Cortana e Alexa controllano Xbox One: test in USA con gli Insider

06 Settembre 2018 21

Cortana e Alexa possono controllare le console della famiglia Xbox One, a patto che le console siano registrate nel circuito Insider. Per ora la funzionalità è abilitata solo per gli utenti statunitensi, ma la skill aggiuntiva è già nel catalogo di entrambi gli assistenti virtuali.

Ciò significa che, sfruttando i comandi vocali, è possibile accendere/spegnere la console, navigare tra le varie sezioni dell'interfaccia, controllare la riproduzione di contenuti multimediali, registrare screenshot e video e avviare/sospendere trasmissioni su Mixer.

Cose non del tutto inedite per chi possedeva/possiede Kinect, ma per lo meno ora non si è legati a uno specifico accessorio hardware: basta qualsiasi speaker intelligente o dispositivo con almeno una delle due intelligenze artificiali - potrebbe essere un Amazon Echo, un Sonos One o un PC Windows di recente generazione.


21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
000

È tutto sbagliato il modo in cui funziona Android...il rapporto google-produttore hardware-produttore device-consumatore è un sistema da ripensare.

000

Impossibile perché Google sta boicottando completamente il progetto Windows 10, Xbox inclusa.

000

intanto non sono grato a nessuna di queste aziende perchè hanno solo interessi commerciali e forse prima lo capite e prima migliora il mondo tecnologico… per come la dici tu col discorso smart-home ti troveresti a comprare ogni 2 anni lampadine, TV, lavatrice, sistema d'allarme...ma siamo fuori???
Poi non so se ti è arrivata la notizia che Windows c'è per ARM, il nodo cruciale è che i driver sono gestiti in maniera completamente diversa tra android e windows:
arstechnica com/gadgets/2016/08/why-isnt-your-old-phone-getting-nougat-theres-blame-enough-to-go-around/
Come vedi in Android c'è un mix di fattori che devono coincidere mentre su windows è tutto molto più semplice windows mette tutti i produttori di hardware nelle condizioni di aggiornare i driver ai nuovi OS a quel punto il produttore dell'hardware aggiorna l'hardware per il proprio componente e tu aggiorni indipendentemente dalle scelte commerciali del produttore del PC, senza che ci siano ingerenze da parte di Microsoft sulla scelta di quali hardware supportare.

Infatti ho un netbook di 8 anni fa con un vecchio Atom, è nato con win7 e passato a 8 e ora ha l'ultima versione di win 10… che sistema stai difendendo????

Francesco

Non li aggiornano apposta per venderti nuovo hw...

000

appunto i driver sono aggiornabili evidentemente su Android non è così facile. Altrimenti come fanno su windows li continuerebbero ad aggiornare...

Avrei preferito fosse compatibile con Google Assistant, almeno potrei far accendere tutto insieme.
Si sa niente se verrà supportato anche Google Home?

Francesco

guarda che sono i produttori dell'hw ad aggiornare i driver... windows è solo l'os

000

Si ma è la logica che sta dietro ad android a non funzionare molto bene...Windows viene aggiornato continuamente con le combinazioni hardware più disparate(pensa i PC auto-assemblati). Se guardi i dati, vedi che nonostante escano 2 aggiornamenti principali all'anno solo pochi pc restano indietro, mentre sui telefoni android succede l'esatto contrario: solo pochi vengono portati avanti. Penso che la causa sia nel mancato supporto agli OEM da parte di Google oltre che dal fatto che molto hardware viene messo fuori supporto dalla stessa google..

Francesco

il problema appunto non è il software, ma l'hw

quando sforni decine di nuovi modelli all'anno è dura tenerli aggiornati

Maurizio

Quoto tutto, ma esiste anche un altro problema: la versione di Android per smartphone, dato che gli smartphone sono soggetti a problemi di sicurezza, ogni anno con la nuova versione aggiornano le api e poi iniziano ad avvisare gli sviluppatori nell'utilizzarle.
Questo funziona nel mercato smartphone dove ogni anno escono nuovi telefoni che vengono cambiati rapidamente, ma nel mercato tv i problemi di sicurezza sono minori perchè ci sono meno dati dell'utente, quindi se Google volesse rendere la versione Android Tv maggiormente aggiornabile e meno frammentata dovrebbe creare api con supporto a lungo termine, almeno 24 mesi prima di passare a quelle successive, in pratica due versioni di Android distinte e non una semplice versione ricompilata.

pisqua187

che diamine stai dicendo!
non è colpa di google se i produttori non aggiornano le gamme piu vecchie dei televisori! è semplicemente marketing!
come farebbero a vendere i nuovi televisori se tanto ti aggiornano la vecchia smart tv del 2000 ogni anno??
Windows è tutto un altro discorso! non è basato su architettura ARM.
ARM funziona in un modo totalmente diverso anche in programmazione, ogni aggiornamento porta migliorie in ogni lato ma per averle bisogna ricompilare tutto il codice del singolo Hw e i produttori col cavolo che si rimettono a tavolino a ricompilare tutto dopo aver speso milioni per avviare la produzione della versione nuova. Meglio compilare un nuova hw e vendere la tv per "la migliore di sempre" . non paragonare due mondi totalmente diversi.
riguardo ai chromebook. ti sembra poco un supporto di 5 anni?? il tuo telefono ne ha appena 2... senza contare che per "supporto" intendono che per 5 anni risolveranno i bugfix e non che ti aggiornano il pc a ogni versione che esce. dovresti essere grato che una società che sforna novità ogni anno abbia a cuore i suoi prodotti per 5 anni e non per 1 come fanno i produttori di tv...

Bau

Infatti meglio web os o tizen

000

Perché non si riesce a supportarlo...l'articolo è questo:
dday. it/redazione/27848/android-oreo-e-google-assistant-a-novembre-su-tv-philips-solo-sui-modelli-2016-e-seguenti
Considera che le tv durano anni mentre android esce ogni anno con un nuovo OS ed è fuori dal controllo dei produttori i quali fanno fatica a farci una programmazione. Se prendi Windows supporta qualunque pc anche roba di 10-15 anni fa, magari lento ma supporta tutto...android invece aggiorna sempre le specifiche minime...

000

Non conosco bene la situazione sulle tv...però supportare android sulle tv sicuramente non è una passeggiata perché le tv hanno un arco temporale lungo...una tv dura anche 10anni... Non si può pensarle come i telefoni che se dopo 2 anni non li supporti più ci se ne frega...

Ikaro

Scusami ma come può un oem dire che un OS open source è frammentato?

Francesco

ma usa google assistant

Francesco

non è che android è frammentato, sono i produttori hw a frammentare l'offerta in una miriade di hw diversi che poi diventa ostico aggiornare

Desmond Hume

Alexa fammi giocare spiderman

Ti si apre Spider-Man homecoming su qualche servizio di streaming.

000

Segno che Microsoft punta alla Xbox come set-top box per rendere multimediale ogni TV e collegare tutti gli smart devices dalla posizione più comoda: il divano!

Sagitt

curioso di provare alexa sui miei nuovi sonos

Modho

Ne approfitto per fare una domanda a chi è nella beta di Echo.
Sto provando l'assistente vocale nel cellulare per riprodurre la musica, ma non riesco a farlo funzionare con Spotify. Quando cerco di riprodurre un brano su smarphone di Spotify, Alexa mi dice "il tuo dispositivo non supporta la musica di Spotify".
Voi avete provato? se si, sapete se dipende dal dispositivo o da Alexa stessa? Ho un Huawei p8 lite 2017.

Playstation Classic ufficiale: mini console di Sony dal 3 dicembre a 99 euro | Pre-ordine

Non chiamateci maniaci, siamo atleti e piloti | Editoriale

MotoGP 18: la nostra recensione | Video

Campionato Moto GP eSport 2018, la nostra esperienza al Mugello