INDIE vs ME: selezione di marzo | Video

24 Marzo 2018 61

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Cercavo serate leggere su Switch, così ho passato qualche ora su Nintendo eShop. Volevo un gioco, ne ho presi quattro: "The Trail: Frontier Challenge", "Old Man's Journey", "The Final Station" e "Mulaka". Alcuni sono vecchi, altri appena usciti: tutti indie. Con la speranza di trovarci creatività rustica, fantasia non finalizzata allo stupore ma alla spensieratezza, qualcosa di simile alla leggerezza di quando passavi il pomeriggio all'edicola del paese leggendo il retro delle cassette per C64 cercando di quantificare, dalle sole copertine, quanti bei momenti potevano esserci dentro. Tutte cose, per dire, che un Bayonetta qualsiasi* non riuscirà mai a darmi.

Dicevo, ho comprato questi quattro giochi per un totale di sessanta euro, consapevole che non li avrei finiti tutti e che qualcuno mi avrebbe deluso. Ecco un resoconto, molto personale, di come è andata.

Mulaka
Prezzo: 19,98€ - Uscita: marzo 2018 - Sviluppatore: Lienzo

DI COSA PARLA

Uno sciamano Sukurúame, un terzo occhio, la possibilità di trasformarsi in animali sacri e creare pozioni. Mulaka deve incontrare gli oracoli così da essere pronto ad affrontare il Male, fine ultimo della vicenda. Nel mezzo c'è tutta la spiritualità della Sierra Tarahumara, e la cultura indigena del Messico settentrionale. Mai sentita nominare? Non è importante; sarà il gioco a farvi da guida.

COME SI GIOCA

Pare che i Tarahumara fossero dei corridori formidabili. E infatti nel gioco si scatta a destra e a sinistra senza preoccuparsi della stanchezza di Mulaka. In più ci sono i "viaggi rapidi" dalla mappa, dei super salti, le schivate per prendere tempo e capire come approcciare un nemico. Il gameplay è semplice: attacco veloce e leggero, attacco lento e potente. Col passare dei livelli arrivano nuove abilità, uno scudo, le combo, magie varie. Il pad del Joy-Con sinistro muove il personaggio - che sia ancora umano o già felino, volatile, animale - mentre il Joy-Con destro sposta la visuale. I tasti laterali L e R sono fondamentali perché attivano la corsa e il "terzo occhio", l'unico modo per trovare nemici e oggetti altrimenti invisibili. Non è necessario usare questa modalità per arrivare alla fine di ogni livello, ma aggiunge la profondità che serve a completarlo davvero.

COSA NE PENSO

Graficamente è il migliore tra i quattro Nindies, ma è soprattutto una premio al buon gusto di chi ha colorato le ambientazioni. Io trovo la sensibilità di default eccessiva e certe animazioni grossolane; ci sono movimenti di camera sbagliati, poligoni bucati, muri invisibili. Su Switch, dock o meno, non è perfetto neanche il framerate; ma si fanno queste valutazioni perché lo si considera un gioco vero, dimenticando la differenza con i progetti di primissima fascia.

Il bestiario è un'aggiunta divertente e la colonna sonora tribale mai portata al punto da urtare i nervi (ci arriva vicino). Mi piace che sia un'avventura breve perché per girellare tra i boschi ci basta accendere Breath of the Wild. Credo sia sprecato sul piccolo schermo; meglio una grossa TV, anche solo per dare merito ai corposi boss finali. Diventa un titolo consigliato dopo qualche ora di gioco quindi tenetelo a mente quando l'inizio vi sembrerà scialbo.

Link utili: Acquisto su Nintendo eShop - Pagina dello sviluppatore

Old Man's Journey
Prezzo: 9,99€ - Uscita: febbraio 2018 - Sviluppatore: Broken Rules

DI COSA PARLA

Un postino in bici consegna ad un anziano col naso rosso la lettera che lo convincerà a mollare tutto e partire. Prende sacca, bastone e si incammina. Verso dove? Non si sa. Per quale motivo? Non è chiaro. Musiche e ambientazione ci anticipano l'idea di un viaggio che sarà anche spirituale, un percorso di vita legato ai suoi ricordi, ma la trama di Old Man's Journey ci verrà svelata solo strada facendo. Nei primi minuti di gioco viene chiesta fiducia: accompagnare il protagonista. Il resto verrà da sé.

COME SI GIOCA

Old Man's Journey è un'avventura punta e clicca. Si può giocare con il touchscreen di Nintendo Switch o con il Joy-Con a mo' di WiiMote; si sposta il cursore sullo schermo per muovere il personaggio o per interagire con/trascinare/modificare elementi del paesaggio. L'obiettivo principale è risolvere il puzzle che domina la schermata (il più delle volte bisogna creare strade e accessi, ma non mancano obiettivi secondari) così da permettere al protagonista di avanzare, riflettere e far partire il filmato ricordo che svela i motivi del viaggio.

Non ci sono dialoghi ma solo vignette e intenzioni. Switch vibra quando l'anziano non può raggiungere la zona desiderata perché non gli abbiamo creato il percorso corretto; tutto qua. Old Man's Journey gira a 720p su console, e a 1080p su dock. Supporta la vibrazione HD-Rumble e il controller Pro. Questa edizione per Switch ha l'esclusiva della modalità a 2 giocatori - fantastica se giocate in coppia.

COSA NE PENSO

One Man's Journey è un'avventura grafica breve, un racconto illustrato da giocare una sola volta. È il meno gioco di tutti ma anche quello che rilassa di più perché non impone un ritmo. Capire il paesaggio può essere più complicato del previsto ma nessuno ci impedisce di passare qualche minuto spostando gli aquiloni, il filo dei panni stesi o una carrucola. Manca di azione e può essere sprecato, quasi noioso, se giocato su uno schermo piccolo, in mezzo alla gente. Le meccaniche pure sono ripetitive quindi il coinvolgimento deve arrivare da altro. Richiede contemplazione e silenzio: alzate il volume della TV, abbassate le luci, preparate i kleenex per la vostra ragazza, e accomodatevi al buio sul divano. Non è per tutti ma è consigliato a tutti.

The Trail: Frontier Challenge
Prezzo: 14,99€ - Uscita: marzo 2018 - Sviluppatore: 22cans

DI COSA PARLA

Parti dall'Inghilterra per raggiungere Eden Falls, cittadina del Nuovo mondo, e seguire le orme del tuo defunto zio. Vuoi comprare una casa, aprire un negozio, candidarti a sindaco. Il motivo? Non è chiaro. Ti trovi su una barca in prossimità della riva, senza un vestito e senza attrezzatura. Una donna, Beatrice, ti regala dei pantaloni e uno zaino, ti accompagna fino al primo di tanti accampamenti, ti parla delle sfide e degli oggetti che devi raccogliere, di come scambiarli con altri viaggiatori. Una volta ad Eden Falls cambia tutto: devi costruire la casa e spiccare sulla comunità, quindi ti servono abilità. Puoi preferire un mestiere - taglialegna, cacciatore, cuoco, sarto o esploratore - e crescere fino a diventare un Mastro. Di tanto in tanto ricevi delle lettere da casa: cosa ci sarà scritto?

COME SI GIOCA

Al via, si sceglie un personaggio, si clicca "avanti" in sequenza fino a quando non basta più premere. Poi il gioco scorre su rotaie: le esplorazioni non sono altro che la stessa corsa applicata su tracciati differenti, durante le quali si raccolgono oggetti cliccando ZR al segnale luminoso. La mappatura dei tasti è complessa quanto stonata su un gioco così; si dovrebbe avere la sensazione di un viaggio in campagna ma si finisce con l'andare spediti tra i boschi per poi arrivare al campeggio, scoprire che manca un oggetto, e tornare indietro. Anche le sfide proposte da Beatrice (fabbrica una fionda e trova i conigli, arriva prima di quel tale) sono noiose perché obbligatorie.

Con gli oggetti puoi costruire strumentazione di qualità superiore, ma anche interagire con i viaggiatori di questo o quell'accampamento. La varietà arriva una volta stabiliti ad Eden Falls perché diventa necessario sbloccare abilità e concentrarsi su un preciso ramo; ci sono diversi modi per farlo, così come è possibile aiutare i vicini nella costruzione di oggetti per finire, poi, ad aiutare tutta la città in qualità di Sindaco.

The Trail: Frontier Challenge si può giocare con Joy-Con connessi o rimossi, e supporta il controller Pro. Con il touchscreen, o con il pad di destra, si ruota la visuale attorno al protagonista; con ZR si raccolgono gli oggetti; con ZL si fa uno scatto. X, A, Y, +, L, R, fanno cose diverse a seconda del contesto, ma l'interfaccia grafica è sempre tanto caotica e lenta nello scorrere i menù o nell'aprire la mappa. Non è tutto, ci sono altre complicazioni tecniche. Ma mi fermo perché credo di aver reso l'idea.

COSA NE PENSO

Il peggiore della mia selezione, ed anche quello che ho giocato meno. The Trail per Switch non perde quella sensazione "premi sempre avanti" tipica dei giochi per smartphone, stressa l'utente con troppi comandi, troppi messaggi, troppi commenti audio. Inoltre ci porta al centro dell'azione senza spiegarci il motivo. Il suo sistema di controllo è grezzo, con la camera che segue male il protagonista, paesaggi che si completano solo agli ultimi istanti, un framerate tremendo. Soprattutto su console, The Trail: Frontier Challenge ha una realizzazione tecnica penalizzante. Peccato perché lo stile grafico e le musiche avrebbero meritato un lavoro migliore. Così, meglio spendere i 15€ per il gioco a seguire.

The Final Station (+ DLC The Only Traitor)
Prezzo: 14,99€ - Uscita: febbraio 2018 - Sviluppatore: Do My Best

DI COSA PARLA

Tema post-apocalittico: fine del mondo, zombie infetti, il governo che nasconde qualcosa. Saranno alieni? Sarà un virus fuori controllo? Sei un macchinista ferroviere e inizi a capire qualcosa solo dai messaggi che trovi sui laptop dei colleghi, dalle voci origliate per strada. Il tuo compito è guidare un treno merci fino alla stazione finale. Devi fare manutenzione alla locomotiva regolando valvole e interruttori, ma anche aiutare chi deciderai di far salire a bordo con cibo e kit di emergenza. I loro discorsi - e le loro ricompense - ti saranno d'aiuto o solo di impiccio? 

COME SI GIOCA

Il sistema di controllo è semplice, i movimenti sono veloci. Non ci sono ritardi o pause. Si usano entrambi i Joy-Con, collegati o meno, per muovere il personaggio (pad di sinistra) o prendere la mira (pad di destra); per interagire si preme A, per sparare ZR, per dare un pugno B. Tutto qua. È compatibile con HD Rumble ed è perfetto per la mobilità.

Tecnicamente, dopo i primi livelli/stazioni, The Final Station diventa uno sparatutto 2D a scorrimento laterale. Anche abbastanza difficile. Si arriva alla stazione, si esplora la città in cerca del codice di sblocco, si prosegue. Le fasi in città sono le migliori perché si può sparare (ma i proiettili sono pochi: meglio uccidere con oggetti o pugni), parlare con gli agenti di polizia, cercare i colleghi per capire cosa sta succedendo. Raccogliere gli oggetti e accettare passeggeri fa accumulare soldi, da spendere poi nei negozi per comprare munizioni e provviste.

Il livello di difficoltà è regolato al minimo nelle fasi puzzle, mentre è più ostico nel combattimenti. Si tratta, soprattutto, di capire con quale tempistica e dopo quale operazione esplorare un certo angolo della città (gli accessi ai sotterranei, alle stanze, ai capannoni sono sempre segnalati). Il nostro ferroviere può morire spesso, ma il gioco riparte dall'ultimo arrivo in stazione senza altre penalizzazioni; è un buon incentivo per intensificare l'esplorazione. L'espansione "The Only Traitor", inclusa nell'edizione Switch, non ha le sezioni in treno: si parte da una città per raggiungere l'ultimo bunker aperto raccogliendo cibo, gas e armi.

COSA NE PENSO

The Final Station è il migliore tra i quattro giochi provati per il modo in cui arriva al giocatore. La sensazione di urgenza e di terrore è in ogni livello. La grafica pixel art è riuscita (carini gli "impallamenti", oggetti che passano davanti allo schermo per un attimo - ad esempio dei fogli di giornale svolazzanti) e gli effetti sonori azzeccati (l'abbaio del cane, il barattolo che rotola). Con l'avanzare del gioco (30 stazioni) capisci che le fasi in treno non sono le più importanti; anzi, sono pause dalla velocità degli "infetti". Consiglio di giocare al DLC incluso solo dopo aver completato la trama principale. Spero in un secondo episodio più vario nel gameplay ma con lo stesso stile grafico, musiche simili, la stessa leggerezza. Sarà per gli effetti sonori e il silenzio tetro di gran parte del gioco, ma mi ha ricordato un Another World appena più semplice; e con questo paragone credo di aver detto abbastanza.

*: sì, ho esagerato. Ma avete capito cosa intendo, no?

Il top gamma di piccole dimensioni per eccellenza. la scelta obbligata per un Android tascabile? Sony Xperia XZ1 Compact, in offerta oggi da Clicksmart a 279 euro oppure da ePrice a 320 euro.

61

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
InterTriplete

Splendida rubrica Riccardo! Complimenti davvero, li conosco tutti i giochi che hai recensito e li ho rivissuti con "leggerezza e spensieratezza". Grazie mille. Sempre più orgoglioso della mia Switch, the Game Machine!

Aldo Costagliola

Una rubrica Stupenda Riccardo, ti prego continua a farla! Ci sono decine e decine di giochi indie che finalmente propongono qualcosa di diverso dai soliti fifa e COD e nessuno li conosce. Continua cosi!

Michelangelo Musso

ANOTHER WORLD ..... fantastico!!!!

f4b1x

Sono molto contento di questa rubrica e spero che tu riesca a continuare!

Bel video, ottima parte scritta e il risultato finale è davvero piacevole.

PseudoKirin970

Io preferire Caleazzi

utente

Mi piacerebbe leggere un articolo del genere per i giochi Android!

Claudio Antonetti

Ottima questa rubrica... Uno sguardo "con occhi non velati dall'odio" ci vuole e Ricc@rdo è colui che meglio può affrontare questi argomenti con una tranquillità invidiabile. Sarebbe interessante avere le stesse quaterne anche per le altre piattaforme.

Alessio Corona

Ho chiesto consiglio al commesso e mi ha tirato fuori dalla tasca iphone x, però quello come modello nn lo digerisco proprio il design del notch

Alessio Corona

Consiglio super urgente vi prego rispondete entro le 9 sono da unieuro tra iphone plus 8 e samsug s9+ cosa comprereste? Tipo su Instagram vedo tutti con la mela dietro e mi ha un po' confuso le idee oggi s9 sta ha 779 sto troppo indeciso

H6

Strano davvero

ellios76

Si, credo di aver capito l'origine

uncletoma

Dovrebbe esserci un'app collegata, non è che hai installato qualcosa di strano, o di provenienza strana, di recente?
Magari una app "social".

ellios76

ma io non ho questo smartwatch

ellios76

no, non ho questo accrocchio, ecco perche mi sembrava strano

gastro67

"qualcosa di simile alla leggerezza di quando passavi il pomeriggio all'edicola del paese leggendo il retro delle cassette per C64 cercando di quantificare, dalle sole copertine, quanti bei momenti potevano esserci dentro"

Con questa frase Riccardo mi hai fatto scendere una lacrima. Mamma mia quanti ricordi...

Deimos

Old man a quel prezzo è un furto...l'ho preso qualche mese fa in offerta a 0,90 cent.
Penso che massimo 3 euro siano il prezzo giusto vista la durata irrisoria: comunque bellissimo gioco.

Volpe

https://uploads.disquscdn.c...

LAM

Premi la x in alto a sx

H6

https://uploads.disquscdn.c...

H6

Questo eja watch sembra essere uno smartwatch. Non è che lo hai collegato col Bluetooth?

uncletoma

Se non ricordo male uno smartwatch italiano.

ellios76

O.T. sapete cos'è eja Watch? Stava sostituendo a mia insaputa Google assist, mi cerca l'accesso ai miei dati https://uploads.disquscdn.c...

Riccardo P

Grazie Mariano, molto apprezzato.

Mariano Golluscio

Leggerezza e spensieratezza sono anche le giuste espressioni per definire le tue, mai banali, recensioni o, come in questo caso, riflessioni, Riccardo.
Ho guardato con estremo piacere tutto il video, nonostante non possegga una Switch.
Un'ottima idea per una nuova rubrica!

eberg93

Yep, avevo letto che ne spediscono due per tipo. Top.
Comunque dai, come manualità mi ritengo abbastanza abile. Ok, non ho mai usato una skin su un telefono, ma ho fatto diversi lavori di fino e me la sono sempre cavata bene.

AndreDNA

Presa per lo stesso motivo! Io sono molto soddisfatto, e ti consiglio il tentativo.
Considera solo che è molto difficile avere un risultato perfetto sugli angoli, e che al primo tentativo tu possa fallire (ti danno due skin per ogni acquisto apposta). Quando ci prendi la mano è ottimo però!

eberg93

Sarebbero proprio per OP5. Diciamo che il discorso dogana mi frenava parecchio per una cosa che costa così poco. Però sono tentatissimo, ne volevo prendere un paio per raggiungere i 20$ e fare la spedizione free. Male che vada sono 16€ buttati via stando al cambio attuale.
Volevo provarle per provare a rendere il telefono un filino con più grip. Di cover non se ne parla, anche le più sottili rendono il telefono ciccione. Una skin invece non si sentirebbe.

AndreDNA

Posso darti la mia esperienza.
Prese 3 volte, spedizione liscia e nei tempi annunciati, senza minimi problemi di dogana.
La qualità delle skin è ottima, ma tieni a mente che più il dispositivo è curvo e più è difficile farlo venire omogeneo (con un Sony z3c è stato facilissimo ad esempio, oneplus 5 mi ha fatto penare di più)

scrofalo

La sonda Voyager è molto meno fuori di te. Vai a farti una passeggiata e ossigenati un po'.

eberg93

Ah ok, allora forse quel ragazzo si era confuso!

Beh grazie ugualmente Riccardo, sempre gentilissimo!

Riccardo P

No, mai provate. Le aveva un Dell XPS 13 che usati per una recensione ma non erano mie e non le avevo attaccate io. Non so dirti,

silvergdb

lo uso regolarmente e dopo averci preso la mano devo dire che è fantastico, ottimo touch and feel, precisione assoluta, per me è stato una bella sorpresa, ormai lo uso da più di un anno.

Jon Snow

ok lascio perdere

Matteo Ronchi

"Un giochino del 64 e... le ore, grazie"

Enzo

Bene Riccardo anche io ho poco tempo e uso la switch... come indie ho preso finora thimbleweed park (te lo consiglio) e penso di prendere senza altro old man's journey... sembra sia carino anche last day of june...

Ikaro

No è Na merd@ poi scusa... "trackpad che mi suggerisce un'ottima precisione di puntamento et similia." prova a usare il pad del notebook in un fps, e vedrai se hai ragione o no ;)

JUDVS

Il controller di Steam è pessimo, se non per il fatto che puoi giocarci gli strategici, i punta e clicca (e simili) senza troppi problemi

Per tutto il resto vai di pad della Xbox

boosook

Confermo The Cave, bellissimo (si vede la mano del caro vecchio Ron Gilbert), impegnativo, ti devono piacere le avventure.
Sempre in tema, la serie Broken Sword. Perlomeno i primi due, meritano assolutamente e sono dei cult.
Andando sugli indie, e restando in tema (avrai capito che mi piacciono le avventure), e' veramente bello The Last Door. Non male Machinarium (un po' facile).
Infine ti segnalo The Lost City di Fire Maple Games: e' un'avventura statica, ma con enigmi davvero ben fatti (a volte anche piuttosto impegnativi) ed e' stata una bella sorpresa.

Jon Snow

Ragazzi una domandona:

il controller di Steam che vi allego, secondo voi è migliore di quello della 360?

Voglio acquistare "For Honor" approfittando degli sconti e ho visto che fanno il pacchetto con il controller a 52,78.
Quello che mi incuriosisce è il trackpad che mi suggerisce un'ottima precisione di puntamento et simila. https://uploads.disquscdn.c...

Brogi87

Io tempo fa avevo provato the cave. Stupendo. Anche Rusty Lake: Roots. Magari scontati e non quello che cercavi

eberg93

Ottimo video Rick, come sempre.
Ascolta, so che vado un bel po' off-topic, ma qualche tempo fa mi era stato detto che tu avevi provato delle d-brand skin. Come funziona la dogana? C'è da pagare oppure la spedizione è liscia senza problemi?
Scusa per la domanda non inerente al video, ma volevo "beccarti" in un articolo dove so che rispondi. Se poi non è vero che hai provato le d-brand pazienza, non era sicuro nemmeno chi mi aveva suggerito di chiedere a te.

In ogni caso grazie in anticipo del tempo perso nel leggere!

Marino Dell'Olio

Qualche indie interessante per Android? Sono appena passato a S8+ e vorrei iniziare a recuperare qualcosa di interessante uscita in questi anni

Raffael

L'approccio è molto piacevole, specialmente per i gamer "della domenica" o occasionali!

Raffael

Non male come idea! Potrebbe essere interessante e, potrebbe dare luogo, a discussioni piacevoli!

stefano

darebbe un senso al mio account istagram che non uso da secoli :) vado a ritrovare la password

Riccardo P

Grazie. Sì, l'idea è restare abbastanza ignorante in materia così da trattare i giochi con più entusiasmo e meno freddure.

Riccardo P

Be', potremmo parlarne per ore. Ogni tanto lo faccio su Instagram.

stefano

Ric, visto che sei un gran fan degli ebook...perchè non consigli anche qualche libro ogni tanto?

Ciao

Ennio80

Ric complimenti, io son un gran gamer e mi è piaciuto molto l'approccio che hai nel esporci i giochi, molto più simile a due amici che si consigliano i giochi che stanno provando in quel momento, quindi fatta di sensazioni e di voglia di provare qualcosa di specifico.

Come al solito, Ric recensore multi uso, gli potresti far recensire un barattolo di sale e zucchero e lui con il suo garbo, con la sua esposizione pacata, riflessiva e ragionata...potrebbe farteli piacere :P

AndreDNA

Grazie dei consigli!
Bella l'atmosfera che ricerchi!

Ti consiglio Subsurface Circular, per quando vuoi un'avventura di un paio d'ore coinvolgente (magari per una sessione di gioco in treno, così l'ambientazione reale si mescola a quella del gioco!).
Avventura testuale, con grafica curata di sfondo. 5 euro ben spesi.

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello

Detroit Become Human: la nostra recensione

Far Cry 5: la nostra recensione