Senza microtransazioni i giochi saranno più cari per il fondatore di Bethesda

29 Dicembre 2017 84

Negli ultimi mesi la polemica sulle microtransazioni presenti ormai in quasi tutti i titoli di Tripla A, è stata al centro dell'attenzione ma la rimozione di tali sistemi potrebbe far lievitare i prezzi dei giochi. A parlare di questa possibilità è il fondatore di Bethesda e creatore della serie The Elder Scrolls, Christopher Weaver, che in un'intervista con Glixel di Rollingstone, ha parlato dei tanto discussi acquisti in app.

Weaver sostiene che effettivamente le microtransazioni possono rovinare l'esperienza di gioco tuttavia questi sistemi permettono alle software house di incassare soldi extra per coprire parte degli ingenti costi di sviluppo. La rimozione degli acquisti in-app, delle relative casse premio e anche di eventuali DLC a pagamento, potrebbe quindi causare un aumento dei prezzi dei giochi di Tripla A .

Considerando che, al momento, la somma da sborsare per acquistare un titolo si aggira già intorno ai 70 euro, un incremento dei prezzi potrebbe generare ulteriori polemiche. Indubbiamente i costi per produrre un gioco hanno raggiunto cifre davvero esorbitanti e quindi per le varie software house, in alcuni casi, diventa davvero difficile coprire i costi di sviluppo.

Sareste disposti a pagare una cifra superiore agli attuali 70 euro per un acquistare un gioco di Tripla A senza microtransazioni, casse premio o contenuti aggiuntivi a pagamento? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 850 euro oppure da Unieuro a 1,129 euro.

84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DKDIB

Personalmente, quando devo acquistare un gioco guardo anche questi aspetti.

Con GOG(.)com e Blizzard (seppur per motivi molto differenti), vado tranquillo.

ale

Veramente, se mai è il contrario, 10 anni fa dovevi veramente impegnarti per tirar furi un gioco con il poco che avevi, hardware limitatissimo che richiedeva ottimi programmatori in grado di trovare metodi eleganti per ottimizzare in maniera assurda per rientrare nei limiti di memoria e potenza di CPU necessaria. Spesso voleva dire lavorare a livello di codice assembly per risparmiare qualche byte per dire.

Oggi è tutto ovviamente più facile, i tool sono più evoluti, i computer sono più potenti, ottimizzare oramai è un optional, tanto puoi avere tutta la potenza e memoria che vuoi, tutto è più semplice insomma.

Imperium

Perché ora i team di sviluppo sono composti da migliaia di persone. E sì, si fa molto di più rispetto al passato, altrimenti avremmo gli stessi giochi di 15 anni fa.

Imperium

Anche io la penso così, però c'è da ammettere che ogni gioco è una scommessa di marketing, gameplay e fattore X (fandom). Infatti di Skyrim ce n'è uno solo.

N#R#S©

aumento eccessivo prezzi = aumento pirateria = aumento software house che falliranno = il cane che si morde la coda
bisogna tutti darsi una regolata...ma poi 70/100 euro per un qualsivoglia giochino ma siamo pazzi?!

reft32

Che ca**ate!Non sanno cosa inventarsi....Pazienza faremo a meno di comprare i loro videogiochi e che si attacchino al tram.Sti deficienti

FCava

forse più complessi come grafica e come fisica. Ma come trama e durata single player siamo precipitati...

Light93

Vorrà dire che ne compreremo di meno e ce ne faremo una ragione ;)

Simone

Un tempo i giochi erano più semplici ma anche i motori grafici erano più semplici...

Ora unreal engine 4 offre una figura umana con più di 4 milioni di poligoni...

Un tempo una cosa del genere era per eretici... Diciamolo anche queste cose...

Diciamo anche che sono migliorate le librerie grafiche, i PC su cui i giochi girano e su cui si sviluppano e il sistema di networking alla base dell'online

DeeoK

Dipende dal titolo e dalla pubblicità fatta, gli investimenti in marketing non sono certi.

Iconoclaster

Ma le stime non dicevano che con Skyrim avevano fatto qualcosa come 98 milioni di dollari? "per coprire le ingenti spese di sviluppo" e quanto sarà costato lo sviluppo che non sia ampiamente coperto dal ricavo. Il break even sarà stato ampiamente superato già a 2 o 3 milioni. Insomma baggianate per nascondere la cupidigia per il denaro

Alessandro

10 anni fa si dava il massimo con quello che si aveva...oggi si da il massimo con quello che si ha.
Perché oggi dovrebbero costare di più?

alexhdkn

No ma gli strumenti ce li hanno

Odixxino

Senza il quale farebbe 1/5 delle vendite e si ricomincia da capo.

Odixxino

Vorrei vivere nel tuo universo parallelo

Odixxino

Veramente pensi che la super grafica si crei da sola ?

alexhdkn

10 anni fa non era così, cosa è cambiato ora?

Simplyme

appunto quello e le mod a pagamento non dsono altro che un modo di lucrare su un prodotto eccellente, ma che comunque ormai ha fatto il suo corso, spero solo che si decidano a sviluppare un TES o un fallout degni di questo nome

pisqua187

ci credo proprio! infatti tutte le software house dal 70 al 2012 sono tutte fallite perche non c'erano le microtransazioni! ma andate ca cagher e pensate a sviluppare giochi senza pensare alle percentuali di utile cosi magari escono veramente AAA

Solaris

Che poi pirateria. Una volta ho dovuto piratarmi un gioco pere farlo funzionare. Originale non riuscire. E che dire di Guld Wars 2 che ogni volta che voglio rigiocarlo o mi scordo la pass, mi tocca ricontattare la ditta per farmelo sbloccare? E non sono neanche gli unici esempi di giochi pagati pure profumatamente che non vanno più perché boh? Cioè, capisco l'antipirateria, ma a na certa si esagera...

Solaris

Ma una volta mica cera sta mafia delle microtransazioni. I giochi costavano lo stesso e non è mai morto nessuno. A me questa pare più che altro una minaccia bella e buona.

Alessio Ferri

Adesso dobbiamo fargli la carità perchè non sono in grado di stare sul mercato senza ingannare i giocatori?
Se costa troppo fallite, come è giusto.

Whommy

in realtà sta facendo solo porting su tutte le piattaforme possibili, dato che hanno perso la scommessa di the elder srolls online, per loro è un investimento a costo quasi zero a grande resa.

leo1984

meglio un gioco/app più caro che gratis con microtransazioni o dlc

Simplyme

Dovrebbero essere i giocatori a boicottare i pay to win, ma la vedo dura con tutti i ragazzini che decidono quelle gioco comprare in base alle mode

Simplyme

Skyrim poi è del 2011, sono sei anni che stanno mungendo la vacca a più non posso

Whommy

La mia era una riflessione più che altro, perchè vedo colleghi e amici sbavare ogni volta che esce il nuovo fifa

Praticamente cambia la grafica, i menu e l'immagine di copertina.
Il gioco è sempre lo stesso identico di fifa98 con la sigla dei blur

E che ne so io...

Simplyme

Skyrim non è malaccio, è fo4 che, secondo me, non vale un decimo dei predecessori

Auronzolo

Hanno più cracckato Origins?

Midnight

Ovviamente (?) scherzavo

Ratchet

Non sono affari che ci riguardano.

Kaan Ekinci

Si sono obbligati da solo di scegliere micro transazioni.. nessuno ha detto che dovete far uscire ogni anno un gioco di COD, Ac ecc.. loro hanno sentito bisogno di aumentare la produzione... Per esempio se ci sono 3 compagnie di videogiochi che lavorano 3 anni di turni per far uscire ogni anno un Cod o ac.. invece di fare così una azienda fa uscire il gioco ogni 3 anni e paga spese di una azienda non 3

Whommy

premetto che odio il calcio con tutto me stesso, quindi sono di parte

ma fifa/pes sono il solito gioco dal 1996 a oggi, non riesco a comprendere il doverlo/volerlo ricomprare a cadenza annuale

Whommy

Semplicemente Beteshda si è accorta che dietro a skirim (e a tutti i suoi titoli) si è sviluppata una community enrome di modders che è riuscita a fare miracoli grafici, prestazionali, migliorando il sistema e creato migliaia e migliaia di armi/oggetti/magie /personaggi/texture/missioni/città ecc... ampliando a dismisura il gioco in modo totalmente gratuito.

All'ultimo convegno è venuta fuori con "mod a pagamento" direttamente da uno shop loro interno...
Non erano mai saltati sul treno delle microtransazioni (solo missioni dlc) e ci vogliono salire adesso quando il mondo videoludico ha iniziato, possiamo dire, a "scioperare" contro queste pratiche.
Credono di essere seduti su una miniera d'oro, lo prenderanno nel **** amorevolmente e nel frattempo si arrampicano sugli specchi inneggando ad un aumento di prezzi.

Oh beh... Ci sarà più pirateria allora... XD

Whommy

Il comparto grafico è una delle variabili di costo minori nello sviluppo di un gioco.

J~Morgoth

Si parla sempre di questioni economiche, ma mai della scadente qualità de 70% dei videogiochi in circolazione. A me va bene un aumento di 10 € ma voglio roba di qualità.
Stendiamo un velo pietoso su Skyrim. Missioni tutte uguali, ambientazioni tutte uguali(in particolare le caverne).
Ricapitolando: si sono disposto a pagare di più,ma voglio roba di qualità.

LoWRiDeR82

Io sono d'accordo con dlc a pagamento se fatti bene tipo witcher 3, horizon zero dawn, nioh... Dove il dlc aggiunge un numero accettabile di ore di gioco... Ma pagare per una mappa o una scatoletta d'azzardo mi sembra ridicolo.

Mattia Cavallo

Si d'accordo, ma non avevi altri pagamenti in game, patch e varie

Mirko

Secondo il mio parere i giochi odierni sono esageratamente complessi e questo (a me ) a volte fa passare la voglia di mettermi lì a fare una partita.

Cristian Louis Watta

esatto! due mesi fa ho preso wolfestain2 a 70 euro e oggi su amazon lo vendono a 29

DeeoK

In realtà sono le solite chiacchiere per giustificare l'avidità.

DeeoK

In realtà il grosso del costo di un gioco AAA è rappresentato dal marketing...

ghost

La pirateria non fa peso nel mercato. Quelli che non volevano comprarlo non lo comprano nemmeno a 1 euro. Il vero pirata lo fa per principio non per bisogno

ghost

Sono loro che decidono la qualità grafica non gli utenti quindi basta solo rallentare e dilatare la corsa bel tempo così le spese sarebbero più sostenibili. Ovviamente un gioco bello non deve avere una grafica meravigliosa basta vedere quanto vendono indie sconosciuti quando meritano

DKDIB

Solo quando ci sono i saldi di Steam e GOG(.)com.

Desmond Hume

Già pagare più di 30 euro un gioco come fifa non è da persone normali.

DKDIB

Nel complesso, mi pare un discorso che lascia un po' il tempo che trova.

"Una volta" ti veniva venduto un gioco, venivano corretti eventuali bachi (questo solo su PC) e (sempre su PC) se le vendite erano state buone, potevano uscire delle espansioni.
Successivamente potevano venir realizzati seguiti e spin-off vari, ma questi diventavano dei titoli a se stanti.

Ora cosa è cambiato?
La maggiore complessità dei titoli ha fatto crescere la necessità di sviluppare correttive (ora possibili anche su console) ed anche gli utenti si aspettano nuovi contenuti nel corso del tempo.
In sostanza, dopo il rolling-out d'un titolo, non basta più richiamare qualche sviluppatore alla bisogna, ma è necessario constiuire un team AM.
Oltre a questo, la parte online d'un titolo è diventata praticamente obbligatoria: sia per il marketing (fidelizzazione), che per ridurre/eliminare la pirateria. Ed i costi dei server, finiscono sempre per ricadere sulla software house (magari indirettamente, come nel caso dei titoli per console).

È quindi ragionevole parlare di un "aumento dei costi di sviluppo", a patto che il gioco porti con se anche i servizi accessori di cui sopra (assistenza e server, in sisntesi estrema).

Se poi si volessero rendere "etici" questi acquisti accessori, basterebbe renderli "realmente accessori" ed evitare completamente di vendere dei cheat (vedi i titoli "pay to win").
Dovrebbero quindi limitarsi ad orpelli cosmetici e ad espansioni, con un costo proporzionale ai nuovi contenuti sviluppati.
Le espansioni "di una volta", per esempio, non andavano ad intaccare l'esperienza di gioco originale e, dato che erano (solitamente) abbastanza corpose, costavano circa la metà del titolo originale.
Proporzionalità del costo a parte, il grosso difetto delle espansioni/DLC attuali è che (a volte) sono de facto essenziali, per la fruizione completa del titolo...

Desmond Hume

Anche perché fanno circonvenzione di incapace con questi mezzucci.

I migliori giochi per smartphone di aprile | Video #MOBILEGAMING

Mega Drive Mini: abbiamo provato la retro console di SEGA

I migliori giochi per smartphone di febbraio | Video #MOBILEGAMING

I migliori giochi per smartphone di gennaio | Video #MOBILEGAMING