Nintendo vince la causa contro i due portali di ROM. Risarcimento da oltre $12 mln

13 Novembre 2018 379

Aggiornamento 13/11

Nintendo ha vinto la causa contro Jacob Mathias e sua moglie, proprietari dei siti di ROM, LoveROMs e LoveRETRO, e di due coniugi devono versare alla casa di Kyoto oltre 12 milioni di dollari.

Secondo quanto segnalato da Torrentfreak, le due parti hanno raggiunto un accordo per evitare un'estenuante e lunga battaglia legale. Jacob Mathias e sua moglie hanno infatti ammesso di aver violato direttamente ed indirettamente copyright e marchi di Nintendo, causando ingenti danni all'azienda.

I due coniugi, oltre a risarcire la casa di Kyoto, versando un importo di 12.230.000 dollari, hanno dovuto inoltre "firmare" un'ingiunzione permanente tramite la quale si impegnano a non violare i diritti d'autore di Nintendo in futuro e consegnano nelle "mani" della casa di Kyoto tutto il materiale illegale (emulatori e Rom) ed entrambi i portali, LoveROMs e LoveRETRO, chiusi ormai da diversi mesi.

Segnaliamo che i documenti devono ancora essere firmati ufficialmente.

Nintendo ha quindi vinto la causa e, a seguito di quanto accaduto, secondo quanto riportato da Torrentfreak, molti altri siti che ospitavano e distribuivano ROM di giochi usciti sulle sue console della casa di Kyoto, hanno chiuso preventivamente, prima che l'azienda si scagliasse anche contro di loro.


Notizia originale del 23/07/2018

Nintendo difende a spada tratta tutte le sue IP anche quelle più datate e quindi ha dichiarato guerra a due popolari siti che ospitavano e distribuivano ROM di giochi usciti sulle sue console. I due portali sotto processo sono LoveROMs e LoveRETRO, considerati da Nintendo i due "hub online per giochi piratati" più famosi e longevi in assoluto.

La casa di Kyoto sostiene che i siti sopra citati propongono illegalmente uno sconcertante quantitativo di videogiochi di conseguenza è stata intentata una causa contro entrambi per violazione del copyright e del marchio con una denuncia depositata presso il tribunale federale dell'Arizona.

Secondo quanto dichiarato dalla casa di Kyoto, i due siti gestiti da Jacob Mathias e dalla sua società (Mathias Designs LLC) offrono l'accesso, distribuiscono e pubblicano in modo illegale una vasta varietà di ROM, tra cui spiccano molti giochi di Nintendo.

LoveRoms e LoveRETRo sono inoltre siti molto popolari e, come segnalato nella denuncia, contano circa 17 milioni di visitatori mensili, cifra che ha permesso alla Mathias Designs LLC di realizzare guadagni illeciti provenienti da donazioni e dalla vendita di spazi pubblicitari .

L'obiettivo di Nintendo ovviamente è quello di portare alla chiusura entrambi i portali richiedendo in aggiunta un risarcimento di circa 150,000 di dollari per ogni gioco Nintendo ospitato dai siti e sino a 2,000,000 per ogni marchio usato illegalmente. Al momento non sappiamo come andrà a finire la vicenda tuttavia LoveRETRO è stato già oscurato mentre LoveRoms ha eliminato dal suo catalogo ogni ROM collegata a Nintendo.


379

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianluca

Mai quanto uno che dal nickname fa già intendere tutto xD...hai tutte le frasi pronte?

IGN_mentale

Gianluca a sparare cagate è un bazzoka!
VERO!

Gianluca

Falso!

IGN_mentale

Ok cagatore

Gianluca

Ok professore

IGN_mentale

Falso!

Gianluca

Io ho parlato di tutti i giochi...che in gran parte non sono mica presenti sugli shop N...mi riferisco a quello...se riesci a dimostrare che effettivamente sono ancora in vendita allora hai ragione...quindi prima di scrivere falso...pensaci 2 secondi...

The User

purtroppo ti sbagli.

Le società possono fare quello che la legge permette loro di fare.
e la legge non la scrivono le società.

Non mi metto a discutere con te di come vada riconosciuto il ruolo dell'individuo o dei gruppi nel processo creativo, dubito che otterrei mai da te una risposta che valga il tempo che occorre per leggerla.

stanlee4ever

Vedere gente compiacersi del fatto che piratano i giochi fa cascare le palle. Lo facessero e avessero la decenza di starsi zitti, se proprio non riescono a vergognarsi.

AmiC

Guarda che, per legge, è già così.

OlioDiCozza

lol classico servo del padrone che si è appecorato

McCons

Classico quindicenne anarchico che tra 10 anni mandera cv per fare stage in una multinazionale

McCons

Ma quali saperi! I creatori sono dipendenti di società, che sono libere di fare quel che vogliono con i loro prodotti.

McCons

Ma per quale principio un prodotto di qualcuno dopo un certo periodo di tempo dovrebbe diventare gratis? Leggo cose assurde...

McCons

Non capisco. Per caso vivi nel mondo delle fate?
Che vuol dire società accecata dal denaro? Ti pare che è una onlus? Se vuoi un prodotti paghi il prezzo stabilito da chi ne ha la proprietà.

franky29

Per aver accettato di firmare a 12 milioni o hanno intascato un sacco di soldi con i siti di rom o erano già ricchi di loro

Desmond Hume

Quello che voi non capite (e davvero mi meraviglio, sembra abbiate i paraocchi...) è che quel contenuto "creativo" porta comunque visualizzazioni e quindi interessamento degli inserzionisti e quindi nuove entrate pubblicitarie a youtube come piattaforma.

Da chi provengono queste visualizzazioni? Da gente che magari smette per un momento di guardare Mario de Filippi su canale 5 togliendo ascolti e interesse degli inserzionisti nei confronti di merdiaset.

Tutto questo a prescindere dal fatto che il "creatore creativo" voglia monetizzare o meno il contenuto creativo creato creativeggiando.

Veniamo al dunque.
In tutto questo dove si colloca il detentore dei diritti rispetto al creativo creatore?
Il detentore dei diritti vede da fuori youtube che come piattaforma si arricchisce alle sue costole senza sganciare il grano. Bello no?

Esprimendo il vostro disappunto a riguardo mettete solo in evidenza il fatto che non avete una visione d'insieme tale per capire certe dinamiche.

TheAlabek

Il louvre com'è entrata in possesso delle opere?

TheAlabek

Ma infatti si sta parlando dell'errore della legge, non se sia legale o meno quello che hanno fatto

IGN_mentale

Se non sono presenti nella VC non sono di Nintendo, quindi non c'entrano con l'articolo...

IGN_mentale

Falso, quei siti hanno vecchie ROM ma anche materiale recente e ancora in vendita...
Tra l'altro i giochi vecchi Nintendo ha continuato a venderli su Wii, WiiU, 3DS, NES MINI e SNES MINI, ora comincia a metterli in abbonamento su Switch...

StriderWhite

Ma dai? Dimmi altre cose che so...

IGN_mentale

Batman Returns non è un titolo Nintendo di cui tratta l'articolo...

IGN_mentale

Ciao, mi puoi dire 5 di questi titoli?

Gianluca

Vorrei capire cosa ci guadagna N a fare ciò...stiamo parlando di una fetta molto piccola di mercato...mica delle ultime IP uscite che posseggono valore elevato...inoltre molti di questi titoli che si trovano su questi archivi...non è facile reperirli nel mercato dell'usato come sembra...almeno per titoli specifici è così

StriderWhite

veramente sono anni che molti giocatori chiedono i giochi Gamecube, pure a pagamento, eppure Nintendo fa finta di niente...Che bruciare tutto nei primi mesi se tutto quello che offriranno saranno probabilmente giochi NES, SNES e FORSE in un futuro remoto, in una galassia lontana, N64??
Dai su, sono indifendibili.

Damiano Galasso

È un abbonamento mensile, è normale che non vogliono bruciarsi tutti i giochi nei primi mesi..

StriderWhite

Se vuoi che taccio smetti di rispondere! :D

Stefanoc

Sei solo un troll, taci.

StriderWhite

Ma se permetti vado a giocare con quel cappero che pare a me... :D
Intanto comunque non ho mai detto che sono pro-pirateria, l'hai desunto te con le tue scarse capacità intellettive!

Stefanoc

Dai vai a giocare con le rom bambarello.

StriderWhite

Ma va là, pirl8, come faccio a rispettare uno che dice meeenchiate come le tue, eh?

Stefanoc

Il tuo punto di vista non hai avuto voglia di esprimerlo.

Io non ho giudicato nessuno, se sei pro pirateria sei pro illecito e questo non è un punto di vista!

Poi se hai qualche opinione la esprimi argomentandola non ergendoti a giurista che condanna le leggi perché fuori tempo!

Sei stato solo un gran maleducato, capisco sia più facile fare il leone da tastiera ma provaci a portar rispetto delle altre persone.

The User

Complottista? la frase era volutamente caricata di concetti iperbolizzati del socialismo reale, non c'è traccia di complottismo.

Ti prego, tu che hai studiato, non usare parole troppo difficili se non sai cosa vogliono dire, altrimenti qualcuno potrebbe pensare che tu sia solo uno sputasentenze incompetente e arrogante.

Già la legislazione attuale prevede un limite temporale allo sfruttamento esclusivo delle opere dell'ingegno da parte di chi ne detiene di diritti, io sostengo che il sistema va ripensato per prevedere una più facile circolazione del sapere e delle idee. Tu tuteli i profitti di lunghissimo periodo delle multinazionali.

leonardolol

Il tuo primo commento è da complottista "sempre sulla pelle di chi non li ha (i soldi)" e ora parli di diritto senza, forse, aver studiato. Io ho studiato e ne so abbastanza ma figurati se vale la pena spendere parole per persone come te.

dario

la storia del gaming non è al di sopra della legge.
o osservi la legge, o non agisci alla luce del sole con tanto di sito (anzi siti) tempestati di ads.
se lo fai e gli aventi diritto ti fanno il cul0, puoi prendertela solo con te stesso.

The User

ah quindi sei dei paladini che ogni vita, anche la più disastrata e dolorosa, priva di ogni leggerezza e gioia, meriti di essere vissuta? Me ne compiaccio.
Temi più grandi di noi temo, vero?

a questo punto credo che andrò in cerca dell'inventore della Palla. Un genio depredato del diritto di godere dei frutti della sua idea, che mentre parliamo viene depredata da miliardi di persone.

Pensa. le palloni, riprodurli, costa. I videogiochi vecchi invece no.

The User

Sbaglio o avverto una punta di invidia verso chi ha l'hard disk pieno di ROM?

Voglio proprio sperare che non si tratti di frustrazione da bigottismo per imperativi morali che castrano la tua voglia di averli anche tu quegli hard disk pieni.

Altrimenti cosa te ne frega a te di questi sfigati che passano nottate a scaricare ROM che manco avvieranno mai.

Pip

Sbagli, mai detta quella frase né qualcosa di simile...
I videogiochi sono un bene di lusso, totalmente non necessario, e questo è un dato di fatto.
Quindi non vedo il motivo di queste lotte per avere videogiochi gratis...

The User

Ragionamento a pera.
ci sono punti di vista secondo i quali l'intrattenimento è tutt'altro che inessenziale.
non eri tu a sostenere che è meglio morire che vivere infelici?

The User

in USA condannano questi due che mantenevano attivo un archivio online, poi vai su aliexpress e trovi IN VENDITA retroconsole squallide piene zeppe di giochi nintendo & C.

in un mondo globale, reso tale anche dalla possibilità di replicare e trasmettere informazioni in modo pressoché istantaneo, l'attuale legislazione internazionale (italiana in particolare) per la tutela della proprietà intellettuale è anacronistica e castrante.

Penso che sarebbe necessario pensare a nuovi paradigmi di sfruttamento da parte dei proprietari, tenere in maggior considerazione i creatori ( che sono persone e non società di capitali) e soprattutto tutelare il libero scambio di saperi.

The User

prima di pontificare vai a studiartela la legge sul diritto d'autore.
Ign0rante e maleducato.

StriderWhite

No, ho parlato con una nullità, tu, che si permette di giudicare gli altri senza nemmeno conoscere e cercare di capire i punti di vista altrui! Ovvio che poi ti mandano a c@gare...

Stefanoc

Hai parlato del nulla.

StriderWhite

Bene, bye bye (non) è stato bello parlare con te.

Stefanoc

A leggere quello che scrivi forse sarebbe stato meglio.

StriderWhite

Pensavo ti fossi dissociato dalla vita! :D

gioboni

Domanda: al Louvre ci entri gratis? Non mi risulta.
Per le opere d'arte, al tempo, gli autori venivano pagati e dopo erano affari dell'acquirente.
Allo stesso modo, se Nintendo decidesse di cedere un proprietà all'azienda X e questa la distribuisse gratis sarebbe tutto OK; ma fino a quando non decidono di vendere/distribuire i propri giochi, hanno tutto il diritto di tenerla chiusa in un cassetto a prendere la polvere e far perseguire chi infrange il copyright.

Stefanoc

Dalla discussione, da cosa...

StriderWhite

Si, e allora? Fatto sta che dal lancio della Switch non hanno reso disponibile che una manciata di giochi NES...allora vuol dire che non sanno gestire tutte quelle "geme videoludiche" che hanno, non rendendole disponibili al pubblico!

I migliori giochi per smartphone di dicembre | Video #MOBILEGAMING

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone