Call of Duty: WWII, la nostra prova alla Milan Games Week 2017

04 Ottobre 2017 8

Tra i vari titoli presenti alla Milan Games Week 2017 spiccava Call of Duty: WWII, nuovo capitolo della saga in grado di segnare un vero ritorno alle origini. Gli sviluppatori di Sledgehammer Games hanno infatti deciso di allontanare dalla memoria l'approccio futuristico degli ultimi capitoli del brand e riportare il tutto a uno degli scenari più importanti della Storia: la Seconda Guerra Mondiale.

Le diverse postazioni di gioco hanno permesso di cimentarsi in alcuni match legati all'esperienza multiplayer in LAN, vero punto di forza del marchio fin dal suo esordio. Abbiamo affrontato la modalità Dominio, sezione in cui era necessario prendere il controllo di tre punti sulla mappa e mantenerlo il più a lungo possibile, in modo da aumentare in maniera vertiginosa i propri punti e portare a casa la vittoria. Di seguito, la nostra esperienza.

UN RITORNO AL PASSATO

La caratteristica lobby di Call of Duty WWII ha permesso di customizzare il proprio alter ego virtuale e assegnare quindi le diverse armi a disposizione. Presenti anche i vari perks in grado di essere attivati dopo aver raggiunto un determinato numero di uccisioni di seguito. Niente di nuovo all'orizzonte: Sledgehammer Games ha optato per un sistema coinvolgente e solido, molto vicino a quanto proposto in passato.

La partita inizia velocemente e veniamo catapultati in una mappa a sfondo industriale, la quale proponeva una piccola percentuale di zone al chiuso, una sezione sotterranea e una buona porzione di aree a cielo aperto. Il level design ha permesso di utilizzare diverse coperture e nascondersi dalla visuale del nemico, anche se è necessario sottolineare che ogni zona della location permetteva praticamente di avere più uscite a disposizione. Brutte notizie quindi per i cosiddetti "camperoni" che faticheranno non poco a trovare un luogo davvero sicuro per rimanere fissi in una posizione e attendere di eliminare i bersagli inermi.

Passiamo quindi al gameplay. Come ribadito più volte, Call of Duty: WWII mette da parte doppi salti, jetpack, armi futuristiche e altro in favore di un'ambientazione legata alla Seconda Guerra Mondiale. Il risultato è un'esperienza frenetica al punto giusto, che permette agli utenti meno abili con il pad di dire comunque la propria fin da subito. Il sistema di mira ci è sembrato inoltre molto curato e soprattutto rapido, seppur sia comunque necessario tenere conto delle armi impugnate in quel momento. Potremmo quasi paragonare Call of Duty: WWII a Call of Duty: Black Ops 2 sia per quanto riguarda sistema di controllo che velocità di gioco. Si va dalle raffiche di mitra, all'utilizzo del coltello per uccisioni corpo a corpo, passando per il richiamo di aerei in grado si svelare la posizione del nemico, velivoli che aprono il fuoco sulla mappa senza distinzione e molto altro.

La partita è corsa via molto velocemente e ammettiamo di esserci divertiti proprio come con i vecchi episodi più apprezzati della saga. Rivedere i propri alleati ancorati al terreno e mettere in atto manovre strategiche molto più vicine alla realtà è stato davvero soddisfacente.

PRIME IMPRESSIONI

Il breve tempo a disposizione per testare Call of Duty: WWII non ci ha ovviamente permesso di farci un'idea globale dell'esperienza. Al contempo è stato possibile però avere prova dell'ottimo feeling con il gioco, soprattutto a livello di comandi e gameplay. I soldati sono ancorati a terra, le armi sono quelle del secondo conflitto mondiale e l'approccio è senza dubbio molto più tattico rispetto agli ultimi capitoli.

Call of Duty WWII uscirà il 3 novembre su Playstation 4, Xbox One e PC.

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, compralo al miglior prezzo da ePrice a 450 euro.
Samsung Galaxy Tab S2 T719 8.0 Gold 4g Ve è disponibile da puntocomshop.it a 312 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ngamer

sul discorso dei cheater ho sentito molti lamentarsi ma per mia fortuna non ne ho beccati nonostante molte partite giocate ( sono salito di grado fino al 26) come detto il motore di gioco è dell epoca preistorica ma finche vendono milioni di copie difficile che cambino qualcosa , spremono quanto piu possibile i giocatori

luxor

Concordo pienamente! Ho provato questo WWII per curiosità. In passato, ai tempi di CoD e CoD:Uo ho giocato ad alti livelli con un Team fortissimo e da CoD2 il gioco è andato via via sempre peggio, per non parlare di quelli moderni.
Le mappe come già hai detto sono degli sgabuzzini piccoli piccoli. Tanto vale fare una stanza 10x10 e tutti con fucile a pompa. E' questa la sensazione che ho avuto giocando a quest'ultimo capitolo.
Diversamente da te invece non approvo il discorso del motore di gioco. E' Vecchio, buggato e facile per i cheater bucarlo...altro punto dolente! Un anticheat non dico perfetto MA DECENTE lo volete mettere?!
Poi la cosa che mi fa ridere è vedere colpi di cecchino durante un salto! Provateci nella realtà e vi troverete a fare un salto mortale triplio carpiato all'indietro dal forte rinculo.

Assurdo che questi in 14 ANNI non siano riusciti a migliorare un gioco, ma solo a peggiorarlo!

Gioco per bambini membro!

Marco Paternuosto

Concordo

Ngamer

ho giocato alla beta per 3 gg .... non posso dare un parere positivo , apprezzo lo sforzo ma ancora non ci siamo . le mappe sono piccolissime ( ok non si gioca in 64 ma sono piccole lo stesso) i cecchini ti killano anche se non ti prendono con la mira ( ok è una beta ma cosi non va assolutamente) la modalità guerra ( qualcosa di simile a operazioni in BF1) è anche li su mappe dalle dimensioni ridicole e cè molto da bilanciare tra chi difende e chi attacca. le armi sono sbilanciate. l unica nota positiva che non richiede certo un pc potente infondo il motore di gioco è vecchio di 10 anni :P . avevo buone speranze per questo cod ma il multi cosi com è non mi piace . resta da vedere la campagna in single.

momentarybliss

aspetterò recensioni e pareri di chi ci avrà giocato, ormai non mi frega più al day one

Michele Paradiso

Non so se mi sembra bello o è solo il solito COD con skin diverse

Philip

Speriamo bene

gastro67

Io personalmente non compro più nulla al "day one", ma questo titolone farà vacillare non poco la mia decisione...

HDMotori.it

Monster Energy Supercross: la nostra recensione

Xbox One e PS4, forse le ultime console con supporti fisici | Speciale

The Vanishing of Ethan Carter: la nostra recensione su Xbox One X

PlayerUnknown’s Battlegrounds: recensione versione Game Preview