Xbox One e PS4, forse le ultime console con supporti fisici | Speciale

29 Gennaio 2018 260

L'attuale generazione di console potrebbe effettivamente essere l'ultima ad utilizzare i supporti fisici ? La prossima Xbox e anche la futura Playstation saranno console pensate unicamente per i giochi in digitale, senza supporto ottico ?

Ovviamente non abbiamo una risposta a queste domande tuttavia entrambe le aziende, anche se in modi diversi, stanno portando gli utenti a prediligere il formato digitale e quindi ad accrescere l'omonimo mercato che sta così aumentando in modo esponenziale.

Quando nel 2013 Microsoft presentò la sua console, fortemente improntata sul digitale, tanto da ventilare la possibilità che la piattaforma non fosse neppure dotata di un lettore blu-ray, l'intero mondo videoludico si rivoltò contro il colosso di Redmond.

La situazione come è noto a tutti, successivamente è cambiata, con Microsoft che ha infine deciso di rivedere alcune delle sue idee iniziali tuttavia, anche se in modo decisamente più graduale, l'azienda sembra stia portando avanti il suo piano.


Sony, dal canto suo, anche se con una politica diversa e in parte meno aggressiva, sta andando nella stessa direzione. Pensiamo semplicemente a Playstation Now e ai forti sconti che il colosso Giapponese, in modo praticamente costante, propone sul Playstation Store, invogliando i giocatori ad acquistare le versioni digitali dei titoli.

La politica di Microsoft indubbiamente è molto più aggressiva e l'implementazione del noto servizio EA Access era solo l'inizio. Successivamente infatti è arrivato Xbox Playanywhere che in pratica permette di avere due versioni del gioco al prezzo di una e sfruttare quindi il titolo su PC e console, a patto però di acquistare la versione digitale.

A completare il tutto è approdato Xbox Game Pass che, in perfetto stile Netflix, permette di accedere ad una libreria di oltre 100 giochi a fronte di un abbonamento mensile. Il recente annuncio sull'inclusione di tutti i titoli first party, all'interno del servizio sin dal giorno di lancio, ha senza ombra di dubbio indicato la strada che Microsoft sta percorrendo.

Alcune software house e publisher, tra cui Take Two, sono convinte inoltre che le copie dei giochi fisici hanno i giorni contati e un report redatto da IDATE Digiworld sostiene inoltre che, entro il 2021, le vendite dei giochi in digitale conquisteranno il 92.9%. dell'intero mercato.


Previsioni che dividono i videogiocatori e lasciano anche presagire un futuro non particolarmente roseo per molti rivenditori fisici. La decisione seppur drastica di un negozio austriaco di non vendere più le console Xbox One, a seguito dell'annuncio relativo a Xbox Game Pass, è quindi assolutamente comprensibile.

Indubbiamente essere in possesso di uno scaffale pieno zeppo di giochi non è paragonabile alla sensazione offerta da una collezione in digitale ed è proprio questo uno dei motivi che porta alcuni utenti ad essere contrari all'eliminazione delle copie fisiche.

Altro aspetto è il discorso dell'usato, ovviamente i veri collezionisti non rivenderanno mai un loro gioco, altri invece non perdono l'occasione di farlo. Bisogna inoltre considerare che il mercato dell'usato genera ingenti profitti ai negozi, introiti che però non entrano nelle tasche di software house e publisher, i quali potrebbero essere ben contenti di eliminare questo sistema.

Sul fronte del digitale al momento non è infatti ancora possibile rivendere i proprio giochi tuttavia qualcosa si sta muovendo anche in questa direzione. Microsoft, ad esempio, non ha mai nascosto che in futuro potrebbe arrivare su Xbox One un sistema in grado di permettere ai giocatori di "scambiarsi" titoli.

Brian Fargo, capo della software house InXile Entertainment, ha inoltre recentemente svelato Robot Cache, una nuova piattaforma di distribuzione decentralizzata di giochi PC in stile Steam, Origin e Uplay, che però promette qualcosa di davvero innovativo: la rivendita dei titoli in digitale con parte dei profitti andrebbero anche a rimpolpare le casse delle software house e dei publisher.


Nel nostro Paese, l'ostacolo maggiore che incontra il digitale è senza ombra di dubbio l'infrastruttura di rete, uno dei motivi che ha portato Sony a non rendere disponibile il suo Playstation Now, servizio in abbonamento basato sullo streaming dei giochi. Sono ancora molti i luoghi non raggiunti infatti da una connessione performante e sappiamo tutti che i titoli, sopratutto quelli di Tripla A con l'implementazione del supporto al 4K, hanno raggiunto dimensioni tutt'altro che esigue.

Un problema che comunque riguarda sopratutto l'Italia e pochi altri stati, di conseguenza non sarà certo questo aspetto a fermare il mercato digitale.

Non sappiamo ancora se le prossime console saranno dotate o meno di un lettore ottico, tuttavia è molto probabile che la prossima generazione porterà notevoli cambiamenti, alcuni forse anche drastici, che comunque saranno inevitabili.

Il digitale, sotto certi aspetti, può ammortizzare i costi di produzione di determinati giochi, che da questo punto di vista hanno raggiunto cifre astronomiche, considerando che i guadagni non vanno divisi anche coi rivenditori. Sono inoltre moltissimi gli studi di sviluppo che non hanno budget a sufficienza per pubblicare in versione fisica le loro creazioni e quindi possono solo affidarsi al digitale.

I negozi dal canto loro, dovranno quindi adeguarsi all'eventuale cambiamento e qualcuno ha già cominciato. Pensiamo ad esempio a Gamestop che, oltre a testare il Power Pass, vende gadget videoludici di ogni tipo e i giochi sembrano avere un ruolo di secondo piano sugli scaffali dei loro negozi.

Sicuramente non basterà eliminare dai listini le console per far cambiare idea ai colossi dell'industria videoludica. Sony e Microsoft ma anche la stessa Nintendo, sono infatti tutte aziende che possono vendere i loro hardware in completa autonomia, anche senza affidarsi a rivenditori esterni.

I cambiamenti spesso generano discussioni e dividono le persone ma spesso sono essenziali e a volte inevitabili. Il passaggio dal mercato fisico al digitale ha colpito praticamente tutti i settori dell'intrattenimento: dai film, alle serie TV fino alla musica, ormai mancano solo i videogiochi.


260

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Radon-zr

Capisco.. ma credo dipenda dalla zona. Io sono in Campania e ti assicuro che di negozietti di videogiochi nuovi a buon prezzo oppure usati ce ne sono molti. Non ne ho la certezza,ma probabilmente dovuto anche al fatto che qui a volte si tira avanti anche se il guadagno è abbastanza limitato , basta non si vada sotto.....

Whommy

Capisco che sembra una cosa strana da dire, ma è un concetto simile al discorso che si applica alla pirateria (film/musica), chi aspetta il film in streaming o download ha già preventivato di non andare al cinema o di non comprare il blue ray.

La marea di piccoli negozi è fallita, erano quasi tutti videonoleggi.
Ho girato parecchio per lavoro (ho pure un parente acquisito che aveva un negozio) , abito intorno a Firenze di negozietti non ce ne sono più da anni e quel paio rimasti in piedi vendono giochi a 72.90 impolverati e si stanno riconvertendo a vendita di telefoni da gearbest perchè non riescono a tenere testa alle catene.

Per anche solo andare a "spulciare" l'usato, ci sono 2 Game life (20km), l'unico GameStop ai gigli (40km) e un negozio redivivo vicino allo stadio che rimane in piedi grazie ai ragazzi che ci devono passare davanti per andare/tornare alla stazione.

Privatamente, anche guardando su i vari siti di annunci principali, la maggior parte delle inserzioni è priva di senso con prezzi fuori scala oltre a doversi scomodare maggiormente per avere la il gioco.
Lo scambio fra amici invece è diverso e dipende dalla propria cerchia.

marco

Servizi su console del tipo Xbox game pass e cloud gaming e il futuro e la strada da seguire.
Netflix dei videogiochi

Radon-zr

Mh non sono daccordo..non è proprio così che chi compra usato non valuta il nuovo, non è una cosa scientifica e non possiamo dirlo. Sul fatto che stanno diminuendo i negozi che vendono usato idem...ci sono una marea di piccoli negozi che vendono, tuttavia il grosso del mercato dell'usato non è nelle grandi catene,gamestop piuttosto che nei negozietti in zona, ma è privatamente a mio avviso.
Secondo me tutt altro, valutando gli ultimi anni direi proprio che sta aumentando rispetto a prima. ovviamente imho ci mancherebbe,posso parlare per la mia esperienza personale valutando gli ultimi anni

Radon-zr

Mh non sono daccordo..non è proprio così che chi compra usato non valuta il nuovo, non è una cosa scientifica e non possiamo dirlo. Sul fatto che stanno diminuendo i negozi che vendono usato idem...ci sono una marea di piccoli negozi che li vendono, il grosso mercato dell'usato non assolutamente nelle catene,gamestop ecc, ma privatamente.
Secondo me tutt altro, sta proprio aumentando il mercato dell'usato rispetto a prima. ovviamente imho ci mancherebbe

Whommy

Chi compra l'usato non prende quasi mai in considerazione l'acquisto del nuovo, non può essere considerata perdita, non l'avrebbe acquistato lo stesso.

Il mercato dell'usato sembra grande a chi ci lavora dentro ma è calato in modo vertiginoso.
Non ci sono quasi più negozi che tengono usato praticamente solo gamestop e gamelife, che sono solo nelle città, fuori anche in cittadine medio grandi i negozi sono tutti falliti causa crisi o chiusi per altre ragioni (vedi le vecchi videonoleggi).

I prezzi calano molto più in fretta di prima, un tempo un gioco stava 59 per più di un anno poi diventava "platinum" e passava a 29 e li rimaneva.
Adesso è facile trovare giochi anche con meno di un anno sui 30 euro o meno.
Col digitale molte volte si risparmia più che a rendere l'usato.
In ogni caso il digitale morirà all'unisono con il supporto fisico e col passaggio ai servizi simil gamepass

Radon-zr

Un cd retail se lo passono come minimo 5 persone in un anno fidati... basta farsi un idea e capire quanti soldi ci perdono.
Vogliono stroncare e come il mercato dell'usato, altroche....

Ormai c'è gente che compra, finisce il gioco in mezzagiornata, e rivende il giorno dopo. Una volta che ha tolto la sua bella plastichina intorno,il gioco sta già 5/10 euro meno dello street price online, anche dopo una settimana dal d1. Ma anche fossero soli 3 euro di risparmio, su certi lidi te lo comprano lo stesso il gioco tranquillo.
In ogni caso ti ho fatto una media abbastanza plausibile poichè ovviamente non possiamo avere dei dati certi sull'usato. Ma almeno io mi faccio una mia idea basandomi sulle mie esperienze, dato che modestamente conosco molto bene il mercato dell'usato.
Tuttavia tu dici "il mercato dell'usato non è dannoso come si crede poichè non è ampio quanto sembra." ma nemmeno tu puoi affermare con certezza questa cosa.

Inoltre "Usura rottura o non è eterno" è un NON problema, poichè prima che avviene tutto ciò il gioco in digitale sarà già bello che tolto dal server dalla console supportata al momento, e se l'hai disinstallato dalla console per recuperare spazio,poi dopo non puoi piu riscaricarlo. Ergo praticamente non esisterà piu retrogaming con il solo DD.

Radon-zr

Ma non dire ca7zate

Radon-zr

Sti pe7zi di m€rd

Masterpol

ma anche no! a me gamestop sta sui c o g l i o n i di bestia!!! piuttosto lo tengo a marcire in uno scatolone per il resto della vita

Darkat

Ahahahah ma fumi qualcosa?
Il video fa vedere una comparazione del caricamento di FF15 tra SSD e HDD (il disco normale) su PS4 Pro, che è notevolmente più potente della Xbox One S, e secondo te ora i caricamenti vanno più veloci su quest'ultima Ahahah ripeto ma che ti fumi?
FF15 ha caricamenti ancora più lunghi su Xbox One S, sulla X non ne ho idea ma non credo vada troppo lontano dalla PS4 Pro, come mai? PERCHÉ NON DIPENDE DALLA POTENZA DEL PROCESSORE LÀ VELOCITÀ DI LETTURA SU DISCO MECCANICO, vediamo se lo riesci a capire.

Teomondo Scrofalo

Si dici caxxate e ti stai arrampicando sugli specchi, a me della PS4 SSd ecc, non me ne può fregare di meno, ti ho chiesto su XBOX ONE S quale gioco ci mette dei minuti interi a caricare come HAI SCRITTO TU???

Darkat

Odio quando la gente parla a sproposito. Ci sono una marea di giochi che hanno caricamenti lenti, specialmente quelli con grafica più impegnativa, un esempio tra tutti Final Fantasy 15, ti linko questo video di comparazione tra SSD e HDD su PS4 Pro, con hard disk meccanico ci mette esattamente 80 secondi per il caricamento della zona, allora dico caxxate? Discorso identico su xbox, ma anche altri giochi hanno caricamenti lunghi, bloodbourne, Horizon Zero Dawn ecc. Le cartucce hanno caricamenti velocissimi che vanno sui 15 secondi se va male, capisci bene che è una differenza notevole.

Sbaglio o questo ucciderebbe anche il retrogaming?
Quando tireranno giù i server per le vecchie console addio giochi acquistati.
Magari li riproporranno sugli store delle nuove console facendoceli pagare due o più volte.

Teomondo Scrofalo

Pure io quindi ripeto che caxxo dici? Dimmi il gioco e vado a cronometrare il caricamento.

Darkat

Ho una Xbox One s, quindi so bene quello di cui parlo

Teomondo Scrofalo

Diversi minuti di caricamento? Ma che caxxo dici?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
Ma sei rimasto al commodore 64 con le cassette? Mamma mia quante caxxate hai scritto!!!!!

Teomondo Scrofalo

No.

Emanuele Buzzi

il problema della console di oggi, non sono i supporti/metodi di distribuzione dei giochi, ma sono i giochi stessi, che a mio avviso, per la quasi totalità dei casi, sono divertenti come una coda all'agenzia delle entrate al 29 dicembre...

Emanuele Buzzi

magari non capisco io, ma se il cdrom te lo tieni e non lo porti da game stop è tuo per sempre, salvo furti, catastrofi naturali e affini ...

ALE5510

appunto anche quello... fatico sulla pro con un hdd da 1.750gb -.-

ALE5510

quoto!

Darkat

Le cartucce del passato lol non certamente queste di oggi, con le nuove tecnologie di archiviazione le cartucce sono decisamente avanti a qualsiasi hard disk meccanico, per velocità, dimensioni-portabilità, resistenza nel tempo, resistenza agli urti, e ora anche nei tagli in pratica. Tu stai parlando di preistoria, il disco conserva solo una copia di installazione del gioco, tra l'altro si rovinano facilmente, la cartuccia conserva il gioco vero, dove viene fatto girare, senza necessità di copiare file nell'harddisk, a velocità decisamente maggiori. Ma vogliamo paragonare i caricamenti di qualsiasi gioco PS/Xbox ai caricamenti dei giochi switch? Per favore, siamo da pochi secondi nell'ultimo caso a diversi minuti in alcuni casi dell'hardisk, è assurdo fare il paragone, non c'è ad oggi nessun motivo per dire che il sistema hard disk+ BR sia migliore delle cartucce, se non il prezzo che con il tempo scema, quindi...

deepdark

L'hard disk permette di cancellarli i giochi se si vuole e c'è sempre il disco da pochi centesimi che permette di conservarne una copia, il limite della cartuccia è già visibile ora dove spesso e volentieri ormai viene richiesto una microsd aggiuntiva per poter scaricare e installare il resto del gioco. Ripeto, le cartucce STORICAMENTE sono sempre state un grosso limite.

Darkat

Non tutti i giochi hanno 512GB, e inoltre col tempo il costo del supporto fisico si abbasserà, cosa che sta già accadendo. Ad oggi tu paghi un supporto ottico solo per contenere la copia digitale che andrà comunque installata sull'hard disk. Mettiamo che tu hai un hard disk da 1TB, quanti giochi realmente ci entrano? Non più di una 20ina considerando quanto pesano. Capisci bene che è un sistema lento e complicato. Il sistema delle cartucce invece elimina tutti i difetti precedentemente elencati e ti permette di non avere più problemi di spazio si alcun tipo, è una cosa di cui non devi più accoparti e hai invece una copia fisica reale che ti rimane e non dipende dal tuo hard disk e difficilmente si danneggerá nel tempo. Il mio discorso credo sia più conveniente

deepdark

Direi che il tuo non ha senso. Quindi fammi capire, ogni volta compri un gioco e oltre al suo prezzo, paghi quello della microsd da 512gb?

Darkat

Si infatti, alcune meglio di altre

Darkat

La switch ha poca memoria proprio perché Nintendo vuole spingere il sistema delle cartucce, molto più efficiente. Con Xbox e PS tu sei costretto a comprare il gioco, installarlo, aggiornarlo, e se ne può andare anche un'ora a fare questo visto che ho esperienza personale su questo, e poi devi aspettare pure i caricamenti del discho fisso meccanico se non lo hai sostituito con un ssd. Cioè davvero non si può dire che questo sistema sia migliore

Darkat

No ma lo trovo divertente, e vivere la vita con divertimento è fondamentale.
Tu invece ti diverti a fare il messia con queste perle di saggezza? Vivi la tua vita con più pienezza?

Darkat

Guarda che il mondo delle memorie digitali si evolve, forse te lo sei perso, a ritmi molto più veloci dei dischi fisici. Ci sono già memorie a 512GB di memoria e ora stanno perfezionando velocità e sicurezza dei dati, quindi direi che il tuo discorso non ha più senso nel 2018

piail

Ma li può condividere e volendo acquistare come su gamepass

giaan89

E secondo te quando ci sarà solo il digitale ti metteranno le offerte la settimana dopo?

giaan89

Velocità connessione, scomparsa dell’usato (con giochi digitali che dopo un tot di anni vengono tolti dallo store e se ne hai cancellato uno non puoi riscaricarlo), niente più prestiti tra amici (tanti giochi escono senza demo, come faresti a provarli?). Bravo fottitene.

giaan89

Voglio vedere quando un giorno rimuoveranno dal download un tuo gioco che hai eliminato per eliminare spazio.

Mr. Romeo

Sarebbe ottimo, perché gamestop dopo un anno ti da 5 euro per il gioco, invece li celai sul tuo account per sempre!

Paolo C.

Beh la licenza del gioco ce l'hai a vita sul supporto per cui l'hai acquistato. Non puoi certo prendendere che l'azienda che ti vende il gioco ti garantisca anche il suporto nelle prossime generazioni tecnologiche. Altrimenti ci sarebbero in giro ancora lettori VHS, Musicassette e anche nastri magnetici del commodore.

Paolo C.

E quale sarebbe la strategia di marketing? Vendere meno e f0ttersi segmenti di mercato a favore di competitor?

Paolo C.

Mi sembra poco probabile. Non avrebbe senso dal punto di vista commerciale.

SynovialRaptor

Ma guarda che il DD è gia presente su console in modo importante, e funziona anche bene. Le promozioni non sono poi cosi lontane da quelle di steam ( parlo per esperienza da ex giocatore pc) .

InterTriplete

Sarebbe la mazzata finale per sony, visto che Microsoft con Live e Game Pass è fin troppo più avanti, divario incolmabile nel giro di una generazione. In una console solo digitale i servizi conteranno ancora di più, e il confronto sarebbe ad oggi imbarazzante.

Valoroso Guerriero

Cosa c'è da spiegare? Lol. Su PC il DD funziona perché hai steam, gog, robot cache, ecc... ci sono giochi di 25 anni fa che vengono tenuti in vita. alle brutte puoi pure prendere i giochi e togliere i DRM. Sei su una piattaforma aperta, c'è concorrenza ed è meglio per tutti.

Su console tutto questo non funzionerà mai

Oliver Cervera

Secondo il mio modesto e inutile parere, la prossima generazione offrirà ancora la possibilità di acquistare sui supporti ottici, ma prediligerà la distribuzione digitale.
Io sono un gamer PS4

Claudio

Come ha chiuso Blockbuster chiuderà anche GameStop e ce ne faremo una ragione, questa è l'evoluzione, positiva o negativa che sia.

Claudio

Microsoft già da al day one le esclusive nel loro abbonamento da 10 euro al mese, se poi hai anche la condivisione dell'account ti costa meno di netflix e puoi giocare a tantissimi giochi.

Claudio

Il numero di persone non raggiunto dall'adsl è talmente basso che non possono cambiare strategia di marketing.

Fernando Bernardi

Si perchè secondo loro a canestrelle o rocca canterano o vattelaapesca piccoli paese dell appennino dimenticati dal mondo arriva l adsl

asd555

Sento già orde di collezionisti di giochi (leggasi: collezionisti di dischi e custodie di plastica) lamentarsi.

nuvola speedy

il problema dei giochi è la retrocompatibità.. se compro un gioco.. una canzone o un libro in digitale deve essere di mia proprietá sempre e lo devo poter usare quando e dove mi pare.. e anche fra 5 anni. se sará cosi e i prezzi scenderanno da 70 a 35euro al dday le cose potranno funzionare. oppure quanti gioki pensate 1 persona possa acquistare in 1 anno? 2 o 3? 120/130 euro? fate gli abbonamenti premium a 10e al mese e uno gioca a tutto quello ke gli pare.. senza usato o condivisioni account

InterTriplete

Sarebbe la mazzata finale per sony, visto che Microsoft con Live e Game Pass è fin troppo più avanti, divario incolmabile nel giro di una generazione. In una console solo digitale i servizi conteranno ancora di più, e il confronto sarebbe ad oggi imbarazzante.

svkap

GS si metterà a vendere patatine come faceva Blockbuster e abbiamo visto tutti che fine ha fatto...

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione

Fortnite Battle Royale mobile: aperte le iscrizioni per la beta su iOS

Playstation 5: alcuni sviluppatori sarebbero già in possesso dei dev kit