Need for Speed Payback: microtransazioni necessarie per contenere i costi di sviluppo

08 Novembre 2017 57

Need for Speed Payback,disponibile dal 10 novembre, ha ricevuto alcune critiche a causa della presenza di microtransazioni e casse premio. Secondo quanto dichiarato da Marcus Nilsson, executive producer del gioco, gli elementi sbloccabili in cambio di denaro reale sono diventati necessari a causa dei costi di sviluppo dei giochi, sempre più elevati.

"Il prezzo di vendita dei videogiochi è rimasto lo stesso, ma la produzione non è mai stata così costosa. Il mercato sta mutando davanti ai nostri occhi e vediamo sempre più utenti giocare a un numero decrescente di titoli, ma per più tempo. Coinvolgere il giocatore a lungo termine è importante, ma come è possibile offrire esperienze davvero durature?"

"In fin dei conti è difficile trovare una soluzione che vada bene a tutti. I giochi costano 60 dollari, ma alcuni pensano che ne valgono 40. Ma il reale valore del prodotto che offriamo quale sarebbe? Da una parte ci sono produzioni come GTA e la sua componente online, mentre dall'altra The Last of Us, avventura completabile in dieci ore. Come possiamo stimare il valore di un'esperienza? La questione è senza dubbio lunga e complessa".

La questione delle microtransazioni e degli acquisti in game è certamente delicata. Alcune esperienze videoludiche premiano di fatto i videogiocatori che maggiornamente investono denaro reale in cambio di oggetti virtuali, magari in grado di livellare il proprio team più velocemente rispetto a chi non ha alcuna intenzione di utilizzare i propri risparmi o di dare accesso ad un arsenale molto più performante. Capita invece di avere tra le mani prodotti in cui gli oggetti acquistabili siano legati solo ad elementi di contorno, come skin aggiuntive, non in grado di inficiare il gameplay.

Siete d'accordo sull'utilizzo delle microtransazioni? Fatecelo pure sapere nei commenti poco sotto.


57

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Chase

Il fatto è che non fai cassa facendo così, ea e ubi spammano il mercato con mille titoli mediocri alla fine l'utente medio, che magari sarebbe anche interessato a quasi tutti i giochi, non li compra perché ha un budget limitato, magari ne compra solo 1 o 2 e ne rimane deluso perché vengono fuori giochi mediocri, buggati e pieni di odiose microtransazioni perché a loro costa di più sviluppare il gioco. Oltre al fatto che i giochi svalutano molto prima facendo così. Facendo uscire un solo titolo AAA l'anno e fatto bene alternando le 3-4 ip che vanno forte che hanno. Per esempio quest'anno esce AC Piripicchio e se ne parla dopo 4-5 anni del prossimo, l'anno prossimo Watchdogs 3 e se ne parla dopo 4-5 anni del prossimo.

Dovrebbero seguire la strada di Rockstar Games che fa i giochi fatti bene ogni 5 anni e in fatti la gente li compra.

IlDucaBianco

Di sto passo la prossima ps5 avrà di serie una bella gettoniera come i vecchi Coin op delle sale giochi

UslimX

provaTE Battlefront 2 (e anche Need4Speed) con EA Access (su One 2€ al mese) per 10 ore già da oggi. Poi su tv Oled 4K riuscite a immaginare il NERO dello spazio profondo come risalta? Con tutte quelle ore c'è chi finirebbe la campagna single player (io no, sono 1 pippa LOL )

Superdio

theme hospital, dungeon keeper, theme parl

PiQuattro

La bullfrog e quella di theme parck word vero?

tonyX86

Però è anche aumentato il bacino di utenza: vedasi le maggiori vendite di console e pc da gioco. O sbaglio?

sardanus

i soliti articoli a metà

Desmond Hume

è verissimo :D

Biso22

https://uploads.disquscdn.c...

Superdio

Ormai qualsiasi software house che passa per EA vede le sue IP distrutte: guardate westwood, bullfrog e di recente popcap e firemint: giochi che pagherei domani a prezzo pieno fatti a pezzi e rivenduti a pezzetti o con ingestibile f2p. Piante contro zombie 2 lo avrei pagato volentieri 5,99€ su mobile, visto che ho adorato (e comprato pagandolo) il primo, ridotto ad un inutile f2p. lo stesso con real racing 3. EA sta diventando quello che è stato capcom ai tempi della ps3

KTR KEVIN

2 parole
"Pay" "back"

BannedWinS

E per "contenere" i soldi nel mio portafogli..... NON LO COMPRERÒ.
EA

furlo

Come se le battutine da menefreghista zen ,citando l'universo, risolva o possa rendere accettabili problemi seri nel lato multiplayer di un gioco tripla AAA.

GiorgioGR

Ci sono delle software house come la EA, e poi altre come lo StudioMDHR...

Ratchet

Ca22ata

O_Marzo

È che chiudano tutti, ovvio che sono azioni diassa e come tali utopiche ma se un gioco non mi piace perché è palesemente un PtW non me lo compro e basta, gli succeda poi quel che vogliono

Raiden

Tralasciando il nervoso di dover acquistare un dlc a parte per vedere il vero finale, a me piacque anche il terzo.

Febiz

Fossero almeno buoni i panini attuali completi, io trovo che molti giochi siano meglio in versione base perché i dlc e bonus sono talmente inutili o poco interessanti da rendere il gusto molto più amaro, specialmente sapendo che ci hai speso dei soldi sopra

UslimX

pazienza se NoN lo compri , l Universo continuerà a sopravvivere LoL

MrTec

https://uploads.disquscdn.c...

Febiz

Il potere d'acquisto di chi può e spende 1000€ in microtransazioni dopo aver comprato il gioco è 17 volte superiore a chi invece acquista il gioco a prezzo pieno e basta. Persone che spendono così tanto non mancano, ci sono gli youtuber che devono fare il video stupido che gli farà recuperare tutto ma anche persone frustrate perché meno capaci degli altri, senza dimenticare di quelli che la carta illimitata è dei ricchi genitori quindi acquisti infiniti a gogo.
Questo significa che non basta che tu non acquisti perché a loro non cambia niente, anzi li giustifichi ancora di più a mettere mezzi del genere per "recuperare", ma dovrebbero smettere di acquistare TUTTI. Non è certo garanzia che funzioni ovviamente, se le microtransazioni sono veramente così elevate il gioco potrebbe sempre sopravvivere grazie a queste diventando per f2p o venduto a basso costo, oppure si chiude direttamente il progetto e si fa altro.

furlo

manco per 25 euro comprerei quel autoscontro nelle gare multiplayer. Nessuna penalita' o anti collisione nel caso ti tamponano e buttano fuori pista ogni 3 secondi...

scopp

Sì mettano a fare direttamente applicazioni per smartphone free to play e cabinati slot come konami, inutile continuare a far finta di basare il proprio modello di business sulla produzione di videogiochi. Ci perdono soltanto a lungo andare...

Nickever Professional™

dead space 3 vendette poco sopra le 4 milioni di copie in base alle dichiarazioni della stessa electronic arts ma p0rca miseria non ne sono stati comunque soddisfatti....un vero peccato per quella saga ma sono stati comunque bei giochi.

ErCipolla

Una volta i demo servivano ad invogliarti a comprare il gioco, le case produttrici facevano a gara per tentare di farteli scaricare... ora invece tocca pagare per accedere a una trial... come siamo ridotti -_-

momentarybliss

Peraltro graficamente questo Payback pare soffrire di diversi problemi

momentarybliss

Boh poter comprare le speed cards mi pare che vada oltre il concetto di "microtransazione necessaria" per un titolo da 60 euro

GiOvYSish

Alla ea interessa solo fare cassa ecco perché li producono ogni anno se ne fregano di farli bene infatti li stanno riempiendo di micro transazioni ... Chissà quanto dura ancora la pacchia

simone Rocca

Rivorrei la magia di nfs underground quando potevi modificare in tutto le auto con tonnellate di kit estetici e di motore il 2016 lo presi ma faceva pena e l'obbligo dell' online me lo fece rivendere dopo 2 giorni ...
Questo cambia o me lo posso risparmiare?

O_Marzo

Se le vendite calano perdono guadagni, gli frega eccome

OsloEpicureo

Una soluzione per abbattere i costi di sviluppo sarebbe limitarsi a sviluppare meno. La frenesia di far uscire titoli annualmente comporta costi più alti, risultati più scadenti e meno interesse nei confronti della nuova uscita. Come può un giocatore attendere spasmodicamente e comprare al day one un gioco che esce ogni anno uguale a se stesso con migliorie solo marginali e di cui, verosimilmente, non è ancora riuscito a trovare il tempo di giocare i 40 capitoli precedenti che si trovano ad un tozzo di pane anche in copia fisica? Se si prendessero 3/4 per sviluppare un tripla A il gioco sarebbe sicuramente migliore e soprattutto la differenza col predecessore sarebbe superiore. In questo modo è anche più difficile i giocatori si stufino del brand. Basta pensare a saghe come Persona: un titolo principale praticamente ogni cambio di generazione e monetizzano con gli spin-off, che possono parere sensati o meno, ma quantomeno non sono quella sch*fezza di acquisti in-app.

ErCipolla

Ovvio, sono stati costretti dai capoccia di EA ad infilare multiplayer cooperativo e crafting in un gioco che era basato sulla tensione derivante dalla solitudine e la scarsità di risorse a disposizione del giocatore... ovvio che l'hanno rovinato, è come mettere la nutella sulla pasta alla carbonara, non c'entra una fava...

GiOvYSish

Io che speravo che ricreavano un nuovo need for speed underground o most wanted come giocabilità e come personalizzazione questi se ne escono con sta cag@ta ma hanno davvero la faccia come il c#lo

X4slimU

ATTENZIONE

William

Non gli frega una mazza a loro,tanto i soldi li trovano sempre per tirare fuori un altra boiata di gioco,uno sponsor di qua,uno sponsor di la e i milioncini arrivano

William

Dead Space è il perfetto esempio di come una software house riesce nel giro di poco tempo a rovinare e sbriciolare un gioco dalle enormi potenzialitá.....il primo Dead Space un capolavoro....il terzo....be lasciamo stare...

ErCipolla

Le loro aspettative sono fuori scala... totalmente pazzoidi... ricordo che ai tempi di DS3 dissero che per continuare la serie avrebbe dovuto vendere 5 milioni di copie (cifra assurda per un titolo horror single player, genere storicamente di nicchia)

Purtroppo sono avidi e non si rendono conto dell'esagerazione... poi invece vedi studi come CDPR che sfornano capolavori con una frazione del budget dei giochi EA e privi di microtransazioni e ca**ate varie e vendono milioni. Due domande sul loro modello di business dovrebbero farsele...

vincenzo francesco

che bello dead space!

Nickever Professional™

Questi si prendono anche la briga di nominare capolavori come gta e the last of us come paragone, quando anche loro riusciranno a fare capolavori okkei ma fino a quel momento sarà sempre e solo l'utente finale a stabilire il valore di un videogioco.
Tu sviluppatore puoi farti il sedere quanto tempo vuoi, ma se io utente finale non sono soddisfatto affatto del gioco finale allora perchè dovrei continuare ad usare il mio denaro per supportarti?
Naughty dog e rockstar la fiducia se la sono guadagnata con gli anni mica nel giro di qualche settimana, quindi io prenoterei volentieri in futuro gta 6 e the last of us 2 ed è qui che risiede la differenza.
Electronic arts 4 anni fa se ne uscì, riguardo dead space 3, con la storiella che le microtransazioni erano fondamentali all'interno del gioco per accontentare sopratutto gli utenti che provenivano dal settore dei giochi mobile, e che loro essendo abituati da sempre alle microtransazioni allora non volevano certo farli sentire esclusi da tale utilizzo.......certo come se gli utenti mobile sentissero la necessità di giocare a titoli come dead space o need for speed su console e pc -.-'

X4slimU

ATTENZIONE PER TUTTI:
in prova 10 ore su EA ACCESS (2€ al mese)

ErCipolla

Capisco che i costi sono sempre più elevati ma 60€ a botta non è che siano pochi e capisco la frustrazione di pagare una cifra del genere e avere un prodotto "mutilato" coi vari pezzi mancanti da acquistare a parte con microtransazioni/DLC.

A mio avviso dovrebbero passare a un modello netflix-style dove paghi un mensile e hai accesso a un vasto catalogo... ha funzionato per i film con Netflix, ha funzionato per la musica con Spotify... non vedo perché non possa funzionare coi giochi.

vincenzo francesco

i preorder però spesso sono così convenienti che rinunciarvi è praticamente impossibile perchè un conto è preordinare un fifa, un nba 2k o un f1 2017 a 30 euro, un altro è pagarlo dai 50 ai 70 euro al dayone

ghost

Giusto la frase giusta è: non guadagno quanto vorrei datemi soldi xD

Sbrillo

devono recuperare i soldi non guadagnati 2 anni fa con need for speed 2015 quando decisero che i dlc sarebbero stati completamente gratuiti

Ciccio

Tra l altro è anche peggio perché per metterla, come dicono loro, qualcuno ti dovrebbe mandare dei soldi nonostante tu abbia un grande stipendio!

vincenzo francesco

Visti i big money che fanno con i pacchetti di FIFA ultimate team, ci credo che in ea hanno pensato bene di introdurre le microtransazioni anche su questo titolo.
Che squallore.
L'altro giorno ero in fila da GameStop.
Entra un bambino accompagnato dalla mamma ed il diaologo è questo:
- bambino: posso avere la scheda per spacchettare su Fifa?
- commesso: ecco a te.
La mamma paga 40 euro e se ne vanno.

Il paytowin è la morte dei videogiochi: quest'anno non sono mai neppure entrato nella sezione Ultimate Team di Fifa e mi sta troppo sul cul0 constatare come ormai l'esperienza di gioco on line sia incentrata praticamente solo ed esclusivamente su FUT.
Ogni anno spero che reintroducano le sale d'attesa per giocare tranquillamente online e invece nulla.
Per fortuna che almeno ci sono le divisioni online..

MartinTech

concordo, lo ripeto anch'io da tempo. Purtroppo la gente si lascia facilmente abbagliare da qualche trailer o gameplay pre-alpha con grafica pompatissima che subito corrono a fare i preorder. Le case lo sanno e sfruttano questa cosa. Tanta gente si ripromette di attendere, di valutare etc, ma poi arriva l'E3 e via di preorder ed ecco che gli sviluppatori ripagano così l'utenza, microtransazioni, lootboxes, drm e così via.

il Gorilla con gli Occhiali

Ma poco importa.

ghost

Qualcuno può mandarmi dei soldi? Io non vorrei ma è necessario a causa dell'elevato costo della vita

fire_RS

non è chiaro se siano necessarie per procedere nel gioco oppure siano solo cose secondarie...

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone

Forza Horizon 4: la nostra recensione del capolavoro di Playground Games