EA: non commetteremo mai più gli errori fatti su Star Wars Battlefront II

16 Aprile 2018 57

Electronic Arts ha imparato qualcosa dagli errori commessi con Star Wars Battlefront II in ambito loot boxes e microtransazioni, in futuro la software house non vuole più ripetere gli stessi sbagli.

La promessa arriva da Patrick Söderlund, che recentemente ha assunto il ruolo di Chief Design Officer, abbandonando il suo incarico presso gli EA Worldwide Studios. Ai microfoni di The Verge, Söderlund ha infatti dichiarato che il polverone scaturito da microtransazioni e loot boxes ha avuto impatti significativi all'interno della software house, sottolineando che errori simili non saranno più commessi e quindi sembra che i giocatori per il nuovo Battlefield e l'atteso Anthem possano dormire sonni tranquilli.

Abbiamo fatto una serie di passi avanti per comprendere i meccanismi di monetizzazione, bottino e altri sistemi simili che vanno valutati attentamente prima del lancio di un gioco. Nei nostri titoli futuri, tra cui Battlefield o Anthem, non commetteremo più errori simili a quelli fatti con Star Wars Battlefront II.

Söderlund ha inoltre voluto precisare che l’obiettivo del sistema di loot box presente nel tanto criticato gioco di Guerre Stellari era quello di “avere più giocatori attivi” ma l'effetto è stato esattamente il contrario e quindi EA ha dovuto tirare i remi in barca e rivedere l'intero sistema.

Con Star Wars Battlefront II abbiamo sbagliato e per recuperare la situazione abbiamo dovuto prendere decisioni veloci e drastiche, disattivando tutto. Abbiamo ridisegnato l'intero sistema di progressione e i nuovi meccanismi sono stati accolti con entusiasmo dagli utenti, i giocatori stanno tornando e i numeri stanno crescendo.

Il team di sviluppo di Star Wars Battlefront II, dopo l'aggiornamento che ha modificato pesantemente il sistema di progressione, ha annunciato il ritorno delle microtransazioni ma solo per oggetti estetici che non avranno impatti su gameplay e abilità del giocatore.


57

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pcboy2008

Concordo..

Plinky

cit "i costi di produzione di base non sono aumentati a dismisura"
ma lol eccoti una chart:
1. Destiny - 2014 – $500 milioni
2. Grand Theft Auto V - 2013 - $265 milioni
3. Call of Duty: Modern Warfare 2 - 2009 - $250 milioni
4. Star Wars: The Old Republic - 2011 - $200 milioni
5. Final Fantasy VII - 1997 - $145 milioni
6. Shenmue II - 2001 - $132 milioni
7. Max Payne 3 - 2012 - $105 milioni
8. Grand Theft Auto IV - 2008 - $100 milioni
9. Too Human - 2008 - $100 milioni
10. Red Dead Redemption - 2010 - $100 milioni
11. Disney Infinity - 2013 - $100 milioni
12. Deadpool - 2013 - $100 milioni
13. Tomb Raider - 2013 - $100 milioni
14. Defiance - 2013 - $80 milioni
15. Shenmue - 1999 - $70 milioni
16. Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots - 2008 - $70 milioni
17. Watch Dogs - 2014 - $68 milioni
18. Crysis 3 - 2013 - $66 milioni
19. Final Fantasy XIII - 2009 - $65 milioni
20. Tom Clancy's Ghost Recon: Future Soldier - 2012 - $65 milioni

GTA 5 = 265 mil vs GTA 4 =100 mil.
Direi che c'è una bella discrepanza fra titoli diversi e anche fra sequel.

Plinky

Quindi secondo il tuo ragionamento chi deve pagare per tutto questo sono le software house giusto? Peccato che i problemi da te elencati siano delle console stesse... non a caso, come hai detto te, su PC questi problemi non sussistono (e anche i giochi costano meno a parità di data di rilascio).
Microsoft e Sony abbindolano i consolari facendo credere in un gran risparmio con un prezzo iniziale vantaggioso... poi si mangiano una quota sui giochi e sui servizi "accessori" ma necessari per godersi a pieno i titoli.

Quindi, ricapitolando, la tua critica non può essere rivolta ad EA.

PS: giocare è una perdita di tempo per chi ha una visione molto ristretta dell'insieme. A me giocare rilassa, il che mi porta ad essere più produttivo a lavoro e allo stesso tempo risparmiare dato che altri vizi costano molto di più.

Body123

C'entra il costo perché per uno che parte da 0 si fa la domanda QUANTO MI COSTA GIOCARE?? QUANTI SOLDI DEVO AVERE?

E ripeto, GIOCARE. Una cosa che nel "mondo reale" (quello con cui vuoi o non vuoi devi confrontarti) viene visto pure male e come una perdita di tempo.

Ma poi ripeto. Senza andare troppo indietro, su PC c'è sempre stato il multiplayer online senza mai bisogno di abbonamenti ulteriori. Pagavi il gioco e stop. Su PS3 idem. Poi prima hanno cominciato a far pagare il Plus, ora anche l'online volete far pagare? E il plus che lo pago a fare quindi?

Leggo commenti del tipo "potrebbero fare due versioni del gioco, una senza online e una con l'online a 20€ di più". Peccato che un gioco come Cod, Battlefield, Fifa ecc. senza online vale si e no 5€, dato che la campagna la finisci in un'oretta, e dopo che fai senza l'online? La rifai all'infinito?

Whommy

Spendono più soldi in marketing che nella programmazione, i costi di produzione di base non sono aumentati a dismisura ma sono andati di pari passo con il miglioramento e la semplificazione tecologica (talasciando che la maggior parte di motori grafici e fisici sono gli stessi anche su giochi completamente diversi, bf e fifa ne sono un esempio)

Il trend viene dal mobile, dove a minima spesa hanno la massima resa, le IP come EA hanno provato a fare lo stesso, ma un conto è il condimento (skin, emote) un conto è il gameplay pay to win.
Il "dietro" per supportare per x anni è già nei loro budget su un gioco a quel prezzo, il resto è un surplus per fare cassa che non va neanche nei futuri investimenti

Plinky

Pensa te che tanta gente:
- spende regolarmente dai 5€ ai 10€ per un cocktail spesso fatto male e annacquato
- circa 100€ al mese per incatramarsi i polmoni
- X€ per un sistema di lotteria matematicamente in perdita per l'acquirente
- X€ per vestiti griffati anche se 100% acrilici

Ora non capisco cosa centri il costo della console con i produttori dei giochi (qua si sfiora lo stile delle recensioni sul PlayStore), ma se dividi il costo del gioco per le ore che ci hai giocato.... la spesa la affronterai con un'ottica differente.

Plinky

Sono i tuoi conti campati in aria. I giochi costano 59,90€ al lancio da un bel po' di tempo, eppure i costi di produzione sono aumentati a dismisura.
Questo senza considerare la moltitudine di utenti che comprano giochi usati o su siti di chiavi e le aspettative sempre più alte di tutti i giocatori.
Giochi come Rainbow Six Siege verranno aggiornati e supportati per altri 10 anni con nuove mappe e personaggi gratuiti... e te vorresti che gli sviluppatori campassero solo con i 10/20€ necessari per l'acquisto del gioco?!?
Bevetevi una camomilla che riuscite a lamentarvi anche dell'esistenza di contenuti cosmetici a pagamento totalmente superflui per l'esperienza di gioco.
Le lootbox cosmetiche sono la miglior cosa che potesse accadere per questa tipologia di giochi. Un ringraziamento speciale a tutti quei giocatori che spendono centinaia e centinaia di € e mi permettono di godermi giochi in continuo sviluppo senza sborsare un € in più.

PatrickBateman47

Per me è infatti scandaloso anche GTA, però almeno GTA deve la sua fama e gloria ad un single player strepitoso e fondamentalmente privo di microtransizioni, non hanno neanche fatto delle espansioni, glielo puoi perdonare se premono un po gli utenti online, anche continuo a non capire il senso di GTA Online però ha seguito.

PatrickBateman47

Il problemi principale è che EA è un'azienda che sa parlare solo di monetizzazione, mentre tutte le altre software (escluso Ubisoft e affini) parlano di passione, di idee, di concetto alla base di un gioco.
EA è proprio un'azienda e basta, non una casa delle idee, è inutile sperare chissà cosa, ce l'hanno proprio nel dna di pensare ai giochi solo ed esclusivamente come prodotto di guadagno e basta, non hanno nessuna ambizione creativa, zero, non mi stupirei se nel consiglio direttivo EA ci fosse un signore che si chiama Nolan Sorrento.

Emiliano Dalla

Avevano detto la stessa cosa dopo il primo star wars battlefront

LoneWolf®

Ladri.

Body123

Si, ovvio che vogliano fare soldi, ma io credo che ad un certo punto dovrebbero fermarsi. Non di guadagnare ma di guadagnare sempre di più. Il rischio è l'allontanamento dei videogiocatori.

Cioè giocare ora costa 300 euro console + 60 euro ogni gioco + abbonamento plus per giocarci online (non ricordo quanto costi) e dovrei pagare ancora?!

Senza andare troppo indietro con la PS3 non era mica così.. Pagavi la console e il gioco, stop.

Body123

Ma di quelli che pretendi, sono gratis. Poi per avere vantaggi/potenziamenti paghi qualcosa ma in sostanza sono gratis.

Su Console/PC è diverso, il gioco innanzitutto lo paghi sui 60€ "ufficialmente" (senza varie key, steam ecc.), su Console devi avere pure l'abbonamento al Plus per giocarci online (indispensabile ormai per qualsiasi gioco) e poi devo ancora pagare?

YamiCrystal

Prima (fino a 10 anni fa) i giochi multiplayer online non erano diffusi come oggi. L’alternativa sarebbe spendere un abbonamento mensile di 5-10 euro per poter usufruire del servizio ( ma poi perdono utenti come con the old republic) oppure pagare i giochi con il multiplayer 20-30 euro in più dei giochi con il solo single player (e anche così credo che perderebbero utenti). Poi l’EA è una spa a scopo di lucro, quindi il loro obiettivo è fare sempre più soldi. Certo, poi dovrebbero investirli bene e dubito che il loro obiettivo sia far morire importanti franchise come Dead Space, Simcity, Mass Effect e Battlefront.

Plinky

Canone mensile, il resto dei giochi andava avanti grazie al supporto/server non ufficiale.

GiuEliNo

Per non parlare dei "giochi" (se così vogliamo chiamarli) sul play/app store.

Masterpol

ma per favore non spariamo caxxate!!!! EA è una società con centinaia di milioni di dollari dove gli sviluppatori devono solamente sottostare alle loro regole e fare giochi non per divertire ma per spremere noi videogiocatori il più possibile. se ne sbattono se ti diverti. 5 persone prendono il gioco a prezzo pieno poi 1 compra microtransazioni per essere più forte? loro sono contenti così. sono il cancro dell'industria videoludica!! ecco cosa diceva pochi mesi fa un loro ex dipendente: "EA e altri grandi publisher in generale importa solamente avere un grande ritorno negli investimenti. A loro non interessa cosa i giocatori vogliono, interessa per cosa i giocatori pagano"

Top Cat

EA: non commetteremo mai più errori.

Ecco un titolo che avrei molto di più apprezzato.

A s l a n

Se potessi, ti darei 100 like.

Frost

Però per le microtransazioni di GTA o COD nessuno dice niente. Ipocriti. Non è EA, è l'intero mercato, prima vi svegliate e meglio è

Frost

Ti facevano pagare i dlc... 15€ per 4mappe e 2 armi...

marcy9487

Non è che Fifa con l'Ultimate Team sia molto diverso eh, se non paghi puoi anche essere il miglior giocatore del mondo, ma non vinci un ca220.

Hic-Sunt-Leones

Infatti è perlopiù vero.

Federico

Semplice: prima non c'erano così tanti giocatori attivi nel mondo, e i giochi richiedevano un budget INFINITAMENTE inferiore. Voi volete mangiare da Gordon ramsey e pagare come fosse la trattoria

boosook

La sto guardando adesso... effettivamente e' spettacolare.

deepdark

Dicono che è il gioco con la migliore grafica disponibile in ambiente console e che il 4k checboarding è quasi indistinguibile dal 4k reale.

boosook

Che dicono?

Whommy

Quella è una scusa campata in aria, nel budget di un gioco che sarà a pagamento (59.90+) c'è anche il costo dei server di host (che supera di gran lunga 10+ anni), stessa cosa per le patch e gli aggiornamenti, infatti il trend è apparso solo negli ultimi anni con l'avvento delle loot box su mobile.

È un discorso stupido, come i dati di salvataggio di destiny 2, non possono essere condivisi perchè pesanti e dobbiamo fare i backup (10tb di dati...per un IP come activision...una presa per il c), però tramite API potete vedere tutto

In un gioco a pagamento, loot box servono solo a fare casa continua, svalutando anche il gioco

Un un gioco ftp sono invece le entrate reali, lol ad esempio ha azzeccato tutto.

Su pc poi ci sono stati sempre i server dedicati, sono io utente che noleggio un server per hostare il gioco (e non costa neanche tanto, nulla se spezzetti tutto con tramite clan) e sono io a decidere le varei opzioni di gioco, mappe e ban.

Steve

prima, per dire, c'era snake e giravamo con le carrozze a cavalli

Mauro Corti (Sbabba)

Abbonamenti mensili.

LaVeraVerità

"...Le lootbox sono NECESSARIE per tenere aperti i server e coprire i costi dei continui aggiornamenti..."

E da quando? La Terra ha forse iniziato da un certo momento a girare al contrario? Prima come facevano?

Plinky

So che va di moda essere hater EA ma..... scusa la franchezza, hai poco chiaro il principio vitale dei giochi con gameplay focalizzato sull'attività online.
Le lootbox sono NECESSARIE per tenere aperti i server e coprire i costi dei continui aggiornamenti, l'alternativa sarebbe imporre un canone mensile (es WOW).
Con le casse invece solo i giocatori che vogliono pagare per features extra pagano oltre il costo di base del gioco, ed è grazie a quei giocatori se molti giochi risultano tutt'ora attivi e molto popolari.
L'importante è che in queste casse siano contenuti solo oggetti cosmetici, altrimenti si cade inevitabilmente nel pay to win.
Come si evince dall'articolo, EA ha imparato con le cattive la lezione e non ripeterà più lo stesso errore.

LaVeraVerità

"...Nei nostri titoli futuri, tra cui Battlefield o Anthem, non commetteremo più errori simili a quelli fatti con Star Wars Battlefront II..."

Trad. : Faremo uscire il gioco e dopo tre mesi, il tempo di acchiappare tutti i gonzi possibili, introdurremo le transazioni.

Cristian Louis Watta

Anche noi non commetteremo mai più l'errore di comprare star wars battlefront!

Masterpol

quelli di EA dicono "comprendere i meccanismi di monetizzazione, bottino e altri sistemi simili" ok, già con questa frase scaffale a vita!!! questi invece di concentrarsi sul gioco e sull'esperienza utente pensano come poterti in cu l4 re nuovamente con i loro meccanismi di monetizzazione. S C A F F A L O N E E A!!!!!

emmeking

"EA: non commetteremo mai più gli errori fatti su Star Wars Battlefront II"
Fino al prossimo gioco - fixed

qandrav

Per quanto mi riguarda la reputazione se la sono giocata per sempre (come giustamente hai fatto notare tu, il sistema pensato era folle)

Whommy

il polverone sarebbe arrivato comunque, il sistema era esasperante, peggio di quello di un giochino pay to win da cellulare, anche un bambino di 5 anni lo avrebbe capito
reddit ha fatto partire il tutto, poi a catena mezzo youtube/twitch hanno fatto eco

il danno d'immagine che hanno ricevuto è pesante, oltre alle perdite economiche (borsa, restituzioni digitali, ecc...), possono rifarsi una reputazione solo con anthem

jacksp

Credo che EA sia l'unica SH per cui dovrebbe essere legale piratarne i giochi..

LoWR1D3R

Whommy

ho il terrore per anthem

ErmenegildoBranduardi

"EA: non commetteremo mai più gli errori fatti su Star Wars Battlefront II, ne faremo di nuovi"

deepdark

Intendo nella caciara. Sono etero. Decisamente. ;)

LoWR1D3R

hmmm...credo che abbiamo dei gusti ben diversi ;)

deepdark

Peccato, ci avrei inzuppato il biscotto XD

erdarkos

Detto da EA fa ride tanto...

NaXter24R

Tranquilli, intanto i miei soldi per il futuro Battlefield non li vedete

BMP

-con bf2 non faremo più gli errori di bf1
-con bf3 non faremo più gli errori di bf2
-con bf4 non faremo più gli errori di bf3
-...

LoWR1D3R

Si sa che killy e una xboxtroll quindi solo si focalizza su articoli che "la interessano" ;)

skorpion83

Ma ceeeeeerto.

Far Cry 5: la nostra recensione

Fortnite Battle Royale mobile: aperte le iscrizioni per la beta su iOS

Playstation 5: alcuni sviluppatori sarebbero già in possesso dei dev kit

NPD: Switch sarà la più venduta nel 2018 ma un'altra console potrebbe sorprendere