Epic Games: uno dei cheater di Fortnite denunciati ha 14 anni

29 Novembre 2017 214

Epic Games, lo scorso ottobre, ha deciso di usare il pugno duro contro i cheater che notoriamente infestano qualsiasi tipo di gioco online, incluso il suo Fortnite. La vicenda ha creato diverso rumore mediatico, dal momento che la società è arrivata ad intraprendere le vie legali nei confronti di due utenti e ha sporto denuncia presso la Corte Federale del North Carolina. Nel fare ciò, Epic ha rivelato pubblicamente i nomi degli accusati e questo fatto potrebbe dare il via ad un pericoloso effetto boomerang per la società, stando a quanto emerso dall'identità di uno dei due giocatori.

Il cheater in questione, infatti, è un ragazzino di appena 14 anni, quindi un minore non perseguibile per legge. Oltre a ciò, nel rivelare la sua identità, Epic ha infranto le leggi locali di Delaware relative alla tutela dei minorenni. La dichiarazione riguardo l'età del ragazzo arriva direttamente dalla madre, la quale ha anche aggiunto due interessanti elementi.

Il primo riguarda i Termini e Condizioni di Fortnite, i quali richiedono che il giocatore, qualora non sia maggiorenne, ottenga il consenso esplicito di almeno un genitore per poter giocare. Ovviamente la madre ha negato di aver mai fornito tale autorizzazione, rendendo quindi nullo il contratto tra Epic e il ragazzo. Il secondo elemento, invece, riguarda le modalità con le quali il giovane si è procurato i tool incriminati, tra cui anche un aimbot. Sempre secondo la madre, questo sarebbe avvenuto attraverso dei siti web pubblici, quindi afferma che la società dovrebbe prendere di mira questi portali, piuttosto che il singolo utente.

Epic è intervenuta sulla vicenda attraverso una dichiarazione rilasciata a Game Informer, nella quale ribadisce le sue intenzioni nel portare avanti la battaglia legale, senza badare particolarmente all'età di chi ha infranto il suo copyright e ha utilizzato cheat. Resta però da valutare quali possano essere le effettive possibilità per Epic di far valere le proprie ragioni; nonostante in molti apprezzino l'idea di utilizzare una politica di tolleranza zero contro i bari, il fatto di trovarsi in presenza di un minore ribalta sicuramente le carte in tavola e la società potrebbe non vedere mai i 150.000 dollari di risarcimento richiesti, nella migliore delle ipotesi.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Techinshop a 457 euro oppure da Amazon a 779 euro.

214

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicco

Grande!!!

trhistan

Ok.
Tipo i vecchi “id*****” in Doom II nel ‘94.

Antonio Guacci

Epic Games ha infranto le leggi del Delaware sulla tutela dei minori, rivelando l'identità del ragazzino.
La famiglia può quindi definirsi parte lesa e costituirsi parte civile, chiedendo un rimborso per il danno subito (ed è molto più probabile che possano vincere loro in merito, piuttosto che Epic Games).

Giardiniere Willy

copio incollo dal mio commento di sopra
"Poi, sul fatto che barare sia sbagliato non ci piove, "

Domenico Belfiore

Essendo che hanno violato la privacy del minorenne in teoria quest'ultimo dovrebbe essere risarcito anche perché i Minori nosln sono perseguibili dalla legge

MikiTheMagic .

Se usi cheat e ti fai sgamare, sei tanto furbo che compri un'altra console e cheatti comunque. Fidati che c'è gente che si è fatta bannare decine di volte, tanto i soldi e internet glieli danno comunque

Alex Dimax

e i marò?

Angelo Cottone

Bebe cosi! Non si usano i cheat, indipendendemente dall' etá che si ha!

Nickever Professional™

impara prima a scrivere correttamente l'italiano, imb3cille che non sei altro.
tu sei talmente ritardato e disabile che ti avrebbero portato direttamente nei forni crematori.
schifo che fai

OlioDiCozza

tu di piccolo ai solo il cervello, sei così inferiore che i tuoi amici fasci ti avrebbero spedito nei campi di concentramento

Luca De Dominicis

Probabilmente epic conta sul fatto di perdere clienti che potrebbero spendere denaro in microtransazioni e che, a causa dei cheater, non lo faranno. La cifra richiesta è fin troppo esosa, ma che perseguano chi bara e rovina l'esperienza di gioco ad altri, ci sta tutta. Tra l'altro il bamboccio fa anche lo youtuber, indi lui per primo si è esposto pubblicamente.

EMARCEUS

Bambini stupidi da prendere a schiaffi.

Word_Life

Paragone del caz*o e sono d'accordo, ma non vedo perché giustificare un cheater con la scusa che "se riesce a cheattare non è colpa sua".

Oltretutto, se leggi qualche commento sopra scoprirai che la news è incompleta.
Il risarcimento è stato richiesto perché quel furbo ragazzo ha documentato la propria impresa su YT, spiegando accuratamente come scaricare ed utilizzare il cheat.
Alla richiesta degli sviluppatori di rimuovere il video, ha "furbamente" rifiutato.

Jhon Thali

Che c'entra?

Giardiniere Willy

Daje, ma che paragoni del cavolo sono?? Cheatta non è un crimine, non è un reato penale

Giardiniere Willy

ma se tu lo utilizzi sei in torto tu, punto

E come ho detto, lì non ci piove. Ma bisogna anche punire in modo adeguato e proporzionale

Giardiniere Willy

Non mi sembra un esempio calzante. Nel tuo caso si parla di un reato penale, c'è un attimo di differenza

Bananone

You are no fun...

Vermillion

Si ma non c'entra niente con quello che ho detto...

Vermillion

A meno che non li forzi tutti quanti ad usare queste cavolate non servirebbe a niente.

Masterpol

quindi il 14 enne non pagherà i 150.000 ma l'altro personaggio che barava? se è così è una bella batosta!

Rpg4666

Cambiarlo è più facile di creare una nuova cartella su Google, come ho già detto, è impossibile bannare su pc una persona, su console invece è un'altra storia

Luca Ansevini

Secondo me non è questa la soluzione. Così rovini solo una famiglia

Luca Ansevini

Puoi bannare il Mac address

Sbrillo

Bannano anche l’account dove un utente potrebbe aver acquistato giochi. Magari su steam. Account bannato, giochi persi. Io ci penserei 2 volte almeno prima di fare una cosa del genere

Davide R

???? Il senso?

Liuk

Ma ci sa far

giuseppe

io magari non compro il gioco , oopure lo abbandono e non compro piu nessu dlc o cose del genere , il danno va direttamente SH

Rpg4666

Su pc è impossibile bannare una persona definitivamente, su un f2p è anche peggio visto che il gioco non va nemmeno ricomprato

Domenico Belfiore

Secondo me anzi che vederli, quei 150.000$ dovranno sborsarli risarcendo la famiglia del ragazzo

Solaris

Minore o no, le regole sono regole. Se il minore delinque, pagheranno i genitori. Ma è importante far capire al ragazzo che ha sbagliato.

SONICCO

Dammi 3 parol
O Sol, O Cor, O mar
È nu scugnizz che non sa parlar

SONICCO

COSA STRACA**O CENTRANO I COLTELLI CON DEL MATERIALE ILLEGALE???

Nalin

E allora? Non si è palesato di fronte a tutti? Alla richiesta di rimuovere il video si è rifiutato. Minore o no è giusto che capisca che il mondo non è "faccio quello che voglio".

Johan

poi uno non deve usare ad block

Gigiobis

un evoluzione online del pugliese.
"cheater'muert!"

Nalin

Ma qui non puoi bannare nulla visto che è ftp. Il tizio prende e si fa un altro account e via di nuovo. L'entità reale del danno non la puoi sapere perché non c'è. Ci sono solo proiezioni di quello che potevano essere gli incassi potenziali, ma niente di certo. Se questo qui fa video su yt e incita anche altre persone ad usarle, è giusto che venga multato e il danno è misurabile dalle visite che ha ricevuto il video perché se ti capita di guardare qualcosa del genere lo hai quasi sicuramente cercato. La ca**ate che va dicendo sua madre sono solo la conseguenza che suo figlio ha fatto cosa voleva senza controllo ed è solo l'ennesima id1ota che pensa che tutto quello che fanno i figli sia giustificato e classificabile come una bravata.

Simplyme

Il ragazzino aveva un tutorial su YouTube su come barare

ilCristoVolanteNonIdentificato

un follower di giordano bruno

takaya todoroki

avranno messo dentro tutto.
Fatto sta che la causa è partita per via dei video non per l'uso dei cheat di per sè.

zSyntex

E che significa? Le paghette rientrano nel reddito deo nucleo familiare? Sono sempre soldj/beni concessi dal genitore.
Chi è dei suoi mal pianga se stesso

Liuk

Io Tartalian tttu....tttu...ccccccito!
xD

Liuk

Allora....dammi tre parole.... xD

Liuk

No, precisiamo bene, di Silandro.

Vix G

intendevo che tutti i dispositivi d'ora in poi saranno sbloccabili da impronte digitali o altro, non vedo perché in futuro non si possa accedere ad un account autenticandosi con l'impronta....a quel punto basta inibire questi individui e il gioco è fatto

alex

a dire il vero la causa non è per l'utilizzo di aimbot ma perchè il "ragazzino " ha pubblicato su youtube un video per insegnare agli altri a "barare". invitato a rimuovere il contenuto si è rifiutato in barba anche alla legge sul copyright.
quindi non solo rovinava il gioco a quelli con cui giocava e insegnava ad altri a fare altrettanto ma era anche restio a rimuovere bonariamente il materiale da internet.
L'importo forse è alto ma l'atteggiamento del ragazzino andava punito e come.
altro che ridegli in faccia, il giudice dovrebbe dare una bella lezzione soprattuto ai genitori così magari incominciano a controllare cosa fa il figlio.

Liuk

Adesso si spiega.
Qua siamo al limite delle FNews.

Liuk

Insieme ai miners.

Alexandro Marty Manzo

Per questo va a putt@ne un paese perché sono minori la passano sempre liscia.....e parlo anche in circostanze più gravi di questa .

Luca Ansevini

Io non gioco più online perchè ne ho le palle piene dei bimbetti che urlano e insultano dietro ad un microfono in quanto vorrei prenderli tutti quanti a ceffoni. Che rovini l'esperienza di gioco di altri giocatori sono d'accordo ma procedere per vie legali mi sembra esagerato.

Recensione Crash Team Racing: Nitro-Fueled: Potere di Bandicoot!

Recensione Oculus Rift S: la Realtà Virtuale per tutti è arrivata

Google Stadia ufficiale: tutto su prezzi, giochi e data | VIDEO

PS4, Xbox One, Switch e PC: tutti i giochi in uscita a giugno