MTG Arena: sono tornato nel tunnel di Magic The Gathering | Editoriale

24 Dicembre 2018 49

MTG Arena segna l'ingresso nel mondo degli eSports di Magic: The Gathering, il più celebre gioco di carte collezionabili al mondo che, negli anni, ha avuto diverse incarnazioni digitali. Su PC abbiamo visto MTGO, acronimo di Magic The Gathering Online, e Cockatrice. Il primo rappresenta la versione ufficiale, il secondo permette a chiunque di giocare gratuitamente con i vantaggi di un software open source.

La serie è poi approdata su console con Duels of the Planeswalkers, diventato poi Magic Duels, con tanto di capatina al mondo mobile.

MAGIC THE GATHERING: UNA DIPENDENZA DIFFICILE DA SCONFIGGERE

Magic The Gathering è davvero una dipendenza difficile da sconfiggere. Chiunque abbia giocato al gioco cartaceo ha una storia da raccontare, fatta spesso di aneddoti di ogni genere. Lasciandovi i commenti per raccontare la vostra, faccio una piccola digressione sulla mia per spiegare meglio il concetto.

Tutto ebbe inizio tanti anni fa: all'epoca frequentavo le scuole Elementari e fu quello l'ambiente in cui iniziai a conoscere MTG. La sfida, le meccaniche semplici all'apparenza ma complesse e strategiche e il fattore collezionismo riuscirono a conquistarmi. Ricordo ancora i tempi dell'oratorio in cui, insieme agli amici, ci si trovava nei bagni per scambiarsi le "figurine" visto che i mostri, gli angeli e i demoni raffigurati magistralmente da capaci illustratori erano mal visti dal mondo ecclesiastico. A ripensarci ora, quel periodo è quando di più simile al proibizionismo io abbia mai potuto sperimentare!

Gli anni passavano e MTG tornava ciclicamente nella mia vita: per un motivo o per l'altro, da scarsità di soldi per comprere le carte a nuovi interessi che drenavano le finanze, mi ritrovavo ad accantonare il gioco, salvo poi tornare nel tunnel in varie occasioni. Bastava conoscere nuovi amici che giocavano a Magic, oppure ritrovare le carte nel fondo di un armadio e contagiare nuovamente vecchi amici, o ancora passare in fumetteria per il nuovo albo della Marvel e vedere sul bancone le buste della nuova espansione.

Persone diverse, amici diversi, motivi diversi, un unico risultato: ogni volta MTG rientrava nella mia vita.

IL PRIMO APPROCCIO DI MTG NEL MONDO DIGITALE...

Parallelamente alla versione ​cartacea ho approcciato anche il mondo digitale: qualche capatina con MTGO, subito accantonato per la poca volontà di spendere unita alla complessità della piattaforma, e la scelta di ripiegare su Cockatrice.

La piattaforma Open Source non era certo meno complessa e alcune operazioni di gioco andavano effettuate manualmente, però aveva il vantaggio di essere gratuita e soprattutto consentiva di testare a costo zero i mazzi che poi avrei utilizzato nei tornei ufficiali. In questo modo aumentava la possibilità di test e, una volta sicuro della mia combinazione, potevo darmi da fare per recuperare le carte fisiche con scambi e acquisti.

La serie Duels è stata un piacevole intermezzo perché permetteva di effettuare divertenti partite con gli amici in split screen (contro il computer) o online e condiva il tutto con una grafica piacevole e con gli automatismi nella risoluzione di magie, abilità e combattimenti.

...E ALLA FINE ARRIVA MTG ARENA

Ci sono voluti diversi anni, diverse versioni e diverse piattaforme per arrivare ad MTG Arena, la nuova piattaforma digitale per Magic The Gathering che finalmente si avvicina alla perfezione nel suo genere. Innanzitutto la piattaforma si uniforma agli altri GCC digitali (Giochi di Carte Collezionabili) che, seppur arrivati dopo, avevano fatto passi da gigante per quanto riguarda gameplay, interfaccia e usabilità.

MTG Arena propone un ambiente dove giocare è un piacere e abbraccia la formula del free-to-play: l'interfaccia è semplice, i comandi sono immediati, la risoluzione degli effetti delle carte è completamente automatica ma allo stesso tempo lascia la possibilità di gestire in manuale i casi in cui vogliamo intervenire con ottimizzazioni di fino su meccaniche e mana. Ci sono gli strumenti per rallentare l'azione o velocizzarla e il client è leggero a sufficienza (anche se potrebbe essere ottimizzato ulteriormente) per girare su macchine non certo al top del mercato gaming. Se c'è una cosa che il mondo degli eSports ci ha insegnato, è che più un gioco è in grado di essere universale nei requisiti, più la strada verso il suo successo è spianata e in questo MTG Arena ha imparato bene la lezione.

Altra lezione rubata al mondo degli eSports è quella relativa all'interfaccia: MTG Arena propone una UI molto semplice, con la gestione a schede, comandi immediati, la possibilità di personalizzare le viste nella gestione dei mazzi e una facilità disarmante nel buttarsi in gioco scegliendo subito se partecipare ad un evento, ad una partita non classificata o ad una classificata per scalare le classifiche.

Giocando si guadagnano crediti in gioco che possono essere spesi per qualsiasi cosa: ci comprate le buste di carte o li spendete per entrare in tornei ed eventi (Sealed, Draft, Constructed) che ripagheranno i vincitori con nuove carte, nuovi crediti o nuove buste.

TRA REALE E VIRTUALE

Come ormai tipico, le strade da percorrere sono due: la prima prevede di giocare per accumulare carte, buste, mazzi interi e monete con cui completare la vostra collezione. La seconda invece accelera il processo, usando le gemme (da acquistare con soldi reali) per poi comprare materiale in gioco o partecipare a tornei ed eventi.

Il passaggio da moneta reale a moneta virtuale non è l'unico esempio di commistione fra due mondi: Wizards of the Coast ha infatti annunciato che la Magic Pro League (MLP) sarà un vero e proprio circuito eSport con premi tangibilissimi: il Mythic Championship Invitational al PAX East 2019, ad esempio, metterà in palio 1 milione di dollari e i giocatori del Magic Pro League Team, scelti tra i migliori in tutto il mondo, hanno ottenuto un contratto di gioco e streaming del valore di 75.000 dollari per dedicarsi a Magic, diffondere la cultura del gioco online e partecipare agli eventi competitivi. Tra i top 32 c'è anche l'italiano Andrea Mengucci (vincitore del campionato mondiale a squadre nel 2015), unico rappresentate per l'Italia che, da sempre, è stato uno dei terreni più fertili per MTG (in percentuale rispetto alla popolazione).

In totale, tra MTG Arena e la versione cartacea di Magic, il circuito competitivo per il 2019 metterà in palio ben 10 milioni di dollari di premi per i vari eventi in tutto il mondo e, in futuro, saranno previsti eventi che partiranno in digitale e proseguiranno in reale o viceversa.

LA NASCITA DI UN NUOVO PROGETTO

MTG Arena è la perfetta trasposizione di Magic The Gathering in digitale? Sì e no. Lo è perché finalmente la Wizard ha creato una solida base per una piattaforma che si evolverà nel futuro, aggiungendo probabilmente funzioni, espansioni e offrendo già oggi tante caratteristiche interessanti.

Il negozio è accessibile anche senza spendere un euro, i plug-in per Twitch permettono di rendere fruibili le partite a qualsiasi pubblico, consentendo anche di analizzare facilmente le carte che non si conoscono così da seguire meglio il gioco e imparare più facilmente le strategie. Nonostante il gioco sia appena nato, dopo la Closed Beta e l'avvio della Open a settembre, si può partecipare a Draft, Sealed ed eventi speciali con premi in palio più ghiotti delle classiche ricompense giornaliere/settimanali/stagionali a obiettivi.

Restano però dei limiti che sicuramente chi è abituato al cartaceo noterà: il formato disponibile è quello dello Standard che prende in considerazione solo le ultime espansioni e ruota sempre così da variare metagame e strategie. Personalmente lo ritengo interessante (a livello competitivo giocavo Standard e Modern) ma è altresì vero che esiste una grande fetta di giocatori Modern, Legacy, Vintage, Commander e via dicendo che sono - al momento - costretti a restare su MTGO. Vedremo quali novità saranno introdotte: al momento è infatti disponibile il Pauper delle Feste che consente di creare mazzi basati solo sulle comuni dello Standard.

L'altro aspetto che manca ai giocatori "cartacei" è quello della compravendita di carte o dello scambio: se il secondo caso potrebbe essere facile da implementare, il primo porta più difficoltà per le complicazioni derivate dal valore delle carte e la filosofia della compravendita, caratteristica di MTGO che si allontana dalle meccaniche di un free-to-play. Qui si inserisce anche l'impossibilità di acquistare carte singole per completare il mazzo, sebbene siano state inserite le "carte jolly" che, se possedute, permettono di trasformare un jolly in una qualsiasi carta (di rarità equivalente) che già abbiamo nella collezione.

Manca poi un sistema di chat e gestione amici, tutti elementi che probabilmente verranno implementati nel corso del tempo.

Tirando le somme, MTG Arena si presenta bene ed è il modo perfetto per rientrare nel tunnel tramite una via più semplice e accessibile, che non richiede necessariamente di recarsi in negozio o ai tornei ufficiali e accontenta allo stesso tempo sia principianti e chi è cresciuto con una generazione "grafica" di GCC online, sia i pro player che hanno diversi incentivi ad entrare in Arena grazie al mondo eSport.

MTG Arena è democratico esattamente come il gioco cartaceo: al tavolo virtuale possiamo incontrare avversari di ogni età e abilità, sebbene il livello sia comunque inquadrato dal sistema di ranking nel competitivo così da non rendere frustrante il gioco per i neofiti e, allo stesso tempo, rendere le cose interessanti per i pro.

Rispetto a MTGO ci sono delle limitazioni, certo, ma sarà interessante vedere come si evolverà la piattaforma, fermo restante che la buona possibilità di "farmare" monete e ricompense e gli scontri diretti (non al meglio delle tre, con sideboard) rendono il gioco più immediato. E "immediato" è quello che posso permettermi in questo momento perciò...benvenuto MTG Arena!

Clicca qui per scaricare gratuitamente MTG Arena per PC

L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 609 euro oppure da Unieuro a 821 euro.

49

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jezuuz

Roma, nella mia zona non ce ne sono..

Luigi Melita

per curiosità, dove abiti?

Ansem The Seeker Of Darkness

i negozi stanno a 30/40 minuti da me, non proprio comodissimo

ZeroSen

ma assolutamente no; mazzi presi dal gp di portland, prezzi presi da mkm, tutto il mazzo da unico venditore (quindi i prezzi delle singole carte vengono anche meno):
monoG tron: 714 euro
kci: 619 euro
storm: 259 euro
certo ci sono mazzi che costano oltre mille euro, ma ci sono altri mazzi che ne costano molto meno

Gios

Io, bello!

Jezuuz

“Negozi in zona” dove?! Si sono estinti, dalle mie parti ce ne stavano 3.. chiusi tutti :(

nutci

Ti posso dire che jeskai e l'unico che se la cava bene contro BG tyrant ma, ad esempio, izzet drakes o izzet control batte jeskai senza troppi problemi.

Il meta per come e ora è abbastanza equilibrato. Ci sara da preoccuparsi per il prossimo visto che stamperanno colori favorevoli per esper e che daranno un altro le uw oltre a teferi.

JUDVS

Anche avere un mazzetto da 1000 euro in banconote è un'altra sensazione

ilmondobrucia

A Keyforge qualcuno ci ha giocato?

Depas

Formato modern per avere un mazzo competitivo almeno 1000€ devi spenderli, standard è meno bello da guocare invece.

Enrico

Fai così :
Prendi un mazzo di carte e lo tieni in mano poi giochi al pc a questo così hai la sensazione tattile in partita :)

Ricky

Il futuro sarà poterlo giocare in realtà aumentata o virtuale.

DStellati

Ho fatto giusto il tutorial ma già mi ispira, più che altro si può giocare nel browser (uso linux e quindi non avevo trovato nient'altro su pc, questo è una svolta) e quindi credo ci giocherò ancora abbastanza.

alexhdkn

Si

Enrico Garro

Provato?

DStellati

Ti devo ringraziare :D

DStellati

Aiuto, così mi fai molto ebook vs libro cartaceo XD

ZeroSen

ma magic non è difficile, di base, sono le strategie dei mazzi che possono essere complicate

p.s. nah non reputo il jeskai control troppo avvantaggiato, certo è forte, ma non oscura il metagame (non gioco jeskai). A differenza di red deck win che nella precedente rotazione era davvero troppo op

Alessio Ferri

Mai avuta un passione per MTG, ho in compenso carte Yu Gi Oh a metterne e qualche mazzo Duel Masters (della Wizard), non ho mai giocato competitivo con nessuno dei due perché non mi interessa. Giocato ad Heartstone come passatempo qualche settimana e poi un amico mi ha dato la chiave della closed beta di MTG arena. Nonostante sia descritto come "difficilissimo" è in realtà estremamente semplice da giocare, da solo in una giornata ho imparato tutto giocando tutorial e qualche partita. Trovo che izzet control + teferi sia troppo avvantaggiato su tutto, a parte questo non mi dispiace.

ZeroSen

ah se vuoi vendere puoi usare la piattaforma mkm, oppure se vuoi meno pratiche burocratiche, cerca il gruppo "mtg compravendita e valutazioni" su facebook, credo che sia il gruppo più grosso italiano, e ci sono i maggiori venditori italiani

ZeroSen

le carte in reserved list possono solo che aumentare, fino a che non scoppia e la wizard decida di buttarla giù
però più aumenta e più è difficile trovare compratori

ZeroSen

ma mille euro cosa? te la cavi molto meno in standard e modern
che poi esistono anche altri formati come commander e pauper

che poi il vero magic si gioca su carta fa tanto vecchiominkìa eh

ZeroSen

hai letto l'articolo?

alexhdkn

cosa è?

Enrico Garro

Se vuoi provare qualcosa di più complesso di Hearthstone ma altrettanto veloce, prova Duelyst

GoodSpeed

Non avevo terre doppie. Avevo poche carte e cmq penso di non aver fatto un grosso affare è vero ma qualcosa ci ho fatto. Guarì i prezzi e scoprirai che ci hanno fregato. Alla Magic bisognerebbe denunciarli... hanno distrutto un mercato... carte alfa a 60 euro l'una e stessa carta 2 edizione in italiano 2 euro. Ciao e buon natale

Luca Vallino

Droga legalizzata...giocate a quella cartacea e frequentare i negozi di zona mi raccomando!

Luca Vallino

Dipende..oramai il mercato delle magic funziona un po' come la borsa..le carte che dici sono in reserved list..in teoria non dovrebbero essere mai più ristampate..ma la wizzy ci ha abituato alle stranezze(vedasi ultimo set).. se hai le vecchie dual bordate nero, e un ancestral ci fai 10k facili..ovviamente le condizioni devono essere ottime; vai su cardmarket, trova un rivenditore professionale italiano e contattalo x venderle

Depas

Minimo 1000€

nutci

Se giochi in standard te la cavi con molto meno.

alexhdkn

Ho giocato un po' a quella cartacea, poi abbandonata ma mi è sempre rimasto il pallino! Grazie, proverò la versione digitale

Stefano Passeri

1000 euro per un mazzo di carte...soldi da buttare proprio eh.

Luigi Melita

la durata dipende molto dal tuo mazzo e da quello con cui ti sconti, possono essere 5 minuti come 30, il consiglio che ti posso dare è provarlo...tanto è free :)

LoneWolf®

Non mi sono mai addentrato in questo mondo, ma ho diversi amici che sono dei patiti da molti anni. Proprio l’altro giorno per curiosità ho scaricato Hearthstone e devo dire che non mi è dispiaciuto. Penso che MTG sia più complesso rispetto a quest’ultimo, voi lo consigliereste per delle partite casual? Bene o male, ho visto che con Hearthstone in 10 minuti una partita si conclude. Ma non vorrei qualcosa di più impegnativo.

Depas

Si ma avere un mazzo fisico e tenere le carte in mano sono altre semsazioni...

Enrico

Bene bene ...grazie !

Ciccio Baciccia

Completamente concorde con tutto l'articolo. Anch'io mollai la versione cartacea perché preso da altri impegni (università in primis) ma felicemente assorbito da questa nuova versione elettronica. Figata totale

Ryuza

Il gioco è fatto con Unity e hanno già annunciato che il gioco, per ora disponibile solo per PC, uscirà anche per MacOS, iOS e Android.
Quando però non ci è dato saperlo.

Captain Trips

Le p9 non verranno ristampate, puoi stare relativamente tranquillo

Captain Trips

Ecco perchè esiste Arena

Luigi Melita

non ha specificato quali ha venduto, magari aveva semplicemente qualche carta da 20/40€ e non le P9 ;)

Depas

Vendi vendi, se fanno una ristampa delle tue carte automaticamente perdono più della metà del loro valore.

Depas

Il vero magic si gioca su carta e su un tavolo di legno, ed è il gioco più bello del mondo.
Ovviamente sconsiglio a chiunque non abbia soldi di giocarci, se si vuole diventare un minimo competitivo un mazzo da torneo non ti costerà mai meno di 1000€.

Enrico Garro

Se qualcuno ha voglia di provare un Ccg alternativo, provate Duelyst.

AleSuperfly

Perdonami io ormai sono un po’ fuori dal giro, capisco il discorso delle ristampe ecc ma che da terre doppie e P9 tu abbia tirato fuori solo 300€, o eri disperatamente bisognoso di soldi o ti hanno derubato

Enrico

Questo gioco prevede L uscita su mobile e su tablet?
Ormai la portabilità è un elemento fondamentale .
Grazie

GoodSpeed

Io ho venduto tutto e ci ho fatto 300 euro. Ho famiglia e certe cose ormai non mi interessano più. Non sperare aumentino di valore perché nelle serie successive hanno, maledetti, ristampato carte vecchie che puoi usare nei tornei quindi le tue si sono svalutate . Il valore aumenta solo delle alfa o beta.

GTX88

vendile subito e spendi tutto in nigeriane

qlimax2005

Secondo voi… ho ancora delle carte di valore di magic tipo mox, terre doppie, ancestral recall, ecc che comprai 1 quindicina di anni fa per investimento, ed il loro valore è effettivamente cresciuto,
secondo voi, dovrei venderle, od il valore può ancora salire?

I migliori giochi per smartphone di gennaio | Video #MOBILEGAMING

Recensione Super Smash Bros. Ultimate: è il miglior Smash di sempre | Video

I migliori giochi per smartphone di dicembre | Video #MOBILEGAMING

Red Dead Redemption 2: la nostra recensione. Una vita da fuorilegge