Laser League: la nostra prova | Colpi di Fulmine

16 Febbraio 2018 3

Sono numerosi gli indie game o i titoli "minori" che regolarmente debuttano sulle varie console e su Steam. In particolare il numero di giochi creati da software house indipendenti cresce ogni giorno sempre più. Alcuni sono progetti ambiziosi, talvolta persino paragonabili a titoli di Tripla A.

Colpi di Fulmine: una nuova rubrica

Considerando quindi la moltitudine di indie game che ogni giorno arrivano sulle nostre piattaforme, abbiamo deciso di creare un nuovo formato: "Colpi di Fulmine". La rubrica raccoglierà delle recensioni in formato più leggero e fruibile, senza fiumi di parole e dove racconteremo quali elementi sono riusciti a entusiasmarci e quali invece proprio non abbiamo apprezzato durante la nostra prima prova del gioco protagonista di ogni apputamento.

Il primo indie game che abbiamo analizzato è stato Laser League: sarà scoccato il "Colpo di Fulmine" ?

Testato su Steam in Accesso Anticipato

DETTAGLI SUL GIOCO

Laser League è un indie game approdato da poco su Steam in versione Early Access al prezzo di 14.99 euro ma, sino al 19 febbraio, il titolo può essere acquistato con un sconto del 30%.

Sviluppato da Roll7, il gioco è nato nel 2014 come progetto sperimentale e l'obiettivo era quello di creare qualcosa di divertente basato sul multiplayer locale. Nel corso degli anni l'idea iniziale si ovviamente ampliata, raccogliendo diversi consensi e suscitando l'interesse di 505 Games. Dopo diverse fasi di test, Laser League è approdato nell'Accesso Anticipato di Steam.

E' un titolo incentrato sul multiplayer sia online che in locale, frenetico, a squadre e assolutamente futuristico. L'idea indubbiamente è quella di ritagliarsi un suo spazio in ambito competitivo e quindi nel mondo e-Sport.

GAMEPLAY E CONTENUTI DI GIOCO

Il gameplay di Laser League è originale, immediato e all'apparenza semplice ma ogni minima azione eseguita può portare a un'epocale vittoria o ad una clamorosa sconfitta. Due squadre contrapposte in delle arene in perfetto stile Tron dovranno passare sopra ai nuclei per attivare una serie di laser evitando quelli avversari: toccando i laser attivati dall'altra squadra, infatti, andremo in contro a morte certa.

Semplice? Non proprio, in quanto la posizione dei nuclei, la lunghezza e la velocità dei raggi laser (in movimento perpetuo) varia nel corso della partita. Di tanto in tanto inoltre compariranno dei power-up e ogni personaggio è dotato di abilità ben precise da selezionare prima dell'inizio del match.

Ogni giocatore, nella sala d'attesa, può scegliere tra sei classi differenti (Blade, Thief, Smash, Snipe, Ghost e Shock), ognuna caratterizzata da un stile e un attacco unico e con ben due modificatori tra cui optare. Le pareti che circondano l'arena inoltre potranno essere valicate, materializzandoci istantaneamente in un'altra parte del campo.

Le partite ospitano un massimo di quattro giocatori per squadra ed è supportato il multiplayer in locale o online oltre agli scontri contro l'IA. Sono presenti 3 Stadi per totale di 12 mappe: in ognuna i laser avranno caratteristiche, movimenti ed evoluzioni differenti. Immancabili ovviamente una serie di oggetti estetici per personalizzare l'alter ego.

LE NOSTRE IMPRESSIONI

Laser League è indubbiamente divertente con un sistema di controllo intuitivo ed immediato ma non per questo facile da padroneggiare: è quindi necessaria pratica per entrare in confidenza con le varie meccaniche e ottenere buoni risultati sul campo di battaglia. La scelta della classe e dei modificatori è fondamentale in quanto, a seconda del personaggio utilizzato, lo stile di gioco cambia notevolmente; capire e conoscere esattamente le potenzialità di ognuno sarà prioritario per ottenere buoni risultati.

Contro l'AI vincere non è difficile ma contro giocatori reali l'impresa è più ardua, sopratutto se gli avversari sono organizzati, lavorano in squadra e utilizzano tattiche ben precise. In Laser League, ad esempio, non si muore definitivamente ma il personaggio rimarrà inerme disteso sul campo di battaglia in attesa che un compagno passi a rianimarlo: utilizzando con strategia questo meccanismo si può sorprendere l'avversario in vari modi.

Il titolo di Roll7 spinge quindi i giocatori a collaborare e a lavorare in squadra ed è proprio per questo che la mancanza di una chat vocale interna si trasforma in un difetto non trascurabile, specie se Laser League vuole imporsi nel panorama e-Sport. Allo stato attuale, infatti, l'unico modo per comunicare con i membri della propria squadra è quello di affidarsi a programmi di chat di terze parti.

Sul fronte tecnico il titolo, oltre ad una visuale dall'alto e un frame rate stabile, offre ambientazioni colorate e psichedeliche degne di nota ma pecca sul fronte dei dettagli. Gli effetti non mancano ma non lasciano senza fiato e i personaggi non presentano nulla di davvero innovativo.

Da segnalare la presenza della lingua Italiana, di un tutorial ben sviluppato che spiega nel dettaglio le meccaniche di gioco. Meno entusiasmante invece la colonna sonora, troppo ripetitiva e poco coinvolgente.

Colpo di Fulmine ? Si, Laser League è riuscito a coinvolgerci. E' originale, le partite sono divertenti e adrenaliniche, durano poco, (circa dieci minuti) e sono perfette anche per chi vuole entrare per un match mordi e fuggi. Le meccaniche sono tanto intuitive quanto profonde ed è necessaria una buona dose di tattica, il tutto è accompagnato da un sistema di controllo (rigorosamente con pad) che funziona egregiamente.

Manca sicuramente qualche contenuto a livello di modalità, tra cui le partite classificate, la chat vocale interna al gioco e il comparto tecnico potrebbe essere migliorato a livello visivo e sonoro: non dimentichiamo però che stiamo parlando di un gioco in Accesso Anticipato.


Postazione di prova

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Emiliano Frangella

pensavo fosse per Android........

Gios

Che bello spacciare tron per un proprio lavoro

rsMkII

I giochi per essere belli non devono per forza avere meccaniche troppo avanzate, essere troppo vasti o avere una grafica fotorealistica. Questo ha un'idea davvero semplice dietro eppure mi sembra divertentissimo! Top! :)

I migliori giochi per smartphone di dicembre | Video #MOBILEGAMING

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone