FIFA 18: Alex Hunter testimonial di Coca Cola. Ecco lo spot

22 Settembre 2017 3

Il protagonista della modalità Il Viaggio di FIFA 18, il calciatore Alex Hunter, è diventato il nuovo testimonial della Coca Cola. L'ultimo spot pubblicato sul canale ufficiale Youtube della multinazionale americana mostra l'atleta deluso dopo una prestazione non proprio convincente. A consolarlo arriva però un piccolo fan, il quale decide di offrire ad Alex una Coca Cola Zero.

Non è la prima volta che un personaggio virtuale diventa protagonista di uno spot pubblicitario. Ricordiamo infatti il caso di Louis Vuitton, società che scelse la bella Lightining di Final Fantasy XIII, tutti i dettagli a questo link, come figura principale per alcuni prodotti. Si tratta della prima volta che Coca Cola decide di assoldare un personaggio dei videogiochi come testimonial. E' lo stesso dirigente Matt Wolf a confermare il tutto, facendo effettivamente intendere l'importanza di questo passo della società verso il mondo dei videogiochi.

Di seguito, lo spot girato da Coca Cola.

Manca ormai pochissimo al lancio di FIFA 18, avventura che uscirà il 29 settembre su Xbox One, Playstation 4, Xbox 360, Playstation 3, Nintendo Switch e PC. Potete trovare la nostra anteprima a questo link.

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 295 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ivanko Trump

commovente

saccottino

Ma allora non erano gli sviluppatori di Mass effect a non saper fare animazioni facciali...sembra sia proprio il motore a essere inadatto.

Ikaro

Dopo sto video mi è venuta voglia di una pepsi :D

Playstation Classic ufficiale: mini console di Sony dal 3 dicembre a 99 euro | Pre-ordine

Non chiamateci maniaci, siamo atleti e piloti | Editoriale

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello