EA modifica anche la progressione di Need for Speed, dopo Star Wars Battlefront II

21 Novembre 2017 21

A seguito della innumerevoli discussioni che hanno travolto Star Wars Battlefront II, Electronic Arts ha deciso di intervenire tempestivamente anche su un altro suo titolo, Need for Speed Payback.

Una serie di feedback inviati alla software house hanno infatti evidenziato che il sistema di progressione presente nel nuovo episodio della nota serie era troppo lento e salire di livello richiedeva molte ore di gioco a causa di scarse ricompense. Un meccanismo che ha generato subito molte lamentale in quanto rallentato per favorire le tanto discusse Casse Premio (Loot Boxe).

EA questa volte però non ha perso tempo e ha immediatamente rilasciato una patch, già disponibile su PC, Playstation 4 e Xbox One, che mira a contenere le polemiche.

L'aggiornamento modifica infatti il sistema di progressione e quindi i giocatori salgono di livello più velocemente grazie all'incremento della reputazione e dei guadagni che si accumulano prendendo parte ai vari eventi. Il team di sviluppo ha inoltre voluto sottolineare che, prossimamente, saranno apportate anche altre modifiche in quanto l'obiettivo è quello di garantire un'esperienza di gioco piacevole per tutti.

Electronic Arts in questo momento è sotto nell'occhio del ciclone e gli utenti sembrano decisamente agguerriti, Segnaliamo inoltre che le innumerevoli discussioni e critiche hanno penalizzato le vendite in UK di Star Wars Battlefront II. Al lancio, infatti, il titolo ha piazzato un numero di copie poco consistente se paragonato alle vendite del primo episodio (-61%).

Il miglior Xiaomi ad oggi? Xiaomi MI 9 è in offerta oggi su a 277 euro oppure da Amazon a 369 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pito

Vogliono portare il meccanismo delle app da smartphone su console/pc. Ma FORTUNATAMENTE gli è andata male molto male a sti maleducati succhia soldi. Da me comunque non prenderanno un cent, ho deciso di non comprare i loro giochi per principio

Scannatore™

Ho colleghi che ci buttano più di 1000€ su quella merdä di gioco..

delpinsky

Una volta c'erano le "cheat mode" e va bene, vendevano le riviste con i trucchi in edicola... però che brutta roba usare le cheat. Oggi abbiamo le armi più potenti a pagamento e nefandezze simili. Che gusto c'è a giocare in questo modo? Che gusto c'è a pagare per vincere prima e in maniera più facile? Spendi un sacco di soldi in un gioco e poi lo vuoi finire in 30 secondi? Io divido la colpa tra EA che vuole lucrare su ogni cosa e i videogiocatori BM che pagano pur di vincere facile. Tristezza!

Massimo Fonetico

GTA V ha venduto e guadagnato come mai prima... e con le micro transazioni ancora di più.

Se non vogliamo le micro transazioni non le dobbiamo comprare..
Se qualcuno compra, è evidente che è ciò che il mercato vuole.. e le case fanno bene a creare questo sistema.

Fossi in EA, anche io farei così... è una azienda e deve giustamente guadagnare assecondando il mercato

NON VOGLIAMO LE MICROTRANSAZIONI? NON USIAMOLE E SPARIRANNO

Questo è l'unico modo. prendetevela con chi paga, non con chi approfitta dei polli che pagano, perchè fanno bene a spennarli!

Massimo Fonetico

Il problema non è "vendite alle stelle" ma "guadagni alle stelle"

diesel701

Cuphead - no multi, no in-app purchase - vendite alle stelle
The Witcher 3 - no multi, no drm - vendite alle stelle
Bioshock - no multi, no in-app purchase - gioco che vende ancora adesso

EA è il cancro dei videogame e non guarda a portare un gioco fatto bene, ma guarda a come può ricavare più soldi possibili da un titolo...
Forse si sono abituati agli acquisti in-app dei giochini mobile, ma non han capito che sono due mondi completamente diversi.

macosx

Esatto, non dimentichiamoci di Konami però, anche loro come EA preferiscono il pay2win alla creazione dei videogiochi.

Beh contenti loro di sicuro perderanno una marea di clienti, l'ultimo loro titolo che ho acquistato è stato dante's inferno. Credo che l'unico che prenderò in futuro sarà il tanto criticato mirror's edge, giusto perché il primo capitolo l'ho amato per il resto le loro IP sono diventate puro schifo. Peccato nel 2000 era una delle mie SH preferite.

IlDucaBianco

Un vero gamer acquista a 50 euro la custodia vuota un anno prima del lancio

IlDucaBianco

Mio figlio mi ha detto "Da grande voglio fare la lot boxes"

asd555

Ho sempre pensato che fare peggio di Ubisoft è impossibile.
Poi EA se ne esce con certe cose e ti ricredi.

L'industria dei videogames mi fa sempre più schifo.

EMARCEUS

Ha già fatto lo stesso errore in passato.
Gli piacerà scritto così...

William

Ogni anno peggiora sempre di più,per quello ho abbandonato da tempo i suoi giochi...

luxor

Dovrebbe succedere anche su fifa....ma purtroppo i m1nch10ni che ci giocano sono troppo presi dal loro giochino e dal buttarci dentro lo stipendio.

Modho

No per capire quello occorre aspettare ancora. Per molti il dayone non si rompe nemmeno se a 70 euro viene venduta una pre-alpha ingiocabile.

LaVeraVerità

"Loot boxe"?
https://uploads.disquscdn.c...

Massi91

O magari hanno capito che se compri un gioco al day 1 sei un tester a cui vengono appioppati svariati bug che vengono corretti nella prima settimana (quindi perchè non farlo uscire direttamente una settimana dopo???) pagando più di chi aspetta, quindi perchè farlo?

ZioThor

EA ascolta i soldi, come sempre, vede che le vendite con tutta la bufera sono crollate e allora se la fa nei pantaloni.

eberg93

Sì, però la cappellata prima deve farla. E poi ecco, dopo le lamentele è praticamente costretta a rivedere i propri piani, si adatta e il pubblico è felice. Ma fare direttamente il titolo come di0 comanda? Nell'era di internet sicuramente hanno accesso a miliardi di feedback e commenti da parte degli utenti, potrebbero ascoltarli un po' di più.

Johan

Quando leggo ste notizie "positive" mi viene quasi da piangere, EA che ascolta il buon senso (':

eberg93

Inutile, EA si dimostra anno dopo anno una delle SH che pensa solo ed esclusivamente al guadagno. Il che è giustissimo, è lo scopo di un'azienda, è il loro lavoro. Ma ciò non deve influenzare a tal modo i giochi prodotti. Almeno un minimo di amore verso i propri prodotti e un minimo di rispetto nei clienti. Dovrebbero prendere spunto da CD Projekt, Guerrilla, Naughy Dog. Qua ormai si parla di meccaniche da free to play dei cellulari dove hai la doppia valuta (quella che guadagni giocando e quella che ottieni pagando cash) su giochi presi a prezzo pieno di 70€.

Modho

"Electronic Arts in questo momento è sotto nell'occhio del ciclone e gli utenti sembrano decisamente agguerriti, Segnaliamo inoltre che le innumerevoli discussioni e critiche hanno penalizzato le vendite in UK di Star Wars Battlefront II. Al lancio, infatti, il titolo ha piazzato un numero di copie poco consistente se paragonato alle vendite del primo episodio (-61%)."

Troppe limitazioni a favore del pay to win, e delle transazioni? Non compri i giochi + ti arrabbi = la casa modifica i suoi piani.
È molto più semplice di quanto si creda. L'utenza sottovaluta troppo il suo potere da compratore.

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta