz Chozzy

"l'arbitro spesso nn vede o nn fischia nemmeno se dovrebbe"
Se giochi contro la Juve è normale! XD

Neapolitantrip

Bravo... non so quanto possano interessare al giocatore incallito:
- Le animazioni del Pubblico
- Le statistiche prepartita
- Presentazioni/entrata in campo ed altre ***te del genere.
Al giocatore interessa tutt'altro. ;)
In merito alle licenze invece mi trovo pienamente d'accordo, basta una patch personalizzata e si avrà il gioco di calcio degno di essere considerato tale ;)

delpinsky

Io con i vecchi PES 5 & 6 moddavo tutto il comparto audio, aggiungendo un botto di cori. Non so se sia ancora così, ma il comparto cori, l'atmosfera del tifo faceva veramente pena rispetto a Fifa.

delpinsky

Quando giocavo a PES, 90% offline e 10% online.

Mav

Abbiamo perso giornate intere a giocare a ISS Pro Evolution: di licenze nemmeno l'ombra (Batustita, Costucarta e Tapparel), ma quanto divertimento!!

Marco Missere

Io personalmente gioco esclusivamente offline.

Marco Missere

Ma quale deriva arcade?

Alessandro

Il tempo massimo della demo 10 minuti
Ma nn c'entra
Almeno 6-7 falli dovresti averli
Invece se ti va bene sono massimo 2..se va bene
Spesso 0 o 1
Il problema è che la cpu entra sempre pulita...l'arbitro spesso nn vede o nn fischia nemmeno se dovrebbe

RectorSith

Allora, facciamo una premessa: in PES, giocando contro CPU, di falli ne ho sempre subiti pochi in generale (per non parlare poi dei rigori, pro o contro). Io sinceramente non ho notato la differenza con le edizioni precedenti su questo aspetto.
Mi trova invece d'accordo la critica sul filtrante, non tanto perché sia facile (quello dipende o meno dal giocare con o senza aiuti) ma perché rasoterra secondo me la fisica della palla non è molto realistica.
Vero anche quello che dici sul livello superstar, ma con FIFA le ultime edizioni ho riscontrato quel problema anche a livelli più bassi: squadrette di bassa classifica che non ti fanno toccare il pallone per dieci minuti con tiki taka da far invidia al Barca.

RectorSith

Si solitamente vengono ancora pubblicati tutti gli aggiornamenti per la versione 360 (nella ONE i file opzioni non si possono aggiungere). Basta cercare su google un qualche forum pesfan

Gabriel #JeSuisPatatoso

Provata la demo su PS4 ... l'erba è di un verde fluo che fa male agli occhi, disinstallato subito

Squak9000

stai fuori corso di parecchio allora

William

Eh quello non te lo so dire,cerca online

Alessandro

Demo provata e il problema c'è.
Come sui filtranti o il gioco della cpu che a superstar è un continuo tacchi..di prima...filtranti anche con squadre infime.
Ma il problema dell'assenza di falli lha notato praticamente tutto il mondo..tanto Che han detto faranno uscire una patch tra mesi per sistemarlo.
E chi ha gia ik gioco completo conferma l'assenza di falli.

RectorSith

Demo provata e devo dire, migliorato e non di poco il gameplay: le animazioni sono più convincenti (con qualche eccezione, capita che su contatti duri il giocatore voli per aria), i portieri hanno un set di parate più vario, lo scatto è tornato a essere utilizzabile, giocare contro la CPU sembra essere più impegnativo.
Poi ovvio, ci sono anche i meno, come la fisica della palla sui filtranti che non mi sembra equilibrata (la palla non rallenta in modo naturale, o non rallenta proprio), l'innaturale difficoltà a difendere sui calci d'angolo, e altre piccolezze. Però ripeto, un buon miglioramento. Attendiamo FIFA!

RectorSith

Io più che un problema di falli, ho notato che spesso nei contrasti senza fallo il giocatore vola letteralmente per aria, in modo, secondo me, abbastanza innaturale. E anche sui filtranti, sopratutto quando si sbaglia un po' la misura, la fisica della palla mi sembra innaturale: praticamente il pallone non rallenta mai.

RectorSith

Dovrebbe uscire la patch al day one

RectorSith

Ma lo hai provato o no?

stefo

ma le rose erano aggiornate o bisognerà aspettare?

RectorSith

Dalla demo non ho visto problemi ne di Arcade (ma qui dipende se si gioca full manual o no) ne di falli. Ho visto qualche problema sul filtrane e sugli scontri fisici.

Chevlan

Ma è possibile applicarle anche per la versione Xbox 360?

wjolol

Grazie!

RectorSith

Non c'è niente in più da fare, le licenze sono assegnate a pacchetti, EA ha ovviamente molti più soldi da investire.

RectorSith

Patch e si risolve tutto in 5 minuti, a meno che tu non abbia xbox one :)

RectorSith

Questione puramente personale, io a PES gioco 80% offline, solo o con amici, e 20% online.

Mikel

Di solito lo prendo solo per il campionato master..

diegoluisros

Usano il Fox Engine dal primo PES rilasciato su PS4/Xbox One, il 2014 o il 2015 non ricordo bene

SketchT

A me la CPU li ha fatti. Non tanti come nella realtà ma idem io non gioco praticamente facendo falli. Dipende dai casi.

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione