Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge

08 Novembre 2018 76

Red Dead Redemption 2 è un capolavoro, inutile negarlo, è un ""kolossal" videoludico, che ha richiesto a Rockstar anni e anni di lavoro. È un prodotto tecnicamente sbalorditivo, narrativamente travolgente, ambientato in uno scenario a dir poco vasto ed estremamente realistico.

Red Dead Redemption 2 è stato osannato da critica e pubblico, ha ricevuto "perfect score" praticamente ovunque e può essere considerato l'avventura che "riscrive le regole" dei tradizionali giochi open world free roaming, diventando di fatto il nuovo punto di riferimento del settore.

Rockstar è quindi riuscita a creare il gioco perfetto? Sicuramente la software house, che ha dato i natali al campione d'incassi GTA V, con Red Dead Redemption 2 è andata molto vicina alla perfezione, ma non è detto che la ricerca a tratti sfrenata del realismo piaccia a tutti.

Testato su Xbox One X (disponibile anche su Playstation 4)


TRAMA

Gli eventi narrati in Red Dead Redemption 2 sono ambientati diversi anni prima rispetto a quelli del primo episodio: saremo quindi "trasportati" nel 1899, nell'epoca in cui in America iniziano a nascere le prime città moderne, il progresso tecnologico avanza ed è sempre più diffuso il mezzo di trasporto che negli anni a venire sostituirà definitivamente i cavalli. L'era del selvaggio West è quindi agli sgoccioli e per le bande di spietati fuorilegge il futuro è quanto mai incerto.

Dopo aver partecipato ad una rapina con un epilogo tutt'altro che positivo, Arthur Morgan (protagonista dell'intera vicenda) e la sua banda guidata dal temibile Dutch van der Linde saranno quindi costretti a fuggire, braccati dalla legge e da numerosi cacciatori di taglie. Dovranno nascondersi e fare tutto il possibile per sopravvivere in un momento in cui divergenze interne minacceranno l'unione del gruppo e Arthur dovrà fare delle scelte: seguire i suoi ideali morali o essere fedele a Dutch che lo ha cresciuto.

La storia di Red Dead Redemption 2 parte con ritmi piuttosto lenti, ma riesce progressivamente a coinvolgere in modo travolgente, sia grazie alle tematiche trattate, che spaziano dalla fratellanza, alla lealtà, alle scelte morali, sia per la sapiente regia di Rockstar che, con perfette scene di intermezzo che introducono e concludono gli eventi e le missioni principali e secondarie, aggiunge spessore narrativo senza interrompere il ritmo di gioco.

I lunghi dialoghi con i compagni di scorribande, quelli più brevi con altri criminali e la possibilità di scambiare stringate battute con ogni NPC che si incontrerà regaleranno momenti unici. Saranno attimi memorabili che sveleranno interessanti retroscena, racconteranno storie personali e sproneranno l'utente ad andare alla ricerca dei segreti celati nell'America di Rockstar.

LA VERA VITA DI UN FUORILEGGE

Diciamolo subito: Red Dead Redemption 2 non è un GTA a cavallo, ma un'avventura in terza (o prima, se si sceglie di attivare in qualsiasi momento l'apposita modalità) persona che vuole riprodurre nel modo più realistico possibile la vita di un fuorilegge nel selvaggio West in un'epoca in cui esistono leggi ed agenzie governative che daranno la caccia agli spietati criminali.

L'open world creato da Rockstar non è solo vasto e visivamente travolgente, ma anche davvero credibile, dinamico e vivo, di conseguenza il giocatore sarà chiamato a gestire Arthur Morgan come se fosse una persona reale visto che le sue condizioni influenzeranno non solo i parametri "vitali" (vita, stamina e dead eye), ma anche i rapporti sociali. Si dovrà, ad esempio, mangiare, cucinare, dormire, lavarsi e persino tagliarsi barba e capelli.

Andare in giro per le terre innevate con abiti estivi inoltre non gioverà alla salute di Arthur, essere sottopeso o sovrappeso avrà delle conseguenze in termini di resistenza, punti vita ed estetica. Le persone poi non reagiranno bene se lo vedranno girovagare per le vie cittadine o entrare in negozi e saloon sporco di fango o di sangue.

Sarà fondamentale anche prendersi cura del proprio cavallo: nutrirlo, spazzolarlo, calmarlo in caso di panico, lavarlo ed incrementare con una serie di azioni il legame, che permetterà di accrescere la resistenza e la vitalità dell'animale e sbloccare mosse "speciali". Il cavallo è di fatto il secondo protagonista di Red Dead Redemption 2: senza il suo prode destriero, ad esempio, Arthur sarà costretto ad utilizzare un set di oggetti ed armi più ristretto, visto che la maggior parte viene riposta nelle sacche agganciate alla sella.

Nella bisaccia lo spazio sarà molto limitato, mentre gli oggetti da gestire saranno invece molto numerosi (armi, arco, coltelli da lancio, tomahawk, canna da pesca, dinamite, lazo, cibo, oggetti curativi, elisir, documenti etc) di conseguenza si dovrà interagire costantemente con la sella per equipaggiarsi al meglio quando si mette in conto di percorrere un tratto a piedi. Il cavallo, oltre ad avere un suo temperamento in base al tipo di razza, non sarà immortale, potrà ferirsi, ammalarsi, scappare, spaventarsi e persino essere ucciso - in questo ultimo caso non resterà altro che reperirne un altro - anche in modo illegale - con cui ricominciare a stabilire un legame.

La gestione del campo base della banda non è meno articolata: il campo è una sorta di hub, che potrà essere migliorato esteticamente e rifornito regolarmente di risorse e fondi, utili per acquistare, tramite il libro contabile, svariati potenziamenti, uno dei quali sbloccherà anche il viaggio rapido (in alternativa, potrà essere utilizzato solo presso i cartelli delle diligenze o nelle stazioni dei treni).

L'interazione con i vari NPC è quanto mai realistica e dinamica. Rockstar ha abbandonato i classici dialoghi a scelta multipla a favore di un sistema molto più evoluto, che contempla un menu completo di opzioni che varieranno in base a diversi fattori (onore di Arthur, relazione con il personaggio, aspetto estetico etc). Si potrà quindi salutare o fermarsi a fare due chiacchiere con i passanti, ma saremo anche in grado di minacciarli, rapinarli o calmarli.

UNA LIBERTÀ' PRATICAMENTE TOTALE

Red Dead Redemption 2, come ogni free roaming che si rispetti, offre una libertà praticamente totale. Si potrà quindi decidere di affrontare il filone narrativo principale o dedicarsi alle missioni secondarie, il tutto vivacizzato da eventi casuali, sparatorie improvvise e personaggi che chiederanno il nostro intervento per i motivi più disparati.

Nulla vieta di galoppare senza meta, derubare i passanti, saccheggiare ville e rapinare negozi, diligenze e treni. Si potranno compiere delle vere stragi, andare in cerca dei covi delle bande rivali, decifrare mappe del tesoro o dedicarsi ad attività più rilassanti, come la caccia, la pesca o una partita a carte.

Sarà pero necessario tenere in considerazione che la maggior parte delle azione compiute e alcune scelte (ad esempio aiutare o meno un passante) avranno delle ripercussioni che influenzeranno anche la barra dell'onore di Arthur. In base al modo in cui ci comporteremo, infatti, Arthur potrà diventare un fuorilegge dal cuore grande oppure un uomo spietato.

Le azione criminali inoltre saranno perseguite a norma di legge e quindi, oltre a coprirsi il volto per evitare di essere riconosciuti, sarà necessario osservare attentamente che non siano presenti occhi indiscreti. I vari personaggi si potranno infatti trasformare in scomodi testimoni che dovranno obbligatoriamente essere fermati con le buone o con le cattive. I testimoni infatti, se lasciati a piede libero, avviseranno le guardie: il giocatore diventerà ricercato (con un sistema simile alle stelle di GTA V) e sulla sua testa penderà una taglia di ammontare variabile in base al crimine commesso.

Commettere un crimine ed essere ricercati avrà delle ripercussioni sul gameplay: gli NPC, ad esempio, cambieranno inevitabilmente il modo in cui si rapporteranno a noi, ad esempio potrebbero spararci a vista, mentre i cacciatori di taglie non ci daranno tregua con cani segugio che percepiranno l'odore del nostro fuorilegge.


In Red Dead Redemption 2 ci sono talmente tante attività a cui dedicarsi che sarà possibile trascorrere un'intera giornata senza affrontare nemmeno una delle missioni principali; sarà sufficiente esplorare il mondo di gioco per imbattersi nella maggior parte delle missioni secondarie e degli eventi casuali.

Nel Far West di Rockstar quindi si passerà moltissimo tempo in sella al cavallo: armatevi infatti di santa pazienza perché il mondo di gioco è davvero ampio, le distanze da percorrere saranno lunghe e i viaggi saranno tutt'altro che veloci considerando che i cavalli hanno una loro resistenza (in base alla razza) di conseguenza non si potrà galoppare all'infinito.

I viaggi rapidi esistono, tuttavia non sono come quelli di altri open world: non porteranno Arthur ovunque, ma solo nei pressi delle città principali, motivo per cui il loro utilizzo spesso risulterà alquanto superfluo.

UN REALISMO A TRATTI PERSINO ECCESSIVO

Rockstar, come anticipato inizialmente, ha cercato di riprodurre in modo davvero realistico la vita dei fuorilegge del Far West, una caratteristica che però potrebbe non essere apprezzata da tutti. Red Dead Redemption 2 non è infatti un titolo per partite "mordi e fuggi", è un gioco scandito da azioni tendenzialmente lente e ragionate piuttosto che istintive e senza logica: un'azione che nella realtà sarebbe stupida, lo sarà probabilmente anche nel gioco di Rockstar.

Dopo una sparatoria, anche in un posto all'apparenza isolato, ad esempio, sarà sempre meglio darsela a gambe levate senza perdere troppo tempo: impensabile mettersi a depredare ogni cadavere in quanto il rumore degli spari, in base alla conformazione del territorio, si sarà propagato nell'ambiente e nella zona del misfatto potrebbero arrivare cacciatori di taglie e forze dell'ordine.

Sarà sempre meglio nascondere i cadaveri perché qualche passante potrebbe notarli e avvisare i tutori della legge. Andare in giro con il volto coperto per le strade cittadine inoltre non sarà consigliato. Correre nell'accampamento della banda non sarà consentito dal gioco ed effettivamente dopo una giornata a cavalcare, rapinare e scappare è ovvio che il nostro fuorilegge, a "casa sua", voglia prendersela con calma.

Per ottenere pellame perfetto, scuoiando gli animali, sarà necessario armarsi di tanta pazienza: bisognerà infatti individuare le prede, osservarle con il binocolo, analizzare lo stato dell'animale e il suo comportamento perché ogni specie (circa 200 quelle presenti nel gioco) avrà caratteristiche ben precise.

Si dovrà inoltre essere in possesso di armi, munizioni e frecce idonee, ma anche di esche per attirare la preda al fine di ucciderla senza arrecare danni a carcassa, pelle e organi. Il cavallo inoltre non potrà trasportare infinite pelli e carcasse, di conseguenza dopo l'uccisione di qualche animale (il numero dipende dalla loro grandezza) sarà opportuno donarlo all'accampamento, utilizzarlo per craftare o migliorare equipaggiamenti ed abiti.


Non pensate inoltre che andare alla ricerca dei tesori nascosti sia un'attività semplice: le mappe che recupereremo saranno di fatto dei semplici disegni a mano e trovare l'ubicazione corretta sarà un'impresa davvero ardua e lunga.

Il realismo offerto da Red Dead Redemption 2 non rappresenta in nessun modo un lato negativo, ma si sposa a perfezione con l'intera struttura, profonda e stratificata, messa in piedi da Rockstar. È chiaro però che ripetere le stesse azioni ed attività potrebbe renderle noiose alla lunga: la gestione di Arthur e cavallo, ad esempio, dovrà essere costante così come la pesca e la caccia, due attività che richiederanno anche del tempo per ottenere risultati ottimali (nota: le due attività non sono obbligatorie, ma lo diventano per chi vuole completare il gioco al 100%).

Precisiamo inoltre che durante gli scontri a fuoco, nelle rapine e negli assalti a treni e diligenze il tutto dovrà essere sempre ponderato: impugnare le armi ed andare a testa bassa contro una schiera di nemici infatti non pagherà.

TECNICA

Red Dead Redemption 2 è capace di offrire panorami mozzafiato il tutto contornato da una cura dei dettagli impeccabile e qualitativamente eccellente. Si attraverseranno territori innevati, si cavalcherà in una natura incontaminata, si visiteranno laghi, fiumi, paludi, foreste, spiagge, città e piccoli agglomerati di case, tutti egregiamente rappresentati.

Il sistema di illuminazione contribuisce al realismo degli scenari e attivando la visuale dinamica si avrà la possibilità di ammirare l'opera di Rockstar in tutta la sua bellezza. Si potrà inoltre passare dalla visuale in prima e terza persona con la semplice pressione del tasto preposto: anche se abbiamo preferito giocare in terza persona, la prima aumenta notevolmente il grado di coinvolgimento.

Immancabili inoltre il ciclo giorno/notte e le condizioni meteo dinamiche con effetti che non lasciano spazio alle critiche. Il campo visivo su Xbox One X offre una profondità senza eguali nell'attuale generazione di console e un livello di dettaglio che lascia senza parole: si vedranno persino le fronde degli alberi in lontananza muoversi in base al vento.

Red Dead Redemption 2 è un mondo estremamente reale, dinamico e vivo grazie anche alle animazioni di personaggi e animali da 10 e lode che si uniscono ad un'IA sorprendente. Le movenze, gli sguardi e le espressioni di ogni NPC sono estremamente curate, diversificate in base al contesto con il risultato che l'universo di gioco risulterà credibile all'ennesima potenza. Arthur, in particolare, si muoverà, salirà a cavallo, salterà i recinti, cavalcherà, si arrampicherà, camminerà, correrà e cadrà in un modo talmente naturale e fluido che a tratti sembrerà un vero attore in carne ed ossa.


L'opera di Rockstar su Xbox One X è tecnicamente perfetta, gira in 4K con un frame rate a 30fps, totalmente esente da cali. Un plauso per il comparto narrativo generale e per la caratterizzazione dei vari personaggi ognuno con un proprio background, carattere, atteggiamenti e comportamenti ben definiti, aspetti che si scopriranno anche affrontando incarichi e missioni secondarie.

La mole di testi da leggere è innumerevole con lettere, libri, note e fotografie sparse ovunque, alcune delle quali celeranno anche segreti da scoprire. Impossibile inoltre non menzionare l'eccellente lavoro svolto per realizzare gli interni degli edifici: pensate solo che nei vari negozi sarà presente persino un catalogo che riprende lo stile dell'epoca ed elenca tutti i prodotti in vendita completi di descrizione e cenni storici.

Il sistema di controllo non presenta difetti degni di nota, tuttavia la mole di comandi davvero corposa non lo rende particolarmente intuitivo; sarà necessario fare pratica per prendere confidenza ed evitare di commettere errori.

Il combat system, fatta eccezione per un sistema di coperture non particolarmente entusiasmante, svolge il suo lavoro a dovere con la presenza dell'immancabile Dead Eye. Il feeling con le varie bocche da fuoco è ottimo e restituisce la sensazione di maneggiare realmente le armi dell'epoca. Presente inoltre la mira assistita.

L'interfaccia di gioco è essenziale, il menu è facilmente navigabile, tuttavia non aspettatevi molti indicatori su schermo e dovrete abituarvi ad una mappa globale che non mostra informazioni dettagliate. Segnaliamo inoltre la presenza di un corposo Compendio che si popolerà di informazioni su flora, fauna, armi etc nel momento in cui analizzeremo ed entreremo in contatto con i vari elementi.

Non mancano purtroppo alcuni bug con animali che ogni tanto sembrano impazzire, cavalli che si incastrano, che prendono persino fuoco in autonomia e personaggi che una volta caduti da carrozze e diligenze non riescono più a risalire.

Sottolineiamo inoltre che il titolo non è doppiato in italiano, ma sono comunque presenti i sottotitoli nella nostra lingua. Sappiamo che molti giocatori criticheranno la decisione di Rockstar, tuttavia è bene specificare che il gioco contempla oltre 500.000 linee di testo tutte doppiate da attori professionisti, in un inglese che, oltre a contemplare cadenze differenti, aumenta il livello di coinvolgimento.

Il linguaggio è ovviamente quello tipico dell'epoca con frasi anche molto colorite che nella nostra lingua, forse, non avrebbero avuto la stessa efficacia - l'assenza del doppiaggio in italiano può far storcere il naso, ma da questo punto di vista è una scelta comprensibile.

Il resto del comparto audio, formato dai rumori della natura, dal chiacchierio della gente, dagli zoccoli dei cavalli, dagli spari in lontananza, dalle urla di persone che chiedono aiuto e cosi via, completa un comparto tecnico praticamente perfetto.

CONCLUSIONE

Red Dead Redemption 2 è una vera "opera d'arte" e un titolo che rimarrà nel cuore dei giocatori. Rockstar ha superato se stessa ed ha creato l'open world free roaming più bello, travolgente, dinamico e realistico di questa generazione. Per i futuri esponenti del genere eguagliare l'impresa non sarà per nulla semplice.

Red Dead Redemption 2 è un'esperienza di gioco indimenticabile, tuttavia vogliamo sottolinearlo una seconda volta: la nuova avventura non è un GTA ambientato nel Far West. è un titolo realistico che vuole simulare la vita di un fuorilegge e potrebbe non piacere a tutti: qualcuno potrebbe persino definirlo noioso.

Segnaliamo in conclusione che per apprezzare il titolo di Rockstar nella sua completezza non è necessario aver affrontato il primo episodio, nonostante saranno presenti alcuni visi noti.

CONTENUTI/MODALITÀ DI GIOCO 10

GAMEPLAY 10

TECNICA 9,5

MULTIPLAYER -

LONGEVITÀ' 10

GLOBALE 10

UN MONDO DI GIOCO ESTREMAMENTE VASTO QUANTO REALISTICOTECNICAMENTE E VISIVAMENTE TRAVOLGENTEUNA MOLTITUDINE DI CONTENUTI
SISTEMA DI COPERTURA POCO ENTUSIASMANTEIL REALISMO OFFERTO POTREBBE NON PIACERE A TUTTIQUALCHE BUG
L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 649 euro oppure da ePrice a 856 euro.

76

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ActzeRaptor

non so chi sia il recensore ma l'articolo non mi sembra malvagio, e dice cose sensate (anche in relazione ai possibili difetti)

Jezuuz

Leggi, in ogni caso posso assicurarti che è fatta da d10, volendo posso mandarti altre foto, a me ha soddisfatto molto.. anzi.. non mi aspettavo così tanto dettagli.
Nel gioco molte cose non vengono spiegate, esempio stupido : quale cibo fa ingrassare di più per non andare sotto peso, ecco la guida lo dice..

https://uploads.disquscdn.c...

franky29

Ma è fatta da rockstar o da qualche altra?

V4N0

Non è proprio un fast travel (che comunque c'è, sotto forma di diligenze) ma aiuta a passare il tempo... poi esiste il fast travel dal proprio campo base, ma francamente non ho ancora capito che serve per poterlo sbloccare !

VelvetUnderground93

Perché di argomentazioni valide non ne hai. Fatti una cultura invece di pretendere di avere la pappa pronta.

Riccardo sacchetti

Vedo che ti hanno già pienamente risposto! Grazie.

Giustino65

Stessa situazione anzi nemmeno 70 euro per un gioco ahahaha

Jezuuz
Jezuuz

Amazon, merita tantissimo, 400 pagine, fatta benissimo!
30€ circa.
Ti dice anche dettagli che il gioco non dá.. come ad esempio che avendo onore positivo hai sconti nei negozi, non ci avevo fatto caso in 40 ore di gioco..

Chris T

L'italiano medio non conosce neanche l'italiano..

Chris T

Assolutamento no, rovinerebbe il grande lavoro fatto dai doppiatori e dagli sviluppatori del gioco.. In italiano perderebbe tutto

Giustino65

Vero vero e poi con i particolari che ci sono la mappa merita di essere spolpata al massimo quasi come un fall-out! Bella la maschera da maniaco ci sono davvero tantissime chicche!

franky29

Da dove l'hai presa?

franky29

Proprio la scuola non impara niente di inglese ahah ci vuole almeno un corso base, la soluzione migliore è andare in paesi dove si parla

franky29
Jezuuz
Jezuuz

Questa merita molto! E fa “Killer Pazzo” :P (ho la console spenta ora, altrimenti ti facevo vedere dove sta, è un po’ difficile da “trovare” senza guida)
https://uploads.disquscdn.c...

Jezuuz

L’ho presa proprio per questo motivo, è l’unica guida che possiedo.. 400 pagine, tanta tanta roba.

svkap

Ah, non lo sapevo....

Stefania Costa

Ciao circa una sessantina di ore

Top Cat
Carlo Dimenti

Non ti prende in giro.

Giustino65

Grazie mille!! Si costa un po’ ma per un capolavoro del genere ne vale sicuramente la pena! Qualitativamente mai giocato a nulla di meglio

andreia

Quante ore ci vanno per finire la trama principale?

reft32

"ragazzi avete una mentalità da fine 800" XD lol ma che dici ?Meno male che ci sei tu !Dai dai professorino.Scommetto che tu sei uno oltre la "mentalità moderna e aperta" hai aperto anche qualcos'altro XD
ps-la droga fa male.

reft32

Ma che discorso è ?Ti rendi conto del non-sense ?Ti hanno messo pure mi piace.Sparare cifre a caso ormai ti ci guadagni credibilità :) Uno puo conoscere l'inglese ma anche ascoltare in un gioco la propria lingua.Che è l'italiano per quanto ci riguarda.

Marco Paternuosto

Ma non ci si rompe le ba lle già nella vita vera...anche spazzolare il cavallo?

Per carità

LAM

Ci sto giusto giocando

https://uploads.disquscdn.c...

Non è male come grafica, alcuni volti e personaggi avrebbero potuto farli meglio ma tant'è

LoWR1D3R

Una casalinga

LoWR1D3R

Ahahah non voglio sapé niente!

Top Cat

Sempre se è vero.

Stefania Costa
Jezuuz

Questa è molto utile per scovare luoghi strani (non solo) e se ti piace esplorare, costicchia però.. 30€

https://uploads.disquscdn.c...

Jezuuz

Here my friend, dove sta il puntatore rosso (c’è l’elmo al buio, controlla bene, e un’arma unica)

https://uploads.disquscdn.c...

Giustino65

E quel elmo?? Dove l’hai preso?

V4N0

A volte diventa pesante... ma per lo meno hanno messo la telecamera dinamica, il cavallo segue la strada verso l'obiettivo in autonomia

Jezuuz
Jezuuz

Cerca su Google, trovi nome cognome ecc
lol.. di Facebook, si chiama Stefania mi pare

iclaudio

bel gioco oltre all'impatto grafico e immensa mappa ci si diverte anche ....

opinionista

L'india ha l'inglese come sua prima lingua quasi...Tu asserisci che il tipo è ignorante ed è uno dei pochi. Come se in Italia l'80% parla inglese in modo adeguato.
Per il resto mi arrendo, se non capisci che il fatto che vendano è dovuto alla buona realizzazione del gioco e che anche chi non sa bene l'inglese lo compra, lamentandosi un po', è inutile che ti parlare.

Hai ragione e mi scuso se non ti rispondo in Inglese, lingua dove a quanto pare sei più ferrato dell'italiano praticamente.

andrewcai

Non gioco neanche a fortnite

Jezuuz

Com’è andata oggi su Fortnite?

Jezuuz

È Red Dead Redeption, non GTA.
Quello per me è un pregio, mi dico “ok vado a fare la storia” e nel mentre.. durante il tragitto becco di tutto, meteore, KKK, Serial Killer, pazzi nei fiumi, tombe, mammuth, ecc.
Non è per tutti forse, richiede pazienza.

Jezuuz
Jezuuz

Killy.

Jezuuz

Killy, e ho detto tutto.

andrewcai
Stefano Paoli

Sorprendente. Adesso ogni gioco dovra' costare al massimo 29 euro in confronto. Um capolavoro in attesa dell online.

Worst Viking

ci sono davvero tanti errori di ortografia....

VelvetUnderground93

praticamente hai elencato le nazioni dove l'inglese non lo parlano completamente soltanto per avvalorare la tua opinione. l'India dove la metti? Non è lecito un bel niente. Il gioco è loro e decidono loro. Se fatturano miliardi forse un po' di ragione ce l'avranno a seguire questa scelta, che dici?

Call of Duty Black Ops 4: la nostra recensione

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone

Forza Horizon 4: la nostra recensione del capolavoro di Playground Games

Playstation Classic ufficiale: mini console di Sony dal 3 dicembre a 99 euro | Pre-ordine