Milan Games Week 2017: Speciale Sony

02 Ottobre 2017 6

Numeri importanti per lo spazio riservato a Sony durante la Milan Games Weeek 2017. Negli oltre 35.000 metri quadri è stato possibile provare diversi prodotti dedicati a Playstation 4, sia in uscita che già presenti sul mercato da qualche settimana.

UN PANORAMA COMPLETAMENTE BLU

Il mastondontico stand di Sony ha permesso ai videogiocatori di guardare molto da vicino i prossimi titoli in uscita. Tra le varie demo affrontabili spiccavano senza dubbio Gran Turismo Sport e Detroit: Become Human, coppia di avventure di punta della società giapponese. Oltre allo spazio dedicato a PlayLink (Dimmi Chi Sei e Sapere è Potere) Sony ha previsto alcune salette in cui sono stati proiettati i trailer di God of War e Spider-Man visti durante lo scorso E3 2017 e una demo, affrontata da un membro di Sony, di Days Gone.

Buona parte dello spazio è stato riservato alla realtà virtuale. A un anno dal lancio, Playstation VR vedrà presto il proprio parco giochi impreziosito da esperienze come Bravo Team, Ace Combat, The Inpatient e altri. Impossibile non rimanere colpiti proprio da questi due titoli. Il primo è uno sparatutto in prima persona che riprende la concezione di Farpoint e mette il giocatore nei panni di un soldato, il quale ha il compito principale di sopravvivere agli assalti nemici. Ricordando alla lontana i vari Time Crisis, Bravo Team ha saputo coinvolgerci in maniera tale da non vedere l'ora di poter mettere le mani sulla versione finale. Lo stesso vale per The Inpatient, progetto sviluppato dai creatori di Until Dawn e pronto a tenere sul filo del rasoio gli utenti grazie ad un vero e proprio thriller psicologico. Durante i nostri test non abbiamo riscontrato alcun problema di motion sickness, segno della grande attenzione posta dai programmatori durante la fase di rifinitura del gioco.

Oltre ai titoli third party già presenti sul mercato, quindi i vari Knack II, Uncharted: l'Eredità Perduta e altri, Sony ha predisposto un grosso spazio per FIFA 18 e Star Wars Battlefront II. Ospite speciale inoltre Last Day of June, romantico adventure game che ci ha fatto versare non poche lacrime di commozione (potete trovare la nostra recensione seguendo questo link).

GRAN TURISMO SPORT

Volante alla mano, ci siamo lanciati nella più classica sessione di prova di Gran Turismo Sport. Una volta scelto il circuito di Nurburgring e la McLaren 650S, l'esperienza ci ha permesso di testare il gameplay e di goderci l'impatto visivo garantito dal motore grafico. La sensazione di velocità risulta convincente, come del resto il feedback dei comandi impartiti al veicolo, di conseguenza gli appassionati avranno a disposizione un prodotto in grado di togliere non poche soddisfazioni. Abbiamo affrontato la pista sia con gli aiuti alla guida attivi che disattivati ed ammettiamo di essere rimasti colpiti dai comportamenti della vettura che segue perfettamente quanto da noi impartito.

E' ovviamente necessario sottolineare che Gran Turismo Sport è un titolo che deve essere approfondito a causa di un sistema di gioco non propriamente adatto a tutti, ma comunque con curva di apprendimento scalabile in poco tempo, a patto di non lasciarsi distrarre dalla bellezza del motore grafico. Il numero di dettagli sullo schermo è impressionante e la fluidità di gioco non è mai stata sporcata da fastidiosi rallentamenti. Le aspettative sono quindi molto elevate. Per analizzare Gran Turismo Sport sarà necessario attendere ancora qualche settimana dato che la data di uscita è stata fissata per il 18 ottobre.

DETROIT: BECOME HUMAN

La vera star dello stand Playstation è senza dubbio Detroit: Become Human, adventure game di Quantic Dream in grado di catapultare l'utente in un'esperienza investigativa caratterizzata dalla presenza di un sistema di dialoghi e azioni volte a modificare il corso della storia e il finale della missione. La demo ci ha permesso di immergerci una vera e propria indagine, che si trasforma ben presto nel tentativo di salvare una ragazzina dalle grinfie di un losco figuro.

La trama renderà necessario raccogliere indizi utili, ricostruire la scena del crimine attraverso un sistema virtuale, esplorare l'ambiente e molto altro. La presenza di scelte multiple porterà il videogiocatore ad avere a che fare con diversi finali, che potranno essere visualizzati tramite una percentuale di riuscita della missione. Ogni azione andrà infatti ad influire sul contatore, mostrando in tempo reale se la situazione sta volgendo a proprio vantaggio o meno. La nostra prova ci ha portato al salvataggio della ragazzina "sacrificando" il nostro robotico alter ego virtuale, ma Quantic Dream ha previsto diverse soluzioni diverse.

Potete trovare il gameplay della demo, con uno dei possibili finali, poco sotto.

LA GAMES WEEK DI SONY

Se da un lato la proposta dei prodotti Sony possiede una solidità eccezionale, dall'altro l'assenza di nuovi annunci e prodotti previsti nel lungo periodo ci ha lasciato l'amaro in bocca. Siamo ben felici di aver osservato da vicino le nuove esperienze dedicate a Playstation VR ma rivedere ancora una volta le demo E3 di Spider-Man, God of War e Days Gone non ci ha per niente convinto. Sony poteva fare molto di più e proporre agli appassionati qualche novità di spessore. Testare con mano il gameplay di Detroit: Become Human, comunque, è valso il prezzo del biglietto.

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, compralo al miglior prezzo da ePrice a 450 euro.
Apple Iphone 8 64gb Space Grey Grigio Siderale è disponibile da puntocomshop.it a 648 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Clawed

Io sono andato diversi anni, a partire dalla seconda edizione fino all'anno scorso. Il primo anno mi era piaciuto veramente tanto, in una giornata ero riuscito a provare quasi tutti i giorchi, c'erano parecchi gadget e si riusciva a muoversi bene. Con il passare degli anni è stato sempre peggio (vuoi per le troppe persone, per gli spazi ed il numero delle postazioni inadeguato o per la presenza sempre maggiore di youtuber) tanto che l'anno scorso sono andato giù tutto il weekend ed è stato un traguardo provare qualche gioco. Il risultato è che quest'anno non sono andato, spero migliori i prossimi anni per andare, ma visto come si evolve la vedo dura.

Mauro Corti (Sbabba)

Idem. Tra l'altro imho il numero di postazioni di prova era palesemente sottodimensionato rispetto all'enorme massa di gente presente. Per provare COD al sabato mattina credo ci fossero almeno 2 ore di coda, è ridicolo.

diesel701

Prima volta alla MGW e anche io mi aspettavo qualcosa di più. Ma d'altronde rimane comunque una fiera minore al momento. Forse al Lucca Comics si può vedere qualcosa in più, non so.
Altrimenti mi sa che ogni anno salterò questa fiera in favore di una maggiore come il Gamescon di Colonia :)

Biso22

Ace combat ti prego non deludermi!!!

boosook

L'Italia e' periferia, a me pare gia' tanto che ci sia stato un evento del genere...

FCava

Francamente, mi ha deluso. 15 euro di ingresso, gestione parcheggi a cappella. Mi aspettavo di vedere la sezione consumer della vecchia smau, ma era solo una piccola parte di quella (vuoi per i costi, per i ritorni, etc)

Xbox One e PS4, forse le ultime console con supporti fisici | Speciale

The Vanishing of Ethan Carter: la nostra recensione su Xbox One X

PlayerUnknown’s Battlegrounds: recensione versione Game Preview

Kingdom Come: Deliverance, intervista e anteprima