Steam Play Beta porta i giochi Windows su Linux grazie a Proton

22 Agosto 2018 68

La nuova beta di Steam Play, in distribuzione da ieri, include novità e miglioramenti molto importanti per i sistemi Linux. Grazie a Proton, una versione di WINE ottimizzata per il gaming (grazie anche alle API Vulkan) che Valve contribuisce a sviluppare da due anni, è possibile giocare a titoli disponibili solo su Windows anche su sistemi Linux. Per il momento la lista non è molto corposa, ma si amplierà con i futuri aggiornamenti - o almeno così dice Valve.

La nuova Beta di Steam Play include diverse altre novità:

  • I giochi Windows che al momento non sono disponibili su Linux possono ora essere installati ed eseguiti direttamente dal client di Steam per Linux, con l'aggiunta del supporto nativo di Steamworks e OpenVR.
  • Le implementazioni DirectX 11 e 12 sono ora basate su Vulkan, migliorando così la compatibilità di gioco e riducendo l'impatto sulle prestazioni.
  • Il supporto della modalità schermo intero è stato migliorato: la finestra dei giochi a schermo intero verrà estesa perfettamente alle dimensioni desiderate senza interferire con la risoluzione nativa del monitor e senza richiedere l'uso di un desktop virtuale.
  • Miglioramento della compatibilità con i controller di gioco: i giochi riconoscono automaticamente tutti i controller supportati da Steam. La compatibilità con i controller sarà perfino migliore di quella della versione originale del gioco.
  • Miglioramento significativo delle prestazioni per i giochi multithread rispetto a quelle con la versione ordinaria di Wine.

In questa fase Beta, i giochi compatibili con Steam Play non verranno offerti per l'acquisto né indicati come compatibili su sistemi Linux, ma una volta che il sistema sarà stabile ci sono le premesse per ampliare in modo significativo il parco titoli a disposizione degli utenti dell'OS open-source.

Proton è stato sviluppato da Valve e CodeWeavers, azienda nota per la produzione di una propria versione (a pagamento) di WINE di cui abbiamo già parlato in passato (QUI, per esempio). Proton è completamente open-source; il suo codice è liberamente consultabile su questa pagina GitHub.

Per iniziare a usare Steam Play non serve altro che la Beta del client Steam per Linux; QUI è spiegato come fare per attivarla. Valve consiglia anche di accertarsi che i driver del proprio sistema siano aggiornati alle rispettive ultime versioni disponibili. Da notare che è anche possibile provare altri titoli Steam Play che non rientrano nella lista di cui sopra: basta cercare la relativa spunta nelle impostazioni del client. Bisogna però mettere in conto che potrebbero esserci problemi - più o meno gravi - a seconda del titolo.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 437 euro.

68

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Benedetto Lorello

Hai appena espresso il bello dei sistemi liberi, puoi usare Manjaro o debian come faccio io semplicemente perché ci piace e non perché altrimenti non ti fuziona quello che ti serve.
Sarebbe ora che ci comportiamo noi come umani e i computer come macchine, perché con windows ognio volta mi devo adeguare alle decisioni del sistema operativo e a volte mi confondo su chi comanda :)

Giuseppe Scaffidi Fonti

Quoto in pieno... finalmente mi potrei liberare definitivamente di windows.. linux (manjaro nel mio caso) forever!

Dea1993

per quanto riguarda le opengl è vero, ma ora con vulkan le cose potrebbero anche cambiare, comunque si la situazione gaming su linux non è ai livelli di windows, ma grazie ai driver ormai ottimi, grazie a feral interactive che fa tantissimi porting di AAA, e grazie anche a proton di valve, ormai si riesce a giocare davvero a tantissima roba

Dexios9

Ciao! So che sono passati mesi da quando hai scritto il post (mea culpa che non commento tanto e non mi sono reso conto di non essere più connesso), ma volevo comunque dire la mia. So bene che le Steam machine non sono altro che PC, di dimensioni ridotte, che utilizzano un sistema operativo diverso da Windows (SteamOS che altro non è che una delle tantissime distro di Linux). Il mio commento fa riferimento al pesante insuccesso che valve ha avuto nel promuovere queste console. Purtroppo moltissimi sviluppatori fanno un grandissimo uso delle DirectX e sono veramente pochissimi coloro che sviluppano anche una versione OpenGL dello stesso gioco, quindi Valve sapeva già che moltissimi titoli presenti nel suo negozio non sarebbero mai arrivati sulle loro Steam Machine... Purtroppo le cose non sono migliorate e chi ha acquistato una Steam Machine e ne ha visti i pesanti limiti (Mi riferisco ovviamente a chi non è uno smanettone) ha iniziato a sentirsi "fregati" a tal punto da formattare e installare windows 10.Un altro prodotto hardware che ha deluso le aspettative di Valve è lo Steam Link, che in realtà ha soddisfatto pienamente le mie "manie" da smanettone e tutt'ora lo uso per connettere il mio PC al televisore in soggiorno e gustarmi i miei titoli preferiti su un 55" stravaccato sul divano.

Benedetto Lorello

idem è un altro mondo rispetto ai giochi con wine

Benedetto Lorello

negli anni 90 la gente manco sapeva cos'era Linux. Non riusciva a distinguere il PC da windows.
Oggi la maggior parte degli utenti PC hanno installato Linux e usano windows solo per giocare. Questi dati stanno spingendo steam a sensibilizzare lo sviluppo sotto linux.
Il problema è nelle OpenGL e DirectX, un prodotto sviluppato per le prime può essere portato facilmente su windows, linux, bsd, play station, mac, android, ecc. Un prodotto scritto per DirectX lo porti facilmente solo su xbox.
Linux permetterebbe a chiunque di assemblare una console, incentivando anche il mercato locale.
La rivoluzione l'ha portata ati sucessivamente nvidia, con le vulkan, che girano benissimo sotto linux e sono open

Benedetto Lorello

Speriamo che sia l'inizio della fine di windows, il video game ha sempre tracciato il computer della massa

Benedetto Lorello

Si può abilitare per tutti i giochi.
Ne ho provati due (space engineers e empyrion) ma non hanno funzionato.
Steam comunque rilascia il motore opensource, ben così lo si può testare anche con origin e altri

Benedetto Lorello

infatti se uno vuole può farsi una console in casa.
Poi il progetto steamplay migliora decisamente la situazione

Benedetto Lorello

Steam l'ha fatto perché dalle statistiche risulta che la maggior parte dei suoi utenti usa Windows solo per giocare e Linux per il resto.
Quindi il fatto di poter disinstallare definitivamente windows ci rende tutti felici.
La cosa è piuttosto ovvia oggi per "navigare" la gente preferisce tablet e smartphone, al massimo un portatile.
Chi possiede un PC è tendenzialmente uno smanettone quindi vuole quel massimo che windows non può certo offrire.

Inoltre ci sono tutti i vantaggi della privacy che 10 non rispetta minimamente.

Scusa se è poco

Stefano

No, con kernel recenti funzionano anche. Il problema sono i simulatori seri (Rfactor, assetto corsa, ecc.) che mancano per Linux

Miocardio

In questo modo posso gestire il lato front ed e creare macchine con un os leggero, che potrebbe aiutare a dare un po’ di CPU ai giochi. L obbiettivo non penso siano gli
Utenti Linux ma poter far girare i giochi su pseudo console con hw da pc senza essere legati a Windows e tutti i servizi e software inutili per un utilizzo gamer

Dea1993

la steam machine non è altro che un pc qualsiasi... quindi le steam machine saranno pure andate in pensione ma puoi averle installando linux su un qualsiasi PC... o se proprio vuoi una steam machine ancora più fedele ci installi steamOS

Dea1993

Sistema:
OS: ArchLinux
CPU: AMD A10 8700p
GPU: radeon r6
Driver: Open AMDGPU

allora per ora ho provato velocemente (non ho ancora avuto tempo di testarli per bene):
- COD BO2 multiplayer, non va (non si apre nemmeno nessuna finestra)

- final fantasy X/X-2 HD, si avvia poi rimane schermata nera e smette di rispondere (ma dovrei rirpovarlo)
- f1 race stars, come cod, non si avvia neanche

Questi sono tutti giochi non ufficalmente supportati.
Ho appena scaricato:
The last remnant che è supportato ufficialmente, ma non ho ancora avuto tempo di testarlo.

con calma però devo riprovare anche ffX/X-2 perchè almeno il gioco si avviava, e devo capire se lasciandogli più tempo e tenendo la finestra in primo piano (quando l'ho provato stavo facendo altro e lasciavo il gioco in background) funziona oppure no

Edmond Dantès

Si lo so che è nativa, mi chiedevo solo se le prestazioni non dovrebbero essere migliori con Vulkan... Mi scatta un po' con la 1060 6gb...

GiuEliNo

Non saprei dirti se è OpenGl o Vulkan(penso vulkan) però è la versione nativa uscita 4-5 mesi fa^^ Sempre della feral!

Edmond Dantès

Non so cosa abbia in mente la direzione di MS, però credo che Valve stia usando Proton per non perdere terreno, chissà quanto ci hanno investito su Vulkan e tutto il resto, ma spero vivamente che non mollino Linux...

Edmond Dantès

Belli entrambi, per ora sto sul secondo, ma il secondo è con le API Vulkan?

GiuEliNo

Noi siamo convinti, ma tu dovresti leggere di più a riguardo :P
Visto che il significato dell'acronimo W.I.N.E è proprio quello che hanno scritto sopra xD

GiuEliNo

I tomb raider, l'ho giocati tutte e due su Ubuntu per principio e girano benissimo *.*

GiuEliNo

Ti dirò, la mia libreria di steam è ingente.... ho oltre 200+ giochi. Quando è uscito Steam OS sai quanti giochi erano supportati nativamente della mia libreria? 3, di cui due erano left 4 dead2 e left for dead 2 Beta. L'altro era dota 2. Adesso ne ho 94 supportati, senza steam play. Tu dici che non è cambiato niente, ma non è assolutamente vero.

hydrophobia

Un emulatore ricrea il funzionamento dell'hardware di un dispositivo (ad esempio una console) tramite il sofware.
Wine è un "layer di compatibilità"; si limita a "tradurre" le chiamate di sistema di Windows in quelle di Linux/Mac

Max Severest

Il miglioramento c'è.
C'è anche un lavoro dietro non indifferente.
Ma le percentuali sono impietose.
Forse cambierà qualcosa quando MS deciderà di farla cambiare.
Ultimamente una svolta pro Linux si è vista da parte loro.

Edmond Dantès

Io ne ho 35 così per capirci, ho avuto tutti i tipi di console fino alla 360 poi è arrivato Steam linux e le ho regalate. Credo in questo progetto e ne vedo i grandi miglioramenti giorno per giorno. Comunque quello che intendo è che se tiri le somme e guardi la lista dei giochi, e magari metti via le statistiche, puoi (almeno credo) facendo il confronto con il prima e adesso osservare un aumento da zero a mille di giochi compatibili. Nel 2004 potevi immaginarti un gioco come dying light nativo su Linux? Comunque di sicuro è un mio parere ma spero di averti fatto capire cosa intendo.

JUDVS

Se non ho capito male, non ci sono i software per riconoscere i volanti non Logitech

Max Severest

Ho 40 anni e giocavo fino a ieri con il PC. Ora ho una Xbox e il PC in garage.
Sai quante volte ho letto notizie del genere negli ultimi 20 anni?
Non cambia mai niente.

Mi hai incuriosito e sono andato a vedere le statistiche di Steam di luglio. https://uploads.disquscdn.c...

Dexios9

Interessante... peccato che le steam machine sono andate in pensione...Questa integrazione, se fosse stata fatta in passato, avrebbe sicuramente cambiato le sorti delle “console-Pc by valve”.

Andrej Peribar

Vero anche questo

DeeoK

Non è crederci veramente, è che non ha senso.
Un produttore tipo Dell guadagna sulla vendita dell'hardware. Come fa a venderti un pc a prezzo di produzione o poco più?
Le console possono permettersi quei prezzi perché Sony e Microsoft fanno guadagni dalla vendita dei giochi.

Andrej Peribar

Infatti l'idea di Valve era che i produttori creassero dei BoxPC tipo console economici.
Invece hanno fatto proprio dei PC assemblati.Nessun OEM ci ha creduto veramente

Edmond Dantès

Non è così, non si può davvero affermare una cosa simile, con tutto il rispetto credo che non hai davvero la percezione di quanto avanti stia andando il gaming su Linux... pensa dove eravamo 5 o 6 anni fa...

Edmond Dantès

Assolutamente vero, non c'è paragone con qualche anno fa, quanto meno adesso si può davvero parlare di Gaming su Linux... e non mi venite a dire che non è così, alcuni anche con questa buona o cattiva notizia (Steam play) buttano negatività, credo che da niente siamo arrivati ad un ottimo punto, e non credo che i giochi debbano essere per forza nativi, alcuni non capiscono quanti soldi ci vogliono per un port decente. Intanto abbiamo molti port nativi, e adesso anche steam play. Direi che (a me) sembra un ottima rotta per rendere Linux più diffuso...

DeeoK

Le SM non hanno senso by design.
Sono normali PC preassemblati con tutto quel che ne consegue. Se Valve vuole delle SM interessanti deve convincere i produttori a venderle a prezzo di hardware o poco più.

DeeoK

Non è più granché vero.
Ad oggi ci sono già svariati titoli che girano nativamente su Linux e qualcuno gira pure meglio che su Windows (F1, ad esempio).
Forse visto dall'esterno non è cambiato nulla, ma per chi usa Linux le differenze con 5 anni fa sono abissali.

DeeoK

Sono anni che ci lavorano e una grossa mano l'hanno data le Vulkan che richiedono parecchio sviluppo.
Oltretutto seguo la cosa da diverso tempo e sembra che l'overhead spesso sia marginale.

makeka94

Bene mi fa piacere

makeka94

=)

makeka94

Convinti voi =)

Edmond Dantès

La cosa bella è la compatibilità perfetta con il controller, cmq li ho installati velocemente perché ho i backup salvati... peccato per Fallout 4 l'ho provato ma non funziona...

Dea1993

come ti hanno gia detto.. wine non è un emulatore.. il nome stesso lo dice... infatti ci sono casi in cui software/giochi sotto wine vanno meglio che ne su windows.

Dea1993

invece qualcuno che già usa quasi esclusivamente Linux ed ha Windows solo per dei giochi steam, potrebbe togliere del tutto Windows... certo non si sta parlando di chissà quali numeri... ma per molti basterà di sicuro

Dea1993
Marco Piovanello

Regni*

Filippo

Wine non funziona tramite emulazione, "semplicemente" re implementa le api di windows per permettere l'esecuzione dei programmi. Avendo a disposizione solo l'interfaccia di queste api e non potendo effettuare reverse engineering per motivi legali, si tratta di un procedimento lungo e tedioso. Le implementazioni di wine quindi possono essere peggiori (o anche migliori) di quelle di windows. Infatti, ci sono casi in cui un programma o gioco si rivela più prestante su linux o mac OS con wine piuttosto che su windows.
Chiarito questo punto, vorrei informarvi che valve esplora questa opzione dal 2013, se andate a cercare su twitter John Carmack (ex Id Software) ne parlava. Recentemente (febbraio circa) hanno assunto a tempo pieno uno sviluppatore wine che ha lavorato su dxvk (implementazione vulkan delle directx11), senza parlare di tutti i miglioramenti apportati in questi anni a wine stesso (hanno lavorato dietro le quinte in silenzio).
Ho provato numerosi giochi non elencati e, considerando che si tratta ancora di una beta, funzionavano benissimo.

Stefano

Spettacolo, il numero di giochi per linux, che già prima mi bastava, ora diventa immenso. Ottimo.

Leggo sotto di The Witcher 3, fantastico. Appena ho tempo provo con qualche simulatore di guida..

Edmond Dantès

Si possono giocare a tantissimi giochi che non sono sulla lista, come The witcher 3 ad esempio o i Dishonored, quest'ultimo provato con successo...

Edmond Dantès

ho installato e giocato a grafica ultra con, Skyrim, Dishonored, Rugby 15, Risen 3, south park the stick of truth... sto scaricando i Fallout ed Elex... su youtube ho visto che già hanno provato con successo The Witcher 3...

Ghriewolf

Wine
Is
Not a
Emulator

Dea1993

appena finisco il download e ho qualche minuto (almeno per avviarlo e testarlo un attimo, e vi faccio sapere

IlRompiscatole

Facci sapere come va :-)

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta