Shadow of The Tomb Raider: la nostra recensione

10 Settembre 2018 45

Lara Croft è pronta a tornare in azione e in Shadow of The Tomb Raider scopriremo finalmente come la giovane archeologa diventerà Tomb Raider.

Il nuovo episodio, sviluppato da Eidos Montréal in collaborazione con Crystal Dynamics, pone fine alla trilogia iniziata nel 2013 e Lara si troverà ad affrontare pericoli di ogni tipo. La struttura di gioco e di conseguenza le meccaniche mantengono le solide basi dei capitoli precedenti tuttavia Eidos Montréal ha ampliato, approfondito alcuni aspetti e più volte si percepisce un forte ritorno alle origini.

Testato su Xbox One X (disponibile anche su PC e Playstation 4)

TRAMA

Shadow of The Tomb Raider rappresenta la conclusione della trilogia iniziata nel 2013, sarà quindi l'episodio che trasformerà la giovane, "ingenua" e a volte impaurita Lara Croft nell'eroina che noi tutti conosciamo. In questo capitolo, la vita per Lara sarà tutt'altro che semplice, proverà sulla sua pelle atrocità di ogni tipo, torture psicologiche, più volte sarà messa in dubbio la sua buona fede tanto che inizialmente l'antagonista sembrerà quasi una "brava persona". Persino il forte legame che lega Lara a Jonah traballerà più volte ma la giovane archeologa non vorrà e non potrà fermarsi.

Non vogliamo comunque rivelarvi nulla, in quanto il comparto narrativo rivestirà un ruolo di primaria importanza tramite il quale si scopriranno nuovi lati di Lara e si assisterà ad un'evoluzione del rapporto con Jonah. Vi anticipiamo solo che l'archeologa sarà intenzionata a pareggiare i conti con la Trinità, i responsabili della morte del padre, e dovrà fare tutto il possibile per fermare un'apocalisse Maya innescata proprio dalla sua ingenuità.

GAMEPLAY

Shadow of The Tomb Raider manterrà ovviamente le solide basi dei capitoli precedenti ma con un focus maggiore sullo stealth, sugli enigmi e sul crafting, tutti sistemi ampliati e rifiniti rispetto al passato.

Nelle selvagge foreste del Sud America i pericoli non mancheranno, gli uomini della Trinità saranno spietati, gli animali feroci saranno sempre pronti ad attaccarci, strane creature si aggireranno nei meandri della giungla e anche nelle profondità di laghi e fiumi i pericoli saranno sempre in agguato. Lara dovrà quindi agire nelle ombra, pianificare strategie d'attacco, cercare di non destare attenzione mimetizzandosi al meglio con l'ambiente che la circonda.

Per uscire indenni dalle insidie delle foreste del Sud America si dovranno quindi utilizzare vere tecniche di guerriglia: usare le pozze di fango per mimetizzarsi al meglio e compiere uccisioni furtive nascondendosi nel fitto sottobosco amazzonico. Si potranno creare trappole mortali estraendo veleno dagli insetti, trasformare i cadaveri in vere bombe ad orologeria e attendere dall'alto di qualche sporgenza il passaggio di un nemico per eseguire brutali uccisioni che impiccheranno il malcapitato.

Gli appassionati degli stealth game nel nuovo capitolo di Tomb Raider troveranno "pane per i loro denti" grazie ad un sistema di combattimento capace di garantire un ventaglio di possibilità davvero vasto, profondo e dinamico, il tutto accompagnato da ambientazioni ricche di elementi da utilizzare a proprio vantaggio.

Non mancheranno tuttavia situazioni in cui lo scontro diretto sarà inevitabile e Lara da "camaleonte" si trasformerà in una "macchina da guerra" capace di creare all'istante - da lattine e bottiglie - granate e molotov, costruire frecce infuocate, impugnare arco, pistola, mitra e fucile a pompa per ripulire l'area dai nemici.

Pianficare ogni singola mossa sarà un elemento essenziale anche quando si opterà per un approccio più diretto in quanto l'IA è stata - sotto certi aspetti - migliorata rendendo di fatto i nemici più aggressivi e dinamici anche ad un livello di difficoltà normale. Gli uomini della Trinità, una volta allertati, cercheranno in tutti i modi di stanare Lara e l'unica speranza per sopravvivere sarà quella di sfruttare l'ambiente circostante per far perdere le proprie tracce.

Arco e pugnale saranno ancora una volta le due armi più utilizzate considerando che le munizioni per le bocche da fuoco non abbonderanno: sarà necessario valutare attentamente la situazioni prima di sprecarle inutilmente.

Nonostante i combattimenti saranno una parte centrale dell'esperienza di gioco, l'esplorazione rivestirà comunque un ruolo predominante e completare l'intera avventura al 100% significherà esplorare attentamente ogni angolo del mondo di gioco, tornare più volte nelle zone già visitate al fine di trovare tutti i collezionabili, accedere a Tombe e Cripte, aprire forzieri del tesoro e completare sfide e missioni secondarie, inizialmente non accessibili.


Eidos Montréal non ha ceduto alle lusinghe dell'open world di conseguenza Shadow of The Tomb Raider proporrà nuovamente un mondo suddiviso in macro aree che risulteranno molto più vaste, strutturate e ricche di segreti rispetto a quanto visto nei capitoli precedenti. Le varie zone riusciranno a garantire un gameplay più diversificato in cui le cose da fare non mancheranno.

Immancabili gli iconici enigmi e puzzle ambientali che proporranno un livello di sfida in cui sarà necessario azionare il cervello e persino le varie Cripte e Tombe - totalmente opzionali e il cui ingresso andrà trovato in completa autonomia - saranno capaci di mettere in difficoltà anche i giocatori più navigati.

Oltre ad una caratterizzazione visiva che lascia davvero poco spazio alle incertezze, Tombe e Cripte saranno meno lineari e guidate rispetto a quanto visto in passato, proporranno una struttura molto più complessa e in alcuni casi saranno delle vere trappole mortali. Sottolineiamo inoltre che ai livelli di difficoltà più alti, la sfida proposta sarà tutt'altro che semplice considerando che la vernice bianca sui sentieri importanti, ad esempio, non esisterà più e non saranno neppure indicati gli oggetti con cui interagire e quelli pericolosi: aguzzare vista e udito sarà l'unico modo per uscirne indenni.

Ampliato, rispetto al passato, anche il sistema di crafting che permetterà non solo di potenziare armi ma anche di creare "outfit" differenti caratterizzati da skill passive, il tutto a patto di possedere i materiali necessari reperibili uccidendo selvaggina, raccogliendo legna, fiori, piante ed interagendo con casse ed urne sparse per il mondo. Lara salirà inoltre di livello accumulando i consueti XP e sbloccherà punti utili per acquistare abilità extra suddivise in tre categorie.


Si otterranno quindi skill passive, nuove e brutali tecniche di attacco, si potenzierà l'Istinto di Sopravvivenza (evidenzia risorse, animali, nemici, oggetti con cui interagire) e si sbloccheranno inedite abilità che torneranno molto utili anche nelle fasi di caccia ed esplorazione.

Al sistema di personalizzazione si accede tramite i "Campi Base" (Falò): alcuni saranno sbloccati progredendo con le missioni principali, altri invece si troveranno solo esplorando attentamente ogni angolo delle ambientazioni. I Falò, oltre ad essere i luoghi dove potenziare eroina ed equipaggiamento, permetteranno anche di compiere i classici viaggi rapidi, utili per tornare nelle zone già visitate in precedenza.

Il mondo di gioco non sarà ovviamente tutto esplorabile sin dall'inizio ma una volta raggiunta una determinata destinazione e il rispettivo "Campo Base" saremo liberi di girovagare e di tornarci in qualunque momento, accotonando anche la missione principale per dedicarci alle varie attività secondarie.

Saranno presenti ben tre city hub principali tra cui Paititi, il centro interattivo più grande mai creato nella serie di Tomb Raider. Eplorando ogni angolo dei tre luoghi ed interagendo con la popolazione locale, oltre a scoprire tantissime storie e leggende, si potrà commerciare e scovare l'ubicazione di preziosi segreti.

Non mancheranno una serie di missioni secondarie che, nonostante non brillino per grande originalità, saranno molto utili per sbloccare costumi extra, mercanti particolari ed equipaggiamenti che potrebbero servire. Direttamente dal capitolo precedente ritornerà anche la possibilità di accrescere le conoscenze linguistiche di Lara per decifrare i Monoliti che forniranno indicazioni per scovare il rispettivo tesoro.

Impeccabile, come sempre, il sistema di movimento con una Lara davvero atletica capace di raggiungere qualunque luogo a patto di essere in possesso dell'attrezzatura idonea che si sbloccherà proseguendo nelle missioni legate alla trama principale.

TECNICA

Shadow of The Tomb Raider non delude neppure in ambito tecnico con un comparto visivo capace di regalare scorci da lasciare senza fiato, giochi di luce ed ombre che, nonostante la presenza di minime imperfezioni, risulteranno comunque realistici e in alcuni frangenti rasenteranno persino la perfezione.

La folta vegetazione dell'Amazzonia lascia davvero poco spazio alle critiche, gli ambienti risulteranno sempre vivi e dinamici anche grazie ad effetti sonori praticamente impeccabili. Il livello di dettaglio è altissimo sia all'esterno che nei luoghi chiusi con Tombe e Cripte diversificate tra loro, capaci di garantire un buon livello di sfida e strutturate per spronare il giocatore ad utilizzare tecniche e stili di gioco differenti.

Rispetto al capitolo precedente le varie ambientazioni saranno più vaste e ricche di passaggi alternativi, luoghi segreti e zone accessibili solo dopo aver acquisito determinate abilità ed equipaggiamenti. Nota positiva per il ritorno di consistenti sessioni di esplorazione subacquea che riporteranno i fan di Tomb Raider alle origini della serie.

Nulla da segnalare neppure sulla fluidità del sistema di movimento con una Lara decisamente atletica e "realistica" (per quanto possano essere reali le peripezie che andremo a compiere). Si potrà ovviamente saltare da un ramo all'altro, arrampicarsi sugli alberi, scalare muri, pareti rocciose, calarsi da sporgenze con l'ausilio del rampino, tuffarsi, correre sulle pareti per poi spiccare un salto ed utilizzare, picozza e coltello per aprire varchi o creare passaggi a prima vista inesistenti.


Sul fronte frame rate, impostando su Xbox One X l'opzione per il 4K si registreranno alcuni leggeri cali ma visivamente il colpo d'occhio sarà strabiliante. Dando priorità al frame rate invece non si percepirà nessun tipo di incertezza ma l'impatto visivo e la qualità dei dettagli - per ovvie ragioni - non sarà paragonabile. Segnaliamo inoltre che sulla console di Microsoft, oltre al supporto all'HDR, è presente anche quello per il Dolby Atmos.

Notevoli miglioramenti in ambito IA con nemici indubbiamente più reattivi e dinamici rispetto al passato e capaci di dare filo da torcere nonostante permangano alcuni difetti tra cui la troppa facilità con cui saranno distratti dal lancio di oggetti e la completa indifferenza quando, ad esempio, il corpo inerme di un loro commilitone penzolerà beatamente da un albero.

Buona nel complesso la resa delle varie animazioni sia di Lara che di nemici, animali, personaggi secondari ed NPC. In alcuni frangenti si noteranno alcune imperfezioni: il labiale, ad esempio, lascerà il tempo che trova, la resa visiva delle capigliature ha destato in noi qualche dubbio risultando di fatto qualitativamente più bassa rispetto a quella proposta nel capitolo precedente e i modelli dei vari NPC si ripetono qualche volta di troppo. Impeccabile invece il sonoro con effetti e musiche capaci di coinvolgere totalmente il giocatore.

Segnaliamo inoltre che in Shadow of The Tomb Raider saranno presenti diversi livelli di difficoltà e potranno essere totalmente personalizzati al fine di garantire ad ogni giocatore l'esperienza di gioco che più gli si addice, cambiando separatamente il livello di sfida proposto per combattimenti, esplorazione ed enigmi.

CONCLUSIONE

Non si può in nessun modo affermare il contrario: Shadow of The Tomb Raider è la degna conclusione della trilogia iniziata nel 2013, è il capitolo che ogni fan di Lara Croft desiderava ed è l'episodio che condurrà ogni giocatore a "diventare Tomb Raider".

La nuova avventura è riuscita a coinvolgerci maggiormente rispetto a quella proposta nei due capitoli precedenti grazie ad un comparto narrativo curato e capace di mostrarci vari aspetti di una delle eroine più famose al mondo, alcuni dei quali riusciranno persino a spiazzare il giocatore. Peccato solo per la trama che non brilla per profondità: considerate le premesse, la struttura poteva e doveva beneficiare di una maggior cura e spessore, specie per quanto riguarda l'approfondimento del personaggio principale e le sue sfaccettature.

L'esperienza di gioco generale si basa sulle solide basi dei titoli passati ma amplia notevolmente le meccaniche stealth offrendo un ventaglio di possibilità davvero corposo il tutto accompagnato da un sistema di crafting evoluto che contempla outfit differenti da utilizzare in base a situazioni, nemici e stile di gioco. Esplorazione ma anche Tombe, Cripte, enigmi e puzzle ambientali tornano in modo predominante in questo capitolo: non sottovalutateli.

Le foreste del Sud America sono vive e dettagliate e l'interazione con l'ambiente è notevole, motivo per cui si possono giustificare alcune incertezze sul fronte IA, capigliatura e piccole sbavature sul fronte tecnico.


SISTEMA DI COMBATTIMENTO AMPLIATO NELLO STEALTHENIGMI, PUZZLE, TOMBE E CRIPTE NETTAMENTE SUPERIORI RISPETTO AI PRECEDENTI EPISODIRITORNA L'ESPLORAZIONE SUBAQUEA
QUALCHE SBAVATURA A LIVELLO VISIVOALCUNE MISSIONI SECONDARIE POCO ISPIRATEINCERTEZZE NELL'IA
  • GAMEPLAY 9,5
  • TECNICA 8
  • LONGEVITA' 8
  • GLOBALE 8,5
Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 347 euro oppure da ePrice a 410 euro.

45

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

è l unico che afferma che non ci sono differenze grafiche sostanziali tra pro e X , negando l evidenza.
Io una spiegazione ce l ho, è un super infantile

DivinityInMotion

ma come fate a non amare LARA??? io e mia sorella abbiamo giocato fin dall'inizio... e poi i gusti sono gusti. a me per esempio, i giochi in prima persona non mi piacciano. venerdì non vedo l'ora di andare a prendere il gioco!

DDC

Lo fa per lo stesso motivo per cui tu ti sei creato l'ennesimo profilo, per creare console war e flammare. Solo che lui ha la decenza di utilizzare sempre lo stesso profilo, tu no perchè sei un codardo.

LoWR1D3R
Il Mastino

spero che tu abbia 8 anni, perchè sei preoccupante per la maturità degli argomenti espressi.Ti mancava di scrivere "xbox caccapiù gne gne" e il quadro della tua psicosi sarebbe stato completo

LoWR1D3R

Preoccupati di te stesso trolletto

disqus_5EjpqNc88q

ma davvero?perchè lo fà?

Zhoth

Rimani pure nella tua ignoranza..

LoWR1D3R
LoWR1D3R

E certo.. Solo scontato questo gioco

LoWR1D3R

Lol avendoli entrambi posso affermare che sei solo un xbot che rosica per la mancanza di esclusive. La differenza é inesistente

Il Mastino

Cambia eccome fidati,ho visto l'enorme differenza possedendo entrambe le console.Il 4k su Xbox One X rende tutti i titoli multipiattaforma come vere e proprie esclusive.Putroppo Playstation 4 Pro non c'è la fa

LoWR1D3R

Lol torna a scuola trolleto. Cosi impari la grammatica

Zhoth

Povera grammatica italiana..

franky29

Sinceramente questa non è che faccia schifo xD

LoWR1D3R

500 million edition

Vincenzo

che pro è ???

LoWR1D3R
kayoshin

sei un bimb0minkia . punto

LoWR1D3R
kayoshin

senza senso per te...poveretto

LoWR1D3R

Un'altro messaggio senza senso lol. Ormai il danno sembra irreversibile. Povero nonno

GeneralZod

Se lo prendi quando finisco GoW sì. Se aspetti che finisco TW3 allora te lo regalano insieme ad altri 50 giochi nella versione nostalgia della PS4 (basata su HW di RaspBerry 25). Ma potremmo essere entrambi morti. Vedi tu.

GeneralZod

Lo prenderò solo dopo aver finito GoW. Così magari tra 6-7 mesi lo pago anche meno... :-/

Desmond Hume

Se voglio vedere una ragazza acqua e sapone compiere acrobazie mi basta vedere la mia vicina di casa salire le scale. Da un videogioco pretendo spettacolo sotto ogni punto di vista.

kayoshin

a perchè non li hai ancora finiti?
giusto è vero, sei sempre qui nel forum a fare il bullo

LoWR1D3R

Nah, subito solo capolavori tipo gow e spiderman. Rosica nonnetto

Arghit Gruja

Boh, io preferisco molto la Lara di questi capitoli che quella vecchia, è una ragazza più "realistica" e proporzionata, sinceramente adoro il design, poi i giochi mi sono davvero piaciuti molto

kayoshin

barb0ne, con tutti i soldi che ti da il papino dovresti comprarlo subito ;-)

Davide

La Litizzetto oltre che brutta è anche antipatica e ha la voce da corvo

Bohh!

Non capisco il senso del tuo commento!!!

Swat

..

LoWR1D3R

Come quasi la totalità dei titoli. Unica differenza la risoluzione che solo gente come quelli di DF possono notare.. Per qualsiasi giocatore non cambia nulla.

LoWR1D3R

Quel 15 in meno é per la mancanza di tette :)

LoWR1D3R

Sicuramente un buon titolo, ma da comprare scontato.

Legend94

Su metacritic è fermo a 75, davvero poco

Desmond Hume

No tette no party.
Per la prossima Lara userei il modello poligonale della Littizzetto così le femministe sono pienamente soddisfatte.

Biso22

Tomb rider + Far cry= Shadow of the Tomb Rider

deepdark

Lo prenderò senz'altro. A 10 euro però.

Stefano Passeri

Sembra un gran bel gioco...poi volete mettere vedere l'animazione di quel bel culetto in primo piano?

Swat

diciamo che tra ps4 pro e one x non c'è alcuna differenza

Simone esse

Rise l'ho giocato per qualche giorno e poi abbandonato perché quegli elementi rpg lo rendono troppo lento e, a mio avviso, noioso. Toglie la sensazione di avventura e la velocità che mi aspetto da un gioco del genere

efremis

Anche nei precedenti era così. Ma alla fine li fai per curiosità. I due precedenti mi sono piaciuti molto, forse soprattutto il primo.

Lindorrr Luka

Un copia incolla del precedente.

momentarybliss

Ho capito bene, tombe e cripte solo opzionali? Sarebbe follia. Inoltre, da amante della saga ho sempre mai digerito tutti sti elementi RPG che hanno sostanzialmente snaturato il gameplay. Lo giocherò ma come al solito con un retrogusto amaro

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone

Forza Horizon 4: la nostra recensione del capolavoro di Playground Games