Resident Evil 7 - Nessun Eroe e La Fine di Zoe: recensione

09 Gennaio 2018 5

Dopo una lunga attesa e alcuni posticipi i due DLC finali di Resident Evil 7 sono disponibili e il loro debutto ha segnato anche l'uscita della Gold Edition che include l'esperienza completa di uno dei giochi più belli dell'ormai passato 2017.

Nessun Eroe e la Fine di Zoe porteranno i giocatori a vivere due esperienza diverse. Si vestiranno i panni dell'iconico Chris Redfield e di Joe Baker. Le storie raccontate si svolgeranno dopo gli eventi della campagna principale e apriranno le porte ai possibili temi che verranno trattati nell'ottavo capitolo della serie.

Due espansioni - una completamente gratuita, l'altra a pagamento - che meritano di essere affrontate, anche se sul fronte della longevità sarà facile rimanere delusi. Meccaniche di gioco che ricalcano quelle dell'avventura originale ma aggiungono anche delle novità che portano una ventata di aria fresca, il tutto accompagnato da un comparto tecnico ottimo che non analizzeremo in quanto già trattato nel dettaglio nella recensione di Resident Evil 7.

Testato su Playstation 4 (disponibile anche su Xbox One e PC)

Nessun Eroe

Protagonista indiscusso del DLC gratuito, Nessun Eroe (Not a Hero), è l'iconico Chris Redfield che decide di mettere la parola fine sulle vicende di Baker. Narrativamente parlando, senza scendere nei dettagli, la storia è ambientata dopo gli eventi conclusivi del gioco originale. Chris dovrà quindi avventurarsi nei meandri dei condotti minerari con lo scopo di salvare la sua squadra e scoprire i folli piani di Lukas Baker, trovarlo ed annientarlo.

Ovviamente la gita nel tetro sottosuolo non sarà esente da pericoli: Lukas ha disseminato l'intera zona di trappole mortali in perfetto stile Saw ed infernali creature, tra vecchie e nuove conoscenze tra cui potenti varianti di micomorfi, faranno di tutto per eliminare Chris.

Un'esperienza di gioco più votata all'azione rispetto a quella survival proposta nella campagna principale di Resident Evil 7, nella quale però permane la sensazione di angoscia e paura con gli immancabili elementi horror e splatter. Annientare le terrificanti creature non sarà propriamente un gioco da ragazzi e alcuni nemici saranno persino immuni ai proiettili. Bisognerà quindi capire che strategia adottare per annientarli., Inizialmente, però, la fuga sarà la migliore soluzione.

Un arsenale di tutto rispetto: tra granate, pistole e fucili, Chris avrà solo l'imbarazzo della scelta ma le munizioni non abbondano e spesso affidarsi alla forza bruta e tentare di mandare al tappeto le infernali creature con un pugno ben assestato sarà una variante da prendere in considerazione.

L'intera zona di gioco sarà completamente esplorabile ma accedere in determinati luoghi senza un equipaggiamento idoneo porterà Chris ad una morte prematura: per sopravvivere sarà quindi necessario reperire, ad esempio, respiratori e visori notturni potenziati. Non mancano semplici enigmi ambientali da risolvere, oggetti da trovare per aprire porte bloccate o attivare meccanismi, senza dimenticare le immancabili monete, utili per sbloccare potenziamenti per Chris.

Nessun Eroe non è un'espansione particolarmente longeva (circa 2 ore di gioco) e maggiori contenuti avrebbero sicuramente giovato. Il DLC però è totalmente gratuito, propone un'ambientazione in parte inedita, alcuni nuovi nemici e porta al centro dell'azione uno dei personaggi più noti e amati di Resident Evi. Un gameplay meno survival ma ugualmente carico di tensione, angoscia e paura che pone le basi di quello che potrebbe essere il prossimo capitolo della serie.

LA FINE DI ZOE

A differenza di Nessun Eroe, il DLC la Fine di Zoe è un contenuto aggiuntivo a pagamento ma la longevità dell'esperienza rimane praticamente invariata: anche in questo caso saremo impegnati per circa 2 ore.

Gli eventi raccontati nell'espansione sono ambientati dopo i fatti avvenuti nella campagna principale e il protagonista sarà Joe Baker che dovrà seguire le indicazione dei soldati dell'Umbrella per trovare l'antidoto e salvare sua nipote Zoe dal virus di Eveline. Un'impresa tutt'altro che semplice considerando che il rude personaggio dovrà farsi strada a suon di pugni tra spietati micomorfi, affamati coccodrilli mutanti e persino combattere contro il "mostro della palude".

L'esperienza di gioco ricalca quella proposta nella campagna principale con l'unica differenza data principalmente dal sistema di combattimento che non prevede pistole, fucili e granate. L'unica ancora di salvezza sono le grosse e potenti mani di Joe, fatta eccezione per qualche lancia e rudimentali esplosivi da costruire con materiali di fortuna.

Bisognerà quindi prendere a cazzotti tutto quello che ostacolerà il nostro cammino, con pugni ben assestati e qualche combo, utilizzando un sistema di controllo semplicissimo basato sui grilletti dorsali. Frantumare a mani nude cranio e arti delle spietate creature non sarà una passeggiata e spesso aggirarli, sorprendendoli alle spalle con uccisioni furtive, sarà la scelta migliore.

In alcune occasioni avere a portata di mano una lancia da scagliare a coccodrilli mutanti ed eventualmente nel cranio di qualche micomorfio potenziato potrebbe salvarci la vita...ma non bisogna abusarne in quanto non abbondano. Per recuperare salute si potranno ingoiare insetti vivi oppure combinarli con fluidi chimici per dare vita agli immancabili sieri curativi. Presenti anche dei fantocci, che ricordano le bamboline voodoo, da tenere custodite nell'inventario in quanto aumentano la potenza fisica di Joe.

La nota dolente è sicuramente la longevità del prodotto considerando che il prezzo del DLC è di 14,99 euro. Da segnalare però che, una volta completata l'esperienza, si sbloccano alcuni bonus che garantiscono una buona rigiocablità. Nulla da segnalare sull'ambientazione, evocativa ed inedita, poche invece le aggiunte in termini di nemici.

Il sistema di combattimento elimina ogni tipo di arma da fuoco e dona indubbiamente nuova linfa al gameplay; diminuisce però quella sensazione di ansia e angoscia presente invece nella campagna principale e in Nessun Eroe, in quanto abbiamo la consapevolezza che con la sola forza bruta possiamo annientare qualunque cosa.

CONCLUSIONE

Nessun Eroe e La Fine di Zoe sono due DLC che i fan di Resident Evil 7 non possono lasciarsi scappare. Entrambi però sono eccessivamente corti, strutturalemente lineari e qualche contenuto in più non avrebbe guastato.

Propongono due esperienze di gioco completamente diverse. Il gameplay di Nessun Eroe è più votato all'azione e Chris può contare su un equipaggiamento di tutto rispetto, tuttavia la sensazione di ansia e terrore pervade il giocatore per tutta la durata dell'avventura. La Fine di Zoe invece propone un sistema di combattimento inedito basato sui soli pugni ed uccisioni furtive ma la consapevolezza della forza bruta di Joe diminuisce in modo esponenziale il senso di angoscia presente nel gioco base di Resident Evil 7.

Narrativamente parlando entrambe le storie raccontate hanno il loro fascino anche se non aggiungono effettivamente nulla di di estremamente importante alla trama principale entrambe però lasciano presagire i fatti che potrebbero accadere nell'ottavo capitolo.

  • VOTO GLOBALE NESSUN EROE: 8.5 (La longevità non penalizza il voto in quanto il DLC è gratis)
  • VOTO GLOBALE LA FINE DI ZOE: 7.5

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frankbel

Allora oltre che iconico è anche parsimonioso.

Simoxine

Ma il pluri iconico è nel dlc gratuito -_-'

Frankbel

Ma vuoi mettere a paragone Horizon col "vestire i panni" del pluri "iconico" Chris Redfield?

SalvaJu29ro

Non so qual è ma quello dove si combatte a mani nude è orribile

Spyro

ho sia il gioco che il dlc "no hero" ma sinceramente la fine di zoe a 15 euro per 2 ore di gioco quando con 5 euro in piu con sconto ps plus ho acquistato horizon mi sembra esagerato

Far Cry 5: la nostra recensione

Fortnite Battle Royale mobile: aperte le iscrizioni per la beta su iOS

Playstation 5: alcuni sviluppatori sarebbero già in possesso dei dev kit

NPD: Switch sarà la più venduta nel 2018 ma un'altra console potrebbe sorprendere