PlayerUnknown’s Battlegrounds: recensione versione Game Preview

18 Dicembre 2017 34

Dopo aver segnato innumerevoli record nell'Accesso Anticipato di Steam, PlayerUnknown’s Battlegrounds approda anche su Xbox One in versione Game Preview.

Su PC, il Battle Royale di Bluehole in pochissimo tempo è diventato un fenomeno di massa, un successo travolgente ed inaspettato persino per i suoi creatori. L'uscita del gioco sulle console di Microsoft fa presagire un futuro indubbiamente roseo, considerato che in sole 48 ore ha già superato un milione di giocatori.

PUBG (PlayerUnknown’s Battlegrounds) non è un gioco che si compra per il suo comparto narrativo e neppure per l'aspetto tecnico che, al momento e persino su Xbox One X, soffre di svariate problematiche. E' un titolo che però riesce a coinvolgere innumerevoli giocatori per le sue meccaniche tanto semplici quanto complesse: alla fine della partita sarà presente un unico vincitore, gli altri saranno tutti morti.

GIOCO TESTATO SU XBOX ONE X E XBOX ONE (disponibile anche su PC tramite Steam)

SOPRAVVIVERE E' LA PAROLA D'ORDINE

PUBG è ambientato su un'enorme isola sperduta e la parola d'ordine è "sopravvivere". Bisognerà quindi fare tutto il possibile e tentare di non morire per mano di uno degli altri 99 giocatori che si troveranno nella nostra stessa situazione.

In PUBG non esistono classi, non è presente un albero delle abilità o di talenti, non ci sono zombie o strane creature. Completamente assente anche il sistema di crafting o la possibilità di scegliere armi ed equipaggiamenti prima della battaglia. Ogni partita sarà quindi l'inizio di una nuova e spietata avventura in cui il giocatore dovrà attuare tattiche sempre differenti ed adeguarsi alle armi e all'attrezzatura che troverà sul campo.

Avviato il matchmaking, la banda dei 100 "killer disperati" sarà catapultata in una lobby pre partita. Saliti su un aereo bisognerà decidere quando e sopratutto in che punto paracadutarsi. Una scelta di vitale importanza considerando che, quanto toccheremo il suolo, il nostro inventario sarà completamente vuoto. La prima cosa da fare sarà quindi andare alla ricerca di qualsiasi tipologia di arma, accessorio, munizione, risorse, granate e parti di equipaggiamento, elementi che saranno generati in modo procedurale all'interno di edifici e strutture. Da non sottovalutare inoltre l'importanza di reperire un mezzo di trasporto indispensabile per spostarsi velocemente, sebbene il rombo dei motori potrebbe destare l'attenzione di qualcuno.

Ad intervalli regolari e sempre con un sistema procedurale la mappa si "restringerà" dando vita alla "Safe Zone", una vera e propria area di sicurezza fuori dalla quale i giocatori subiranno danni sempre più ingenti. Raggiungerla velocemente è quindi fondamentale.

Non bisogna però dimenticarsi che, con il passare del tempo, l'area diventerà sempre più piccola e tutti i giocatori presenti convergeranno in quel punto: gli scontri diventeranno quindi sempre più frequenti ed essere equipaggiati al meglio è indispensabile per sopravvivere. A complicare il tutto, entrano in gioco anche le "Red Zone", generate sempre in modo procedurale: sono aree in cui pioveranno dal cielo bombardamenti che potrebbero portarci verso una morte certa.

GAMEPLAY

PUBG è governato da meccaniche di gioco tanto semplici quanto complesse e da un gunplay tutt'altro che arcade, difficile da padroneggiare. Bisognerà prestare attenzione a qualunque cosa, udire il più insulso dei rumori ed entrare negli edifici con circospezione in quanto qualcuno potrebbe sorprenderci dall'angolo più buio della struttura.

Ogni partita sarà differente sia a livello di tattiche da attuare che di armi da utilizzare. Il giocatore dovrà essere in grado di improvvisare, adeguarsi e cambiare stile di gioco in base alla situazione e all'equipaggiamento. L'obiettivo finale della partita non cambia mai: per vincere bisogna essere l'unico superstite ma il modo in cui si arriverà alla vittoria sarà sempre differente.

Non esiste un modo giusto o sbagliato di giocare a PUBG; ognuno sarà libero di scegliere il proprio metodo che comunque avrà sempre dei pro e dei contro. All'inizio della partita, ad esempio, bisognerà scegliere quando e sopratutto in che punto della mappa paracadutarsi. Optare per una zona in cui edifici e strutture non mancano è indubbiamente una buona scelta. Sarà infatti maggiore la possibilità di trovare un numero più consistente e vario di equipaggiamenti ma l'area potrebbe essere popolata da molti altri giocatori e lo scontro sarà inevitabile. Paracadutandosi in un luogo più isolato bisognerà invece accontentarsi di quello che si trova ma si avrà sicuramente più tempo per organizzarsi al meglio.

L'inventario non è illimitato e solo trovando ed indossando zaini di livelli superiori saremo in grado di aumentarne la capienza. Non si potrà quindi raccogliere tutto ma sarà necessario prendere solo armi, munizioni, medikit ed accessori che si riterranno più utili.


A differenza di altri Battle Royale, in PUBG non esiste un sistema di crafting: non si potranno creare armi ma saremo in grado di modificarle. Si troveranno mirini, caricatori aumentati ed altri accessori che potranno essere montati su determinate bocche da fuoco rendendole di fatto più performanti e anche potenti.

Il nostro alter ego virtuale - creato tramite un editor che permette di sceglierne il sesso e alcune caratteristiche fisiche - non salirà di livello. Al termine di ogni partita, in base alle nostre prestazioni, si guadagnerà moneta virtuale con la quale acquistare casse di bottino contenenti solo elementi estetici che non influenzeranno in nessun modo il gameplay.

In ogni partita si ricomincia sempre da capo, tutti i giocatori saranno allo stesso livello e tale meccanismo rende PUBG un titolo adatto anche per l'utente occasionale. Non importa quante partite hai fatto e quante ne hai vinte, all'inizio del match avrai sempre l'inventario vuoto e saprai correre, tirare pugni, scavalcare muri e saltare come gli altri 99 giocatori. Sicuramente si avrà più padronanza del sistema di controllo, del gunplay e delle meccaniche di gioco ma l'esito della partita dipenderà solo dalla bravura ad improvvisare e ad adeguarsi alla situazione di quel determinato match.

In PUBG si può contare su un arsenale che non delude tra armi per il corpo a corpo e bocche da fuoco per scontri a corto, medio e lungo raggio (non mancano i cecchini). Molti gli accessori per le armi affiancati da granate, fumogeni e parti di equipaggiamento (caschi, giubbotti, zaini, pantaloni) che aumentano la resistenza del nostro alter ego a seconda del livello.

TECNICA E INTERFACCIA DI GIOCO

Sulla famiglia Xbox One il titolo è nato in versione Game Preview, di conseguenza non stiamo parlando di un gioco completo. Va poi sottolineato che PUGB, tecnicamente e a livello di prestazioni, non ha mai brillato neppure nell'Accesso Anticipato di Steam. Dopo questa dovuta precisazione, possiamo dirvi che abbiamo testato il Battle Royale di Bluhole sia su Xbox One X che sul modello "flat" e la situazione non è delle migliori.

I 30 fps stabili, soprattutto ad inizio partita, sono un miraggio lontano su entrambe le piattaforme, la situazione però migliora leggermente con il passare del tempo. Su Xbox One X i cali di frame rate si percepiscono in modo meno violento che sul modello Flat, nonostante siano comunque presenti sopratutto nei momenti più frenetici: scontri con gli altri giocatori e in zone con una vegetazione folta.

PUBG gira a 1080p su Xbox One e in 4K su One X; le texture in game, però, sono tutte in bassa risoluzione e sulla console Flat i problemi non mancano con vari fenomeni di pop up, stutter e pop in. Su Xbox One X l'aspetto di PUGB è nettamente superiore. Un livello di dettaglio molto più alto, un campo visivo ampliato, sia in termini di qualità che distanza, e i fenomeni che si verificano sulla prima Xbox One sono minori o assenti.


Il sistema di controllo, se non fosse per l'odiosa risposta ai comandi che non funzionano come dovrebbero, è ben strutturato ed intuitivo, un aspetto da non sottovalutare considerando che su PUGB sono diverse le azioni da compiere. Da segnalare inoltre la possibilità di passare dalla prima alla terza persona con la semplice pressione del tasto dorsale mentre il cambio delle armi, in tempo reale, è affidato al tasto Y.

L'interfaccia di gioco è pulita ed essenziale con il contatore dei superstiti nella zona alta della schermo e la mappa parziale in basso. Presente ovviamente l'inventario e la mappa di gioco completa, entrambi accessibili in qualunque momento: attenzione però, l'azione di gioco prosegue inesorabilmente quando consultiamo le due sezioni.

CONCLUSIONE

I difetti tecnici di cui soffre attualmente PlayerUnknown’s Battlegrounds, in qualsiasi altro titolo, avrebbero portato chiunque a non giocarci...ma questo è PUGB e quindi tutto riesce a passare in secondo piano. Sicuramente i puristi dell'aspetto visivo e del frame rate non condivideranno la nostra affermazione, tuttavia il Battle Royale di Bluehole ha la capacità di "stregare" e coinvolgere il giocatore.

Si è sempre in tensione con la sensazione di essere costantemente braccati da qualcuno. Ogni singolo rumore, dal semplice passo all'infrangersi di un vetro, desta allerta. Persino una porta aperta potrebbe essere segno che qualcosa non va. Bisogna muoversi con circospezione, attuare tattiche, che si giochi in solitaria o in squadra, gestire attentamente ogni singola risorsa presente nell'inventario ed essere consapevoli che il più banale degli errori decreterà la nostra morte anche causa di un gunplay tutt'altro che arcade.

Aggiornamenti e patch, con il passare del tempo, introdurranno nuovi contenuti: arriverà la mappa Miramar già disponibile su PC, verranno introdotte nuove funzioni e il comparto tecnico sarà sicuramente ottimizzato e migliorato per garantire un'esperienza di gioco esente da difetti. Speriamo....

GAMEPLAY GENIALE E COINVOLGENTEMAPPA DI GIOCO ENORMEGUNPLAY TUTT'ALTRO CHE ARCADE
FRAME RATE TALVOLTA IMBARAZZATEPROBLEMI NELLA RISPOSTA AI COMANDI POP IN, POP UP, STUTTER (RIDOTTI SU ONE X)
Postazione di prova

  • VOTO GLOBALE SULLA VERSIONE GAME PREVIEW: 8
Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, in offerta oggi da Clicksmart a 279 euro oppure da ePrice a 320 euro.

34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sheldon!

Appunto, non hai mai giocato al gioco.

Il gioco di per sé non è male, ed è il capostipite di una serie di giochi simili ad esso: questi titoli infatti sono nati con una mod di Arma creata appunto da un modder chiamato "Playerunknow".

Ma finché parliamo della tipologia di gioco okay, il problema è come il gioco è realizzato. Dalle prestazioni altalenanti con frame drop pure con PC di fascia molto alta, a uno shooting da migliorare, a server anche essi da sistemare, a vari bug che si possono incontrare durante il gioco: Playerunknow's Battleground è sicuramente un titolo innovativo ma che fa notare quanto ancora sua in Early Access e quindi da finire, e sicuramente non merita un voto superiore al 7.

Spero di averti spiegato le mie motivazioni per le quali 8 sia un voto discutibile

simone Rocca

Io non discuto il gameplay perché non l'ho provato e magari mi divertirà, ma la grafica sembra a livello di cs 1.5...allora come può avere tutti sti problemi di prestazioni ?

Ciccio

Eppure le reviews su Steam ne parlan bene.. https://uploads.disquscdn.c...

Plinky

Era in senso ironico

Midnight

Fate un favore a noi lettori: smettetela di recensire videogiochi

Midnight

Forse intendevi la "non-serietà" e la "non-qualità"

Mario Bjm Bajardi

Bellissimo divertente innovativo. 9

Mountain Sheep

Io ci gioco ormai da tempo su pc... Non é il mio gioco primario ma giocarci non mi dispiace, la grafica é molto curata (su pc) e il sistema di shooting é fatto bene e mi ci sono trovato abbastanza in fretta venendo prima da csgo (non da un cod in cui la mira é per il 90% assistita se non giochi in veterano).
Io un con una 1060 e un i5 6400 riesco a giocarci stabilmente a 60 FPS a medio 1920x2560 comunque

Corryg

il framerate è criticato da qualsiasi testata.. per quanto riguarda la grafica e la tipologia di gameplay non serve provarlo.. e il sistema di sparo beh.. ti basta guardare un qualsiasi video (anche quello di questo articolo)
la di critiche da fare volendo ce ne sono ancora e ancora.. la penso bastino i 4 punti che ho elencato per farti capire che un 8 come voto è totalmente sballato anche per una beta
e in fine per risponderti.. si.. l'ho provato

KaIser

Beh se hai letto quello che ho scritto sai che non c'è da discutere...

Andrej Peribar

Capisco e non sono certo un tipo che si offende, ma è innegabile che non si può dare dell'hater a tutti quelli che criticano qualcosa.

Anche perché come è evidente che ognuno gioca a quel che gli pare è parimenti evidentemente che una conclusione del genere in una recensione fra le righe ammette che è un gioco dal successo via marketing a cui per la fama che ha non gli si può dar contro, poi onestamente vedetela come vi pare, ma non fatevi condizionare dal chi pubblica il gioco

KaIser

ripeto, sta accadendo ciò che è capitato per dark souls,
si sta affermando un fenomeno/moda/quel che è a partire da un gioco.
solo che mentre per dark souls la cosa è scoppiata al secondo gioco (ricordo Demon's Souls come primo gioco) mi permetto di dire (criticando parzialmente) che ciò sta succedendo ORA con qualcosa che non è definitivo.

per quanto riguarda i pareri su steam concordo.

KaIser

ma tu l'hai provato almeno che devo fidarmi del tuo giudizio ?

KaIser

mi riferisco a tutti, il tuo "ok" (chiedo scusa) ,
era la cosa più corta da citare per non allungare troppo il brodo

Solid92

Grafica 6
Giocabilita 6
Realismo 7
Stabilita del gioco 4

6,75 ed è pure tanto, gioco divertente e appassionante nelle sue dinamiche, il voto da voi inserito e troppo alto anche se è ancora in beta

Raxien

Dove nel pc? :/

Plinky

L'idea di fondo va bene ma, all'atto pratico, qualitativamente è inferiore a tutti i FPS che ho provato (e non di poco).
Conosco alcune persone che si rifiutano categoricamente di provare altri giochi solo perché PUBG continua a regnare la classifica di Twitch, ed triste vedere quante perle del settore videoludico vengono trascurate da chissà quanti altri giocatori per motivi analoghi.

L'unica cosa che rappresenta bene questo gioco è la media dei voti che ha ricevuto sulla piattaforma in cui viene venduto (Steam su PC), non questi recensori o youtubers accomodanti.

Andrej Peribar

Io ho scritto "ok"
Perché non hai scritto sotto il mio messaggio da "mezzo haters" la tua osservazione?

O ti riferisci ad altri?
Non credo sia un atteggiamento costruttivo se vuoi un dialogo.

Ok?

Corryg

giusto.. e quindi?

Plinky

La "serietà" e "qualità" di questa recensione rappresentano molto bene la "serietà" e "qualità" della sezione GAMES di questo blog.

Corryg

certo.. ma se il gioco ha un framerate ridicolo, una grafica del 2000, l'idea non è nulla di nuovo, ha un sistema di puntamento e sparo imbarazzante
e per fare un sunto della recensione vedo 8 come voto, mi sorgono molti dubbi sulla capacità di recensire oggettivamente

KaIser

Ok

KaIser

Ecco, questa recensione però non é su pc.
Giusto?

@tutti
Traete le conclusioni

KaIser

Premesso che ho letto solo la recensione e non ho mai giocato al gioco.
Quale sarebbe il problema di voi mezzi haters che scrivete "ok" abbastanza scettici sotto questa news ?

É un gioco come 1 altro mi pare..
Può piacere o meno.
Il recensore
(che almeno oggi posso quasi salvare)
Ha analizzato il gioco sotto tutti gli aspetti possibili, facendo le dovute premesse e precisazioni ogni volta.

Poi cribbio anche i souls come genere non sono decollati fino al primo dark souls (ed ora tutti ad acclamarli...), questo non lo ricordate mi sa...
Magari a questo pubg serve solo del tempo...

Corryg

io faccio tra i 60 e i 70 in low

KaIser

Bravo, evidentemente esiste ancora per fortuna una nicchia di giocatori che non si ferma a giudicare il libro dalla copertina

KaIser

Su pc a quanto va?

Sheldon!

"FRAME RATE TALVOLTA IMBARAZZATE"

"I difetti tecnici di cui soffre attualmente PlayerUnknown’s Battlegrounds, in qualsiasi altro titolo, avrebbero portato chiunque a non giocarci...ma questo è PUGB e quindi tutto riesce a passare in secondo piano"

Voto 8

Vabbè

Filippo Rossano

Preso dalla prova su Xbox di un noto sito di videogiochi...

"La situazione migliora, seppur in maniera marginale, quando si tratta di giocare veramente, ma solo finché non ci si ritrova con una manciata di giocatori tutti insieme nella stessa zona, situazione nella quale si torna ad un frame rate che rende difficile e sostanzialmente fastidioso gestire la partita. Se da una parte questa sensazione è più viva e sentita per chi viene dalla versione PC, non si può negare che il tutto sia effettivamente al limite del sopportabile per qualsiasi tipologia di giocatore. A questo va ad aggiungersi un dettaglio generale che difficilmente supera le impostazioni medie della versione PC e che quindi posiziona la versione console di PUBG, seppur in accesso anticipato, tra quelle operazioni di conversione non certamente riuscitissime."

Ora non venitemi a dire che l'uscita prima delle vacanze non era pianificata per fare più soldi possibili.

iclaudio

cioè vedo roba da play2 e non si riesce ad andare a 30fps? lol

deepdark

Io sto su y0up0rn e il joystick glielo metto io.

Netflix is Love

Io sto su Fortnite per ora.

Andrej Peribar
I difetti tecnici di cui soffre attualmente PlayerUnknown’s Battlegrounds, in qualsiasi altro titolo, avrebbero portato chiunque a non giocarci...ma questo è PUGB e quindi tutto riesce a passare in secondo piano

ok

Giulk since 71'

A prescindere da chi piace o non piace il gioco ( io non amo particolarmente gli fps in multi ) bisogna riconoscere che negli ultimi tempi titoli di produttori semi sconosciuti hanno e stanno facendo le scarpe spesso a titoli blasonati con budget milionari, io nell'altra notizia ho fatto l'esempio di factorio che è uno dei giochi più quotati su Steam ma se ne potrebbero citare molti altri, segno che spesso la grafica non è tutto ( per fortuna )

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione